La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Progetto di sensibilizzazione, osservazione, individuazione e valutazione dei soggetti a rischio di disturbi generalizzati dello sviluppo, del linguaggio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Progetto di sensibilizzazione, osservazione, individuazione e valutazione dei soggetti a rischio di disturbi generalizzati dello sviluppo, del linguaggio."— Transcript della presentazione:

1 Progetto di sensibilizzazione, osservazione, individuazione e valutazione dei soggetti a rischio di disturbi generalizzati dello sviluppo, del linguaggio e dellapprendimento nelletà evolutiva. Bimbi & Co. Onlus Centro per le famiglie

2 Progetto pilota per le Scuole dellinfanzia pubbliche del 12° Municipio del Comune di Roma in collaborazione con specialisti delletà evolutiva A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus

3 Premessa I disturbi dellapprendimento scolastico riguardano il 5-10% della popolazione in età scolare, infatti in ogni classe in media ci sono uno o due bambini con queste difficoltà. Le problematiche relative allapprendimento (disturbi specifici o semplici difficoltà) non riguardano soltanto il mondo interno del bambino ma coinvolgono il suo modo di relazionarsi allambiente, dando una tipica impronta anche alle relazioni interne al nucleo famigliare e sociale. Tutto ciò comporta una diminuzione di autostima e della motivazione ad apprendere nei bambini, comparsa di comportamenti di fuga dal compito e di reazioni di passività o aggressività La mancata identificazione dei disturbi specifici o delle difficoltà di apprendimento e un intervento inadeguato potrebbero determinare la comparsa di ulteriori disturbi psicopatologici legati ad esempio all insuccesso scolastico o a un prematuro abbandono degli studi e una limitata realizzazione sul piano lavorativo e delle relazioni interpersonali nella fase adolescenziale e adulta. A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus Per questo motivo e fondamentale il coinvolgimento delle famiglie e lo screening tempestivo

4 La scuola dellinfanzia rappresenta il luogo elettivo per cogliere le modalità di espressione delle difficoltà di apprendimento di un bambino: il terreno più fecondo per la prevenzione e la progettazione di interventi educativi e didattici strettamente legati alle specifiche problematiche individuali delladattamento sociale. Intervenire precocemente significa: - stimolare la consapevolezza e la comprensione delle difficoltà del bambino evitando dannose colpevolizzazioni e quindi la patologizzazione conseguente alle frustrazioni subite in ambito scolastico e familiare, - offrire strumenti e metodologie utilizzabili per lallenamento e per il fronteggiamento dellabilità riscontrata deficitaria. Inoltre, una valutazione delle eventuali difficoltà nel processo di apprendimento del bambino rende possibile un intervento precoce, utile a stimolare al massimo le sue potenzialità, attraverso una maggiore consapevolezza di sé, sia da un punto di vista cognitivo che emotivo relazionale. Analisi e Definizione del Problema A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus

5 Disturbi Generalizzati dello sviluppo DISTURBI GENERALIZZATI DELLO SVILUPPO sono caratterizzati da compromissione grave e generalizzata in diverse aree dello sviluppo: capacità di interazione sociale reciproca, capacità di comunicazione, o presenza di comportamenti, interessi, e attività stereotipate. Le compromissioni qualitative che definiscono queste condizioni sono nettamente anomale rispetto al livello di sviluppo o all'età mentale del soggetto. Questi disturbi sono di solito evidenti nei primi anni di vita. DISTURBI DEL LINGUAGGIO I disturbi specifici del linguaggio sono caratterizzati da un ritardo nellacquisizione delle competenze linguistiche da parte dei bambini che non presentano deficit neurologici sensoriali e psichici. Tali disturbi possono essere diagnosticati precocemente e il tempestivo intervento riduce la possibilità di sviluppare un eventuale disturbo di apprendimento in età scolare. Questi disturbi sono di solito evidenti nei primi anni di vita. A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus

6 DISTURBI SPECIFICI DELLAPPRENDIMENTO consistono in difficoltà selettive in alcune competenze neuropsicologiche, in presenza di: - Capacità cognitive adeguate - Adeguate opportunità sociali e relazionali e in assenza di: - Deficit sensoriali e neurologici - Disturbi psicologici primari Tra di essi, i più importanti sono i disturbi specifici della lettura(dislessia) della scrittura (disgrafia e disortografia) e dellaritmetica (discalculia). DISTURBO DEFICIT DELLATTENZIONE O IPERATTIVITA(ADHD) è un disturbo del comportamento caratterizzato da inattenzione, impulsività e iperattività motoria che rende difficoltoso e in taluni casi impedisce il normale sviluppo e integrazione sociale dei bambini. Disturbi Generalizzati dello sviluppo A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus

7 Disturbi generalizzati dello sviluppo: alcuni campanelli dallarme Limportanza de non indicare ad 1 anno; non produrre lallazioni ad 1 anno, singole parole a 16 mesi, frasi di due parole a 24 mesi; perdita di abilità verbali in qualsiasi momento; mancanza di gioco simbolico; scarso interesse nello stringere amicizia; facile distraibilità; nessuna risposta da parte del bambino quando lo si chiama per nome; indifferenza verso gli altri; contatto oculare scarso o assente; manierismi e stereotipie del corpo; attenzione fissa su un oggetto in movimento; far girare o allineare oggetti; forte resistenza al cambiamento di abitudini (cibo, vestiti, luoghi); ipersensibilità ad alcuni rumori, sapori, odori; incapacità di comprendere che gli altri hanno pensieri e sensazioni diversi; interesse ristretto e ossessivo per qualcosa,come imparare a memoria gli orari dei treni; goffaggine, impaccio motorio; ripetizione di parole (ecolalia).

