La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Aluigi Ilaria il sole e la pioggia Un tempo la regione dei ghiacci e quella del fuoco si scontrarono, la dea dei ghiacci Evra e quello del fuoco Asor.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Aluigi Ilaria il sole e la pioggia Un tempo la regione dei ghiacci e quella del fuoco si scontrarono, la dea dei ghiacci Evra e quello del fuoco Asor."— Transcript della presentazione:

1

2 Aluigi Ilaria il sole e la pioggia

3 Un tempo la regione dei ghiacci e quella del fuoco si scontrarono, la dea dei ghiacci Evra e quello del fuoco Asor ebbero dei periodi di litigio e ognuno accusava l altro del fatto accaduto. Evra mandò le sue figlie:Alika e Samal ì nel mondo del fuoco per riempirlo di ghiaccio e acqua. Nel frattempo Asor mandò suo figlio Kent nella regione di ghiaccio,si incontrarono a met à strada e litigarono a lungo fino a quando intervenne il dio dei fulmini Tavi,il pi ù forte in assoluto e cogliendone l opportunit à incominciò a lanciare malefici e sortilegi a Alika,Samal ì e Kent. La dea del ghiaccio Evra e il dio del fuoco Asor sentirono che i loro figli erano in pericolo cos ì accorsero e videro quel che era successo,ma appena si incontrarono incominciarono ad azzuffarsi,ma i figli gli spiegarono la situazione cos ì si allearonoAsor forte e potente e Evra carica di poteri si unirono e riuscirono a sconfiggere Tevi trasformandolo in grandine,ma appena sconfissero Tevi rincominciarono ad azzuffarsi e a litigare cos ì il dio Retus,il re degli dei,nervoso e infastidito dal continuo litigare di Evra e Asor trasformò Evra in pioggia e Asor in sole. Ed è cos ì che nacquero il sole e la pioggia,che ancora oggi continuano a litigare

4

5 Astadzierv kristjan La terra

6 Tanto tempo fa due pianeti, quello del fuoco e quello del ghiaccio fecero una grande guerra su un terzo pianeta per conquistarlo. Questo terzo pianeta, era solo una sfera piena d' aria, molto grande sulla quale vivevano gli uomini, degli esseri rosa, neri, rossi e gialli. Un giorno,l'ultimo per il pianeta del fuoco e quello del ghiaccio,si scatenò lo scontro finale. Ci furono massacri,uccisioni e i fuochi che morirono si trasformarono in lava e i ghiacci in fiumi,laghi,mari e oceani. La lotta sembrava non finisse mai,ma d'improvviso,per fermare la guerra si aggiunse anche il pianeta della terra. Appena venne a contatto con gli altri due,si scatenò un'esplosione che unificò tutti e tre gli elementi:terra,fuoco,acqua,formando cos ì sul terzo pianeta una crosta di terra,vulcani di fuoco e di lava e fiumi,laghi,mari e oceani d'acqua. Questi formarono un nuovo pianeta chiamato terra,abitato dagli umani che vissero per sempre in pace.

7

8 Batusev Ivan Il dio messi e il dio vucinic

9

10

11 Benedetti Andrea La regione del ghiaccio e del fuoco si scontrano scatenando una tremenda esplosione

12 Tanto tempo fa esistevano due dei che si combattevano la lotta per il potere. La regione del ghiaccio era tutta imbiancata e il Dio si chiamava El Sharawi, mentre la regione del fuoco era infuocata, il Dio si chiamava El-Charan. Un giorno fecero uno scontro finale, erano morti tutti tranne i due dei, che con le loro spade si sfidarono e si scatenò una tremenda esplosione da cui diedero origine le due parti della terra, ai circoli polari, alle estremità era sempre freddo quindi lo comandava il Dio El Sharawi mentre al centro era più caldo e quindi era comandata dal Dio del fuoco El-Charan. E così si crearono le due parti della terra.

