La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LOSSERVATORE METEO. REGISTRARE LA TEMPERATURA TEMPERATURA UMIDITA RELATIVA REGISTRA CON CONTINUITA SU CARTINA LANDAMENTO DELLA TEMPERATURA E UMIDITA RELATIVA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LOSSERVATORE METEO. REGISTRARE LA TEMPERATURA TEMPERATURA UMIDITA RELATIVA REGISTRA CON CONTINUITA SU CARTINA LANDAMENTO DELLA TEMPERATURA E UMIDITA RELATIVA."— Transcript della presentazione:

1 LOSSERVATORE METEO

2 REGISTRARE LA TEMPERATURA TEMPERATURA UMIDITA RELATIVA REGISTRA CON CONTINUITA SU CARTINA LANDAMENTO DELLA TEMPERATURA E UMIDITA RELATIVA TERMOIGROGRAFO Escursione di 60°C Escursione da 10 a 100%

3 TERMOIGROGRAFO ELEMENTO SENSIBILE ALLUMIDITA RELATIVA ELEMENTO SENSIBILE ALLA TEMPERATURA TUBO DI BOURDON FASCIO DI CAPELLI

4 IL TERMOIGROGRAFO La cartina di registrazione è un foglio rettangolare che va avvolto sul tamburo di registrazione. Suddiviso in due zone, parte superiore destinata allandamento dellumidità relativa, la parte inferiore è destinata allandamento della temperatura La cartina è impiegata per la registrazione settimanale e si sostituisce ogni lunedì mattina alle ore 0900/Z Dalle ore 0900/Z di lunedì alle ore 0900/Z del lunedì successivo

5 RILEVARE LUMIDITARELATIVA MINIMA E MASSIMA Umidità min 50% Umidità Max 100%

6 RILEVARE LA TEMPERATURA MINIMA E MASSIMA +10°C Temperatura max °C alle ore 1250/Z Temperatura min °C alle ore 2220/Z 0000/Z 1200/Z

7 LUTILITA DEL TERMOIGROGRAFO 1. RILEVA I VALORI ESTREMI DI UMIDITA RELATIVA E DI TEMPERATURA IN UN DETERMINATO PERIODO, QUINDI: CI PERMETTE DI TRASCRIVERE SUL MODELLO MET S 201. CI PERMETTE DI TRASCRIVERE ED TRASMETTERE CON IL MESSAGGIO SYREP.

8 INFORMAZIONI UTILI DAL TERMOIGROGRAFO ALLE ORE 0600/Z SI DEVE OSSERVARE LA TEMPERATURA MAX NELLE ULTIME 24 ORE. ALLE ORE 1800/Z SI DEVE OSSERVARE LA TEMPERATURA MIN NELLE ULTIME 24 ORE. SI TRASCRIVE, MA NON SI TRASMETTE, IN UN RIQUADRO NELLA COLONNA DI 0000/Z SI TRASCRIVE, MA NON SI TRASMETTE, IN UN RIQUADRO NELLA COLONNA DI 0000/Z

9 PICCOLE CORREZIONI ALLO STRUMENTO AGENDO SUL POMELLO A TESTA ZIGRINATA CHE E MONTATO SULLESTREMO MOBILE DEL TUBO DI BOURDON; IL POMELLO E BLOCCATO, PER SICUREZZA DA UNA VITE A TESTA QUADRA. IL CONFRONTO VIENE FATTO CON LO STRUMENTO DI RIFERIMENTO CIOE CON IL TERMOMETRO ASCIUTTO DELLO PSICROMETRO. PER LA TEMPERATURA:

10 PICCOLE CORREZIONI ALLO STRUMENTO AGENDO SULLA VITE A TESTA QUADRA CHE E MONTATA SU UN ESTREMO FISSO DEL FASCIO DI CAPELLI. IL CONFRONTO VIENE FATTO CON LO STRUMENTO DI RIFERIMENTO CIOE CON LO PSICROMETRO NEL SUO COMPLESSO. PER LUMIDITA RELATIVA:

11 PRESSIONE ATMOSFERICA LINVOLUCRO ATMOSFERICO ESERCITA SULLA SUPERFICIE TERRESTRE E SUI CORPI IMMERSI NELLINVOLURCO STESSO UNA PRESSIONE, DEFINITA PRESSIONE ATMOSFERICA

