La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare CIVINET Le politiche del Ministero dellambiente per la mobilità sostenibile Arch. Giovanna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare CIVINET Le politiche del Ministero dellambiente per la mobilità sostenibile Arch. Giovanna."— Transcript della presentazione:

1 Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare CIVINET Le politiche del Ministero dellambiente per la mobilità sostenibile Arch. Giovanna Rossi Direzione Generale per lo Sviluppo sostenibile, il Clima e lEnergia Roma, 20 novembre 2012

2 Un sistema di trasporti può essere definito sostenibile quando consente: Un facile accesso ai luoghi, beni e servizi Un facile accesso ai luoghi, beni e servizi Soddisfa i bisogni di categorie differenti nella società e per generazioni diverse Soddisfa i bisogni di categorie differenti nella società e per generazioni diverse E compatibile con la salute e la sicurezza della popolazione E compatibile con la salute e la sicurezza della popolazione Promuove leducazione e la partecipazione della comunità alla decisioni relative ai trasporti Promuove leducazione e la partecipazione della comunità alla decisioni relative ai trasporti Coinvolge esperti in un processo di pianificazione integrata Coinvolge esperti in un processo di pianificazione integrata Un uso efficiente del territorio e delle risorse naturali nel rispetto dellhabitat e la biodiversità Un uso efficiente del territorio e delle risorse naturali nel rispetto dellhabitat e la biodiversità Rispetta lintegrità ambientale e favorisce il benessere economico Rispetta lintegrità ambientale e favorisce il benessere economico La sostenibilità dei trasporti

3 I nuovi scenari delle politiche sulla mobilità sostenibile nelle aree urbane Evoluzione dellarea urbana in area vasta Grandi concentrazioni di popolazione in grandi e complessi sistemi urbani legati dalle quotidiane funzioni di pendolarismo, e da relazioni più complesse di scambio e predominio Grandi concentrazioni di popolazione in grandi e complessi sistemi urbani legati dalle quotidiane funzioni di pendolarismo, e da relazioni più complesse di scambio e predominio Riequilibrio territoriale dello spazio urbano e nascita della città policentrica Riequilibrio territoriale dello spazio urbano e nascita della città policentrica Nuovi stili di vita e diversa articolazione dei tempi degli spostamenti Nuovi stili di vita e diversa articolazione dei tempi degli spostamenti Aumento della domanda di mobilità e dei punti di origine e destinazione degli spostamenti Aumento della domanda di mobilità e dei punti di origine e destinazione degli spostamenti

4 La mobilità è strumento essenziale per lo svolgimento delle attività economiche e sociali Le politiche del Ministero dellAmbiente mirano a rendere compatibile il diritto alla mobilità individuale con gli obiettivi di sviluppo sostenibile finalizzati alla: riduzione dellinquinamento atmosferico e acustico riduzione dellinquinamento atmosferico e acustico sicurezza degli utenti deboli della strada sicurezza degli utenti deboli della strada riduzione dei consumi energetici riduzione dei consumi energetici qualità dellambiente qualità dellambiente qualità della vita qualità della vita Diritto alla mobilità e politiche di sviluppo sostenibile

5 Finalità delle politiche del Ministero azioni - Promozione del Trasporto Pubblico Locale; - Diffusione dei carburanti a basso impatto ambientale; - Politiche di city logistics; - Diffusione ed attuazione di azioni di Mobility Management; - Condivisione delle informazioni territoriali di interesse ambientale a livello delle Amministrazioni locali; - Promozione degli ITS Riduzione significativa del traffico veicolare, garantendo il diritto alla mobilità individuale e collettiva, attraverso: - Razionalizzazione della domanda; - Incentivazione di forme di mobilità ecocompatibili; - Migliore gestione degli spazi pubblici; - Cambiamento culturale nelle forme di mobilità

6 I cofinanziamenti del MATTM per la mobilità sostenibile Risorse erogate a titolo di cofinanziamento: 615 mln Soggetti beneficiari: 160 EE.LL. Valore complessivo interventi cofinanziati: 970 mln

7 Programma di finanziamenti per il miglioramento della qualità dellaria nelle aree urbane e per il potenziamento del trasporto pubblico Legge n. 296 del 27 dicembre Finanziaria 2007 Fondo per la mobilità: Finanziamento di 239 ML di euro per il triennio 2007 – 2009 a favore di enti locali Il programma prevede 9 tipologie di intervento: Realizzazione di servizi e infrastrutture per il trasporto pubblico Realizzazione di servizi e infrastrutture per il trasporto pubblico Potenziamento e sostituzione flotta con veicoli a basso impatto e potenziamento infomobilità Potenziamento e sostituzione flotta con veicoli a basso impatto e potenziamento infomobilità Razionalizzazione consegna merci Razionalizzazione consegna merci Parcheggi di interscambio e intermodalità Parcheggi di interscambio e intermodalità Diffusione ed utilizzo dei carburanti a basso impatto ambientale e potenziamento reti di distribuzione Diffusione ed utilizzo dei carburanti a basso impatto ambientale e potenziamento reti di distribuzione Diffusione del Mobility manager Diffusione del Mobility manager Servizi integrativi al TPL (car sharing, taxi collettivo ecc.) Servizi integrativi al TPL (car sharing, taxi collettivo ecc.) Promozione mobilità ciclistica Promozione mobilità ciclistica Realizzazione di interventi specifici per aumentare la sicurezza degli utenti deboli Realizzazione di interventi specifici per aumentare la sicurezza degli utenti deboli Fondo Mobilità Sostenibile

