La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CLASSE 2 C Scuola Statale « Parini » Gorla Minore Storia di un picchio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CLASSE 2 C Scuola Statale « Parini » Gorla Minore Storia di un picchio."— Transcript della presentazione:

1

2 CLASSE 2 C Scuola Statale « Parini » Gorla Minore Storia di un picchio

3 Era una giornata davvero gelida e stavamo andando a mensa, per pranzare tutti assieme. Improvvisamente, passando sotto le finestre di unaula, qualcuno si è accorto che appoggiato a l davanzale cera una «cosa verde» davvero strana. PRIMA

4 -Bambini, ma cosè questa confusione? Dai svelti, fa freddo ! –sollecita la maestra Edy. Poi guardando su, ha notato anche lei la «cosa» ed è tornata indietro per capire meglio. _Ma è un povero picchio, morto chissà da quante ore…_ DOPO

5 In un attimo ha preso una decisione : « E davvero un peccato buttarlo via! Lo porterò a casa e cercherò un imbalsamatore, cosi lo potremo ammirare e non sarà morto invano.» DOPO ANCORA

6 Alluscita della scuola, una mamma davvero gentile ci ha offerto il suo aiuto. Il nostro picchio è stato affidato ad un tassidermista che, con le sue mani esperte, gli avrebbe dato una nuova vita. POI

7 Dopo diversi mesi la mamma di Gilberto ci ha riportato il picchio imbalsamato. E magnifico e sembra vivo,così appollaiato su un pezzo di tronco. Lo guardiamo incuriositi e vorremmo toccarlo, ma è delicato e la maestra ce lo impedisce. Intorno alla zampetta ha un cartellino di riconoscimento :certifica il suo ritrovamento nel parco della nostra scuola. INFINE

8 COM E FATTO IL TESTO NARRATIVO SCOPRIAMO...

9 ANALISI DEL TESTO STORIA DI UN PICCHIO TITOLO s SUL DAVANZALE DELLA FINESTRA CE QUALCOSA DI STRANO. s LA MAESTRA SI AVVICINA E SCOPRE CHE E UN PICCHIO MORTO. s s DECIDE DI PORTARLO A CASA E DI FARLO IMBALSAMARE. UNA MAMMA OFFRE IL SUO AIUTO E TROVA UN IMBALSAMATORE. s LA MAMMA CI HA RIPORTATO IL PICCHIO ED ECOSI PERFETTO CHE SEMBRA VIVO.. O INIZIO CONCLUSIONE SVILUPPOSVILUPPO PRIMA DOPO ANCORA DOPO POI INFINE SEQUENZESEQUENZE

10 Tipologia testuale Questo testo è una narrazione, cioè il racconto di un fatto. E una storia vera : i personaggi e i luoghi sono reali. La storia è costituita da una serie di unità dette SEQUENZE. I fatti si susseguono nellordine cronologico, dal prima al dopo. In ogni sequenza cambiano: le azioni (cosa fa/fanno) i luoghi ( dove sono/ vanno) il tempo (quando).

11 THE END PRIMA PARTE INS. IDA ALBERGONI


Scaricare ppt "CLASSE 2 C Scuola Statale « Parini » Gorla Minore Storia di un picchio."

Presentazioni simili


Annunci Google