12 GLI STRUMENTI LA PRESSIONE ATMOSFERICA VIENE MISURATA CON BAROMETRI A MERCURIO BAROMETRI ANEROIDI

13 BAROMETRO A MERCURIO POZZETTO FISSO TERMOMETRO ANNESSO CANNA DI VETRO ALTA 100 CM. NONIO POSIZIONE VERTICALE

14 RILEVAMENTO DELLA PRESSIONE 1^ OPERAZIONE: LETTURA DELLA TEMPERATURA DEL TERMOMETRO ANNESSO AL BAROMETRO. TALE OPERAZIONE EVITA CHE IL CALORE IRRAGGIATO DAL CORPO DELLOSSERVATORE POSSA ALTERARE LINDICAZIONE DEL TERMOMETRO. Termometro annesso

15 RILEVAMENTO DELLA PRESSIONE 2^ OPERAZIONE: LEGGERI COLPI, CON UN DITO, SULLA CANNA DI VETRO. TALE OPERAZIONE SERVE PER LASSESTAMENTO DEL MERCURIO.

16 RILEVAMENTO DELLA PRESSIONE 3^ OPERAZIONE: SI DEVE DISPORRE IN MODO TALE DA GUARDARE PERPENDICOLARMENTE LA SCALA SCALA GRADUATA IN hPa SCALA GRADUATA IN MILLIMETRI TALE OPERAZIONE SERVE AFFINCHÉ IL RAGGIO VISUALE SIA TANGENTE ALLESTREMITA SUPERIORE DEL MENISCO.

17 TANGENTE ALLESTREMITA SUPERIORE DEL MENISCO SI NO

18 RILEVAMENTO DELLA PRESSIONE 4^ OPERAZIONE: PORTARE LA BASE INFERIORE DEL NONIO A LAMBIRE LESTREMITA SUPERIORE DEL MENISCO. QUINDI SI EFFETTUA LA LETTURA DELLA COLONNA BAROMETRICA.

19 LUSO DEL NONIO SE LO ZERO DEL NONIO COINCIDE CON UNA DIVISIONE DELLA SCALA IL VALORE DELLA LETTURA SI DEDUCE SULLA SCALA IN CORRISPONDENZA DELLO ZERO DEL NONIO. IL VALORE DELLA LETTURA SI ESPRIME IN hPa O IN mm INTERI LA LETTURA E: hPa

20 LUSO DEL NONIO LA LETTURA E: mm SE INVECE E UNA ALTRA DIVISIONE DEL NONIO CHE COINCIDE CON UNA DIVISIONE DELLA SCALA, IL VALORE DELLA LETTURA E DATO, PER GLI INTERI, DALLA DIVISIONE DELLA SCALA POSTA IMMEDIATAMENTE AL DI SOTTO DELLO ZERO DEL NONIO E, PER I DECIMALI, DALLA DIVISIONE DEL NONIO CHE COINCIDE CON UNA QUALSIASI DELLA SCALA.

21 LE QUALITA DEL NONIO 1. COSTITUITO DA UNA FACCIA ANTERIORE E DA UNA POSTERIORE CONSENTE DI EVITARE LERRORE DI PARALLASSE. 2. SERVE PER MEGLIO INDIVIDUARE LA POSIZIONE DEL MENISCO DEL MERCURIO NELLA CANNA; 3. SERVE PER VALUTARE LE FRAZIONI DELLE UNITA INCISE SULLA SCALA BAROMETRICA;

22 CORREZIONI BAROMETRICHE SE SI CONSIDERA CHE: SE SI CONSIDERA CHE: AL VARIARE DELLA TEMPERATURA VARIA LA MASSA VOLUMICA DEL MERCURIO; IL VALORE DI g (accelerazione di gravita)VARIA CON ALTITUDINE E LATITUDINE; PER OTTENERE DEI DATI DI PRESSIONI CONFRONTABILI, BISOGNA APPORTARE ALLE LETTURE BAROMETRICHE LE DOVUTE CORREZIONI. PER OTTENERE DEI DATI DI PRESSIONI CONFRONTABILI, BISOGNA APPORTARE ALLE LETTURE BAROMETRICHE LE DOVUTE CORREZIONI.

23 LE CORREZIONI ALLA LETTURA DELLA COLONNA BAROMETRICA BISOGNA: 1. APPORTARE EVENTUALE CORREZIONE STRUMENTALE DEL BAROMETRO; 2. APPORTARE LA CORREZIONE GRAVIMETRICA 3. RIDURRE ALLA TEMPERATURA DI 0°C;

24 CORREZIONE FISSA TOTALE PER CORREZIONE FISSA SI INTENTE LA SOMMA ALGEBRICA DI: 1. CORREZIONE PER ERRORE STRUMENTALE; 2. CORREZIONE GRAVIMETRICA PER I. LA LATITUDINE DEL LUOGO II. LALTITUDINE DEL POZZETTO SUL LIVELLO DEL MARE

