La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quando tocca a te… … stai in Movimento! CONGRESSO DIOCESANO, 28/12/2013 - Morigino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quando tocca a te… … stai in Movimento! CONGRESSO DIOCESANO, 28/12/2013 - Morigino."— Transcript della presentazione:

1 Quando tocca a te… … stai in Movimento! CONGRESSO DIOCESANO, 28/12/ Morigino

2 CUSTODIA La custodia implica grande attenzione: si custodisce solo ciò che per noi è davvero prezioso. Si custodisce, inoltre, perché si ama. Il MSAC appunto va custodito, amato, fatto amare… ma non posseduto! Il MSAC è di tutti coloro che simpegnano e ci credono fino in fondo. Proprio per questo, la custodia deve essere pro tempore: il MSAC è un bene talmente prezioso che va trasmesso ad altri, non deve mai essere di proprietà esclusiva di poche persone.

3 SERVIZIO/SOLIDARIETÀ Il MSAC è il nostro modo di essere protagonisti nella quotidianità nel luogo che abitiamo di più: la Scuola. Siamo al servizio dei nostri compagni di classe, perché sono il prossimo più prossimo che Dio ci abbia messo a disposizione. Siamo convinti che la Scuola sia il luogo in cui disegnare e progettare una società migliore, e siamo disposti anche ad andare incontro a qualche difficoltà, pur di impegnarci veramente.

4 MISSIONE Quando la Chiesa diventa chiusa, si ammala, si ammala. Pensate a una stanza chiusa per un anno; quando tu vai, cè odore di umidità, ci sono tante cose che non vanno. Una Chiesa chiusa è la stessa cosa: è una Chiesa ammalata. La Chiesa deve uscire da se stessa (Papa Francesco, veglia di Pentecoste 2013). La Scuola è per noi luogo di sincera e autentica testimonianza, nel rispetto di tutte le diversità.

5 MSAC e AZIONE CATTOLICA Il MSAC è lattenzione che lAC riserva al mondo della Scuola, ma è anche unassociazione studentesca facente parte del Forum delle Associazioni Studentesche maggiormente rappresentative presso il Ministero dellIstruzione. La vita del MSAC non si svolge nelle parrocchie ma nelle Scuole, e non ha come destinatari soltanto i Giovanissimi di AC, ma tutti gli Studenti. Insomma, nessuno escluso!

6 Il buon Msacchino è… 1.Un Giovanissimo di Azione Cattolica; 2.attivo nella propria Parrocchia, che faccia pubblicità al MSAC nel proprio gruppo, che proponga il MSAC ad altri amici, che sia ufficialmente portavoce di questa passione; 3.attivo a Scuola: che cerchi di coinvolgere i propri compagni (almeno di classe) e abiti la Scuola con lo stile che caratterizza il MSAC.

7 Tra il dire e il fare… … cè di mezzo il pregare! Le attività quotidiane vanno svolte con responsabilità e dedizione ma non vanno disgiunte dal nostro bisogno di Dio, della sua forza, della sua luce, che ci danno forza e speranza. Senza la preghiera quotidiana il nostro fare si svuota, si riduce spesso ad un semplice attivismo e alla fine lascia insoddisfatti. (Benedetto XVI, 25/04/2012 – Udienza generale)

8 Lo stile MSAC I care (Don Milani) … cura et studio (Cicerone)???


Scaricare ppt "Quando tocca a te… … stai in Movimento! CONGRESSO DIOCESANO, 28/12/2013 - Morigino."

Presentazioni simili


Annunci Google