La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Liberiamoci dal Pil Il Pil è morto! Viva il Bil – Dal Prodotto al Benessere Interno Lordo Fortezza da basso - Firenze 24 Maggio 2008 TERRA FUTURA SOCIAL.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Liberiamoci dal Pil Il Pil è morto! Viva il Bil – Dal Prodotto al Benessere Interno Lordo Fortezza da basso - Firenze 24 Maggio 2008 TERRA FUTURA SOCIAL."— Transcript della presentazione:

1 Liberiamoci dal Pil Il Pil è morto! Viva il Bil – Dal Prodotto al Benessere Interno Lordo Fortezza da basso - Firenze 24 Maggio 2008 TERRA FUTURA SOCIAL WATCH MANITESE Intervento di Luigi Biggeri – Istat Benessere, qualità della vita e felicità

2 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri2 Struttura della presentazione 1.Benessere economico, qualità della vita e felicità 2.Multidimensionalità dei fenomeni e tipologie di indicatori: oggettivi e soggettivi 3.Misure del benessere economico (Istat): confronto tra misure oggettive e soggettive 4.Misure della qualità della vita (Istat): confronto tra misure oggettive e soggettive 5.Conclusioni: la informazione statistica come strumento di policy

3 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri3 1. Benessere economico, qualità della vita e felicità (a) Concetto di benessere economico legato alla disponibilità di reddito Misura oggettiva: Prodotto interno lordo (Pil) Misure integrative e alternative: Reddito nazionale Indice di sviluppo umano (ISU – UNDP): scolarizzazione e speranza di vita Distribuzione della ricchezza e diseguaglianze Allaumento di ricchezza non necessariamente corrisponde aumento del ben-essere soggettivo Due filoni: (i) identità concettuale tra utilità e benessere; (ii) prescindere dalla nozione di utilità (Sen): funzionamento e capacità (risultati acquisiti per la salute, istruzione, lavoro; acquisizioni potenziali in relazioni alle libertà di fare e di essere)

4 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri4 1. Benessere economico, qualità della vita e felicità (b) Misura oggettiva: Prodotto interno lordo (Pil) Concetto di qualità della vita disponibilità oggettiva di beni e servizi soddisfazione soggettiva diverso da altri concetti per tre elementi Riferita alla vita dei singoli individui Multidimensionale misura con indicatori oggettivi e soggettiv dibattito intorno al movimento degli indicatori sociali

5 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri5 1. Benessere economico, qualità della vita e felicità (c) Qualità della vita e felicità (European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions, 2005) Benessere materiale (Pil, reddito, ecc.) e Benessere immateriale (Felicità); Kahneman and Krueger, 2006; Easterlin, 2000 Felicità (?) concetto la cui misurabilità è molto discussa. Un paradosso? ( Kahneman and Krueger, 2006; Veenhoven, 2007 ) Sfida per la Statistica (ufficiale): conoscenze indispensabili per lazione politica

6 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri6 2. Multidimensionalità e tipologie di indicatori Approcci oggettivi e soggettivi per le misure di ben-essere e qualità della vita Tutti daccordo sulla multidimensionalità dei fenomeni Dibattito sulle misure soggettive: li evitano perché di non facile interpretazione ( Consiglio Europeo, 18 Indicatori di Leaken, 2001 ) Benessere Qualità della vita Felicità Concetti Indicatori Oggettivi Soggettivi X X X X X ( ? )

7 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri7 3. Misure del benessere economico: oggettive e soggettive (Istat) (a) Approccio macro ( aggregati economici ) e micro ( famiglie e individui ) Aggregati economici: misure oggettive del benessere (occupati interni, unità di lavoro, valore aggiunto, Pil, redditi da lavoro dipendente, spesa per consumi delle famiglie, ecc.) Rilevazioni su famiglie e individui ( indagini sui consumi, sul reddito e le condizioni di vita (Eu-silc) e indagini multiscopo sulle famiglie ): misure sul benessere economico, di tipo oggettivo ( consumi, reddito, capacità di risparmio, povertà, beni posseduti, ecc.) e soggettivo ( valutazione e soddisfazione relativa alle situazione economica, alle risorse disponibili )

8 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri8 3. Misure del benessere economico: oggettive e soggettive (Istat) (b) Variazione percentuale del PIL pro capite tra il 2004 e il 2005 e percentuale di famiglie che hanno dichiarato che la propria situazione economica è migliorata tra il 2004 e il 2005 Rapporto tra valutazioni soggettive e Pil?