25 CORREZIONE FISSA TOTALE LA CORREZIONE FISSA TOTALE VIENE RIPORTATA SUL MODELLO DECADALE MET S 201, E TRASCRITTA NEL RIGO IDENTIFICATO CON LA SIGLA cf -0.52

26 CORREZIONE STRUMENTALE LERRORE STRUMENTALE E DOVUTA AD IMPERFEZIONI DI COSTRUZIONE. LA CORREZIONE DERIVANTE DA TALE ERRORE PUO ESSERE POSITIVA O NEGATIVA

27 CORREZIONI GRAVIMETRICHE LA CORREZIONE GRAVIMETRICA COMPLESSIVA SARA LA SOMMA DI DUE CORREZIONI: 1. ALTITUDINE DEL POZZETTO SUL LIVELLO DEL MARE 2. LATITUDINE DEL LUOGO CONTINUA

28 … PER ALTITUDINE PER OGNI ALTITUDINE DIVERSA DA ZERO METRI, LACCELERAZIONE DI GRAVITA E MINORE DI QUELLA CHE SI AVREBBE AL SOTTOSTANTE LIVELLO DEL MARE. g

29 … PER ALTITUDINE ALLORA LA STESSA PRESSIONE ATMOSFERICA E EQUILIBRATA DA UNA COLONNA DI MERCURIO PIU ALTA, IL MERCURIO PESA MENO, E LOPERAZIONE DI CORREZIONE COMPORTA UNA RIDUZIONE DELLALTEZZA DELLA COLONNA, QUINDI UN TERMINE CORRETTIVO NEGATIVO.

30 … PER LATITUDINE gg c g c =980,665 cm/s 2 raggio medio equatore Polo Nord a=45°3240 a I LUOGHI SITUATI TRA LEQUATORE E IL PARALLELO 45°3240, IL VALORE DELLA GRAVITA E MINORE DI QUELLO CONVENUTO. QUINDI SI USERA IL TERMINE CORRETTIVO NEGATIVO I LUOGHI SITUATI TRA IL POLO NORD ED IL PARALLELO 45°3240 IL VALORE DELLACCELE- RAZIONE DI GRAVITA E SUPERIORE A QUELLO DI RIFERIMENTO, PIU VICINO AL CENRO DELLA TERRA. QUINDI SI USERA IL TERMINE POSITIVO

31 LE CORREZIONI GRAVIMETRICHE APPORTATE PRESSO LAEROPORTO MILITARE DI GIOIA DEL COLLE - LIBV

32

33 CORREZIONE TERMICA DOPO LA CORREZIONE STRUMENTALE DOPO LA CORREZIONE GRAVIMETRICA OCCORRE APPORTARE LA CORREZIONE TERMICA SI DEVE DETERMINARE IL VALORE DELLA LETTURA CHE SI AVREBBE SE LA TEMPERATURA FOSSE DI 0°C.

34 CORREZIONE TERMICA TRAMITE IL MANUALE TECNICO E POSSIBILE APPORTARE LE CORREZIONI TERMICHE ALLE LETTURE BAROMETRICHE PER RIDURLE ALLA TEMPERATURA DI 0°C.

35 CORREZIONE TERMICA -3,63 IN FUNZIONE DELLA TEMPERATURA DEL TERMOMETRO ANNESSO AL BAROMETRO E DELLALTEZZA BAROMETRICA SI RICAVA CON LE DOVUTE INTERPOLAZIONI IL VALORE DELLA CORREZIONE DA APPORTARE.

36 RIDUZIONE DELLA PRESSIONE AL LIVELLO DEL MARE E LOPERAZIONE CHE CONSISTE NEL PASSARE DALLA PRESSIONE RILEVATA STRUMENTALMENTE IN UN CERTO LUOGO A QUELLA CHE NELLO STESSO ISTANTE SI AVREBBE AL LIVELLO DEL MARE SULLA STESSA VETICALE DEL LUOGO.

37 RIDUZIONE DELLA PRESSIONE AL LIVELLO DEL MARE LA RIDUZIONE DELLA PRESSIONE AL LIVELLO DEL MARE NON RICHIEDE LAPPLICAZIONE DI NESSUNA FORMULA, MA LUSO DI TABELLE.

38 RIDUZIONE DELLA PRESSIONE AL LIVELLO DEL MARE +41,66

39 BAROMETRO ANEROIDE

40 STRUMENTO CHE PERMETTE UNA IMMEDIATA VERIFICA DELLA CORRETTA LETTURA BAROMETRICA E REGISTRA LA TENDENZA BAROMETRICA DA TRASCRIVERE E TRASMETTERE CON IL GRUPPO IDENTIFICATO DALLA CIFRA 5 DEL SYNOP.