13

14 Benedetti Filippo Il mito

15 Tanto tempo fa la regione dei ghiacci e quella del fuoco facevano tremende guerre,perch é non andavano d accordo fra di loro e quindicombattevano sempre. Un giorno il fuoco e l acqua si incontrarono sulla terra che era senza fiumi,mari e pesci;il ghiaccio e il fuoco si arrabiaronoe si misero a lottare di nuovo.Zeus vide tuttoe lanciò dei fulmini per dire che dovevano smettere,ma loro non smisero di combattere cos ì tanto,che il fuoco si rioscaldò che sciolse il ghiaccio al punto che diventò : i fiumi e i mari. Il fuoco diventò dei pesci e cos ì si formarono i fiumi i laghi i mari e i pesci.

16

17

18 Bernardini Davide Ice k e blodhar: sfida allultimo incantesimo

19 Tanto tempo fa le uniche terre che esistevano erano le regioni del ghiaccio e del fuoco.la prima è comandata da Ice k e la seconda blodhar,demone dal cuore di fuoco;di questo comandante si dice che sia stato il primo demone sulla regione del fuoco e l unico ad aver ucciso il pi ù grande comandante di tutti i tempi Colosso Imperiale. Ice k si sta allenando per sconfiggere Blodhar,il demone che ha ucciso suo padre,l unica cosa è che Ice k è il prescelto perch é è l unico ambiente della regione ad essere diverso,mentre gli altri assomigliano a suo padre Colosso Imperiale.Ice k e Blodhar si assomigliano per una cosa,la passione per dare calci a un pallone che è la barricata di Colosso Imperiale.Le due regioni hanno grandi eserciti,per combattere i due popoli usano la magia,incantesimi potenti ed efficaci determineranno la battaglia,ad Ice k non importa vincere o perdere ma di portare vendetta al popolo e per suo padre.Blodhar è sicuro di s é e della sua vittoria,e vuole arricchire il suo bottino uccidendo Ice k per diventare il pi ù grande comandante di tutti i tempi della regione del fuoco.Ice k e il suo esercito stanno preparando le loro barricate.Idue eserciti si ritovano faccia a faccia,Blodhar e il suo esercito iniziano per primi,incantesimi,barricate,bacchette volarono per aria. Una grande nube,copr ì il campo,quando la nube si dissolse gli unici rimasti erano i due comandanti:il sudore colava sui fisici possenti Ice k lanciò un incantesimo che uccise Blodhar.dal suo corpo usc ì la sua magia che creò il mondo,i caduti si trasformarono in uomini e animali; COS ì NACQUE IL MONDO E IL CALCIO P.S I nomi dei personaggi è preso da dei giocatori di calcio immaginari

20

21 Bodlli Migena La regione dei mari e del fuoco

22 Tanto tempo fa in una città brutta vecchia ci viveva un vulcano e il mare, loro vivevano vicini, ogni giorno si scontravano e si sapeva chi vinceva. Il dio del vulcano voleva migliorare le sue doti, ma il Dio dell acqua lo spiava e quando combattevano il dio dellacqua lo sorprendeva;allora il fuoco chiese aiuto al Dio dell erba per sconfiggere quello dell acqua. Il Dio del fuoco fece un patto con quello dell erba se combatteva con lui quello de fuoco non lo avrebbe sconfitto. Lerba si disse perché avesse chiesto il proprio suo aiuto; il fuoco rispose tutti sanno che lacqua distrugge il fuoco lerba e lerba lacqua si incamminò vero il vulcano e vide il dio dell acqua perché voleva spiarlo. Allora appena il dio dell erba aveva messa a terra quello dell acqua il dio del fuoco distrugge quello dell erba e tutti e 3 si alzarono e fecero una grande esplosione così da distruggere il vulcano. I 3 dei erano ancora vivi. Dopo lesplosione luogo diventò più bello e la gente, visto che il vulcano fu distrutto ci ritornò a vivere come prima. Ed ebbe così un, origine nuova

