La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Agricoltura biologica e biodinamica. Latteggiamento dei consumatori. Il ruolo di FederBio in Italia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Agricoltura biologica e biodinamica. Latteggiamento dei consumatori. Il ruolo di FederBio in Italia."— Transcript della presentazione:

1 Agricoltura biologica e biodinamica. Latteggiamento dei consumatori. Il ruolo di FederBio in Italia

2 2 Premessa La produzione biologica è un sistema globale di gestione dellazienda agricola e di produzione agroalimentare basato sullinterazione tra le migliori pratiche ambientali, un alto livello di biodiversità, la salvaguardia delle risorse naturali, lapplicazione di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e una produzione confacente alle preferenze di taluni consumatori per prodotti ottenuti con sostanze e procedimenti naturali. Il metodo di produzione biologico esplica pertanto una duplice funzione sociale, provvedendo da un lato a un mercato specifico che risponde alla domanda di prodotti biologici dei consumatori e, dallaltro, fornendo beni pubblici che contribuiscono alla tutela dellambiente, al benessere degli animali e allo sviluppo rurale. Fonte: Reg. CE n. 834/07 LAgricoltura Biologica

3 3 Produzione di unampia varietà di alimenti di alta qualità Salvaguardia dei sistemi e dei cicli naturali, con il mantenimento e il miglioramento della fertilità dei suoli, della salute delle acque, delle piante e degli animali e lequilibrio tra di essi Mantenimento ed arricchimento della diversità biologica Garanzia di un impiego responsabile dellenergia e delle risorse naturali come lacqua, il suolo, la materia organica e laria Rispetto di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali e delle specifiche esigenze comportamentali degli animali secondo la specie Esclusione di prodotti provenienti da ingegneria genetica (OGM) in ogni fase della produzione e trasformazione Salvaguardia del paesaggio Promozione di sistemi di produzione e commercializzazione ecologicamente responsabili e socialmente equi Obiettivi dellAgricoltura Biologica

4 4 Esclusione di prodotti chimici di sintesi, che alterano profondamente lAmbiente ed influiscono negativamente sulla salubrità delle produzioni ottenute Utilizzo di tecniche agronomiche idonee, di piante resistenti e di insetti predatori contro i parassiti Incremento e mantenimento della fertilità naturale del terreno, mediante lutilizzo di tecniche di lavorazione non distruttive Adozione della tecnica della rotazione colturale e dei sovesci Uso di fertilizzanti naturali, riducendo in tal modo lutilizzo di risorse non rinnovabili Non utilizzo di radiazioni per aumentare la conservabilità del prodotto e dei suoi ingredienti segue Le caratteristiche salienti dellAgricoltura Bio

5 5 Scelta di varietà, sementi e materiale vivaistico idonei, a seconda della vocazione della zona, intesa come linsieme delle caratteristiche del terreno e del clima di una certa area, ottimali per una determinata specie Garanzia per gli animali di una vita conforme alle esigenze specifiche delle singole specie, avendo quindi cura del loro benessere e limitando strettamente luso di antibiotici Raccolta dei prodotti al momento ottimale di maturazione Certificazione del processo di produzione a garanzia del rispetto delle norme legislative che la codificano e di ogni singolo intervento lungo le differenti filiere produttive Impiego di sole tecniche ed additivi di origine naturale per la preparazione e trasformazione degli alimenti. Le caratteristiche salienti dellAgricoltura Bio

6 6 Il settore della produzione biologica punta a creare prodotti che soddisfino la domanda del consumatore di sicurezza alimentare, tutela ambientale, qualità organolettica e nutrizionale. Lofferta non si limita ai prodotti freschi provenienti direttamente dalle aziende agricole, ma comprende anche una vasta gamma di prodotti reperibili nei punti vendita specializzati, ma anche nei supermercati e nei comuni negozi: latte, burro, formaggi, yogurt, uova, olio e condimenti, carne e salumi, pane, pasta e biscotti, riso, cereali, legumi, conserve, confetture, piatti pronti, vino, dolciumi, prodotti per linfanzia e per intolleranti. Le caratteristiche salienti dellAgricoltura Bio

