La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il progetto ACI: Ma il tuo comune ha il fattore «A»? Consumare suolo o proteggere lambiente? www.albanesi.it La voce degli italiani moderni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il progetto ACI: Ma il tuo comune ha il fattore «A»? Consumare suolo o proteggere lambiente? www.albanesi.it La voce degli italiani moderni."— Transcript della presentazione:

1 Il progetto ACI: Ma il tuo comune ha il fattore «A»? Consumare suolo o proteggere lambiente? La voce degli italiani moderni

2 Consumo di suolo: che significa? Cosè il fattore di antropentropia? Il progetto ACI (Antropentropia Comuni Italiani). E il tuo comune come sta? Cosa fare per sfruttare il «fattore A» per proteggere lambiente e migliorare la qualità della vita? La voce degli italiani moderni Oggi parliamo di…..

3 Chi sono i protagonisti del progetto? Promotore e coordinatore del progetto ACI: Roberto Albanesi Direttore dal 2000 del sito ( visitatori unici, dato Google Analytics, gennaio 2013)www.albanesi.it Partecipanti: Antonio di Gennaro, Ingegnere ambientale, consulente di ARPA Lazio (Viterbo). Maria Grazia Albanesi, docente presso Dipartimento di Ingegneria Industriale e dellinformazione, Università di Pavia. I fan del sito e del social network diwww.albanesi.it Facebook https://www.facebook.com/RobertoAlbanesi

4 Il consumo di suolo: definizione La percentuale di territorio occupata da risorse e infrastrutture urbane come: abitazioni edifici o costruzioni di qualunque genere (luoghi di lavoro, scuole, ospedali ecc.) strade asfaltate ferrovie luoghi di agricoltura intensiva (serre, vivai)

5 Il consumo di suolo: come si misura? Unità di misura proposte : Densità geografica Frammentazione … Fattore di Antropentropia

6 Densità geografica? Italia: 202 ab./kmq Gran Bretagna: 259 ab./kmq eppure la Gran Bretagna è più verde dellItalia. Perché? Londra e sobborghi: 14 milioni di abitanti Roma e sobborghi: 4 milioni di abitanti LItalia è molto più frammentata!

7 Frammentazione del territorio Un uso scorretto della frammentazione

8 I limiti dello studio La media non è mai un buon indicatore (ricordiamo la storia del pollo di Trilussa!) Sono state considerate solo le grandi strade (penalizzati i Paesi che ne sono più ricchi)

9 Effetti della frammentazione

10 Perché non frammentare? Il decentramento distrugge lambiente Il decentramento è un costo molto alto per leconomia Nella prossima slide il numero indica il rapporto fra la popolazione urbana (città) e quella totale Quanto più si decentra e tanto più il Paese soffre economicamente

11 Il decentramento Belgio97Ecuador66 Gran Bretagna90Irlanda62 Danimarca87Grecia61 USA82Siria55 Canada80Cina44 Francia78Egitto43 Germania74Zimbabwe38 Svizzera74India30 Russia73Lesotho26 Italia68Afghanistan24 Nepal18

12 Antropentropia: definizioni La prima definizione: A = S * N ove S è larea antropizzata media e N il numero di persone La seconda definizione: Fattore Antropentropico FA = S A /s TOT ove S A è la superficie antropizzata e S TOT è la superficie del territorio considerato (es: comune)

13 Antropentropia: definizione adottata Una definizione più dettagliata: Fattore Antropentropico FA = AM / (S – AN) ove AM è larea morta, S è larea del territorio considerato (es. comune) e AN è larea neutra

14 Area morta e banda di antropizzazione La superficie morta è quella antropizzata ampliata di una banda di 50 m.

15 Area neutra Larea neutra esclude dal territorio zone particolari, sottraendone larea a quella del territorio interessato: Gli specchi d'acqua interni (laghi, lagune ecc.) di estensione superiore a 2 kmq I terreni situati a oltre m di quota.

16 Come si calcola lFA di un comune? Primo passo: trovare una descrizione utile del territorio, con informazioni relative alla geografia, agli insediamenti umani, ai confini amministrativi, allidrografia, ecc.. Occorrono cioè i geodati Esistono diversi banche dati utilizzate per raccogliere, conservare e aggiornare i geodati. Nel progetto ACI sono state utilizzati 8 banche dati diverse per il calcolo di FA. Esistono due tipi di geodati: quelli di tipo raster e quelli vettoriali. Entrambi descrivono qualche caratteristica dinteresse (per esempio laltimetria) ma per farlo usano un modello diverso di descrizione del territorio.