23

24 Bondi Veronica I popoli divisi dagli dei

25 Tanto temo fa in unera molto lontana vivevano due dei uno più forte dellaltro e dal giorno in cui camminarono ebbero lintenzione di prendere l intera terra sotto di loro e di governarla saggiamente come i loro padri, quando videro che si misero daccordo a governare insieme, li divisero e non li fecero più vedere.il dio del ghiaccio costrinse suo figlio borc a odiare il figlio del fuoco totore. un giorno o meglio una mattina come altre due giovani dei si incontrarono e parlarono, ma non appena si riconobbero iniziarono a litigare cosi tanto che finirono davanti al tribunale si parlo della terra sotto di loro e di chi era in loro possesso, il giudice decise di dividere i popoli in tante parti cosi dio borc comandasse quella del nord e dio totore quella del sud, allinizio erano un pò perplessi ma poi dissero di si, il giudice con uno schiocco di dita e una scintilla separo tutti i popoli che cerano e la mattina dopo seguente si misero al lavoro tutti e due gli dei, i popoli del fuoco erano un pò arrabbiati perché gli serviva anche il ghiaccio e questo era lo stesso del popolo del ghiaccio, tutti i popoli protestarono gli dei, erano troppo indifesi, tutti i popoli erano contro di loro, dovevano levare quei muri infrangibili e rifar riunire i popoli. I due dei borc e totore si resero conto che era inutile continuare cosi, allora decisero di dare fuoco e ghiaccio a tutti i popoli. Ed è cosi che ebbero origine il ghiaccio e il fuoco.

26

27 Brancaleoni Giulia Le quattro stagioni

28 … Tanto tempo fa da questa parte del mondo non esisteva la neve e pioveva raramente, la gente aveva sempre tanta sete, e quando qualcuno voleva andare a farsi un bagno per rinfrescarsi non poteva perch é non c era neanche un goccio d acqua,non tirava mai vento, i fiori erano secchi e le persone stavano tutte a casa perch é fuori si moriva dal caldo. Gli abitanti si erano stancati cos ì decisero di chiamare la regina delle nevi,Napi una persona del villaggio gli disse che doveva mandare un po di freddo e neve. La regina ubbid ì e mandò molto freddo,i fiumi si erano congelati, il Freddo era diventato molto forte,il peso della neve era cos ì tanta che certe case caddero. Gli abitanti si erano stancati del troppo freddo cos ì Napi disse alla regina che voleva un aria n é calda n é fredda. La regina ubbid ì per la seconda volta,agli abitanti non andava bene neanche questa volta perch é di giorno faceva caldo e la sera e al mattino freddissimo.. Napi decise di fare un assemblea per decidere come fare, decisero di dividere l anno in quattro stagioni: l inverno e l autunno erano le stagioni pi ù fredde. Nella primavera c erano tanti fiori e in estate c era molto caldo. La regina delle nevi per fare un dispetto decise di trasformare il polo sud e il polo nord in ghiaccio e freddo. Le quattro stagioni fanno ancora oggi parte dell anno.. e anche al polo nord e al polo sud fa ancora freddo,nevica e ci sono i ghiacciai. Tutta colpa di quella dispettosa della regina delle nevi!!!

29

30 Cencioni Clara I regni del ghiaccio e del fuoco

31

32

33 Ciabocchi Martina Una strana creazione

34 Tanto tempo fa esistevano nell universo due regioni,la prima era la regione dei ghiacci e la seconda la regione del fuoco. Le due regioni venivano governate da degli dei,la regione del ghiaccio aveva come dio Bigonta e la regione del fuoco aveva come dio Bangog,loro due erano molto amici e insieme avevano creato il sole e la luna. un giorno Bigonta si mise a pensare e andò a fare una proposta a Bangog, gli spiegò: - Noi abbiamo creato la luna e il sole per emanare luce, ma a cosa servono se non hanno niente da illuminare?-.Bangog ascoltò la proposta e Bigonta affermo:-Ok allora creiamo i pianeti!-. bangog ci pensò su e alla fine rispose di si. Tre giorni dopo organizzarono un assemblea per decidere che pianeti creare. Bigonta aveva il compito di creare quattro pianeti e Bangog tre pianeti. Per problemi di salute Bangog non fu presente all assemblea, ma venne a sapere la decisione di Bigonta dal sole e andò su tutte le furie,iniziò a lanciare piccole fiaccole di fuoco da tutte le parti e iniziò a uscirgli fumo dalle orecchie. Il giorno dopo tutto infuriato Bangog andò da Bigonta a spiegargli che non gli piaceva la sua decisione. Iniziarono a discutere dentro il palazzo di ghiaccio di Bigonta e cominciarono anche a lanciarsi colpi di magia. Un colpo dopo l altro il palazzo di ghiaccio si distrusse, tutti quei pezzi cominciarono a formare nell universo una piccola palla di tanti strati. Dopo piccoli lanci iniziò la vera battaglia cominciarono a lanciare fuoco, acqua, ghiaccio e scintille, ma loro non si colpirono mai perch é i loro poteri lanciati vennero assorbiti dalla sfera che stava per esplodere. Dopo cinque minuti la lotta cessò e la sfera esplose dando alle due regioni amicizia e creando il mondo, le sue creature, la vegetazione e tutti gli altri pianeti. Infine le due diedero alla sfera il nome di Bigbang che erano le abbreviazioni dei loro nomi. Adesso noi osserviamo il mondo e i suoi abitanti, nato dal litigio delle due regioni.

