La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1960-2010 - Cinquantanni di telecomunicazioni: uno sguardo al passato per una prospettiva sul futuro In onore di A. Bernardini, P. Mandarini, A. Roveri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1960-2010 - Cinquantanni di telecomunicazioni: uno sguardo al passato per una prospettiva sul futuro In onore di A. Bernardini, P. Mandarini, A. Roveri."— Transcript della presentazione:

1 Cinquantanni di telecomunicazioni: uno sguardo al passato per una prospettiva sul futuro In onore di A. Bernardini, P. Mandarini, A. Roveri 1 luglio 2010 Roma Umberto de Julio

2 2 LItalia degli anni 60 – Il miracolo economico e lindustrializzazione del Paese Anni Indice Indice dei corsi azionari secchi deflazionato con l'indice dei prezzi al consumo Fonte: Ufficio Studi Mediobanca, 2009 La Fiat 600, simbolo del boom economico italiano degli anni 60 Storico sorpasso degli addetti allindustria sui lavoratori agricoli: rispettivamente il 40% e 29% della popolazione attiva

3 3 Una centrale elettromeccanica Agf. che pesava cento volte di più di una centrale elettronica di oggi e occupava uno spazio trenta volte maggiore. Anni 60 – La diffusione della telefonia, la produzione elettromeccanica Cresce la domanda di servizi pubblici e infrastrutture di telecomunicazioni Cresce la domanda di servizi pubblici e infrastrutture di telecomunicazioni Un selettore Telefono anni 60 Nasce il monopolio nazionale. La SIP – società del gruppo STET (IRI) – assorbe le 5 concessionarie telefoniche (Stipel,Telve,Timo, Teti, Set). ASST e Italcable gestiscono il traffico a lunga distanza e internazionale Boom dei telefoni: nel nel nel 1965 Tecnologia elettromeccanica sviluppata da 5 grandi gruppi nel mondo (Western Electric, ITT, GTE, Siemens, Ericsson)

4 4 Anni 70 – La telefonia per tutti Anni Indice Indice dei corsi azionari secchi deflazionato con l'indice dei prezzi al consumo Fonte: Ufficio Studi Mediobanca, 2009 Nel 1970 lItalia è tra i soli 5 paesi nel mondo a disporre della teleselezione automatica nazionale Nel 1970 lItalia è tra i soli 5 paesi nel mondo a disporre della teleselezione automatica nazionale 69-73: loccupazione delle industrie di telecomunicazioni cresce al ritmo di quasi il 19% annuo contro la media del 4,7% del settore elettromeccanico nazionale Profonda trasformazione delle società di telecomunicazioni e nascita di poli di ricerca nazionale (Italtel da SIT-Siemens, Telettra, …) Si diffonde la trasmissione numerica Si decide il passaggio diretto dalla commutazione elettromeccanica allelettronica Una centrale elettronica

5 5 Anni 80 – La modernizzazione della rete e il Piano Europa Anni Indice Indice dei corsi azionari secchi deflazionato con l'indice dei prezzi al consumo Fonte: Ufficio Studi Mediobanca, 2009 Sorpasso degli addetti dei servizi (51%) su quelli dellindustria (39%). In agricoltura lavora il 13% degli attivi. Si comincia a parlare di terziario avanzato Resiste il monopolio in Europa, mentre in America si divide lAT&T e nascono le baby Bells Un telefono e un computer, prende forma il concetto di multimedialità con lISDN e le reti integrate Si diffonde rapidamente la commutazione elettronica (Italtel UT, Fatme Axe, Face 1240) Proposta di un Polo Nazionale manifatturiero con Italtel, Telettra, GTE Nel 1988 Stet e Sip varano il Piano Europa Ml di investimenti straordinari per rinnovare completamente la rete

6 6 Anni 80 – Italtel La Linea UT Prodotto interamente sviluppato nei laboratori di Ricerca e Sviluppo italiani Denominato inizialmente Proteo e poi Ut 10/3, il sistema di commutazione elettronica di Italtel venne ufficialmente chiamato Linea UT nel 1985 A fine anni 80 nella rete nazionale erano installate circa 5 Milioni di linee UT La quota di Italtel dellintero settore di commutazione pubblica (inclusi sistemi tradizionali) era pari al 60% del mercato globale italiano Il sistema UT è presente nelle reti di telecomunicazioni di importanti operatori in una decina di paesi tra cui Russia, Argentina, Spagna, Vietnam Complessivamente sono state installate oltre 20 milioni di linee nel mondo Centrale Linea UT Italtel

7 7 Anni 90 – Lesplosione del mobile e di internet, la concorrenza, le privatizzazioni Anni Indice Indice dei corsi azionari secchi deflazionato con l'indice dei prezzi al consumo Fonte: Ufficio Studi Mediobanca, : viene lanciato il servizio mobile (TACS) 1995: ci sono più di 6 milioni di utenze mobili; a fine decennio superano i 30 milioni 1996: concorrenza nel mobile (Tim/Omnitel) e lancio GSM 1997: concorrenza nelle telecomunicazioni fisse 1998: privatizzazione di Telecom Italia e delle Telco Lancio delle prime offerte di accesso free a Internet (Virgilio, Tiscali, …) La convergenza delle 4 C (Computer, Communication, Content, Consumer)