17 Geodati di tipo RASTER 1 m x 1 m A = 73 m 2 A = 71 m 2 2 m x 2 m A = 72 m 2 4 m x 4 m A = 80 m 2 Il raster è una griglia di celle di dimensioni regolari, ognuna delle quali rappresenta una porzione di territorio e può avere dimensioni diverse: 1 m 2, 1 ettaro, ecc… A seconda delle dimensioni della cella si può avere una descrizione più o meno precisa del territorio. La dimensione della cella ha quindi effetto sulla descrizione delle varie zone e sul calcolo dellarea.

18 Geodati di tipo vettoriale Dati vettoriali: mediante punti, linee e poligoni si descrive il territorio con informazioni relative alla posizione (cartografia) e al significato dei dati (fiumi, alberi, case, ecc…) A ciascun elemento è associato una riga (detta record) nella Tavola degli attributi, contenente informazioni (testo e numeri) organizzate in colonne (detti campi) Campi Pozzo33P Record IDXYprofTipo P1 P2 Piezom18P

19 Ricordiamo la formula….. AM S - AN FA= AM = Linsieme di aree NON liberamente fruibili per fini ricreativi (con buffer 50 m), zone ecologicamente morte interne ad AS AM AS = AS = aree teoricamente fruibili dall'uomo e dagli animali allinterno del dominio di riferimento S (confini amministrativi del comune) AN = aree neutre Altimetria > 3000 m sul livello del mare corpi idrici superficie. > 2 Km 2 AM, AS e AN sono stati calcolati a partire da geodati di provenienza diversa Come si calcola lFA di un comune?

20 I geodati utilizzati per il calcolo di FA Geodati utilizzati: COM, PRO, DTM, HYD, UDS, VIS. VIF, EDI AS geografico-amministrativo, per la def. dei limiti aggiornati di comuni (COM), province (PRO) e regioni altimetrico, per la selezione e lo stralcio delle aree a quota Z > 3000 m s.l.m (DTM) idrografico, per la selezione e lo stralcio delle aree occupate da corpi idrici superficiali > 2 km 2 (HYD) AM uso del suolo, secondo i dati Corine Land Cover (UDS) viabilità stradale (VIS) e ferroviaria (VIF), con spazi annessi edificato (EDI), da database topografici regionali

21 Geodati utilizzati – COM, PRO e DTM COM e PRO: contengono i confini amministrativi di tutti i comuni del territorio nazionale Fonte: Tipo di geodato: vettoriale Aggiornamento 2011 DTM: contengono i dati relativi allaltimetria Fonte: CGIAR (NASA e USGS) Tipo di geodato: raster (superfice raster: 90 m (30 m x USA); Aggiornamento 2000

22 Dati usati per HYD, VIS e VIF Aggiornamento.: 2003/2007 URL: Tipo: Vettoriale Fonte: Centro Interreg. Sistemi informatici e statistici Viabilità stradale: tratti (std. GDF-2), intersez., anagrafe… Composto dai seguenti livelli informativi: Viabilità ferroviaria: tratti, intersez., stazioni, anagrafe… Idrografia: elementi, nodi, specchi, linee di costa Ambiti amministrativi (OBS) Centri abitati (OBS)

23 Dati usati – Luso del suolo UDS La banca dati di uso (copertura) del suolo, di tipo vettoriale, precisa quali aree sono occupate da case, foreste, coltivazioni agricole, corpi idrici, ecc… è basato su interpretazione & integrazione di: fotografie aeree in alta risoluzione + dati rilevati da satellite Banche dati tematiche preesistenti (esempio quelle per uso agricolo) Alcuni dati importanti: UMM = Unità areale Minima Mappata, di solito in ettari scala nominale data alla quale risale la fotografia della situazione legenda = descrizioni dei possibili uso del suolo (categorie, livelli, classi)

24 Dati usati – Luso del suolo UDS COoRdination of INformation on the Environment Tutti i dataset sono caratterizzati da: UMM = 25 ha scala nominale = 1: legenda = 5 macrocategorie, 3 livelli, 44 voci Il progetto ACI utilizza i dati CORINE Land Cover (CLC) varato dal Consiglio CE per dotare gli stati UE di informazioni territoriali omogenee su stato ed evoluzione dellambiente, per fornire supporto allo sviluppo di politiche comuni, controllarne effetti, proporre correttivi Decisione 85/338/EEC (1985); successive realizzazioni: 1990, 31 paesi, basata su Landsat 5 e , 33 paesi, basata su Landsat 5 e , 38 paesi, basata su Landsat 5 e 7

25 Luso del suolo (UDS) delle Regioni REGIONEANNO Unità minima mappata [ha] Numero classi Scala LOMBARDIA 20070,16721: VENETO 20070,251731: EMILIA-ROMAGNA 20081,56831: PUGLIA 20070,25691:5.000 SARDEGNA 20080,50761: Prov. TRENTO 20000,50671: Prov. BOLZANO ,16331: LIGURIA 20100,50751: Luso del suolo del progetto Corine deve essere validato dalle regioni analizzano i geodati e li mettono a disposizione in formato «open», ovvero gratuito e fruibile da chi li voglia utilizzare. Solo le seguenti amministrazioni hanno reso disponibili i dati in formato open. Le chiamiamo regioni «virtuose»:

26 Sintesi dei risultati: lItalia intera FA Solo una parte della penisola è coperta dai geodati open ed è stato possibile calcolare lFA.

