La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RIVOLUZIONE AMERICANA IL 1700 LE RIVOLUZIONI POLITICHE Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s. 2008- 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RIVOLUZIONE AMERICANA IL 1700 LE RIVOLUZIONI POLITICHE Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s. 2008- 2009."— Transcript della presentazione:

1 LA RIVOLUZIONE AMERICANA IL 1700 LE RIVOLUZIONI POLITICHE Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

2 Nel Nord America, scoperto e colonizzato dagli inglesi, dove, a partire dal 1600 (Mayflower) avevano fondato delle colonie (nel 1700 erano 13) Lotta per lindipendenza dallInghilterra Lotta per lindipendenza dallInghilterra Dichiarazione dindipendenza 1776Dichiarazione dindipendenza 1776 Costituzione degli Stati Uniti 1787Costituzione degli Stati Uniti 1787 Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

3 LE 13 COLONIE INGLESI Situate nellAmerica del Nord, rifornivano la madrepatria (Inghilterra) di merci e prodotti a condizioni vantaggiose: erano la periferia delleconomia-mondo Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

4 Obiettivi Le 13 colonie inglesi in America combattono per lINDIPENDENZA e fondano gli Stati Uniti dAmerica (USA) La Dichiarazione dindipendenza si fonda sui principi illuministici: UguaglianzaUguaglianza LibertàLibertà Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

5 Linizio della colonizzazione risaliva ai corsari di Elisabetta I (1584 Virginia). La maggioranza dei coloni erano inglesi Protestanti, che fuggivano dalle persecuzioni dei sovrani cattolici della dinastia degli Stuart, ma tra il 1600 e 1700 arrivarono anche altri gruppi di Europei LE 13 COLONIE INGLESI Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

6 DEL NORD abitate dai puritani inglesi; ricca agricoltura e piccoli commerci DEL CENTRO popolazione mista (inglesi, olandesi, tedeschi); commercio DEL SUD anglicani inglesi; latifondi dei piantatori (piantagioni di caffè, cotone, tabacco…) coltivati da schiavi neri) LE 13 COLONIE INGLESI ….DIVERSE… Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

7 SUD Le colonie del SUD erano ricche di piantagioni di tabacco, canna da zucchero, indaco, cotone. Vi vivevano ricchi latifondisti in bellissime ville e vi lavoravano gli schiavi neri, privi di ogni diritto Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

8 ….MA UNITE Dalla fede cristiana Dalluso della lingua inglese Dallattaccamento alle tradizioni politiche britanniche Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

9 Colonie e Madrepatria Le colonie, abitate dagli inglesi, dipendevano dalla legge inglese che imponeva loro di vendere i loro prodotti (pellicce, cereali, ferro, tabacco, zucchero, indaco, cotone…) solo alla madrepatria (Inghilterra) e vietava la produzione di merci che potessero fare concorrenza ad essa (quindi non potevano impiantare tutte le industrie che volevano: ad esempio era proibita la produzione locale di tessuti di lana, stoffe e cappelli) Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

10 Le colonie NON possono: Commerciare liberamente (possono esportare materie prime solo in Inghilterra) Produrre merci liberamente (non potevano sviluppare un artigianato locale perché erano obbligati ad acquistare i prodotti lavorati solo dalla madrepatria) Battere moneta Far parte del Parlamento, dunque prendere decisioni Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

11 PAGARE LE TASSE AL GOVERNO INGLESE (dal 1764) Acquistare i prodotti dallInghilterra …ma le colonie DEVONO: Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

12 LE TASSE IMPOSTE DALLINGHILTERRA PERCHE? Per rimpinguare le finanze, in crisi dopo la vittoriosa guerra dei 7 anni che le aveva attribuito il dominio incontrastato sui mari (aveva tolto ai francesi: Canada, Louisiana, Senegal; agli spagnoli: Cuba e la Florida) QUALI? 1764 TASSE INDIRETTE = tasse su determinati prodotti o transazioni commerciali) stamp act (bollo sui giornali e su alcuni contratti, come la nostra marca da bollo) 1773 tassa sul tè Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

13 Sono contente di questa situazione? COSA POSSONO FARE? SI RIBELLANO CONTRO LINGHILTERRA: Le tasse, infatti, erano illegali se non venivano approvate in Parlamento da chi le doveva pagare no taxation without rapresentation 1773 Boston tea party Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

14 IL BOSTON TEA PARTY Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

15 GUERRA DINDIPENDENZA 1775/1783 Scoppia la GUERRA DINDIPENDENZA 1775/ INIZIO INSURREZIONE 1776 si dichiarano indipendenti (4 luglio: Dichiarazione dIndipendenza degli Stati Uniti dAmerica) 1781 gli americani, guidati da G. Washington e sostenuti dai francesi, sconfiggono definitivamente gli inglesi a Yorktown 1783 gli inglesi riconoscono lindipendenza delle colonie LE FASI Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

16 LA DICHIARAZIONE DINDIPENDENZA: 4 LUGLIO 1776 rendersi indipendentiI rappresentanti delle colonie si riunirono a Filadelfia in unassemblea e decisero di rendersi indipendenti 4 luglio 1776La dichiarazione dindipendenza fu scritta da Jefferson e approvata il 4 luglio 1776 Conteneva tre punti fondamentaliConteneva tre punti fondamentali Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

