La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ecomuseo dell’Agro Pontino. Territorio di riferimento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ecomuseo dell’Agro Pontino. Territorio di riferimento."— Transcript della presentazione:

1 Ecomuseo dell’Agro Pontino

2 Territorio di riferimento

3 Criteri di selezione Confini gestionali del Consorzio di Bonifica Centri storicamente legati all’Agro Pontino

4 Come fare? Percorsi tematici e altri strumenti Il cammino delle acque Il cammino delle acque Sentieri naturalistici Sentieri naturalistici Paesaggi geologici Paesaggi geologici Il Pianeta mare Il Pianeta mare Itinerari astronomici Itinerari astronomici Aree storico-archeologiche Aree storico-archeologiche Le vie dell’arte Le vie dell’arte Le strade dell’anima Le strade dell’anima Spazi museali Spazi museali Territori urbani Territori urbani Viaggi etnologici Viaggi etnologici Sapori, storia e leggenda Sapori, storia e leggenda Sfera letteraria Sfera letteraria Temi musicali Temi musicali Ambiti socio-economici Ambiti socio-economici Stili di vita, Rifiuti e Consumi Stili di vita, Rifiuti e Consumi Energie Alternative Energie Alternative Gli altri strumenti Le azioni sceniche tra Stelle, Suoni e Sapori Le azioni sceniche tra Stelle, Suoni e Sapori L’orgoglio del passato: pensieri, azioni ed emozioni L’orgoglio del passato: pensieri, azioni ed emozioni Portiamo in classe l’Ecomuseo Portiamo in classe l’Ecomuseo Comunicazione Comunicazione Prodotti multimediali/cartacei Workshop internazionale Workshop internazionale Centro di interpretazione dell’Ecomuseo dell’Agro Pontino Centro di interpretazione dell’Ecomuseo dell’Agro Pontino Centro delle aree archeologiche Centro delle aree archeologiche Centro dei sentieri naturalistici Centro dei sentieri naturalistici Centro di documentazione Centro di documentazione

5 L’Ecomuseo in Italia L’ ECOMUSEO nasce negli anni ’70 in Francia e rappresenta una vera rivoluzione rispetto al concetto tradizionale di museo. Ci racconta tutto ciò che riguarda la vita e si propone come mezzo attraverso il quale si passa dal concetto di bene culturale a quello di patrimonio. Al museo viene aggiunta una dimensione in più, ossia quella sociale, la capacità cioè di raccontare l’ambiente, la storia, la cultura, i paesaggi, le attività, la società mettendo in relazione gli aspetti della vita, materiali e spirituali e legandoli ai luoghi, ai territori e alla cultura che li ha generati. Un Ecomuseo si basa su pochi semplici principi: Museo al sevizio dell’uomo e non viceversa. Museo al sevizio dell’uomo e non viceversa. Tempo e spazio non sono imprigionati all’interno di muri. Tempo e spazio non sono imprigionati all’interno di muri. Il protagonista museale è attore del cambiamento ed è al servizio della comunità. Il protagonista museale è attore del cambiamento ed è al servizio della comunità. Il visitatore è creativo: può e deve partecipare alla costruzione del futuro, ossia all’attività di ricerca del museo. Il visitatore è creativo: può e deve partecipare alla costruzione del futuro, ossia all’attività di ricerca del museo. Questa realtà si impegna a prendersi cura del territorio, non secondo norme vincolanti o inibenti ma tramite un accordo non scritto e condiviso; essa si pone come strumento di valorizzazione della cultura demo-etno-antropologica, da cui scaturisce una forte valorizzazione delle identità locali. Il territorio in cui opera è l’ambito che incorpora le storie delle persone che lo hanno vissuto, elementi visibili e nascosti che ne rappresentano il valore più profondo, il motore per un nuovo sviluppo sostenibile. FINALITA’ dell’ ECOMUSEO CONSERVARE E TUTELARE PER LE NOSTRE E LE FUTURE GENERAZIONI IL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE, PER ALIMENTARNE IL VALORE E NON CONSUMARLO CONSERVARE E TUTELARE PER LE NOSTRE E LE FUTURE GENERAZIONI IL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE, PER ALIMENTARNE IL VALORE E NON CONSUMARLO RICOMPORRE LA MEMORIA PER PROIETTARCI NEL FUTURO. RICOMPORRE LA MEMORIA PER PROIETTARCI NEL FUTURO. In Italia sono circa 80 (25 in Piemonte) In Italia sono circa 80 (25 in Piemonte) Il primo strumento legislativo di sostegno agli Ecomusei è stato la L. R. "Istituzione di Ecomuseo del Piemonte" n. 31 del 1995

