La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunità Magnificat Ritiro per gli animatori del Discepolato Collevalenza 9-10 giugno 2011 La struttura del Discepolato La struttura del Discepolato Daniela.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunità Magnificat Ritiro per gli animatori del Discepolato Collevalenza 9-10 giugno 2011 La struttura del Discepolato La struttura del Discepolato Daniela."— Transcript della presentazione:

1 Comunità Magnificat Ritiro per gli animatori del Discepolato Collevalenza 9-10 giugno 2011 La struttura del Discepolato La struttura del Discepolato Daniela Saetta

2 Poi arriva una LETTERA: Il Presidente della Repubblica invita la S.V. Ill.ma al Quirinale perché ha l’onore di conferirle la Cittadinanza Italiana

3 Come mi vesto? Chi mi accompagna?

4

5

6

7 Partire equipaggiati!!! Se vado al mare cosa metto in valigia?

8 Ma se vado al mare a Torrerinalda …

9 dinamico vivo semplice accogliente gioioso carismatico dinamico vivo semplice accogliente gioioso carismatico Stile del discepolato

10 …ma un sussidio da usare in modo opportuno come un insieme di fogli cui posso dare varie forme, sempre salvando lo scritto …ma un sussidio da usare in modo opportuno come un insieme di fogli cui posso dare varie forme, sempre salvando lo scritto Non è uno schema rigido, non è un insieme di libri da ingoiare… Non è uno schema rigido, non è un insieme di libri da ingoiare…

11 Cosa non può mancare nella mia valigia? 1)PAROLA DI DIO 1)PAROLA DI DIO

12 Stile del discepolato Il cammino si fonda sulla Parola Innamoramento della Parola!!!!

13 2) CATECHESI Cosa non può mancare nella mia valigia?

14 “ la fede viene dall ’ ascolto ( della Predicazione) e l ’ ascolto (della Predicazione) riguarda la parola di Cristo ” (Rm 10,17) “ la fede viene dall ’ ascolto ( della Predicazione) e l ’ ascolto (della Predicazione) riguarda la parola di Cristo ” (Rm 10,17) “ Come crederanno In Colui del quale non hanno sentito parlare? ” (Rm 10,14) “ Come crederanno In Colui del quale non hanno sentito parlare? ” (Rm 10,14)

15 La catechesi va preparata bene: i catechisti devono aver chiaro lo scopo del cammino partire dalla Parola di Dio (breve esegesi che aiuti ad entrare nella Parola proclamata) il tema centrato attualizzazione che aiuti a fare propria la Parola esempi concreti e indicazioni pratiche sapere a chi ci si rivolge La catechesi va preparata bene: i catechisti devono aver chiaro lo scopo del cammino partire dalla Parola di Dio (breve esegesi che aiuti ad entrare nella Parola proclamata) il tema centrato attualizzazione che aiuti a fare propria la Parola esempi concreti e indicazioni pratiche sapere a chi ci si rivolge

16 Stile del discepolato Annuncio semplice, diretto, si pone a metà tra la predicazione e la catechesi

17 Raccomandazioni e consigli per la catechesi

18 Catechesi: consigli pratici arriviamo in anticipo all’incontro di catechesi clima di reale accoglienza, si dispongano le persone vicine breve momento di preghiera 15’ (breve ma intenso) catechesi di circa 30’-40 conclusione con una brevissima preghiera insieme Catechesi: consigli pratici arriviamo in anticipo all’incontro di catechesi clima di reale accoglienza, si dispongano le persone vicine breve momento di preghiera 15’ (breve ma intenso) catechesi di circa 30’-40 conclusione con una brevissima preghiera insieme

19 Cosa non può mancare nella mia valigia? 3) RISONANZA

20 Risonanza in gruppetti (con 1-animatori): Catechein = risuonare Preceduto da una Risonanza personale: Ciascuna persona deve avere il testo della catechesi e sapere che nei giorni successivi deve riprenderlo in mano, leggerlo più volte, individuare ciò che più la colpisce e seguire le indicazioni date alla fine Risonanza in gruppetti (con 1-animatori): Catechein = risuonare Preceduto da una Risonanza personale: Ciascuna persona deve avere il testo della catechesi e sapere che nei giorni successivi deve riprenderlo in mano, leggerlo più volte, individuare ciò che più la colpisce e seguire le indicazioni date alla fine

