La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Titolo V e autonomia scolastica Roma 14_11_101 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Titolo V e autonomia scolastica Roma 14_11_101 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica."— Transcript della presentazione:

1 Titolo V e autonomia scolastica Roma 14_11_101 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica

2 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 2 Titolo V e autonomia scolastica

3 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 3 Titolo V e autonomia scolastica

4 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 4 Titolo V e autonomia scolastica

5 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 5 Titolo V e autonomia scolastica

6 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 6 Titolo V e autonomia scolastica

7 7 nelle materie dellistruzione dellistruzione e della formazione professionale ESCLUSIVA DELLO STATO CONCORRENTE ESCLUSIVA DELLE REGIONI -norme generali sullistruzione; (art 117, c. 2 lett. n) -istruzione, salva lautonomia delle istituzioni scolastiche (art 117, c. 3) l istruzione e la formazione professionale; (art 117, c. 4) Roma 14_11_10Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La potestà legislativa livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale; (art 117, c. 2 lett. m) I principi fondamentali, riservati alla legislazione dello Stato. ( art 117, c. 3 ) Titolo V e autonomia scolastica

8 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 8 La potestà regolamentare allo Stato nelle materie di legislazione esclusiva, salvo delega alle Regioni; alle Regioni in ogni altra materia; ai Comuni, alle Province e alle Città metropolitane in ordine alla disciplina dellorganizzazione e dello svolgimento delle funzioni loro attribuite. Titolo V e autonomia scolastica

9 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_109Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica

10 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 10 il lungo contenzioso tra Regioni e Stato Principali sentenze della Corte costituzionale n. 13 del 13 gennaio 2004 n. 34 del 26 gennaio 2005 n.120 del 25 marzo 2005 n. 279 del 15 luglio 2005 n. 200 del 2 luglio 2009 n. 213 del 14 luglio 2009 Titolo V e autonomia scolastica

11 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_10 11 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica

12 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1012Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica

13 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni La Sentenza 120 del 2005 Presidente del CM vs Regione Toscana, legge 26 luglio 2002, n. 32 Priva di fondamento è la denuncia di incostituzionalità delle norme fondata sull'assunto che in materia di istruzione le Regioni non potrebbero intervenire con la loro legislazione concorrente prima che siano definiti e concretamente operanti i principi fondamentali destinati ad orientare l'opera del legislatore regionale. In contrario, è sufficiente richiamare la giurisprudenza di questa Corte secondo cui, specie nella fase di transizione dal vecchio al nuovo sistema di riparto delle competenze, la legislazione regionale concorrente dovrà svolgersi nel rispetto dei principi fondamentali comunque risultanti dalla legislazione statale in vigore, senza che l'assenza di nuovi principi possa o debba comportare la paralisi dell'attività del legislatore regionale (sentenze n. 353 del 2003 e n. 282 del 2002). Roma 14_11_1013 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica

14 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni La sentenza n. 279 del 2005 Su ricorsi delle Regioni Emilia-Romagna e Friuli-Venezia Giulia, per illegittimità delle norme generali relative alla scuola dell'infanzia e al primo ciclo dell'istruzione. Affronta il problema della identificazione del carattere "generale" di una norma. Il criterio di soluzione da adottare, perciò, deve essere individuato guardando alla ragione costituzionale che ha attribuito le norme generali alla competenza esclusiva dello Stato. Sotto quest'ultimo aspetto, può dirsi che le norme generali in materia di istruzione sono quelle "sorrette, in relazione al loro contenuto, da esigenze unitarie e, quindi, applicabili indistintamente al di là dell'ambito propriamente regionale" Roma 14_11_1014 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica

15 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni La sentenza n. 213/2009 Su ricorso del Presidente del Consiglio dei Ministri Sulla la legittimità costituzionale della legge n. 2/2008 della Provincia autonoma di Bolzano, relativamente alla normativa degli esami di Stato per laccesso agli studi universitari ed allalta formazione. Stabilisce che tali esami ricadono nella materia dellistruzione in quanto concludono il percorso di istruzione secondaria superiore ed danno accesso ai successivi percorsi di istruzione superiore. Roma 14_11_1015Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica

16 Roma 14_11_10 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica 16 Prime considerazioni sulle sentenze n. 13/ le regioni sono sicuramente competenti sulle materie attribuite dal d.l.vo 112/98; per esercitare tali competenze devono dotarsi di norme e di apparati; n. 34/2005 – le regioni sono competenti in materia di dimensionamento; n.120/ l'assenza di nuovi principi non può comportare la paralisi dell'attività del legislatore regionale; n.279/2005 – le norme generali sono quelle "sorrette, in relazione al loro contenuto, da esigenze unitarie e, quindi, applicabili indistintamente al di là dell'ambito propriamente regionale n. 213 /2009- gli esami conclusivi sono di competenza dello Stato Titolo V e autonomia scolastica

17 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_10 17 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

18 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1018 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

19 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1019 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

20 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1020 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

21 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_10 21 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

22 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_10 22 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

23 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1023 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

24 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1024 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

25 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1025 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

26 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1026 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/

27 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1027 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica La sentenza 200/2009 – 11

28 Scuola, autonomie, federalismo: il ruolo delle Regioni Roma 14_11_1028 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica


Scaricare ppt "Titolo V e autonomia scolastica Roma 14_11_101 Emanuele Barbieri - Titolo V e autonomia scolastica."

Presentazioni simili


Annunci Google