9 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri9 Alcuni commenti Coerenza parziale: Sicilia (soprattutto), Abruzzo, Molise, Liguria, Umbria e Puglia: variazione del PIL sopra la media, miglioramento percepito sotto Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche: aumento del PIL sotto la media, miglioramento percepito sopra Campania, Piemonte e Valle dAosta: PIL e percezione entrambi sotto Lombardia, Lazio, Calabria, Basilicata, Friuli-Venezia Giulia e Sardegna: PIL e percezione entrambi sopra Non emerge la dicotomia Centro-Nord/ Mezzogiorno Possibili spiegazioni: Effetto ricchezza (stock vs. flusso) Contesto locale sedimentato influenza le percezioni Differente distribuzione dei redditi

10 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri10 3. Misure del benessere economico: oggettive e soggettive (Istat) (c) Rapporto tra povertà relativa e indicatore soggettivo di povertà. Indagine sui consumi del 2002 Caratteri% famiglie Ind. Oggettivo Ind. soggettivo Nord Centro Sud Persona Sola – 65 anni Persona Sola – 65 anni Coppie con 3 e più figli Fam. con due o più anz Fam. con 2 figli minori Fam. con 3 o più figli min Totale

11 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri11 Considerazioni generali Rapporto tra povertà relativa e indicatore soggettivo di povertà. Indagine sui consumi del 2002 Totale famiglie Fam. Relativa- mente povere (11.0%) Fam. Che si sentono povere (8.7%) Fam. relativ,. povere che si sentono povere (21.9%) Fam. non povere che si sentono povere (7.1%) Fam. Relat. Povere che non si sentono povere. (78,1%)

12 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri12 3. Misure del benessere economico: oggettive e soggettive (Istat) (d) Rapporto tra povertà relativa e risorse insufficienti Povertà relativa e percentuale di famiglie che dichiarano le proprie risorse economiche insufficienti per regione – Anno 2005

13 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri13 Alcuni commenti Maggiore coerenza Emerge la dicotomia Centro-Nord/ Mezzogiorno Alcune anomalie: Molise (incidenza della povertà più elevata della media nazionale, quota contenuta di insoddisfatti delle proprie risorse) Sicilia (la più alta quota di famiglie povere, inadeguatezza delle risorse economiche inferiore) Emilia-Romagna (lopposto della Sicilia) Diverso livello dei prezzi di alcuni beni e servizi tra le diverse regioni diverso potere dacquisto (nei confronti internazionali parità del potere dacquisto progetto PPA regionali)

14 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri14 4. Misure della qualità della vita (Istat): confronto tra misure oggettive e soggettive (a) Indagini Eu-silc ( sul reddito e le condizioni di vita ) Sistema di Indagini Multiscopo sulle famiglie (raccolta di informazioni sulle condizioni di vita ma, anche sulle percezioni soggettive del benessere e malessere e della soddisfazione/insoddisfazione) Oltre la dimensione economica: il benessere immateriale nella Multiscopo ( percezioni, opinioni, atteggiamenti; la soddisfazione dei cittadini anche in altri ambiti rilevanti per la qualità della vita: condizioni di salute, ricorso ai servizi sanitari, tempo libero, sicurezza, reti di relazioni familiari e con amici, viaggi, vacanze, uso del tempo, ambiente, ecc. )

15 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri15 4. Misure della qualità della vita (Istat): confronto tra misure oggettive e soggettive (b) Necessità di un quadro dettagliato ( per le diverse popolazioni e a livello territoriale ) Dimensione anche del sommerso ( incidenti domestici, molestie e violenze sessuali, altri fatti delittuosi, reti di aiuto informali, ecc.) Informazioni complementari ( necessità di integrazioni )

16 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri16 4. Misure della qualità della vita (Istat): il benessere immateriale nella Multiscopo Situazione economica: Soddisfazione più bassa In diminuzione negli ultimi anni Relazioni con i familiari e con gli amici: soddisfazione costantemente molto elevata Salute aspetto più problematico (invecchiamento) Meno soddisfazione per il tempo libero Quali relazioni tra soddisfazione nella sfera economica e soddisfazione nelle altre dimensioni?

17 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri17 Condizione economica e salute Percentuale di persone di 14 anni e più che si dichiarano "molto soddisfatte" della propria situazione economica e di diversi aspetti della vita quotidiana per regione – Anno 2005

18 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri18 Condizione economica e tempo libero Percentuale di persone di 14 anni e più che si dichiarano "molto soddisfatte" della propria situazione economica e di diversi aspetti della vita quotidiana per regione – Anno 2005

19 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri19 4. Misure della qualità della vita (Istat): Verso una sintesi della soddisfazione Diversi aspetti della soddisfazione (5 indicatori): Situazione economica Salute Relazioni familiari Relazioni con amici Tempo libero Quali regioni fanno registrare una più ampia quota di molto soddisfatti? Un indice sintetico standardizzato

20 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri20 Soddisfazione per alcuni aspetti della qualità della vita

21 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri21 Indice standardizzato di soddisfazione (1)