8 Cofinanziamenti ripartiti per aree di intervento

9 Comune di Velletri Park & Bus in Centro Park & Bus in Centro Istituzione di 3 linee navetta gratuite con 56 punti di fermata in prossimità dei parcheggi pubblici e punti di interesse pubblico. LINEA VERDE: Parcheggi serviti: Impianti sportivi, Stazione Ferroviaria, P.zza Garibaldi, Via Pia, Zona Mercato coperto. Enti o uffici d'interesse pubblico serviti: Ospedale, Uffici postali, Mercato coperto, Studi medici e professionali situati nel Corso Centrale, Uffici e Negozi del centro. LINEA BLU: Parcheggi serviti: Stazione Ferroviaria, Tribunale, Zona 167, Cimitero, P.zza Caduti sul lavoro. Enti o uffici d'interesse pubblico serviti: Tribunale, Centro Commerciale, ASL, INPS, Centro Polifunzionale, Cimitero, Via Lata, Uffici e Negozi del centro. LINEA ROSSA: Parcheggi serviti: Stazione Ferroviaria, Ospedale, Via dei Volsci, P.zza Garibaldi, Circonvallazione di Ponente. Enti o uffici d'interesse pubblico serviti: Ospedale, Azienda Speciale, Comune, Scuola Superiore Battisti, Ist. Comprensivo Via A. della Cucina, Agenzia delle Entrate, Stazione Ferroviaria.

10 Comune di Velletri Park & Bus in Centro

11 Comune di San Benedetto del Tronto SBT - Pedala in città Realizzazione di un nuovo tratto di pista ciclabile monodirezionale su corsia riservata di 2,86 Km ed ampliamento del servizio di bike sharing. La nuova pista ciclabile si integra con altri 12 Km di piste ciclabili già esistenti nel territorio Comunale nonché con la pista ciclabile sita sul lungomare del vicino Comune di Grottammare. Lintervento di ampliamento del servizio di bike sharing ha riguardato la realizzazione di 2 postazioni di bike sharing con 8 biciclette ciascuna posizionate posizionate presso 2 parcheggi di interscambio. Tali nuove postazioni vanno ad aggiungersi ad altre 2 stazioni situate presso la Stazione Ferroviaria (8 biciclette) e lingresso della Riserva Naturale Sentina (12 biciclette).

12 Comune di San Benedetto del Tronto SBT - Pedala in città

13 Comune di Novara TPL a basso impatto ambientale Sostituzione di 4 autobus urbani alimentati a gasolio con 4 autobus urbani alimentati a metano I 4 autobus servono 2 differenti linee urbane: LINEA 2: Collega la zona Nord di Novara con la Stazione Ferroviaria e successivamente la Stazione Ferroviaria con la zona Nord-Est LINEA 5: Collega la zona Sud di Novara con il centro città LINEA SP: Collega la zona Sud Est di Novara con la Stazione ed il Centro città.

14 Comune di Genova Parco mezzi ecologico Acquisto di 55 nuovi bus EEV (enhanced environmentally vehicle) Acquisto di 55 nuovi bus EEV (enhanced environmentally vehicle) Dalla seconda metà del 2010 tutti 55 mezzi sono entrati in servizio: 30 BUS VAN HOOL DA 18 METRI: in servizio sulle linee 7, 12,13,14, che collegano le due principali valli (Val Polcevera e Val Bisagno) con il centro città, sulla linea di forza 18 (che collega il medio ponente con lOspedale S. Martino) e sulle linee 16 e 17/ che collegano il levante con lOspedale S. Martino e il centro; 25 BUS BREDA MENARINI DA 12 METRI: in servizio sulle linee 34, 37 e 48 che collegano la Val Bisagno con il centro cittadino, le due principali stazioni ferroviarie e lOspedale S. Martino

15 Comune di Venezia Attivazione del servizio di noleggio di biciclette pubbliche – bike sharing Realizzazione del servizio di bike sharing nel centro urbano di Mestre. Con lintervento è stato realizzato un sistema automatizzato di bike sharing, attraverso linstallazione di 9 postazioni di prelievo delle biciclette, ciascuna composta mediamente da 12 colonnine, per un totale di 110 cicloposteggi ed una dotazione di 84 biciclette. Il servizio, attivo dal 22 settembre 2010, conta 455 abbonati ed una media di 1600 corse mensili effettuate

16 Comune di Torino Passerella ciclo-pedonale Realizzazione di un ponte ciclo- pedonale sul fiume Dora Con lintervento è stata realizzata una passerella ciclo-pedonale sul fiume Dora, in corrispondenza di Corso Verona, per il collegamento tra Lungo Dora Firenze ed il Lungo Dora Siena. Il ponte, lungo 54 m, è percorribile anche dalle biciclette nei due sensi di marcia e collega le piste ciclabili già esistenti sulle due sponde del fiume. La passerella è stata inaugurata il 16 aprile 2010