17 Tutti gli uomini sono creati uguali e hanno diritto alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità I governi devono garantire questi diritti Quando un governo opera in contrasto con questi fini, è diritto del popolo abolirlo PRINCIPI ILLUMINISTI LA DICHIARAZIONE DINDIPENDENZA: 4 LUGLIO 1776 Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

18 DICHIARAZIONE DINDIPENDENZA Noi riteniamo che tutti gli uomini sono creati uguali; che il Creatore ha donato loro certi diritti inalienabili; che tra questi diritti vi sono la vita, la libertà, la ricerca di felicità. Quando una lunga serie di abusi e usurpazioni, che perseguono invariabilmente il medesimo obiettivo, manifesta il disegno di ridurli sotto un assoluto Dispotismo, è loro diritto (dei popoli), è loro dovere rovesciare un simile governo e provvedere nuove Garanzie per la loro futura sicurezza. E un documento rivoluzionario: è il primo documento politico basato non più sui diritti dinastici di una famiglia reale, ma sui diritti naturali delluomo. Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

19 LA COSTITUZIONE AMERICANA 1787 Gli Stati Uniti sono una federazione, cioè ununione di Stati. Ogni Stato ha le sue leggi, ma tutti sono soggetti a un governo centrale, detto federale (per la politica estera, la difesa, il commercio) Si applica la divisione dei poteri Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

20 Si applica la divisione dei poteri Potere legislativo Congresso e Senato(Assemblea) Potere giudiziario Magistratura (Corte suprema) Potere esecutivo Presidente(il primo fu G. Washington; il terzo T. Jefferson) Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

21 IL DIFFICILE RAPPORTO TRA IL NORD E IL SUD DEGLI USA ABITANTI ECONOMIA (attività principali) SOCIETA (classi sociali) Manifatture tessili Industrie meccaniche e ferroviarie Fonderie e fabbriche di armi Borghesia (commerciant i, industriali) Proletariato (operai) IL NORD IL SUD ABITANTIECONOMIASOCIETA Piantagioni (cotone, indaco, tabacco, zucchero, riso) Grandi proprietari terrieri (latifondisti) Schiavi Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

22 LE CAUSE DEL CONFLITTO 1 Il Nord è contrario alla schiavitù 2 Il Sud vive di agricoltura (piantagioni) 3 Il Nord vive di industria e commercio ESIGENZE DIVERSE…. Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

23 …sfociano in un tentativo di secessione… Abramo LINCOLNE eletto presidente Abramo LINCOLN, convinto oppositore della SCHIAVITU Gli Stati del Sud, contrari allabolizione della SCHIAVITU, base della loro economia di piantagione, cercano di staccarsi dal resto del paese CONFEDERAZIONE DEGLI STATI DAMERICA Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

24 … in una guerra vera e propria…. LA GUERRA DI SECESSIONE (1861 – 1865) Fu un aspro e sanguinoso conflitto che si concluse con la sconfitta dei SUDISTI e la vittoria dei NORDISTI Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

25 … che si conclude con la vittoria degli stati del Nord… LA SCHIAVITU E ABOLITA! DISCRIMINAZIONI, ATTENTATI, LINCIAGGI Con la fine della guerra fu sancita LABOLIZIONE DELLA SCHIAVITU, ma spesso rimase solo sulla carta: laristocrazia terriera del sud tornò a spadroneggiare nelle piantagioni e le persone di colore continuarono a subire DISCRIMINAZIONI, ATTENTATI, LINCIAGGI La VITTORIA DEL NORD PONE LE BASI PER UN ULTERIORE SVILUPPO INDUSTRIALE La popolazione crebbe Lagricoltura fu meccanizzata Le fabbriche si moltiplicarono Furono scoperti giacimenti di PETROLIO Si sviluppò il commercio Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

26 Gli USA rimangono uniti Gli Stati del Sud, privati degli schiavi si avviano alla decadenza economica PROGRESSO INARRESTABILE potenza industriale e militare più temibileTutto il resto del paese, libero da qualsiasi legge sfavorevole, si avvia ad un PROGRESSO INARRESTABILE, che porterà in breve gli Stati Uniti a divenire la potenza industriale e militare più temibile Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

27 I PRINCIPI su cui si fondava il nuovo Stato Libertà Uguaglianza di tutti gli uomini Diritto alla felicità Lotta contro ogni tipo di oppressione Lotta contro i governi dittatoriali e assolutistici Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

28 PROBLEMI APERTI IL RAZZISMO contro i neriIL RAZZISMO contro i neri LA SEGREGAZIONE DEGLI INDIANI (la corsa al West)LA SEGREGAZIONE DEGLI INDIANI (la corsa al West) CONCORDANO CON I PRINCIPI DELLA COSTITUZIONE? Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

29 Lo sterminio di un popolo Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s

30 I PELLEROSSA Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s


Scaricare ppt "LA RIVOLUZIONE AMERICANA IL 1700 LE RIVOLUZIONI POLITICHE Prof.ssa Emanuela Sabuzi - a.s. 2008- 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google