21 Risonanza in gruppetti (con 1-animatori): leggere, sottolineare il testo e meditare anche in gruppi di 2-3 fratelli IL TESTO DEVE ESSERE SMINUZZATO, MASTICATO, DIGERITO PER POTER ESSERE ASSIMILATO C OSÌ DIAMO A I NOSTRI FRATELLI UN METODO CHE G ESÙ STESSO CI HA INSEGNATO E LA TRADIZIONE DELLA C HIESA CI PRESENTA Risonanza in gruppetti (con 1-animatori): leggere, sottolineare il testo e meditare anche in gruppi di 2-3 fratelli IL TESTO DEVE ESSERE SMINUZZATO, MASTICATO, DIGERITO PER POTER ESSERE ASSIMILATO C OSÌ DIAMO A I NOSTRI FRATELLI UN METODO CHE G ESÙ STESSO CI HA INSEGNATO E LA TRADIZIONE DELLA C HIESA CI PRESENTA

22 Risonanza in gruppetti (con 1-animatori): Anche l’animatore non arriva impreparato!!! Evitare superficialità attenersi alla traccia centrare il discorso sul tema Tutti devono parlare perché a tutti Gesù ha parlato con la sua Parola Risonanza in gruppetti (con 1-animatori): Anche l’animatore non arriva impreparato!!! Evitare superficialità attenersi alla traccia centrare il discorso sul tema Tutti devono parlare perché a tutti Gesù ha parlato con la sua Parola

23 Risonanza Nota: a un certo punto del cammino in maniera quasi naturale si inserisce la possibilità di far prendere ai discepoli anche un impegno. l’ impegno consente di di confrontarsi con il cambiamento che la catechesi spinge a fare Nota: a un certo punto del cammino in maniera quasi naturale si inserisce la possibilità di far prendere ai discepoli anche un impegno. l’ impegno consente di di confrontarsi con il cambiamento che la catechesi spinge a fare

24 Cosa non può mancare nella mia valigia? 3) CONDIVISIONE

25 Condivisione in gruppetti (con 1-animatori): momento molto fruttuoso per la crescita Se vogliamo camminare insieme i miei fratelli devono conoscere me e la mia vita. La condivisione va guidata ad una sempre più ampia apertura ma in maniera graduale Tuttavia negli incontri di condivisione a gruppi non si può parlare di tutto (=> colloqui personali) Condivisione in gruppetti (con 1-animatori): momento molto fruttuoso per la crescita Se vogliamo camminare insieme i miei fratelli devono conoscere me e la mia vita. La condivisione va guidata ad una sempre più ampia apertura ma in maniera graduale Tuttavia negli incontri di condivisione a gruppi non si può parlare di tutto (=> colloqui personali)

26 Condivisione Attenzione: Le persone che parlano di sé non devono centrarsi sulle proprie ferite ma essere aiutate a deporre i pesi davanti a Gesù Attenzione: Le persone che parlano di sé non devono centrarsi sulle proprie ferite ma essere aiutate a deporre i pesi davanti a Gesù

27 Raccomandazioni e consigli per la condivisione/risonanza

28 Risonanza/Condivisione:consigli pratici L’incontro si può svolgere anche in una casa arriviamo in anticipo all’incontro Mettere ciascuno a proprio agio Gioia di stare insieme Iniziare e terminare sempre con un momento di preghiera Risonanza/Condivisione:consigli pratici L’incontro si può svolgere anche in una casa arriviamo in anticipo all’incontro Mettere ciascuno a proprio agio Gioia di stare insieme Iniziare e terminare sempre con un momento di preghiera

29 Risonanza/Condivisione:consigli pratici Atteggiamento di ascolto (tutti) Riservatezza Eliminare ogni giudizio Importanza della fedeltà agli incontri Risonanza/Condivisione:consigli pratici Atteggiamento di ascolto (tutti) Riservatezza Eliminare ogni giudizio Importanza della fedeltà agli incontri

30 Risonanza/Condivisione:consigli pratici L’animatore gestisce con ordine le persone non si devono rispondere tra di loro Non devono dire la loro opinione o dare il loro consiglio Risonanza/Condivisione:consigli pratici L’animatore gestisce con ordine le persone non si devono rispondere tra di loro Non devono dire la loro opinione o dare il loro consiglio

31 Condivisione ATTENZIONE: se sorgono problematiche particolari all’interno del gruppo, se si ritiene di aver bisogno di confrontarsi con qualcuno, ci sono i responsabili della Fraternità ATTENZIONE: se sorgono problematiche particolari all’interno del gruppo, se si ritiene di aver bisogno di confrontarsi con qualcuno, ci sono i responsabili della Fraternità

32 Cosa non può mancare nella mia valigia? 5) COLLOQUI PERSONALI 5) COLLOQUI PERSONALI

33 Colloqui personali: consentono ai fratelli e le sorelle di poter esprimere con libertà la loro situazione personale per alcuni questo potrebbe essere la prima volta nella vita che qualcuno si prende cura di loro, si interessa alla loro crescita ed ai loro problemi instaurare un rapporto di fiducia presenza di entrambi gli animatori riservatezza Colloqui personali: consentono ai fratelli e le sorelle di poter esprimere con libertà la loro situazione personale per alcuni questo potrebbe essere la prima volta nella vita che qualcuno si prende cura di loro, si interessa alla loro crescita ed ai loro problemi instaurare un rapporto di fiducia presenza di entrambi gli animatori riservatezza

