La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott. Daniele Barresi LIGIENE ORALE. Perchè è importante l'igiene orale? Perché i denti e le gengive sono importanti per la nostra salute e per il nostro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott. Daniele Barresi LIGIENE ORALE. Perchè è importante l'igiene orale? Perché i denti e le gengive sono importanti per la nostra salute e per il nostro."— Transcript della presentazione:

1 Dott. Daniele Barresi LIGIENE ORALE

2 Perchè è importante l'igiene orale? Perché i denti e le gengive sono importanti per la nostra salute e per il nostro organismo, per il nostro benessere psico-fisico, per il nostro sorriso

3 Le principali malattie dei denti e dei loro tessuti di sostegno riconoscono cause ben individuate e controllabili. La carie dentaria e la parodontopatia (la piorrea, come era chiamata una volta) vedono la placca batterica come principale fattore responsabile; la malocclusione, invece, è frequentemente determinata, o comunque aggravata, dall'abitudine che si protrae oltre tempo a succhiare il dito o il ciuccio e dalla tendenza del bambino ad assumere atteggiamenti a bocca aperta.

4

5 3

6

7 Prevenzione è... …arrivare prima che si verifichi una condizione di malattia! Prevenzione primaria conoscenze per educare meglio Prevenzione secondaria tecniche per prevenire e mantenere la buona salute Prevenzione terziaria tecniche per riparare i danni

8 È di sicuro la prevenzione primaria quella che sta assumendo rilevanza presso la popolazione. Impedire l'insorgenza della malattia è ciò che promette. La sua parola d'ordine è: "Eliminare la placca batterica da denti e gengive".

9 La placca batterica È un aggregato molle e appiccicoso di colore bianco-giallastro che si fissa saldamente ai denti ed è formato da residui di cibo colonizzati da batteri che sopravvivono e si riproducono al suo interno cibandosi degli zuccheri in esso contenuti.

10

11

12 Prima e dopo Diffuso accumulo di placca batterica sulle superfici dentali, in particolare lungo il colletto dei denti. Dopo l'asportazione della placca batterica in studio

13 La carie Una tavoletta babilonese del 1800 a.C. racconta la famosa leggenda del verme dei denti, ritenuto responsabile della carie. Nato nel fango e affamato, il verme implora Poseidone: O Dio delle acque, dammi la grazia di abitare tra i denti e la gengiva delluomo, dove abbondano i cibi e le bevande!

14 Ottenuto il favore divino, il verme si insedia nella bocca umana dove comincia a scavare cunicoli e caverne, dando vita alla tortura infernale del mal di denti! Anche se già nel 400 a.C. il medico dellantica Grecia, Ippocrate, esortava a non credere alla storia del verme e a lavarsi denti e gengive ogni giorno, la leggenda nelle nostre civiltà è sopravissuta fino al Medioevo.

15 I primi a curare la pulizia ogni giorno al fine di avere una bocca sana furono gli arabi, che misero in pratica dal 600 d.C la parola di Maometto: Tenete pulita la vostra bocca perché da lì passa la lode a Dio!

16 Gli acidi che i batteri eliminano come prodotto finale del metabolismo degli zuccheri causano la demineralizzazione dello smalto: condizione iniziale per la formazione di cavità all'interno del dente. Le tossine, anche loro prodotti del metabolismo batterico, sono invece la causa primaria delle gengiviti e delle parodontopatie.

17 Sintomi Sensibilità al freddo Sensibilità al caldo Entrambe le precedenti Dolore pulsante

18

19

20

21

22

23 Il fattore principale nella prevenzione delle più importanti affezioni di denti e gengive è perciò la capacità di controllare la formazione e il deposito della placca batterica.

24 È necessario ridurre la formazione di placca attraverso una alimentazione povera di zuccheri, in particolare quelli raffinati e appiccicosi (gli alimenti dotati del maggior potere cariogeno sono le caramelle, la marmellata, il miele, le brioches, i succhi di frutta...).

25 È altresì importante che la placca batterica venga eliminata dai denti e dalle gengive eseguendo una pulizia ottimale in quantità (i denti vanno spazzolati tutti i giorni dopo ogni pasto per circa 2 minuti e almeno una volta al giorno deve essere usato il filo interdentale) e qualità (tecnica di spazzolamento di Bass e corretto utilizzo del filo interdentale). Un'igiene orale scrupolosa è alla base della prevenzione in odontoiatria.

26 Spazzolamento dei denti descriviamo così: le setole devono sempre passare dal rosso (la gengiva) al bianco (il dente). Lo spazzolino deve essere usato nel seguente modo: Nei settori laterali e frontali lo spazzolino viene tenuto col manico orizzontale ed esegue un movimento rotatorio verso l'esterno, a bocca aperta.

27 Sulle superfici masticatorie lo spazzolino va passato con movimento avanti-indietro. Nei settori anteriori, interni, lo spazzolino va tenuto verticale e si esegue un movimento rettilineo verso l'esterno.

