La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ITINERARI E PERCORSI di IRC nella scuola primaria DEE – Una proposta nellesperienza didattica ermeneutica esistenzialeIns. ADAMO Gaspare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ITINERARI E PERCORSI di IRC nella scuola primaria DEE – Una proposta nellesperienza didattica ermeneutica esistenzialeIns. ADAMO Gaspare."— Transcript della presentazione:

1 ITINERARI E PERCORSI di IRC nella scuola primaria DEE – Una proposta nellesperienza didattica ermeneutica esistenzialeIns. ADAMO Gaspare

2 Didattica empirica caratterizzata da – buon senso pedagogico – adattamento estemporaneo – insieme di teorie, concetti e abitudini sedimentati con lesperienza – mancanza di sistematicità e formalizzazione Metodologia didattica caratterizzata da – carattere scientifico – sistematicità – formalizzazione del sapere didattico sperimentato, strutturato e garantito, anche se sempre modificabile – varietà di metodi e modelli riconducibili a diverse scuole di pensiero Vai direttamente allUA

3 Programmazione presume di poter prevedere lintero arco dellazione educativa è espressione di un modello lineare tende a delimitare i problemi riducendo le variabili concepisce il progetto didattico come processo in sé prevedibile e governabile a priori considera la valutazione uno strumento di controllo, per regolare in itinere i processi e ricondurli a normalità Progettazione parte dal presupposto di non poter controllare tutte le variabili del processo educativo è espressione di un modello reticolare tiene conto della complessità del processo educativo si fonda su criteri di imprevedibilità si concretizza in una ridefinizione continua dei percorsi didattici in base all'interpretazione della situazione oggettiva

4 Il progetto didattico è per sua natura trasversale, multi- o inter-disciplinare punta all'unitarietà dell'insegnamento è una potente leva motivazionale per gli alunni stimola i processi cognitivi di tipo superiore attiva la capacità di operare fornisce un senso complessivo alle attività Lavorare per progetti evidenzia il rapporto tra le discipline scolastiche può riguardare obiettivi, contenuti e metodo richiede ai docenti disponibilità a condurre il lavoro insieme stimola la capacità di armonizzare i punti di vista sviluppa lidentità propria dellistituzione scolastica aiuta lalunno a costruire i propri percorsi di formazione

5

6 LALUNNO: la persona (il soggetto) che apprende le figure di riferimento I CONTENUTI: gli oggetti del conoscere IL DOCENTE: colui che guida il processo di apprendimento il contesto educativo I METODI: le strategie dellapprendimento guardando a pondera attraverso apprende elabora conduce osserva

7 Punto di partenza si interroga su un contenuto esistenziale Fase conclusiva 2 1) interpreta se stesso attraverso il testo Momento intermedio incontra il testo Lalunno Il testo è da intendersi come quadro del contenuto da elaborare e interpretare e come attività di riferimento Fase conclusiva 1 2) torna ad interrogarsi È soggetto centrale, il quale costruisce il proprio sapere in un circolo ermeneutico

8 Percorso storico-esistenziale domanda/problema presente nella situazione concreta di partenza analisi di una situazione esistenziale concreta formulazione degli interrogativi formulazione della domanda mirata costruzione della risposta sulla base delle fonti chiarificazione sulle proprie attese e interpretazione del senso del progetto personale Istanze ermeneutiche Interpretare la domanda problematica Ricercare dei contributi validi attraverso le risorse disponibili Rapportare lelaborazione della risposta alle istanze attuali Elaborare la risposta in modo nuovo e originale Interpretare l'ipotesi di soluzione a cui si è pervenuti Individuare i contributi significativi

9 A.Consapevolezza della domanda B.Disposizioni interne stabili C.Consapevolezza del fine D.Motivazione e risorse interne E.Meta-cognizione F.Razionalità pratica G.Valutazione del risultato H.Interpretazione della risposta

10 A.Consapevolezza della domanda B.Disposizioni interne stabili C.Consapevolezza del fine D.Motivazione e risorse interne E.Meta-cognizione F.Razionalità pratica G.Valutazione del risultato H.Interpretazione della risposta 1.Acquisire consapevolezza della domanda/problema presente nella situazione concreta di partenza 2.Andare dalla domanda alla formulazione degli interrogativi 3.Passare dagli interrogativi alla formulazione della domanda mirata 4.Orientare la ricerca sulle fonti per la costruzione della risposta 5.Scegliere i contributi più significativi 6.Rapportare lelaborazione della risposta alle istanze attuali su cui confrontarsi 7.Elaborazione conclusiva della risposta 8.Interpretare l'ipotesi di soluzione a cui si è pervenuti

11 Per realizzare un PEE occorre: 1.selezionare, calibrare e offrire percorsi, proposte di lavoro e materiali adeguati 2.elaborare risposte alle domande educative proprie degli alunni 3.individuare la domanda educativa e portarla a chiarificazione 4.indicare compiti proporzionati allalunno e alla sua domanda 5.condurre il processo di elaborazione della risposta 6.verificare, valutare e certificare la trasformazione avvenuta