22 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri22 Alcuni commenti UnItalia in fasce: Le regioni del Sud e la Sicilia mostrano i livelli minimi di valutazioni pienamente positive Molise, Lazio, Abruzzo e Marche con bassa soddisfazione Soddisfazione moderata nel Nord-ovest (Liguria, Piemonte e Valle dAosta), ma anche in Sardegna Buona soddisfazione in Umbria, Toscana, Emilia Romagna e Veneto I livelli più elevati in Trentino-Alto Adige, Lombardia e Friuli-Venezia Giulia La situazione cambia leggermente se si esclude dallindicatore la situazione economica: Il Lazio scende con le regioni del Mezzogiorno LUmbria si assimila al Nord-ovest

23 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri23 Indice standardizzato di soddisfazione (2)

24 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri24 Indice standardizzato di soddisfazione (2)

25 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri25 Conclusioni: la informazione statistica come strumento di policy Linformazione (statistica) è sovrabbondante? No, è il mondo che è complesso I policy maker, i ricercatori, i cittadini hanno bisogno di indicatori adeguati La statistica pubblica non produce soltanto dati, ma anche strumenti: Per ridurre la complessità conservando linformazione rilevante Per rappresentare i dati in modo più immediato e comprensibile Per aiutare a cogliere significato e implicazioni Stiamo lavorando con voi!

26 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri26 Alcuni riferimenti bibliografici Allardt E., Having, loving, being: An alternative to the Swedish model of welfare research, in Sen A. and Nussbaum M., The quality of life, Clarendon Press, Oxford, Boarini R., Johansson A.,M. M. d'Ercole, Alternative Measures of Well-Being, OECD Social Employment and Migration Working Papers No. 33, Boarini R., Johansson A.,M. M. d'Ercole, Alternative Measures of Well-Being, OECD Social Employment and Migration Working Papers No. 33, Easterlin R.A., Will Raising the Incomes of All Increase the Happiness of All?, Journal of Economic Behavior and Organization, Vol. 27, Easterlin R.A., Does Satisfying Material Needs Increase Human Happiness?, in Easterlin R.A., Growth Triumphant: The Twenty-First Century in Historical Perspective, Ann Arbor, University of Michigan Press, European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions, Quality of life in Europe. First European Quality of Life Survey 2003, Luxembourg, European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions, Quality of life in Europe. First European Quality of Life Survey 2003, Luxembourg, European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions, First European Quality of Life Survey: Life satisfaction, happiness and sense of belonging, Luxembourg, European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions, First European Quality of Life Survey: Life satisfaction, happiness and sense of belonging, Luxembourg, Istat, Il sistema di indagini sociali multiscopo. Contenuti e metodologia delle indagini, Metodi e Norme, n.31, Istat, Il sistema di indagini sociali multiscopo. Contenuti e metodologia delle indagini, Metodi e Norme, n.31, Kahneman D., Krueger A.B., Developments in the Measurement of Subjective Well-Being, Journal of Economic Perspectives, vol. 20, n.1, Kahneman D., Krueger A.B., Developments in the Measurement of Subjective Well-Being, Journal of Economic Perspectives, vol. 20, n.1, Liddle R., Lerais F., La realtà sociale europea, documento di consultazione dellufficio dei consiglieri per le politiche europee, Liddle R., Lerais F., La realtà sociale europea, documento di consultazione dellufficio dei consiglieri per le politiche europee, Veenhoven R., Measures of Gross National Happiness, Presentation at OECD conference on measurability and policy relevance of happiness, April 2-3, Rome, Veenhoven R., Measures of Gross National Happiness, Presentation at OECD conference on measurability and policy relevance of happiness, April 2-3, Rome, Vitali O., Qualità della Vita e Sviluppo Sostenibile, Relazione introduttiva, Sesta conferenza nazionale di statistica, Roma, 6-8 novembre Vitali O., Qualità della Vita e Sviluppo Sostenibile, Relazione introduttiva, Sesta conferenza nazionale di statistica, Roma, 6-8 novembre Zapf W., Social reporting in the 1970s and in the 1990s, Social Indicators Research, 15, 2000.

27 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo della (informazione) statistica Università La Sapienza di Roma– Aula magna giugno 2007 Roma, giugno 2007 Psicologia ed economia della felicità: verso un cambiamento dellagire politico Luigi Biggeri – Istat Altre slide

28 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri28 Valutazione del benessere economico nella Multiscopo (1) A livello familiare:

29 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri29 Valutazione del benessere economico nella Multiscopo (2) E individuale: Scale a parziale autonomia semantica

30 Benessere, qualità della vita e felicità: il contributo dellinformazione statistica Luigi Biggeri30 Reddito e problematiche ambientali Quota di famiglie nel primo quinto di reddito equivalente (inclusi fitti imputati) e per presenza di problemi nella zona di residenza per regione Non emerge correlazione


Scaricare ppt "Liberiamoci dal Pil Il Pil è morto! Viva il Bil – Dal Prodotto al Benessere Interno Lordo Fortezza da basso - Firenze 24 Maggio 2008 TERRA FUTURA SOCIAL."

Presentazioni simili


Annunci Google