6 Perché Ecomuseo? Potenzialità del progetto Conservazione e tutela dei beni comuni, ambientali e culturali Conservazione e tutela dei beni comuni, ambientali e culturali Valorizzazione socio - economica Valorizzazione socio - economica Ricerca scientifica Ricerca scientifica Divulgazione Divulgazione Opportunità professionali Opportunità professionali

7 Da dove partire? Elementi peculiari del territorio Patrimonio naturalistico Patrimonio naturalistico Canali di bonifica Canali di bonifica Patrimonio archeologico Patrimonio archeologico Patrimonio storico artistico Patrimonio storico artistico Patrimonio culturale multidisciplinare Patrimonio culturale multidisciplinare Gastronomia Gastronomia

8 Centro di interpretazione Casal delle Palme Ex scuola rurale “G. Cena” (1921) (Delibera della Giunta Municipale di Latina n° 806/04 del ) Guida all’Ecomuseo: Inquadramento aree tematiche Informazioni utili per la fruizione Organizzazione, coordinamento e supervisione dell’Ecomuseo Esposizione tematica: Ambiente, Società ed Economia pre - bonifica (mappe, foto, fogli di archivio, filmati, testimonianze letterarie, artistiche ed etnografiche) Ricostruzione dell’aula scolastica (pannelli Cambellotti) Sale polifunzionali, laboratori Punto di promozione per lo studio e la ricerca demo-etno-antropologica

9 I percorsi tematici Il cammino delle Acque Il cammino delle Acque Centro di riferimento: Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino Punti di interesse: Canali di bonifica (sistema delle Acque Alte, Medie e Basse) Canali di bonifica (sistema delle Acque Alte, Medie e Basse) Laghi e zone umide Laghi e zone umide Acque sotterranee Acque sotterranee Le infrastrutture della bonifica (impianti idrovori, ecc.) Le infrastrutture della bonifica (impianti idrovori, ecc.) Navigabilità e percorribilità via terra; studi delle caratteristiche ecologiche del corridoio fluviale e dei canali e delle loro relazioni con il territorio circostante (qualità ecologica, culturale e paesaggistica); tabelle e totem didattici e battello a pannelli solari

10 I percorsi tematici Sentieri naturalistici Sentieri naturalistici Percorsi di valorizzazione ambientale. Luoghi di interesse naturalistico: Oasi militari (D. lgs. 464/97) Oasi militari (D. lgs. 464/97) Foreste planiziarie (Circeo, Foglino e Polverino) Foreste planiziarie (Circeo, Foglino e Polverino) Dune litoranee e macchia mediterranea Dune litoranee e macchia mediterranea Zone umide (Ramsar) Zone umide (Ramsar) Laghi di Gricilli e del Vescovo Laghi di Gricilli e del Vescovo Lago di Giulianello Lago di Giulianello Giardini e Rovine di Ninfa (Ninfa 2) Giardini e Rovine di Ninfa (Ninfa 2) Monti Lepini e Ausoni Monti Lepini e Ausoni Canali di bonifica Canali di bonifica Fiumi Astura, Amaseno e Ufente Fiumi Astura, Amaseno e Ufente Monumento Naturale di Campo Soriano Monumento Naturale di Campo Soriano Tabelle e bacheche didattiche in materiale ecocompatibile; Interventi di adeguamento dei sentieri anche per i soggetti diversamente abili (passamano, tabelle braille); Capanni per attività di birdwatching

11 I percorsi tematici Paesaggi geologici Paesaggi geologici Percorsi tematici con mappe cartacee e multimediali illustranti i vari geositi e le trasformazione del territorio ecomuseale attraverso le varie ere geologiche.

