La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comunicazione Interculturale e Multimediale Università degli Studi di Pavia Relatore: Prof. Giampaolo Azzoni Tesi di Claudio Coscia INTERNET E MINORI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comunicazione Interculturale e Multimediale Università degli Studi di Pavia Relatore: Prof. Giampaolo Azzoni Tesi di Claudio Coscia INTERNET E MINORI."— Transcript della presentazione:

1 Comunicazione Interculturale e Multimediale Università degli Studi di Pavia Relatore: Prof. Giampaolo Azzoni Tesi di Claudio Coscia INTERNET E MINORI

2 COSA ACCADE IN RETE Pedofilia on-line Turismo sessuale Adescamento per sfruttamento sessuale Bullismo e minacce

3 I NUMERI DI QUESTA REALTA (fonte: 7° Rapporto sulla Condizione dellInfanzia e dellAdolescenza) Ecco con cosa dichiarano di scontrarsi i bambini dai 7 agli 11 anni intervistati.

4 LA CHIESA CATTOLICA Inter Mirifica Riconosce doveri per i recettori, invitati a scegliere ciò che eccelle per virtù, cultura ed arte e per gli autori. Communio et Progressio Sviluppo di gusto artistico e senso critico La Chiesa e Internet Sta ai giovani saper usare fruttuosamente la risorsa Internet Etica in Internet Una regolamentazione di Internet è auspicabile e in linea di principio lauto-regolamentazione è il metodo migliore Giornata Mondiale delle comunicazioni sociali I bambini e i mezzi di comunicazione: una sfida per leducazione

5 IL SITO WECA (webcattolici.it) Punto di riferimento per i siti informatici cattolici; Promozione di attività formative, educative e culturali; Diffusione di iniziative e proposte per luso della Rete; Realizzazione, sviluppo e offerta di soluzioni software e di tecnologie per facilitare laccesso alla Rete; Creazione e formazione dellOperatore pastorale del web.

6 LA GUIDA AL WEB IN COLLABORAZIONE CON DAVIDE.IT ( Pagina=1 ) Pagina=1

7 LE ISTITUZIONI ITALIANE Carta di Treviso Tutela del minore in quanto persona in divenire Vademecum 95 Attuazione dellOsservatorio Aggiornamento 06 Si da importanza al ruolo del genitore Codice di Autoregolamentazione Internet e Minori Lotta alla pedopornografia Legge 38/2006 Disposizioni in materia di lotta contro lo sfruttamento sessuale dei bambini e la pedopornografia anche a mezzo Internet Decreto interministeriale contro la pedopornografia Oscuramento entro 6 ore dalla segnalazione

8 IL CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE INTERNET E MINORI Sottoscritto il 19 novembre 2003 dallallora Ministro delle Comunicazioni Gasparri, dal Ministro per lInnovazione e le Tecnologie Stanca in accordo con lAIIP, lANFoV, lAssoprovider e la Federcomin. La funzione educativa, che compete innanzitutto alla famiglia, può essere agevolata da un corretto utilizzo delle risorse presenti sulla Rete telematica al fine di aiutare i minori a conoscere progressivamente la vita e ad affrontare i problemi ed i pericoli

9 CHI HA PAURA DELLA RETE ? (http://www.italia.gov.it/chihapauradellarete/)http://www.italia.gov.it/chihapauradellarete/ Preparato per volere del Ministero per lInnovazione e le Tecnologie, il quale ha costituito un Comitato tecnico per luso consapevole di Internet.

10 ENTI DI TUTELA Impegnata quotidianamente in intercettazioni telematiche o acquisto simulato di materiale pedopornografico. Ha predisposto un sito da cui è possibile sporgere denuncia o inviare segnalazioni per reati telematici. Utilizza il CETS (Sistema di tracciamento contro la pedopornografia). Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia sulla Rete Internet Istituito dalla Legge 38/06 ha il compito di raccogliere le informazioni su siti che diffondono materiale pedopornografico. E una hotline realizzata da Telefono Azzurro. Attraverso un sito Internet e una linea telefonica raccoglie segnalazioni su materiale illegale incontrato dagli utenti.

11 Giusto bilanciamento tra il libero flusso dei contenuti e la protezione dei ragazzi da materiali nocivi; Vocabolario descrittivo; Etichette ICRA Immagini o scene di nudo; Immagini o scene dal contenuto erotico; Scene di violenza; Forma di linguaggio usato; Presenza di contenuto generato dallutente dotato di strumenti per la moderazione; Contenuto nocivo Filtro ICRAplus®

12 GLI STRUMENTI DI AUTOREGOLAMENTAZIONE DI ICRA The family online Internet safety contract Contratto con i genitori Contratto con i bambini Childrens bill of right for the Internet Io ho il diritto di sentirmi sicuro ed essere sicuro su Internet The parents guide Tutti scaricabili da:

13 TEST DEL FILTRO ICRAplus® Installato il filtro ICRAplus ® 2.1.0; Le impostazioni default di blocco presenti nel filtro non garantiscono per niente una buona protezione; La differenza la fa limpostazione manuale:

14 BULLISMO E INTERNET BullismoCyberbullying Abbassamento della soglia di responsabilità Bisogno di mostrare le proprie gesta

15 CASE HISTORY Torino: botte al ragazzo down Il video arriva su google video nei video divertenti ; Successivamente viene sequestrato; 4 ragazzi sospesi per un anno. Como: bravate in classe Unintera classe sospesa; Il video finisce su Youtube. Olgiate comasco: iniziazione con film hard Due ragazzini filmati col telefonino; Il film viene inviato ai cellulari dei compagni di classe; Il video era uniniziazione per entrare nel gruppo di amici.

16 SMONTA IL BULLO ( Portale voluto dal Ministro della Pubblica Istruzione Giuseppe Fioroni come prescritto dalla Direttiva sul bullismo.

17 UN ALTRA INIZIATIVA Promosso da Telefono Azzurro, è uno spettacolo teatrale che vuol sensibilizzare i ragazzi e gli insegnanti sul tema.

18 CONCLUSIONE Per un corretto utilizzo di Internet da parte dei minori non serve tanto una spiccata abilità tecnica, quanto, piuttosto, ladozione di un comportamento corretto verso se stessi e gli altri. Questa educazione dovrebbe essere impartita primariamente dalla famiglia, invitata a riscoprire il suo vero ruolo nella crescita dei figli, alla quale si possono aggiungere gli aiuti delle istituzioni: la Chiesa Cattolica e la scuola.

19 Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Matteo, Vangelo e atti degli apostoli, (18, 6) Grazie dellattenzione, buona giornata.


Scaricare ppt "Comunicazione Interculturale e Multimediale Università degli Studi di Pavia Relatore: Prof. Giampaolo Azzoni Tesi di Claudio Coscia INTERNET E MINORI."

Presentazioni simili


Annunci Google