12 Dal progetto esperienziale alla didattica ermeneutica esistenziale

13 Il docente Individua unarea educativa problematica deriva la tematica non dai contenuti da trasmettere ma dallesperienza dello studente precisa i passaggi del processo di apprendimento individua lOF e lo rende operativo attraverso un compito autentico propone una soluzione collaborativa e guidata del compito verifica e valuta la competenza acquisita Lalunno Formula interrogativi esistenziali diviene consapevole della domanda educativa cerca una soluzione anche collaborativa e guidata del compito autentico (cioè derivante dalla vita vissuta) attraverso attività su fonti e documenti verifica e valuta la competenza acquisita attraverso la soluzione di un compito autentico

14 DOMANDA PRELIMINARE Deriva dallesperienza vissuta dello studente nel particolare momento del suo sviluppo Identifica la condizione antropologica di partenza Non parte da un contenuto da trasmettere ma dallesperienza problematica dellalunno Attiva il processo di riflessione e la ricerca di soluzione PROCESSO DI APPRENDIMENTO Il docente individua larea di esperienza precisa lelemento qualificante dellarea di esperienza sceglie una condizione del vissuto precisa i passaggi del processo di apprendimento Individua lobiettivo formativo Rende operativo lOF attraverso un compito autentico Propone una soluzione collaborativa e guidata Verifica e valuta la competenza acquisita

15 AREE DI ESPERIENZA Si tratta di aree generali entro le quali si possono ricondurre le esperienze proprie delle fasi di sviluppo dello studente Esempi: – Identità; Relazionalità – Orientamento; Valori morali – Generatività; Sessualità – Maturazione fisica; Emotività – Ricerca di senso – Dimensione religiosa CONFRONTO NORMATIVO La PEE si muove allinterno dei documenti normativi ministeriali e distituto, invertendo la prospettiva didattica, mettendo al primo posto lapprendimento dello studente Abbandona la programmazione curricolare per mettere al centro del processo didattico lalunno Il docente si orienta sui documenti per verificare la pertinenza della tematica scelta rispetto al ciclo di studi (Ind. Naz.), allistituzione scolastica (POF), allambito disciplinare (TSC, OA,…)

16 PASSAGGI del processo di apprendimento I passaggi che portano dalla formulazione della domanda alla interpretazione della risposta vanno formulati sinteticamente nellObiettivo Formativo (OF) vanno indicati analiticamente negli obiettivi di fase determinano la scelta del compito autentico e delle attività da svolgere coi compagni e/o docente guidano i criteri di verifica e valutazione Portano alla certificazione della competenza finale acquisita COSA FARE in concreto far percepire allo studente laspetto selezionato della sua condizione esistenziale (dimens. antropologica) far prendere consapevolezza degli interrogativi e orientarli verso una domanda mirata aprire la domanda alla dimensione culturale o area disciplinare ricercare e lavorare sui contenuti di sapere disciplinari per rispondere costruire la risposta confrontare la risposta con la condizione esistenziale di partenza e valutarne lefficacia

17

18 DATI IDENTIFICATIVI dellUA (unità di apprendimento) Scuola Anno scolastico Classe Sezione Disciplina UA in progettazione Scuola primaria p. Lais A. S. 2011/2012 Classe Terza Sez. C IRC

19 FASE IDEATIVA definizione della domanda Individuazione dellarea di esperienza Precisazione dellelemento qualificante dellarea desperienza nella domanda educativa UA in progettazione Area di esperienza: identità, relazionalità Domanda educativa: il terreno di gioco a scuola oggi è indisponibile perché, a parità di turno, lo stesso campo è condiviso da più classi. Serve lottare per uno spazio che si ritiene sia nostro? Se sì, in che modo? Se no, vale la pena condividere e seguire delle regole?

20 FASE IDEATIVA definizione della domanda Indicazione del motivo educativo nella condizione del vissuto (domanda mirata) Definizione del processo dapprendimento (fasi di apprendimento e passaggi di comprensione) UA in progettazione Motivo educativo conduttore: Per vivere insieme e condividere uno spazio comune occorrono regole e ruoli definiti? Processo dapprendimento: Lesperienza frustrante dellindisponibilità del campo di gioco viene letta insieme, alla luce delle dinamiche della scuola, e confrontata con lesperienza delle dodici tribù di Israele e della esigenza di una terra e di una guida.

21 FASE IDEATIVA definizione della domanda Confronto orientativo coi documenti normativi per la progettazione didattica UA in progettazione Confronto orientativo: – TSC: (Lalunno) Riconosce che la Bibbia è il libro sacro per cristiani ed ebrei e documento fondamentale della nostra cultura, sapendola distinguere da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nellanalisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza. – OA: Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali, tra cui i racconti della creazione, le vicende e le figure principali del popolo dIsraele, gli episodi chiave dei racconti evangelici e degli Atti degli apostoli.