12 I percorsi tematici Il Pianeta mare Il Pianeta mare Salvaguardia delle zone umide, del litorale, della costa e del mare; Conoscenza e valorizzazione dell’ecosistema mare presso il litorale compreso nei Poligoni militari da Foce Verde a Valmontorio (S.I.C. IT “ Fondali tra Torre Astura e Capo Portiere ”) Seawatching finalizzato alla ricerca biologica marina e al censimento delle specie della flora e della fauna marina (visual census). Seawatching finalizzato alla ricerca biologica marina e al censimento delle specie della flora e della fauna marina (visual census). Tabelle didattiche subacque per seawatching. Tabelle didattiche subacque per seawatching. Polo di interesse: Museo del Mare di Sabaudia

13 I percorsi tematici Itinerari astronomici Itinerari astronomici Conoscere il cielo e prendere coscienza delle problematiche relative all’inquinamento luminoso Conoscere il cielo e prendere coscienza delle problematiche relative all’inquinamento luminoso Serate di osservazioni astronomiche con l’ausilio di telescopi e altri strumenti Serate di osservazioni astronomiche con l’ausilio di telescopi e altri strumenti Cartellonistica didattica Cartellonistica didattica Istituzione di un “parco delle stelle” Istituzione di un “parco delle stelle”

14 I percorsi tematici Aree storico archeologiche Aree storico archeologiche Centro di riferimento: Ex scuola di Borgo Faiti Poli di interesse: La città latina e volsca di Satricum La città latina e volsca di Satricum Via Appia e stazioni di posta (Tres Tabernae, Forum Appii, Mesa di Pontinia), Decennovium Via Appia e stazioni di posta (Tres Tabernae, Forum Appii, Mesa di Pontinia), Decennovium Via Severiana Via Severiana Ville di Domiziano, c.d. di Cicerone, c. d. dei “Quattro Venti” Ville di Domiziano, c.d. di Cicerone, c. d. dei “Quattro Venti” Le città romane di Norba e Privernum Le città romane di Norba e Privernum Circeii Circeii Necropoli di Caracupa Necropoli di Caracupa Centro storico di Terracina, Santuari c.d. di Giove Anxur e Feronia Centro storico di Terracina, Santuari c.d. di Giove Anxur e Feronia Lapidi, iscrizioni, cippi, sepolcreti Lapidi, iscrizioni, cippi, sepolcreti Percorso delle torri costiere Percorso delle torri costiere Castelli e fortificazioni Castelli e fortificazioni Catalogazione delle emergenze archeologiche; totem e pannelli illustrativi; prodotti multimediali; fruibilità di siti attualmente non accessibili

15 I percorsi tematici Le vie dell’arte Le vie dell’arte Opere d’arte figurativa (dal X al XX secolo) conservate in chiese ed edifici pubblici e privati Opere d’arte figurativa (dal X al XX secolo) conservate in chiese ed edifici pubblici e privati Itinerari del Novecento: Cambellotti e l’Agro Pontino, pitture e sculture del XX secolo in Agro Pontino Itinerari del Novecento: Cambellotti e l’Agro Pontino, pitture e sculture del XX secolo in Agro Pontino Museo Cambellotti a Latina e Museo Emilio Greco a Sabaudia Museo Cambellotti a Latina e Museo Emilio Greco a Sabaudia

16 I percorsi tematici Le strade dell’anima Le strade dell’anima Percorso fra i luoghi di culto e della spiritualità; scoperta di un genius loci. Poli di interesse: Abbazie cistercensi di Valvisciolo e Fossanova Abbazie cistercensi di Valvisciolo e Fossanova Ruderi di monasteri e chiese (S. Michele Arcangelo, Malvisciolo, Ninfa) Ruderi di monasteri e chiese (S. Michele Arcangelo, Malvisciolo, Ninfa) Santuario della Sorresca sul Lago di Paola Santuario della Sorresca sul Lago di Paola Casa del Martirio di S.Maria Goretti Casa del Martirio di S.Maria Goretti Convento di San Paolo a Tor Tre Ponti Convento di San Paolo a Tor Tre Ponti I culti antichi: Mater Matuta, la dea Bellona