41 BAROMETRO ANEROIDE TENDENZA BAROMETRICA PERIODO DI 3 ORE 0300/Z 0600/Z

42 IL BAROGRAFO La cartina di registrazione è un foglio rettangolare che va avvolto sul tamburo di registrazione. La cartina è impiegata per la registrazione settimanale e si sostituisce ogni lunedì mattina alle ore 0900/Z Dalle ore 0900/Z di lunedì alle ore 0900/Z del lunedì successivo

43 LE NUBI

44 Tipi di nuvole Sono più di 100 i tipi di nuvole che attraversano i nostri cieli ridistribuendo le riserve di acqua tra le regioni del pianeta, sotto forma di vapore acqueo. I criteri che permettono una prima classificazione si basano sulla forma e sull'altezza rispetto al suolo.

45 LOSSERVAZIONE DELLE NUBI Le nubi vengono generalmente classificate, a seconda dell'ALTITUDINE, in quattro famiglie principali: nubi alte, nubi medie, nubi basse e nubi a sviluppo verticale. Le quattro famiglie vengono ulteriormente suddivise, in base alla forma delle nubi, in generi, specie e varietà, a seconda dell'aspetto e del processo che conduce alla loro formazione. Si possono distinguere oltre cento tipi differenti di nubi. Qui si descriveranno solo le quattro famiglie primarie e i generi più importanti.

46 Sono costituite da particelle di ghiaccio e si trovano alla quota media di 6 km al di sopra della superficie terrestre. La famiglia comprende tre generi principali: cirri cirrostrati cirrocumuli. NUBI ALTE

47 CIRRI, CIRRO( STRATI/CUMULI) I cirri sono isolati, con aspetto di piume o merletti disposti in bande. I cirrostrati appaiono come sottili veli biancastri; talvolta presentano una struttura fibrosa e, quando sono interposti fra un osservatore e la Luna o il Sole, causano il fenomeno degli aloni. I cirrocumuli sono nubi in banchi sottili, trasparenti e biancastri, con struttura granulosa e disposti in gruppi o in file.

48 Sono costituite da acqua liquida e si trovano ad altitudini comprese fra i 2 e i 6 km. La famiglia comprende i due generi principali: altostrati altocumuli NUBI MEDIE

49 ALTOSTRATI e ALTOCUMULI Gli altostrati appaiono come spessi strati di colore grigio o bluastro, attraverso i quali il Sole o la Luna possono essere visti solo confusamente, come attraverso un vetro coperto da brina. Gli altocumuli hanno invece l'aspetto di masse rotondeggianti, biancastre o grigie, talvolta simili a batuffoli di cotone; quando sono particolarmente fitte, danno luogo al cosiddetto "cielo a pecorelle".

50 Costituite da acqua liquida, si trovano di norma ad altitudini inferiori ai 1500 m. In questo gruppo sono comprese tre forme principali: stratocumuli nembostrati strati NUBI BASSE

51 STRATOCUMULI, NEMBOSTRATI E STRATI Gli stratocumuli consistono in grosse masse arrotondate, di colore grigio e di aspetto soffice, che spesso coprono tutto il cielo, lasciando solo pochi squarci di azzurro. I nembostrati sono spessi, scuri e privi di forma ben definita: sono le tipiche nubi da precipitazione, che danno quasi sempre origine a pioggia o neve. Gli strati sono distese grigie di spessore variabile che possono dar luogo a pioggia sottile o a nevischio.

52 Si sviluppano nello strato di atmosfera compreso tra i 1500 m e i m. In questo gruppo sono comprese le due forme principali: cumuli cumulonembi. Nubi a sviluppo verticale

53 CUMULI E CUMULONEMBI. I cumuli, a forma di cupola o torre, appaiono per lo più nella seconda parte della giornata, quando il riscaldamento del Sole produce forti correnti ascensionali. Tali nubi hanno di solito basi appiattite e sommità arrotondate, a cavolfiore. I cumulonembi sono scuri, dall'aspetto pesante, e si ergono come montagne, spesso sormontate da un falso cirro a forma di incudine, costituito da cristalli di ghiaccio. Si tratta di nubi temporalesche, che portano generalmente intensi e improvvisi acquazzoni.


Scaricare ppt "LOSSERVATORE METEO. REGISTRARE LA TEMPERATURA TEMPERATURA UMIDITA RELATIVA REGISTRA CON CONTINUITA SU CARTINA LANDAMENTO DELLA TEMPERATURA E UMIDITA RELATIVA."

Presentazioni simili


Annunci Google