27 Le mappe in dettaglio FA Esempio di dettaglio di una zona geografica Ogni comune ha un FA. Esempio di Pavia (Lombardia) e dintorni:

28 Lombardia PRIMO: Livo (0.01) ULTIMO: Orio al Serio (1.0)

29 Veneto PRIMO: Vodo Cadore (0.02) ULTIMO: Noventa Padovana (0.88)

30 Emilia Romagna PRIMO: Collagna (0.08) ULTIMO: Cattolica (0.9)

31 Puglia PRIMO: San Marco in Lamis (0.13) ULTIMO: Aradeo (0.82)

32 Sintesi dei risultati: Sardegna PRIMO: Baunei (0.04) ULTIMO: Cagliari (0.78)

33 Trentino Alto Adige PRIMO: Daone(0.01) ULTIMO: Fiera di Primiero (1.0)

34 Conclusioni sui geodati Spaziale: risoluzione delle mappe, scala I limiti dello studio derivano più dalle caratteristiche dei geodati usati che dalla definizione di FA; sono di tipo: Temporale: data di acquisizione dei dati di base Ne consegue che i risultati devono essere considerati conservativamente, ovvero come valori-limite inferiori dei fattori FA dei comuni studiati Aggiornamento del calcolo (ex. Lombardia 2007/2009) Possibili sviluppi futuri dello studio sono: Estensione dello studio a nuove regioni (es. Toscana)

35 E se i geodati non sono «open» (disponibili)? Cosa si può fare per le zone bianche?? Si coinvolgono gli utenti del social network Viene realizzata una procedura per generare, a partire dalle mappe di Google Earth, una mappa con zone antropizzate e le zone neutre e calcolare FA.

36 Come si calcola lFA per i comuni non coperti dai geodati «open» Agli utenti del social network: E richiesto un modesto livello di competenze informatiche Si richiede di usare programmi e dati completamente gratuiti e facili da scaricare sul proprio PC (Google Earth maps e Gimp). Una volta generata la mappa, questa viene elaborata presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dellinformazione (Università di Pavia) con programmi di elaborazione di immagini al computer sviluppati ad hoc.

37 Cosa si riceve dagli utenti?

38 Elaborazione visuale Le mappe vengono elaborate da un programma che automaticamente allarga la zona antropizzata della banda di 50 metri e calcola il fattore FA

39 Alcuni FA calcolati ComuneSuperficie (kmq)Area neutraFA Scarperia Erice Verbania Pomigliano d'Arco Praia a Mare

40 Vantaggi e svantaggi Lati negativi: La precisione e la conoscenza del territorio variano da mappa a mappa Si basa sulla collaborazione degli utenti Lati positivi: Aumenta la consapevolezza del territorio da parte del cittadino Reagisce più in fretta alle modifiche del territorio La procedura di calcolo di AF può essere usata in uno scenario «Che accade se?»

41 Come si può usare lFA? Per caratterizzare in modo oggettivo e scientifico la situazione attuale e far prendere coscienza del problema a cittadini e amministrazioni. Per guidare le amministrazioni nella pianificazione di futuri insediamenti urbani e nuovi utilizzi «antropizzati» del suolo Per i comuni che non hanno lFA? Coinvolgere i cittadini nel progetto del social network (diventa protagonista nella difesa dellambiente!)

42 Scenario «cosa accade se?» in seguito a al progetto di un nuovo insediamento Situazione «prima» (linea verde) Situazione «dopo» (linea gialla) Per uno sviluppo sostenibile occorre che la distanza tra le due linee sia tale da non permettere di raggiungere il limite di massimo sfruttamento del suolo (0.5, linea rossa) compatibile con una buona qualità della vita in meno di cento anni.

43 DISCUSSIONE La voce degli italiani moderni


Scaricare ppt "Il progetto ACI: Ma il tuo comune ha il fattore «A»? Consumare suolo o proteggere lambiente? www.albanesi.it La voce degli italiani moderni."

Presentazioni simili


Annunci Google