17 I percorsi tematici Spazi museali Spazi museali Il museo come medium per la conoscenza del territorio e lo sviluppo della memoria storica Poli di interesse: Mostra Permanente Homo Sapiens di S.Felice Circeo Mostra Permanente Homo Sapiens di S.Felice Circeo Antiquarium comunale di Terracina e Sezze Antiquarium comunale di Terracina e Sezze Musei Archeologici di Priverno (+ Polo Medievale di Fossanova) e Norma Musei Archeologici di Priverno (+ Polo Medievale di Fossanova) e Norma Museo della Terra Pontina (ARSIAL) Museo della Terra Pontina (ARSIAL) Museo della Malaria a Pontinia Museo della Malaria a Pontinia Creazione di una rete museale urbana per la città di Latina: Pinacoteca civica d’arte contemporanea – Museo della Medaglia, della moneta, della grafica incisa e della fotografia “M. Valeriani” Pinacoteca civica d’arte contemporanea – Museo della Medaglia, della moneta, della grafica incisa e della fotografia “M. Valeriani” Museo Cambellotti Museo Cambellotti Antiquarium comunale (Procojo B. Sabotino) Antiquarium comunale (Procojo B. Sabotino) Archivio fotografico del Consorzio di Bonifica Archivio fotografico del Consorzio di Bonifica Piana delle Orme (privato) Piana delle Orme (privato) Riqualificazione degli allestimenti; Itinerari didattici tematici, materiali didattici (dvd, cd-rom, quaderni e giochi) e divulgativi (dvd, guida acustica, brochure); allestimento di un’ aula o laboratorio didattico

18 I percorsi tematici Territori urbani Territori urbani Valorizzazione e tutela degli esempi di architettura e urbanistica del territorio; analisi delle diverse modalità abitative ed organizzative. Poli di interesse: Centri antichi: Sermoneta, Sezze, Priverno Centri antichi: Sermoneta, Sezze, Priverno Insediamenti pre bonifica (domus cultae, casali pontifici,, Conca, Le Ferriere, Fogliano, La Botte, Casal Traiano) Insediamenti pre bonifica (domus cultae, casali pontifici,, Conca, Le Ferriere, Fogliano, La Botte, Casal Traiano) Lestre (mappatura delle lestre) Lestre (mappatura delle lestre) Le città nuove: Littoria, Sabaudia e Pontinia (L. R. n. 27 /2001“Interventi per la conoscenza, il recupero e la valorizzazione delle città di fondazione”) Le città nuove: Littoria, Sabaudia e Pontinia (L. R. n. 27 /2001“Interventi per la conoscenza, il recupero e la valorizzazione delle città di fondazione”) I borghi dell’Agro Pontino I borghi dell’Agro Pontino Edilizia rurale: poderi, case cantoniere, scuole rurali (Casal delle Palme) Edilizia rurale: poderi, case cantoniere, scuole rurali (Casal delle Palme) Percorsi monumentali e vie tematiche a cielo aperto; totem e pannelli illustrativi; prodotti multimediali

19 I percorsi tematici Viaggi Etnologici Viaggi Etnologici Ricerche e documentazioni sulle popolazioni e i mestieri prima della bonifica e sul fenomeno della colonizzazione degli anni Trenta e del dopoguerra. Poli museali di riferimento: Esposizione di Piana delle Orme (privato) Esposizione di Piana delle Orme (privato) Etnomuseo dei Monti Lepini Etnomuseo dei Monti Lepini Museo del giocattolo e Museo della civiltà contadina (privati) Museo del giocattolo e Museo della civiltà contadina (privati) Centro di documentazione Claudia Ortese Centro di documentazione Claudia Ortese Creazione di un “archivio della memoria storica” con le interviste ai primi coloni ed ai loro discendenti diretti; strutturazione di una mappa culturale della comunità.