34 Colloqui ATTENZIONE: Importante la frequenza degli incontri Per problematiche particolari confrontarsi con i responsabili della Fraternità ATTENZIONE: Importante la frequenza degli incontri Per problematiche particolari confrontarsi con i responsabili della Fraternità

35 Cosa non può mancare nella mia valigia? 5) VERIFICA

36 VERIFICA: Bisogna spiegare bene che si tratta di un’autoverifica mediante cui: i discepoli possono comprendere dove si trovano nel loro cammino gli animatori se il loro accompagnamento è fruttuoso o se bisogna cambiare qualcosa. VERIFICA: Bisogna spiegare bene che si tratta di un’autoverifica mediante cui: i discepoli possono comprendere dove si trovano nel loro cammino gli animatori se il loro accompagnamento è fruttuoso o se bisogna cambiare qualcosa.

37 Verifica:consigli pratici -una verifica funziona se si è preparata. E’ importante predisporre il materiale per poterla svolgere. Insomma la verifica va guidata Per esempio si può predisporre: - un foglio con un testo e delle domande e commenti del tipo: in questa tappa quale argomento ho recepito di più o di meno? ecc. Verifica:consigli pratici -una verifica funziona se si è preparata. E’ importante predisporre il materiale per poterla svolgere. Insomma la verifica va guidata Per esempio si può predisporre: - un foglio con un testo e delle domande e commenti del tipo: in questa tappa quale argomento ho recepito di più o di meno? ecc.

38 Cosa non può mancare nella mia valigia? 7) REVISIONE DI VITA 7) REVISIONE DI VITA

39 REVISIONE DI VITA: E’ uno strumento che si introduce nell’ultima parte del percorso Va spiegata bene (apposita catechesi) servirà a tutti: a coloro che non sono chiamati all’alleanza a coloro che chiederanno l’ingresso in Noviziato REVISIONE DI VITA: E’ uno strumento che si introduce nell’ultima parte del percorso Va spiegata bene (apposita catechesi) servirà a tutti: a coloro che non sono chiamati all’alleanza a coloro che chiederanno l’ingresso in Noviziato

40 Revisione di vita ATTENZIONE: Sappiamo bene che non si impara in un mese A FARE REVISIONE DI VITA!!! ATTENZIONE: Sappiamo bene che non si impara in un mese A FARE REVISIONE DI VITA!!!

41 Cosa non può mancare nella mia valigia? 8) RITIRI

42 RITIRI: Sono insostituibili Segnano la svolta nel cammino La formula ritiro funziona sempre Ve ne sono alcuni fissati nel percorso di 1 o 2 giorni (1 anno sulla la Parola, un altro sulla la Preghiera, ecc) Prevedere anche qualche ritiro che sia organizzato raggruppando in 1 giorno: I vantaggi sono molteplici: RITIRI: Sono insostituibili Segnano la svolta nel cammino La formula ritiro funziona sempre Ve ne sono alcuni fissati nel percorso di 1 o 2 giorni (1 anno sulla la Parola, un altro sulla la Preghiera, ecc) Prevedere anche qualche ritiro che sia organizzato raggruppando in 1 giorno: I vantaggi sono molteplici:

43 RITIRI: Notevoli vantaggi!!!! RITIRI: Notevoli vantaggi!!!! Pacchetto vantaggioso!!! Si crea unità, ci si conosce, si scherza insieme Si va fuori in un convento o casa di esercizi e ciò consente di uscire dall’ordinario per rendono vivo e dinamico il cammino

44 Questi sono 8 ingredienti fondamentali caratteristici del Discepolato Se fosse la mia una ricetta, per esempio un pollo arrosto… cosa dovrei ancora dire?

45 Oltre agli ingredienti ci vuole IL SALE!! la CARITA’= amore, accoglienza, fiducia, ecc

46 Dinamiche

47 Adorazione Agape Proporre campeggio, ecc PCC la Festa della fraternità, zona, ritiro Generale e tutti momenti di vita Comunitaria Adorazione Agape Proporre campeggio, ecc PCC la Festa della fraternità, zona, ritiro Generale e tutti momenti di vita Comunitaria


Scaricare ppt "Comunità Magnificat Ritiro per gli animatori del Discepolato Collevalenza 9-10 giugno 2011 La struttura del Discepolato La struttura del Discepolato Daniela."

Presentazioni simili


Annunci Google