8 8 Anni 90 – Le aziende italiane si espandono allestero Il periodo doro delle telecomunicazioni italiane Grazie al GSM lEuropa conquista la leadership a livello mondiale nella tecnologia e nei servizi mobili Con il sistema TACS prima e il GSM poi, lItalia è leader a livello internazionale A fine anni 90 le aziende di Tlc italiane spendevano mediamente più dell8% del fatturato in R&S, contro il totale del settore industriale in Italia che era pari allo 0,8% Le aziende italiane si espandono allestero nei mercati in cui si va affermando la presenza di Telecom Italia Pubblicità nascita TIM Scheda prepagata Omnitel, formato grande Il logo WWW

9 9 50 anni di evoluzione delle tecnologie IP (FTTH/LTE) TACSGSM3G Internet Video e Web 2.0 ISDNATM La Trasmissione numerica La Commutazione numerica Le Reti dati Le Comunicazioni mobili VOCE Le reti integrate La RETE Le reti mobili La rete telefonica

10 10 50 anni di evoluzione del contesto La leadership dellEuropa Il periodo felice delle tlc italiane ANNI 70 e 80ANNI 90 e 2000 Competizione crescente nei servizi Esplosione del mobile Esplosione di Internet Monopolio nazionale degli operatori Stabilità del modello di business (telefonia prevalente) Panorama stabile dei technology vendor

11 11 Il Cycle Model dellindustria delle Telecomunicazioni Il Cycle Model dellindustria delle telecomunicazioni è caratterizzato da diverse fasi: attualmente siamo in piena fase di crisi finanziaria, con una curva in flessione che potrà trasformarsi nei prossimi anni in una curva in crescita se i governi sosterranno in modo opportuno la ripresa attraverso progetti infrastrutturali di ampio respiro Cycle Model dellIndustria delle Telecomunicazioni Fonte: Infonetics Research Long Term Forecast: Capex, Revenue and Capex by Equipment Type Worldwide (Dic. 2008)

12 12 La catena del valore dei fornitori di tecnologia I fornitori di tecnologia subiscono pressioni sulla loro catena del valore a causa di : Politiche di pricing dei nuovi vendor asiatici Consolidamento a monte della catena dei propri clienti storici Dirottamento degli investimenti infrastrutturali verso le applicazioni I fornitori di tecnologia subiscono pressioni sulla loro catena del valore a causa di : Politiche di pricing dei nuovi vendor asiatici Consolidamento a monte della catena dei propri clienti storici Dirottamento degli investimenti infrastrutturali verso le applicazioni Fonte: Arthur D.Little, Telecoms Supplier Infrastructure Outlook, Novembre 2008

13 13 Levoluzione dellindustria manifatturiera – Europa vs USA 1 UsaEuropa MOTOROLA IBM HP DEC AT&T LUCENT NORTEL ERICSSON ALCATEL SIEMENS ITALTEL MARCONI OLIVETTI BULL Fino agli anni 80 cè corrispondenza tra lindustria ICT in Europa e Usa

14 14 Levoluzione dellindustria manifatturiera – Europa vs USA 2 INDUSTRIA UNIVERSITA FINANZA APPLE MICROSOFT ORACLE GOOGLE EBAY CISCO YAHOO … A partire dagli anni 90 si afferma negli Stati Uniti una nuova industria dell ICT che non trova corrispondenti in Europa

15 15 Levoluzione dellindustria manifatturiera in Italia negli ultimi 10 anni ERICSSON ALCATEL-LUCENT NOKIA SIEMENS NETWORKS ITALTEL SIAE M. SELTA …. CISCO …. HUAWEI ZTE …. ENGINEERING REPLY VALUE TEAM …. La riduzione degli investimenti, dimezzatisi nel corso degli ultimi 7/8 anni, e la forte competizione sui prezzi hanno determinato in Italia, come negli altri Paesi, varie ristrutturazioni delle imprese del settore e una drastica riduzione delloccupazione. Sono però rimasti nuclei di forte competenza in ambiti quali la trasmissione ottica, la trasmissione radio, i sistemi radiomobili avanzati, la tecnologia IP La riduzione degli investimenti, dimezzatisi nel corso degli ultimi 7/8 anni, e la forte competizione sui prezzi hanno determinato in Italia, come negli altri Paesi, varie ristrutturazioni delle imprese del settore e una drastica riduzione delloccupazione. Sono però rimasti nuclei di forte competenza in ambiti quali la trasmissione ottica, la trasmissione radio, i sistemi radiomobili avanzati, la tecnologia IP

16 16 Leadership e presidio tecnologico a partire dai primi anni del 2000 nellevoluzione delle reti IP Progressivo affiancamento di nuove attività nel campo della system integration, dei servizi professionali, dei servizi IT Forte e costante impegno nella ricerca e sviluppo Espansione delle attività allestero Sviluppo di partnership tecnologiche e commerciali Italtel negli ultimi 10 anni

17 17 Quali prospettive per il futuro: il mercato Source: Gartner (March 2010)

18 18 Quali prospettive per il futuro: un nuovo modo di fare progetti

19 19 Paesi occidentali Servizi Soluzioni Prodotti BRIC (Brasile, Russia,India, Cina) Paesi sottosviluppati Quali prospettive per il futuro: le geografie

20 20 In conclusione….

21 21 grazie Angelo, Paolo e Aldo


Scaricare ppt "1960-2010 - Cinquantanni di telecomunicazioni: uno sguardo al passato per una prospettiva sul futuro In onore di A. Bernardini, P. Mandarini, A. Roveri."

Presentazioni simili


Annunci Google