20 I percorsi tematici Sapori, storia e leggenda Sapori, storia e leggenda Stare a tavola per accrescere il senso della condivisione Valorizzazione delle tradizioni enogastronomiche del territorio; Valorizzazione delle tradizioni enogastronomiche del territorio; Incontri conviviali legati all’obbiettivo; Incontri conviviali legati all’obbiettivo; Strutturazione di un’area espositiva a tema; Strutturazione di un’area espositiva a tema; Realizzazione di azioni sceniche tra sapori storia e leggenda. Realizzazione di azioni sceniche tra sapori storia e leggenda. Attività didattiche Attività didattiche

21 I percorsi tematici Sfera letteraria Sfera letteraria Ricerche sugli autori di ieri e di oggi che si sono ispirati al territorio pontino Creazione di materiale multimediale Creazione di materiale multimediale Individuazione, allestimento e realizzazione di nuove Azioni Sceniche Individuazione, allestimento e realizzazione di nuove Azioni Sceniche

22 I percorsi tematici Temi musicali Temi musicali Ricerche sulle testimonianze musicali delle varie epoche, articolate su quattro poli principali: La musica nel mondo romano La musica nel mondo romano La musica sacra (Abbazie) La musica sacra (Abbazie) La musica rinascimentale e cortese La musica rinascimentale e cortese Fabrizio Caroso e Antonio Cifra; La musica alla Corte dei Caetani La musica popolare e i canti “d’importazione” La musica popolare e i canti “d’importazione” Promozione di eventi, concerti e manifestazioni Diffusione degli strumenti musicali e delle tecniche di costruzione degli stessi, delle danze popolari (corsi)

23 I percorsi tematici Ambiti socio – economici Ambiti socio – economici Valorizzazione economica delle attività sostenibili sul territorio, compatibili con l’ambiente e non invasive principalmente nei settori dell’agricoltura, dell’artigianato e del turismo sostenibile. Valorizzazione economica delle attività sostenibili sul territorio, compatibili con l’ambiente e non invasive principalmente nei settori dell’agricoltura, dell’artigianato e del turismo sostenibile. Promozione dei prodotti tipici e dei sistemi di agricoltura biologici e biodinamici Promozione dei prodotti tipici e dei sistemi di agricoltura biologici e biodinamici

24 I percorsi tematici Stili di vita, rifiuti e consumi Stili di vita, rifiuti e consumi Incrementare le percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani seguita dal riciclaggio predisponendo un cambiamento dei consumi e degli stili di vita della cittadinanza. Incrementare le percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani seguita dal riciclaggio predisponendo un cambiamento dei consumi e degli stili di vita della cittadinanza. Campagne informative e educative per la corretta attuazione della raccolta rifiuti attraverso la raccolta differenziata ed alla ricerca di un nuovo stile di vita compatibile con l’ambiente. Campagne informative e educative per la corretta attuazione della raccolta rifiuti attraverso la raccolta differenziata ed alla ricerca di un nuovo stile di vita compatibile con l’ambiente. Attrezzature: brochure informative, dvd e cd-rom, pubblicazioni di attività didattiche educative varie, locali per realizzare i punti di accoglienza. Attrezzature: brochure informative, dvd e cd-rom, pubblicazioni di attività didattiche educative varie, locali per realizzare i punti di accoglienza. Energie alternative Energie alternative Informare e sensibilizzare sulla possibilità concreta di utilizzare energie alternative (favorevoli condizioni ambientali e meteorologiche) al fine di ottenere un minore impatto ambientale negativo, pur non rinunciando al benessere raggiunto con l’uso massiccio delle nuove tecnologie in ogni campo. Informare e sensibilizzare sulla possibilità concreta di utilizzare energie alternative (favorevoli condizioni ambientali e meteorologiche) al fine di ottenere un minore impatto ambientale negativo, pur non rinunciando al benessere raggiunto con l’uso massiccio delle nuove tecnologie in ogni campo. Campagne di informazione e diffusione di notizie, rivolte a famiglie, artigiani, imprese del territorio; suggerimenti e ipotesi sull’utilizzo dei pannelli fotovoltaici per l’autofornitura di energia per edifici privati (Aziende, abitazioni) e per strutture pubbliche (edifici di enti locali, scuole,ecc) Campagne di informazione e diffusione di notizie, rivolte a famiglie, artigiani, imprese del territorio; suggerimenti e ipotesi sull’utilizzo dei pannelli fotovoltaici per l’autofornitura di energia per edifici privati (Aziende, abitazioni) e per strutture pubbliche (edifici di enti locali, scuole,ecc) Strumenti: brochure informative, materiali multimediali, incontri tematici con esperienze di altre località che hanno già iniziato il percorso del fotovoltaico. Strumenti: brochure informative, materiali multimediali, incontri tematici con esperienze di altre località che hanno già iniziato il percorso del fotovoltaico.