22 FASE IDEATIVA definizione della domanda Definizione dellObiettivo Formativo (OF) – Sintetizza il processo di comprensione – Apre ad ulteriori sviluppi UA in progettazione Obiettivo formativo: Lalunno prende consapevolezza delle esigenze poste dal condividere spazi comuni e si apre ad una prospettiva di scelte: – che sviluppano lautocontrollo – che lo porteranno a gestire situazioni future – che lo aiutano a trovare analogie nelle esperienze personali pregresse o nella storia – che lo orientano nella comprensione dei ruoli

23 FASE APPLICATIVA costruzione della risposta Individuazione del compito autentico per favorire lapprendimento Definizione del compito unitario autentico e delle modalità di esecuzione UA in progettazione Compito autentico: gestire situazioni di condivisione Compito autentico unitario: Lalunno si confronta con testi e materiali relativi allesperienza della condivisione di uno spazio e alle modalità di gestione di situazioni comuni Modalità di esecuzione: Gli alunni, suddivisi in gruppi da 4, gestiranno gli spazi dellaula e i materiali forniti dal docente, divideranno tra loro il lavoro individuando le esigenze e le riflessioni del gruppo, annotandole in una tabella.

24 FASE APPLICATIVA costruzione della risposta Indicazione delle attività previste per costruire la risposta Precisazione dei tempi Scelta dei metodi, modalità, mezzi e strumenti per lo svolgimento dellattività UA in progettazione Gli alunni, al fine di scoprire anche nellesperienza dIsraele le esigenze di gestione del territorio (obiettivo di fase), consulteranno, tra altri documenti disponibili, il testo della canzone Terra promessa (Eros Ramazzotti, 1984) anche in file audio, una cartina della Palestina divisa tra le 12 tribù dIsraele e un testo descrittivo tratto da: AA.VV., La stella della pace, ed. La scuola, p. 77. Tempi: 2 oreTerra promessa cartina testo descrittivo

25 FASE VALUTATIVA della competenza acquisita 1.Verifica: Scelta del compito autentico di verifica Precisazione modalità di verifica UA in progettazione Compito autentico di verifica: Lalunno svolge un questionario a risposta aperta relativo a: – la situazione vissuta in gruppo nella gestione dellattività – lanalisi del testo della canzone Terra promessa – lanalogia con lesperienza delle tribù dIsraele nella scelta di avere un re

26 FASE VALUTATIVA della competenza acquisita 2.Valutazione: Definizione criteri di valutazione Definizione parametri valutazione 3.Certificazione: Confronto coi documenti Individuazione della modalità di certificazione della competenza acquisita UA in progettazione Criteri e parametri di valutazione: – lalunno deve essere in grado di svolgere un compito unitario, affine a quello dellattività svolta in classe – deve essere in grado di utilizzare contemporaneamente e in modo coordinato diverse capacità di base – La valutazione seguirà parametri collegati agli indicatori di competenza stabiliti dal POF Certificazione: – un documento riporterà il livello di competenza raggiunto dallalunno

27

28 LE DODICI TRIBÙ DISRAELE E LA PALESTINAPALESTINA cartoon

29 Siamo ragazzi di oggi zingari di professione con i giorni davanti e in mente un'illusione noi siamo fatti così guardiamo sempre al futuro e così immaginiamo un mondo meno duro Finché qualcosa cambierà finché nessuno ci darà una terra promessa un mondo diverso dove crescere i nostri pensieri noi non ci fermeremo non ci stancheremo di cercare il nostro cammino noi non ci fermeremo non ci stancheremo ed insieme noi troveremo una terra promessa un mondo diverso... fonte: testi_canzoni_eros_ramazzotti_1 11/testo_canzone_terra_promes sa_6256.html Tutto su Eros Ramazzotti: /Eros+Ramazzotti testi_canzoni_eros_ramazzotti_1 11/testo_canzone_terra_promes sa_6256.html /Eros+Ramazzotti TERRA PROMESSA Eros Ramazzotti – 1984 Siamo ragazzi di oggi pensiamo sempre all'America guardiamo lontano troppo lontano viaggiare è la nostra passione incontrare nuova gente provare nuove emozioni e stare amici di tutti Siamo ragazzi di oggi anime nella città dentro i cinema vuoti seduti in qualche bar e camminiamo da soli nella notte più scura anche se il domani ci fa un po' paura altro Ramazzotti Israele video

30

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40 p. 69 p. 78

41

42


Scaricare ppt "ITINERARI E PERCORSI di IRC nella scuola primaria DEE – Una proposta nellesperienza didattica ermeneutica esistenzialeIns. ADAMO Gaspare."

Presentazioni simili


Annunci Google