17 Il MATTM, in collaborazione con ANCI, ha avviato il progetto G.I.M.S., per il monitoraggio degli interventi cofinanziati ai Comuni dal MATTM con il Fondo Mobilità Sostenibile. Obiettivo del Progetto G.I.M.S. è il monitoraggio delle azioni di mobilità sostenibile sul territorio attraverso una piattaforma online che permetta di digitalizzare il processo di rendicontazione dei Progetti cofinanziati dal Ministero a favore di Comuni. Il Progetto, presentato al Forum PA 2012, prevede la realizzazione di unapplicazione software sia per la gestione dei finanziamenti concessi dal Ministero e sia per la valutazione di efficacia degli interventi finanziati. Il progetto G.I.M.S.

18 1.Semplificazione della normativa ambientale 2.Decarbonizzazione delleconomia italiana Introduzione di un pedaggio circolazione nelle autostrade e nelle strade statali, per autovetture, bus e camion, differenziato in relazione alle emissioni specifiche di CO2/km (EUROVIGNETTE). Duplice effetto: leva del prezzo per modificare le modalità di trasporto, fare cassa a favore di programmi di mobilità sostenibile : Fondo nazionale per la mobilitàIntroduzione di un pedaggio circolazione nelle autostrade e nelle strade statali, per autovetture, bus e camion, differenziato in relazione alle emissioni specifiche di CO2/km (EUROVIGNETTE). Duplice effetto: leva del prezzo per modificare le modalità di trasporto, fare cassa a favore di programmi di mobilità sostenibile : Fondo nazionale per la mobilità 3. Sicurezza del territorio 4. Recupero e valorizzazione delle aree industriali dismesse in zone urbane, soggette a bonifica 5. Gestione integrata dei rifiuti 6. Gestione integrata delle risorse idriche. La decarbonizazione per lattuazione di politiche e misure per la crescita sostenibile in Italia settembre2012

19 ATTIVITA TECNICA E PROPOSTE Necessità di risolvere il problema nelle aree critiche del Paese Necessità di risolvere il problema nelle aree critiche del Paese Gruppo di lavoro per individuare ulteriori specifiche misure di contenimento delle emissioni: aspetti relativi alle emissioni degli inquinanti, aspetti relativi alle emissioni degli inquinanti, fattibilità tecnica secondo diversi scenari temporali e spaziali, fattibilità tecnica secondo diversi scenari temporali e spaziali, eventuali implicazioni economiche dei provvedimenti individuati e/o suggeriti. eventuali implicazioni economiche dei provvedimenti individuati e/o suggeriti. Analisi attraverso contributi tecnici per settori produttivi Analisi attraverso contributi tecnici per settori produttivi Pacchetto di misure proposte (norme, accordi, azioni ecc.) Gruppo di lavoro per l'individuazione delle misure per la riduzione dell'inquinamento atmosferico - dicembre 2011

20 Risorse dedicate per la diffusione dei veicoli elettrici: Progetto nazionale elettrico car sharing Potenziare gli effetti di riduzione dellinquinamento derivanti dallutilizzo dei servizi di car sharing con lutilizzo di veicoli elettrici; integrazione degli schemi di gestione del servizio tradizionale e relativi strumenti tecnologici Il Ministero cofinanzia il progetto con risorse pari a ,00 a fronte di un costo complessivo pari a ,00. La sperimentazione avrà durata triennale. Tenendo conto dei prezzi di mercato e del tariffario CONSIP, le risorse a disposizione consentiranno una sperimentazione di un numero di veicoli elettrici compreso tra 100 e 150. Il MATTM per la mobilità: le nuove iniziative in campo

21 Green wheel Accordo con Massachussets Insitute of Technology (MIT) un per lavvio di una collaborazione scientifica finalizzata allattuazione del progetto di ricerca The Copenhagen Wheel con il contributo scientifico prestato dalla Ducati Energia S.p.A.. Progettazione e realizzazione di un sistema innovativo che trasforma una tradizionale bicicletta in una bicicletta elettrica-ibrida che consente di accumulare ed utilizzare a fini propulsivi lenergia non pienamente sfruttata durante la pedalata. La bici è dotata di sensori ambientali che permettono di misurare i valori di NOx (ossidi di azoto), CO (monossido di carbonio) e O3 (ozono) e georeferenziali tramite Globla Positioning System (GPS). Protocollo con Ducati Energia per la produzione e diffusione dei primi 1000 esemplari nei comuni italiani in collaborazione con ANCI Il MATTM per la mobilità: le nuove iniziative in campo

22 Grazie per lattenzione Arch. Giovanna Rossi MINISTERO DELLAMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e lEnergia Tel Fax


Scaricare ppt "Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare CIVINET Le politiche del Ministero dellambiente per la mobilità sostenibile Arch. Giovanna."

Presentazioni simili


Annunci Google