28 ERRATO SPAZZOLAMENTO

29

30

31 Le 10 Regole Spazzola i denti per almeno 2 minuti dopo ogni pasto. Al di sotto di questo tempo è difficile eliminare completamente la placca batterica da denti e gengive. Potresti impostare un timer all'inizio dello spazzolamento che ti aiuti a non accorciare il tempo necessario. Cambia spesso lo spazzolino. Quando le setole hanno perso la loro compattezza non esercitano più una efficace azione di pulizia. Il tempo normalmente indicato è di 2 mesi ma accorciandolo un po si aumenta la qualità dello spazzolamento. Passa lo spazzolino sui denti anteriori e posteriori allo stesso modo. In genere si tende a trascurare la parte posteriore delle arcate a vantaggio dei denti davanti. Se si mantiene questa cattiva abitudine a lungo i denti molari e le loro gengive ne risentiranno. Utilizza un dentifricio fluorato. Il fluoro esercita unazione protettiva, antisettica e remineralizzante sullo smalto dentale. Compra spazzolini con setole artificiali che hanno le punte perfettamente arrotondate. Le setole naturali hanno punte irregolari e cave, trattengono sostanze al loro interno e non hanno unazione di sfregamento ottimale come quelle artificiali.

32 Usa preferibilmente spazzolini con setole di durezza media a meno che il tuo dentista, per motivi particolari, non ti consigli diversamente. Effettua lo spazzolamento dei denti inclinando di 45° lo spazzolino rispetto all'asse del dente e muovilo verticalmente con azione rotatoria dalla gengiva verso il dente. Pulisci la lingua con strumenti appositi, questa è un'ottima abitudine per la prevenzione della carie, della malattia parodontale e dell'alitosi. Al termine della permuta dei denti, la sera, prima di usare lo spazzolino, passa il filo interdentale. Eseguendo un corretto spazzolamento dei denti associato all'utilizzo del filo interdentale e del puliscilingua non è necessario di routine effettuare anche sciacqui con i collutori. Questi ultimi si rendono però indispensabili per la cura e la profilassi di condizioni particolari.

33 La pulizia più importante è quella serale perchè durante la notte la riduzione della secrezione salivare e dei movimenti di guance e lingua favoriscono lo sviluppo dei batteri e l'accumulo della placca.

34 Uso del colluttorio Il collutorio consigliato consente un'ottima azione disinfettante con una minima esposizione alla clorexidina, grazie a ciò si ha una riduzione dell'effetto di pigmentazione dei denti e dell'alterazione del gusto. Gli sciacqui vanno effettuati per quindici secondi, dopo aver spazzolato i denti, senza diluire il collutorio e senza risciacquare con acqua.

35 Il filo interdentale rappresenta uno strumento fondamentale per l'igiene di quegli spazi che non possono essere raggiunti dallo spazzolino e che perciò ospitano e trattengono più facilmente la placca batterica. Va utilizzato inserendolo tra un dente e l'altro strofinando la corona dei denti in direzione verticale, prima su un dente e poi su quello adiacente. Se gli spazi interdentali risultano particolarmente stretti, si può utilizzare un filo interdentale cerato che permette uno scorrimento maggiore tra i denti. Il filo interdentale

36 FILO INTERDENTALE

37

38

39

40

41

42 Se state facendo una terapia ortodontica... cioè....

43 .... avete l'apparecchio

44 Superfloss

45

46

47

48 Per gli spazi interdentali molto ampi...

49 SCOVOLINO

50

51 L'igiene orale domicialiare però non basta per eliminare completamente la placca batterica e il tartaro bisogna prevedere periodicamente una visita dal professionista, che provvederà ad effettuare la cosiddetta igiene orale professionale

52 Il professionista (dentista o igienista), con particolari strumenti, è in grado di rimuovere in profondità la placca e il tartaro che si accumulano nonostante una corretta igiene orale domiciliare. Inoltre, durante la visita sarà possibile effettuare un controllo approfondito individuando potenziali problemi, che se curati per tempo avranno un decorso favorevole.

53 Raccomandazione 5 Le sigillature sono indicate per tutti i bambini. La loro efficacia nel prevenire la carie è massima se vengono applicate nei 2 anni successivi alleruzione e la loro integrità va controllata ogni 6-12 mesi (Forza della raccomandazione A, Grado dellevidenza I) Ministero della Salute Raccomandazione 7 Lassunzione di bevande e cibi contenenti carboidrati semplici è sconsigliata fuori dai pasti. (Forza della raccomandazione A, Grado dellevidenza I)

54

55

56 La malattia parodontale Il parodonto è tutto ciò che si trova attorno al dente, in particolare gengiva e osso. L'esito è la perdita del dente. Negli adulti

57 Gengivite

58 Parodontite

59 Cause I fattori determinanti sono l'accumulo di PLACCA e il FUMO. Nella quasi totalità dei casi rimuovendo la placca e il fumo di sigarette si riesce ad arrestare il processo.

60 Lo scopo del dentista è quello di prevenire e fare in modo che tutti i suoi pazienti mangino e sorridano con i loro denti, ma...

61 … se per vari motivi ciò non fosse possibile per fortuna c'è una seconda chance.

62 Il ponte

63 Lo scheletrato

64 La classica dentiera

65 Gli impianti

66

67

68 Ma il successo di un trattamento o di una riabilitazione dipende anche dal paziente, quindi...

69 SUPERFLOSS

70 PROTESI RIMOVIBILI Dopo ogni pasto rimuovere la protesi, pulire gengiva e denti se ci sono; strofinare la protesi con uno spazzolino a setole dure e del detersivo per piatti.

71 .... perchè anche il dentista più bravo del mondo non sarà mai in grado di superare madre natura.

72 Grazie alla dottoressa Enza M. La Mantia per aver collaborato alla realizzazione di questo lavoro.


Scaricare ppt "Dott. Daniele Barresi LIGIENE ORALE. Perchè è importante l'igiene orale? Perché i denti e le gengive sono importanti per la nostra salute e per il nostro."

Presentazioni simili


Annunci Google