35

36 LA REGIONE DEI GHIACCI E QUELLA DEL FUOCO SI SCONTRANO E SCATENANO UNESPLOSIONE Gabrieli Maria Giulia

37 Tanto tempo fa esistevano la regione dei ghiacci molto cristallina e quella del fuoco molto incandescente. Un giorno nellisola del giaccio ci fu un furto cosi Dio Cristallino si recò a parlare con il Dio Ave. Il Dio Cristallino si arrabbiò pensando che Ave gli avesse rubato il loro cofanetto che mandava il freddo cosi Cristallino decise di fare una guerra allultimo sangue Ave accetto. Cristallino cominciò ad allenare le sue guardie, ma era difficile perché faceva caldo. Dopo due giorni di allenamento cominciò lo scontro, Ave era pronto e anche Cristallino sarebbe pronto se non avesse fatto tutto quel caldo, iniziò lo scontro tra fenomeni caldo e freddo il cielo era pronto per eseguire gli ordini dei due fenomeni, allinizio cominciò bene però le cose si iniziarono a complicare il cielo non capiva più che tempo doveva fare e cosi Boom ci fu unesplosione. Le due regioni sparirono e apparve la terra. Da quel giorno le due regioni diventarono solo una regione. Ave e Cristallino diventarono amici e impararono a convivere insieme.

38

39 Kitanov Valentin Il mito

40 La regione dei ghiacci e quella del fuoco si scontrano e scatenano una tremenda esplosione. Tanto tempo fa c era il ghiaccio che teneva freddo e la lava teneva caldo. Il ghiaccio felice di stare al freddo stava riposando però la lava,stufa di essere rossa e calda rubò un pezzo di ghiaccio e al ghiaccio buttò un po di lava. Il ghiaccio quando si svegliò vide che gli mancava il ghiaccio e c era un po di lava.Allora il giaccio andò dalla lava e le disse : mi hai rubato un pezzo di ghiaccio? la lava gli rispose : no,forse qualcuno il pezzo di ghiaccio te l ha sciolto. poi il ghiaccio gli disse : se tu sei calda me lo avrai sciolto te la lava gli rispose che glielo aveva sciolto il sole e cos ì il ghiaccio se ne andò. Il giorno dopo vide dove gli mancava il pezzo di ghiaccio,trovò un pezzo di lava ed era calda.Il ghiaccio riandò dalla lava e gli disse che aveva scoperto chi le ha sciolto il pezzo di ghiaccio,allora la lava gli disse chi fosse.il ghiaccio gli rispose che era lei,e dopo cinque minuti si scontrarono e fecero una tremenda esplosione e subito il clima cambiò e da quel giorno si forma il clima caldo e il clima freddo,nella terra,che cos ì d estate ha il caldo e d inverno il freddo.