8 Osservazione, individuazione e relativa valutazione dei soggetti a rischio per i disturbi generalizzati dello sviluppo e dellapprendimento allinterno della scuola dellinfanzia e delle scuole primarie con conseguente diagnosi precoce e trattamento riabilitativo Diagnosticare in modo tempestivo i bambini ritenuti soggetti a rischio Monitorare costantemente la situazione delle scuole da coinvolgere Effettuare una formazione teorico-pratica rivolta a tutti igenitori, docenti e operatori attraverso un percorso di didattica speciale finalizzato a fornire competenze teorico pratiche sullosservazione dei bambini e con particolare attenzione dei soggetti ritenuti a rischio e attuando modalità operative concrete per la valorizzazione di tutte le diversità, siano esse legate a condizioni di disabilità o più semplicemente alloriginale espressione dellindividualità di ogni alunno. Realizzare un lavoro di documentazione e di valutazione dei processi attivati e dei risultati conseguiti Lo screening oggetto del progetto si propone di valutare i prerequisiti dellapprendimento della letto-scrittura e del calcolo, in particolare il livello evolutivo: delle abilità metafonologiche, delle capacità di applicazione e delle procedure di calcolo e gli automatismi coinvolti Obiettivo Generale A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus

9 Valutazione dei prerequisiti dellapprendimento con particolare attenzione alla lettura, alla scrittura e al calcolo Valutazione del disegno e dei tratti scritti Intervento di recupero tempestivo e mirato Informazione e formazione degli insegnanti della scuola dellinfanzia e della prima elementare Guidare lalunno allindividuazione e alluso di strategie di studio nuove, alternative e più efficaci alla consapevolezza delle proprie potenzialità Prevenire dispersione scolastica e comportamenti a rischio Supportare le famiglie nella presa di coscienza del problema e indirizzarla verso la migliore strada per il recupero del bambino Obiettivi specifici A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus

10 Bambini asili nido, scuole materne e scuole primarie Famiglie dei bambini Insegnanti e educatori asili nido, scuole materne e scuole primarie Destinatari A cura di Bimbi & Co. Centro per le famiglie Onlus

11 1) Individuazione delle classi a cui proporre lo screening; 2) Colloquio generale di sensibilizzazione con insegnanti e genitori sulle diversità di questi disturbi dellapprendimento Somministrazione facoltativa di un questionario di anamnesi riguardanti il linguaggio, laspetto psicomotorio, la relazione e il comportamento dei bambini con doppia compilazione genitore/ insegnante su cad bambino 3)Restituzione questionari alla figura del Neuropsichiatra infantile e/o Psicologo Psicoterapeuta per analisi 4) Osservazione dei bambini da parte di un neuropsicomotricista della durata di 30 ore durante le quali attraverso sistematiche osservazioni, possano cogliere eventuali situazioni di disagio. Metodologia e strumenti del progetto – 1

12 Metodologia e strumenti del progetto – 2 5) Relazione del neuropsicomotricista e studio incrociato dei questionari con relazione alla scuola e a chi sostiene il progetto ai fini statistici e sociali 6) Restituzione al coordinatore scolastico con i risultati dei questionari compilati con lindividuazione dei soggetti più a rischio 7) Colloqui con i genitori per i risultati 8) Indicazioni pratiche e aspetti burocratici per i genitori (colloqui Asl e inserimento lista di attesa strutture pubbliche o centri convenzionati ) 9) In attesa dellinserimento nelle liste pubbliche, possibilità di piano di attuazione del trattamento riabilitativo da parte dellAssociazione proponente per i bambini ritenuti a rischio in modalità da definire con le autorità che accolgono il progetto proposto

13 Risorse Necessarie Il Progetto per la sua realizzazione ha bisogno del: PATROCINIO E DEL CONTRIBUTO DEL MUNICIPIO XI e DEL COMUNE DI ROMA per -Reclutamento professionisti sanitari:Logopedisti, Neuropsicomotricisti e Psicologici per tutta la durata del progetto - Presenza di una segreteria operativa -Allestimento di unAula scolastica dedicata ad incontri con i genitori e con i bambini per la somministrazione dei questionari -Aula per incontro con insegnanti -Aula di appoggio dove fare punto di ascolto per le famiglie interessate almeno 1 volta alla settimana -Stampa dei protocolli di somministrazione -Stampa materiale informativo

14 - Relazione I Disturbi del linguaggio e dellapprendimento in età evolutiva- come riconoscerli e valutarli a cura della Dott.ssa Micaela Serami Logopedista -Indicatori di rischio per i disturbi generalizzati dello sviluppo (sindrome autistica) - Curriculum Vitae associazione - Statuto dellAssociazione Allegati

15 Contatti Associazione Bimbi & Co. centro per la famiglia Onlus Sede Roma Eur Via del Serafico 1 presso Pontificia Facoltà Teologica S. Bonaventura Seraphicum Sede Roma Marconi Via Gregorio Ricci Curbastro 34b


Scaricare ppt "Progetto di sensibilizzazione, osservazione, individuazione e valutazione dei soggetti a rischio di disturbi generalizzati dello sviluppo, del linguaggio."

Presentazioni simili


Annunci Google