25 Altri strumenti per la fruizione Le azioni sceniche tra Stelle, Suoni e Sapori Le azioni sceniche tra Stelle, Suoni e Sapori L’Orgoglio del passato: pensieri, azioni ed emozioni L’Orgoglio del passato: pensieri, azioni ed emozioni Portiamo in classe l’Ecomuseo Portiamo in classe l’Ecomuseo Comunicazione Comunicazione Workshop internazionale degli Ecomusei Workshop internazionale degli Ecomusei

26 Le azioni sceniche tra stelle, suoni e sapori La teatralità come mezzo di diffusione della conoscenza e del senso di appartenenza ai luoghi itinerari incantati in cui si muovono cantastorie, sognatori, musici, e giullari in costume d’epoca che conducono il visitatore, attraverso i cinque sensi, alla scoperta della storia dei siti visitati itinerari incantati in cui si muovono cantastorie, sognatori, musici, e giullari in costume d’epoca che conducono il visitatore, attraverso i cinque sensi, alla scoperta della storia dei siti visitati Protagonista è lo stesso spettatore, coinvolto in prima persona tramite la condivisione emotiva. Protagonista è lo stesso spettatore, coinvolto in prima persona tramite la condivisione emotiva. Il “Sentiero Incantato” associa elementi naturalistici, storici, letterari, musicali, astronomici ed eno- gastronomici articolati attorno ad un unico filo conduttore costituito dall’itinerario di visita. Il “Sentiero Incantato” associa elementi naturalistici, storici, letterari, musicali, astronomici ed eno- gastronomici articolati attorno ad un unico filo conduttore costituito dall’itinerario di visita. Si vuole realizzare un modello educativo originale finalizzato alla salvaguardia ed alla valorizzazione dell’ambiente e del territorio oltre che alla conoscenza approfondita di esso. Si vuole realizzare un modello educativo originale finalizzato alla salvaguardia ed alla valorizzazione dell’ambiente e del territorio oltre che alla conoscenza approfondita di esso. ONDA (personaggi), Latina in Cucina (personaggi e prodotti tipici), Folk Club Latina – Mantice (musica tradizionale), Associazione tuscolana di Astronomia (osservazione astronomica) ONDA (personaggi), Latina in Cucina (personaggi e prodotti tipici), Folk Club Latina – Mantice (musica tradizionale), Associazione tuscolana di Astronomia (osservazione astronomica) DOVE: Confini gestionali del Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino DOVE: Confini gestionali del Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino Poligono di Nettuno: località Valmontorio e Torre Astura; Satricum (Borgo Le Ferriere); Via Appia Antica nel Decennovium da Tripontium (Tor Tre Ponti) a Feronia (Terracina); Forum Appii ( Borgo Faiti); Ninfa; Antica Norba (Norma); Foresta Lestra Cocuzza (Sabaudia – Parco Nazionale del Circeo); Villa Fogliano (Latina – Parco Nazionale del Circeo), Preistoria ed Odissea (San Felice Circeo) Tour dell’ecomuseo da Satricum a Forum Appii passando per Le Ferriere, Conca, San Paolo Apostolo