41

42 La regione dei ghiacci e quella del fuoco si scontrano Mari Maria Vittoria

43 Tanto tempo fa, nel Regno della Fantasia, esistevano 5 regioni: quella delle foreste, governata dalla principessa America e da suo padre; quella dei fondali, governata dalla principessa Oceania e da suo padre; quella del deserto governata dalla principessa Africa e da suo padre; quella dei ghiacci governata dalla principessa Europa e da suo padre e infine quella dei fuochi governata dalla principessa Asia e dal padre. Erano tutti in pace tra loro, i genitori della regione dei ghiacci e dei fuochi però non erano molto in sintonia sulle loro idee e un giorno firmarono un trattato di guerra. Poco tempo dopo infatti erano gi à con le armi in mano e la lotta iniziò. Durò giorni e giorni senza risolvere alcunch é, cos ì la dea della guerra Atena irruppe sopra di loro ed esclamò: se proprio dovete lottare fatelo con delle vere armi altrimenti questa guerra durer à a vita!!! Detto questo scomparve dietro una nuvola senza lasciare traccia. La principessa Europa, che non partecipava alla guerra, ma in quel momento era presente, ripensò a lungo alle parole di Atena e infatti, giorni dopo, la guerra divenne molto pi ù burrascosa. I padri delle tre principesse che non erano in guerra decisero di schierarsi dalla parte della regione dei ghiacci e tutto divenne pi ù semplice per Europa e per il suo regno. Quando ormai il regno del fuoco era a corto di militari e di forze, arrivò il dio protettore di questo regno e di seguito anche quelli degli altri regni; ognuno di loro aiutò la propria regione e subito dopo segu ì un esplosione fuori dal normale: tutti schizzarono via dal luogo di battaglia, un luccichio di colori si mescolò, queste cinque calamit à naturali si mescolarono e crearono nel mondo 5 terre divise da oceani: America, Europa, Asia, Africa e Oceania. Ognuna di esse era caratterizzata da diverse foreste, fondali, deserti, ghiacciai e grotte dove poter accendere un bel fuocherello. Questo mito spiega l origine dei continenti e il perch é in essi si trovano tanti elementi naturali tutti diversi.

44

45 Marsili Filippo Da un paesino al mondo

46 Tanto tempo fa nel paese di Taka-Tuka il Dio Forest stanco del fuoco scatenò una terribilissima pioggia che doveva spegnere tutto il fuoco, ma il Dio Pincopallino, intervenne e, spense la pioggia, e disse che il fuoco poteva creare qualcosa di speciale. In quel piccolissimo paesino circondato da mura e senza acqua si abbatté un meteorite che distrusse una buna parte del paesino. Il giorno dopo Dio Forest con la colla stick riattaccò il paese. Il giorno dopo una grande nevicata imbiancò il paese ma non riuscì a spegnere il fuoco. Passati due mesi si congelò tutto, diventò tutto ghiaccio, si trasformò anche un Dio, Pasquale. Il giorno dopo il Dio del fuoco e del ghiaccio diventarono amici, vissero insieme per due anni, infine si divisero. Il Dio Forest divide il paese, una parte ghiaccio e una fuoco. Quattro giorni dopo si scatenò una grandissima lotta che terminò con un esplosione e così si creò il mondo e tutte le altre cose.

47

48 La regione del ghiaccio e quella del fuoco si scontrano e scatenano una tremenda esplosione Merendoni ilaria

49 Tantissimi anni fa, quando la terra non esisteva, lo spazio era diviso in due parti: la nazione del ghiaccio e quella del fuoco. La nazione del fuoco possedeva il sole e quella del ghiaccio una stella enorme, anche un po più grande del sole. Un giorno il popolo del fuoco, che era malvagio ed egoista decise di conquistare la stella dell altro popolo e anche tutto quello che sarebbe rimasto. Allora, la nazione del fuoco mandò un messaggero, che doveva avvertire la nazione del ghiaccio di prepararsi alla guerra che sarebbe stata il giorno della luna piena. I popoli si allenarono talmente tanto da scoppiare, ma sapevano, che non ce l avrebbero fatta,così la nazione del fuoco chiese al sole di trasformarli come lui; il sole li trasformò e diventarono potentissimi, anche la nazione del ghiaccio fece lo stesso, solo che si fecero trasformare in ghiaccio. Arrivata la luna piena i popoli si scontrarono e scatenarono un enorme esplosione che creò la terra, e, i popoli, caddero a terra e diventarono animali mentre la stella esplose e formò la luna. Oggi quell esplosione che creò la vita, noi lo chiamiamo big bang!