7 7 Agroalimentare biologico e convenzionale a confronto

8 8 LItalia tra i leader mondiali

9 9 annoaziendeVariazione su rilevazione precedente Variazione 1990/ % % In Italia: andamento del Bio rispetto al convenzionale Andamento aziende agricole in Italia annoaziendeVariazione su rilevazione precedente Variazione 1990/ % %-44.4% Andamento aziende agricole biologiche in Italia Fonte: elaborazione da dati Istat Fonte: elaborazione da dati FederBio e SINAB

10 Il consumatore Bio italiano

11 11 Il prodotto Bio è un esempio realizzato dei principi dellAgricoltura Sostenibile: è sano, perché prodotto in modo naturale senza luso di pesticidi, OGM, antibiotici, ecc. è buono, perché segue i cicli stagionali ed impiega la giusta quantità di acqua è sicuro, perché prevede un sistema produttivo esente da sostanze chimiche di sintesi e farmaci ad azione sistematica per gli animali è controllato in ogni punto della filiera, dal campo al piatto, grazie ad enti di certificazione che operano su autorizzazione pubblica e sono accreditati al livello internazionale i prodotti sono completamente tracciabili dal seme al negozio è pulito, perché non contamina lAmbiente ma lo rispetta nei suoi cicli naturali LAgricoltura Bio è Sostenibile

12 12 Lacquirente tipo è donna, tra i 25 e i 44 anni detà, con un figlio di oltre 11 anni, di classe sociale medio-alta, con un livello di istruzione superiore o universitario, che vive principalmente nel Centro Nord. Le ragioni principali dacquisto Bio: Il consumatore italiano Il biologico è … Consumatori di prodotti biologici e convenzionali Consumatori di soli prodotti biologici Più buono32.6%72.7% Più salutare57,5%78,3% Più ecologico69,5%82,6% Più sicuro59,4%78,3% Senza OGM75,1%91,3% Senza pesticidi85,7%95,7% Fonte: Observa, 2007

13 13 Atteggiamenti verso il biologico Fonte: Episteme, 2009 Consumerei più spesso prodotti biologici se fossero un po meno costosi Consumerei più spesso prodotti biologici se ci fossero più garanzie sulla loro naturalità Sono disposto a pagare molto di più gli alimenti provenienti da agricoltura biologica MOLTO/ABBASTANZA DACCORDOMOLTO DACCORDO

14 14 Andamento dei consumi domestici di prodotti biologici confezionati in Italia presso la GDO Dati: ISMEA – Primo semestre 2009 su pari periodo 2008 ProdottiVar.% 09/08 Quota comparto totale bio Ortofrutta fresca e trasformata +37,8%25,2% Lattiero caseari-3,9%17,8% Prodotti prima colazione -2,8%12,2% Bevande+11,6%10,0% Uova24,3%8,3% Pane e sostituti, pasta e riso -12,8%7,1% Baby food-18,2%4,8% Oli+1,8%3,9% Miele+10,4%3,6 Gelati e surgelati+7,1%2,4 Altri prodotti-2,0%4,7 Totale prodotti biologici +7,4%100,0%

15 15 Vendite Bio in alcuni canali distributivi Source: ISMEA/AcNielsen ed *AssoBio – primo semestre 2009 CanaleVar. 09/08 Ipermercati+13.5% Supermercati+5.4% Superette+39.7% Hard discount+15.7% Negozi specializzati (indipendenti)+15.0%* Negozi specializzati (associati)+16.5%* Superette specializzate (franchisee)+19.7%* Vendita diretta+16.3%*

16 Famiglie che hanno acquistato prodotti biologici 83%88%91% Frequenza dacquisto (numero delle volte) Spesa per ogni acquisto () Spesa totale () Percentuale della spesa alimentare complessiva La ripartizione geografica dei consumi Bio in Italia Dati: ISMEA - primo semestre 2009 I consumi Bio in Italia Spesso30.4% Qualche volta47.6% Mai22.0% Fonte: Interactive Market Research, Novembre 2007 Frequenza di acquisto di prodotti Bio Spesa familiare per prodotti Bio 2004/2006 Fonte: Observa, 2007