27 L’orgoglio del passato: pensieri, parole ed emozioni Fare inorgoglire la popolazione di questo territorio attraverso quegli uomini che nel passato si sono distinti per l’impegno profuso per il miglioramento dello stesso e della sua popolazione. Fare inorgoglire la popolazione di questo territorio attraverso quegli uomini che nel passato si sono distinti per l’impegno profuso per il miglioramento dello stesso e della sua popolazione. Modalità di realizzazione: azioni sceniche, brochure: storia ed aneddoti sul personaggio, interviste agli storici, dvd e cd, materiale da cartoleria, costumi d’epoca Modalità di realizzazione: azioni sceniche, brochure: storia ed aneddoti sul personaggio, interviste agli storici, dvd e cd, materiale da cartoleria, costumi d’epoca Alcuni personaggi che hanno contribuito a suscitare l’orgoglio e il senso di appartenenza: Alcuni personaggi che hanno contribuito a suscitare l’orgoglio e il senso di appartenenza: Giovanni Cena, Sibilla Aleramo, Angelo ed Anna Celli, Oriolo Frezzotti, Alessandro Marcucci, Corrado Alvaro, Natale Prampolini, Leone Caetani e Lelia Caetani, Marcello Zei, Enrico Ortese

28 Portiamo in classe l’Ecomuseo Corsi di formazione e laboratori per insegnati, alunni e cittadinanza, mirati alla conoscenza della corretta fruizione del territorio ed alla ricerca di un nuovo stile di vita compatibile con l’ambiente Corsi di formazione e laboratori per insegnati, alunni e cittadinanza, mirati alla conoscenza della corretta fruizione del territorio ed alla ricerca di un nuovo stile di vita compatibile con l’ambiente Metodologie pedagogiche innovative e partecipative (azioni sceniche tra stelle suoni e sapori). Metodologie pedagogiche innovative e partecipative (azioni sceniche tra stelle suoni e sapori). Attrezzature: dossier tecnici, brochure informative, pubblicazioni di attività didattiche educative varie, strutture teatrali e attrezzature da laboratorio. Attrezzature: dossier tecnici, brochure informative, pubblicazioni di attività didattiche educative varie, strutture teatrali e attrezzature da laboratorio.

29 Comunicazione Conoscenza, diffusione e partecipazione della realtà Ecomuseale, esaltazione delle peculiarità di ciascun itinerario, privilegiando gli strumenti comunicativi che meglio svelano i sensi sollecitati. Conoscenza, diffusione e partecipazione della realtà Ecomuseale, esaltazione delle peculiarità di ciascun itinerario, privilegiando gli strumenti comunicativi che meglio svelano i sensi sollecitati. Creazione sito web, dvd, cd-rom, brochure, guide, manifesti, apparecchiature multimediali e totem informativi. Creazione sito web, dvd, cd-rom, brochure, guide, manifesti, apparecchiature multimediali e totem informativi.

30 Workshop Internazionale Ecomusei Creazione di gemellaggi Creazione di gemellaggi Programmazione di un Workshop Internazionale degli Ecomusei che apporterà le esperienze di altre realtà già costituite e coinvolgerà Nazioni della Comunità Europea ed Internazionali quali: Francia, Spagna, Polonia, Rep. Ceca, Portogallo, Svezia, Inghilterra, Brasile, Cina, Argentina, India, Messico, ecc. Programmazione di un Workshop Internazionale degli Ecomusei che apporterà le esperienze di altre realtà già costituite e coinvolgerà Nazioni della Comunità Europea ed Internazionali quali: Francia, Spagna, Polonia, Rep. Ceca, Portogallo, Svezia, Inghilterra, Brasile, Cina, Argentina, India, Messico, ecc. Data prevista: fine 2007 Data prevista: fine 2007


Scaricare ppt "Ecomuseo dell’Agro Pontino. Territorio di riferimento."

Presentazioni simili


Annunci Google