50

51 Paioncini Caterina Lorigine del mondo con laiuto del fuoco e del ghiaccio

52 Molto tempo fa esisteva una regione dei ghiacci e del fuoco però queste 2 regioni non andavano d accordo e ci fu uno scontro molto acceso, dopo questa lunga battaglia venne fuori un uovo molto grande con dentro un gigante di nome Terramond. Lui fisicamente era grande e grosso e i suoi capelli erano tutti scompigliati e i vestiti tutti stracciati. Lui dentro l uovo stava bene perch é dall uovo aveva tutto il necessario per sopravvivere. Il gigante era infelice di stare rinchiuso in quell uovo, quindi decise di bucare l uovo. L albume Sali in alto e formò la volta celeste mentre il tuorlo scese e formò la terra; però l albume e il tuorlo tendevano a riunirsi e riformare l uovo. Terramond per tenerli sparati fece un gesto con la testa spingeva in alto l albume, mentre Con i piedi spingeva in basso il tuorlo. Ma un giorno dalla fatica Terramond mor ì, il suo respiro diventò il vento la sua voce in tuono. L occhio sinistro in sole ? l occhio destro in luna e le sue braccia in montagna, le sue vene in sentieri e strade il suo sudore in pioggia e rugiada. I suoi capelli in fili d erba e le sue lentiggini in stelle colorate. Nacque cos ì la terre e il mondo prese il nome del gigante TERRAMOND

53

54 Remedia Giulia Il mito

55 Tanto tempo fa quando ancora gli uomini camminavano a quattro zampe, accadde una grande evoluzione. Poco tempo dopo, gli uomini avevano imparato a parlare. Quando parlavano, non riuscivano a guardarsi in faccia, cos ì si specializzarono in tante materie: medicina, tecnologia e matematica. Tutti gli uomini del popolo venivano chiamati scimmie ; queste scimmie erano divise in trib ù,nella quarta trib ù, cos ì chiamata, vi era la scimmia Carletta. Carletta andò dal dottore Giorgino specializzato in medicina e,le disse che, se voleva diventare diritta doveva usare un busto. Carletta non sapeva come fare, cos ì andò dall'amico Cagino specializzato in tecnologia, che le rispose che con il legno, un po' d'erba e rami spezzati, gli costruiva un busto, però doveva andare dalla nuova scimmia arrivata in citt à da poco, di nome Carlino specializzato in matematica. Voi vi chiederete perch è gli specializzati finiscono in ino, proprio perch è era tradizione, per ricordare i pesciolini, il plurale di pesciolino. Carletta andò da Carlino, si fece prendere le misure, che dettò al tecnologico Cagino che costru ì un busto assai resistente. Molti, ma molti anni dopo, Carletta riusciva a camminare con i piedi e riusciva a stare dritta, tutti fecero quello che aveva fatto Carletta, si raddrizzarono tutti. E' cos ì che abbiamo origine noi che camminiamo a due gambe.

56

57 Stefanini Elia La regione del ghiaccio e quella del fuoco

58 Un tempo l Olimpo si trovava nello spazio e la terra era divisa in tre parti: ghiaccio, fuoco e il regno dei Ciclopi. Il ghiaccio e il fuoco erano nemici e combattevano a fianco di Dei loro amici. Zeus il re degli Dei però non riusciva a concentrarsi un attimo perchè i popoli facevano troppo rumore allora lanciò due fulmini e poi tutto fu silenzioso,ma dopo pochi minuti ricominciarono a combattere. Allora dopo pochi giorni Zeus si spazientì e creò un ragazzo muscoloso alto e veloce che chiamò Giaguaro. Lo mandò sulla terra nell area dei ciclopi, partì veloce come la luce, schivò le spade e le lance e in un giorno fu dai Ciclopi, si nascose in una grotta per dormire. La mattina dopo andò nel loro villaggio e lo scoprirono subito, lo portarono dalla regina e scoprì che la regina era unumana come lui. Quella sera lui gli spiegò tutto, e le chiese se il suo popolo poteva combattere contro quello del fuoco e del ghiaccio. Lei accettò, portò il suo popolo nel campo di guerra e vinsero senza difficoltà. Insieme, i due ragazzi si sposarono, dando vita alla razza umana. Dopo qualche giorno di riflessione decisero insieme ai Ciclopi, che, solo loro, adoravano il buio e potevano vivere al centro della terra, così sparirono per sempre.

59

60 Grazie per aver guardato i nostri testi


Scaricare ppt "Aluigi Ilaria il sole e la pioggia Un tempo la regione dei ghiacci e quella del fuoco si scontrarono, la dea dei ghiacci Evra e quello del fuoco Asor."

Presentazioni simili


Annunci Google