17 17 La distribuzione territoriale e le resistenze al consumo I dati mostrano un evidente squilibrio fra le diverse aree geografiche. In particolare, sono da rilevare i bassi consumi nel Sud Italia (che, al contrario, risulta essere leader nella produzione) che sono da attribuire, probabilmente, allorganizzazione delle filiere e ai problemi della rete distributiva, oltre che a una diversa sensibilità nei confronti dei prodotti biologici. Lindagine sui consumi dei prodotti alimentari biologici evidenzia quattro motivi sostanziali di resistenza al consumo: Sono troppo cari62.4% Lassortimento è limitato50.1% Faccio fatica a trovarli42.8% Non mi fido18.3% Fonte: Interactive Market Research, November 2007

18 18 Il sistema di controllo e vigilanza

19 19 MiPAAF è lAutorità Pubblica di riferimento è il Referente a livello europeo autorizza gli Organismi di Controllo (OdC) esercita lattività di sorveglianza sugli OdC Regioni ricevono le notifiche dagli Operatori costituiscono gli Albi delle Aziende esercitano lattività di sorveglianza sugli OdC NAS, ICQ, ecc. attività di controllo come nel comparto tradizionale ACCREDIA accreditamento degli OdC I ruoli nel Sistema

20 20 La Certificazione entrare nel sistema ? Relazion e Tecnica Notifica di Attività allegati contratto OdC Verbale visita OdC Piano adeguamento Ingress o nel Sistema Certificato azienda Operatore OdC

21 21 Operatori hanno gli obblighi e le responsabilità che competono a chi produce, trasforma, commercializza prodotti alimentari OdC esercitano lattività di controllo e certificazione degli Operatori che hanno inviato la notifica forniscono agli Enti Pubblici i dati sulle Aziende controllate e una relazione dettagliata della loro attività I ruoli nel Sistema

22 FederBio

23 23 FederBio FederBio è una federazione di organizzazioni di operatori di tutta la filiera dellagricoltura biologica e biodinamica di rilevanza nazionale, strutturata in sezioni soci tematiche e professionali. Al momento sono attive le seguenti sezioni soci: produttori (n. 11 organizzazioni associate) operatori della filiera e mercato (n. 5 organizzazioni associate) operatori dei servizi e mezzi tecnici (n. 5 organizzazioni associate) Organismi di Certificazione (n. 10 organismi associati) associazioni culturali e ecologiste (n. 2 associazioni associate) associazioni consumatori (n. 1 associazione associata) FederBio opera esclusivamente nellambito dellagricoltura biologica ed è riconosciuta quale rappresentanza istituzionale di settore nellambito del Tavolo Agroalimentare istituito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. FederBio è socia di IFOAM, membro dellEOCC, lorganizzazione europea degli enti di certificazione autorizzati di settore, e socia di ACCREDIA, lente italiano per laccreditamento degli OdC. Svolge le sue attività sia in ambito nazionale che internazionale.

24 24 Mission È unAssociazione senza fine di lucro che ha come scopo sociale: stimolare la conoscenza reciproca degli organismi aderenti, coordinarne le iniziative allo scopo di rafforzare la capacità operativa per gli intenti comuni rappresentare e tutelare a livello nazionale e internazionale le basi comuni del biologico italiano proporre al legislatore norme per la tutela e lo sviluppo del settore promuovere presso il consumatore la conoscenza e la diffusione della cultura e del prodotto da agricoltura biologica promuovere la ricerca, la sperimentazione e la definizione di standard comuni promuovere una politica di valorizzazione e sostegno dellagricoltura biologica in Italia verificare lapplicazione corretta degli standard comuni e dei sistemi di certificazione in sintonia con levoluzione legislativa italiana e comunitaria; a tal fine adotta un Codice di Autodisciplina vincolante per gli associati.

25 25 Cosa fa FederBio la rappresentanza istituzionale presso Ministeri, Regioni ed Enti il coordinamento delle attività connesse allapplicazione del quadro normativo e procedurale vigente in accordo con lAutorità nazionale competente la produzione di Linee Guida e documenti di uniformazione delle attività degli Organismi di Controllo e Certificazione associati la gestione del Codice di Autodisciplina degli Organismi di Controllo e Certificazione associati.


Scaricare ppt "Agricoltura biologica e biodinamica. Latteggiamento dei consumatori. Il ruolo di FederBio in Italia."

Presentazioni simili


Annunci Google