La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ECO percezione suono orecchio umano Opportuno schermo completo-cliccare se serve.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ECO percezione suono orecchio umano Opportuno schermo completo-cliccare se serve."— Transcript della presentazione:

1 ECO percezione suono orecchio umano Opportuno schermo completo-cliccare se serve

2 Eco sonoro Si conosce che la velocità media del suono nellaria in condizioni normali è 340 metri/secondo Il nostro orecchio riesce a distinguere come separate due sillabe purchè lintervallo tra le due sia di almeno 0.1 secondi Ostacolo che riflette londa sonora emessa da una sorgente che si trova a 17 m di distanza insieme a osservatore Sorgente-osservatore Londa percorre la distanza andata-ritorno in t=spazio/velocità =34 m/340 m/s=0.1 secondi tempo sufficiente per permettere di distinguere tra suono emesso e suono riflesso

3 Eco sonoro Si conosce che la velocità media del suono nellaria in condizioni normali è 340 metri/secondo Il nostro orecchio riesce a distinguere come separate due sillabe purchè lintervallo tra le due sia di almeno 0.1 secondi Ostacolo che riflette londa sonora emessa da una sorgente che si trova a 10 m di distanza insieme a osservatore Sorgente-osservatore Londa percorre la distanza andata-ritorno in t=spazio/velocità =20 m/340 m/s=0.05 secondi tempo insufficiente per permettere di distinguere tra suono emesso e suono riflesso

4 Eco sonoro Si conosce che la velocità media del suono nellaria in condizioni normali è 340 metri/secondo Il nostro orecchio riesce a distinguere come separate due sillabe purchè lintervallo tra le due sia di almeno 0.1 secondi Ostacolo che riflette londa sonora emessa da una sorgente che si trova a 34 m di distanza insieme a osservatore Sorgente-osservatore Londa percorre la distanza andata-ritorno in t=spazio/velocità =68 m/340 m/s=0.2 secondi tempo sufficiente per permettere di distinguere tra suono emesso e suono riflesso

5 Eco sonoro Si conosce che la velocità media del suono nellaria in condizioni normali è 340 metri/secondo Il nostro orecchio riesce a distinguere come separate due sillabe purchè lintervallo tra le due sia di almeno 0.1 secondi Ostacolo che riflette londa sonora emessa da una sorgente che si trova a 340 m di distanza insieme a osservatore Sorgente-osservatore Londa percorre la distanza andata-ritorno in t=spazio/velocità =680 m/340 m/s=2 secondi tempo sufficiente per permettere di distinguere tra suono emesso e suono riflesso

6 Eco sonoro Ostacolo che riflette londa sonora emessa da una sorgente che si trova a 340 m di distanza insieme a osservatore Sorgente-osservatore ciao La parola emessa viene sentita subito dal soggetto che la pronuncia e risentita come eco riflessa perché il tempo tra suono diretto sentito e quello riflesso varia di 2 secondi (680m/340m/s)=2 secondi

7 Eco sonoro Ostacolo che riflette londa sonora emessa da una sorgente che si trova a 680 m di distanza insieme a osservatore Sorgente-osservatore ciao La parola emessa viene sentita subito dal soggetto che la pronuncia e risentita come eco riflessa perché il tempo tra suono diretto sentito e quello riflesso varia di 4 secondi (1360m/340m/s)=4 secondi

8 Eco sonoro Ostacolo che riflette londa sonora emessa da una sorgente che si trova a 10 m di distanza insieme a osservatore Sorgente-osservatore ciao La parola emessa viene sentita subito dal soggetto che la pronuncia e confusa con riflessa perché il tempo tra suono diretto sentito e quello riflesso varia di 0.05 secondi (20m/340m/s)=0.05 secondi

9 Il timpano dellorecchio,colpito da onda acustica,entra in vibrazione solo se la intensità (ampiezza) dellenergia connessa alla onda e la frequenza (altezza) rientrano nei limiti compatibili con la elasticità e caratteristiche della membrana timpanica onde troppo poco intense o con frequenza troppo bassa o troppo elevata non sono percepite (frequenze percebili 16/sec – /sec) Intensità elevata ma bassa frequenza:non percepita Intensità e frequenza adeguate:percepita Frequenza adeguata ma bassa intensità:non percepita

10 Se londa acustica giunge in tempi diversi al timpano delle due orecchie possiamo individuare la direzione di provenienza Proviene da destra Proviene da sinistra Proviene da lato fronte o nuca

11 Se due onde di uguale ampiezza e frequenza colpiscono contemporaneamente una membrana da lati opposti, la membrana non entra in vibrazione:interferenza distruttiva Se due onde di uguale frequenza e diversa ampiezza colpiscono contemporaneamente una membrana da lati opposti, la membrana entra in vibrazione:interferenza positiva

12 Due onde con stessa ampiezza e diversa frequenza possono interferire originando fenomeno di battimento:aumento e riduzione di intensità percepita dallosservatore

13 Radar e determinazione distanza-forma ostacoli Stazione radar emittente e ricevente Un fascio di onde viene emesso dalla sorgente:se incontra un ostacolo viene riflesso e permette la determinazione(forma-distanza) del corpo colpito distanza =velocità*tempo/2

14 Quando in una nuvola si verifica una scarica elettrica (fulmine)accompagnata da onde acustiche(tuono) allosservatore giunge il bagliore del lampo di luce e con un certo ritardo (variabile con la distanza della nuvola) anche il rumore del tuono:possibile calcolare la distanza distanza = velocità del suono*tempo tra lampo e tuono

15

16

17

18 Orecchio umano schematico per descrivere la percezione del suono da parte del cervello Orecchio esterno con padiglione auricolare e canale acustico: raccoglie e convoglia le onde sonore sulla membrana timpanica Rocca petrosa temporale Onde Orecchio medio:cavità delimitata da membrana timpanica, membrana della finestra ovale e della finestra rotonda.tromba di eustachio, catena ossicini: martello,incudine,staffa:amplifica e trasmette oscillazione da timpano a membrana della finestra ovale Tromba eustachio

19 Orecchio interno:labirinto osseo Labirinto osseo:comprende vestibolo,3 canali semicircolari;chiocciola contiene liquido:perilinfa 3 canali semicircolari vestibolo Finestra ovale con membrana Finestra rotonda con membrana Rampa vestibolare Rampa timpanica perilinfa Rocca petrosa chiocciola

20 vestibolo Rampa vestibolare Rampa timpanica perilinfa Rocca petrosa chiocciola vestibolo perilinfa Rocca petrosa La chiocciola membranosa presenta : membrana di reissner (la separa da rampa vestibolare membrana basilare(la separa da rampa timpanica) membrana tectoria che ricopre ciglia di cellule acustiche che poggiano sulla membrana basilare Membrana di reissner Membrana basilare reissner basilare tectoria Nervo cocleare Labirinto membranoso-coclea

21 vestibolo perilinfa Rocca petrosa Londa sonora colpisce il timpano:viene amplificata e trasmessa mediante la catena dei tre ossicini alla membrana della finestra ovale e da questa alla perilinfa (incomprimibile) e attraverso la rampa vestibolare e timpanica alla membrana della finestra rotonda:oscillazione completa Parte della pressione della perilinfa viene impressa alla membrana di reissner che la trasferisce alla endolinfa(incomprimibile) e quindi alla membrana basilare e alla perilinfa della rampa timpanica facendo oscillare la basilare

22 cervello Nervo acustico Canale acustico Padiglione auricolare timpano Martello incudine staffa Finestra ovale con membrana Finestra rotonda con membrana Labirinto osseo con perilinfa Labirinto membranoso con chiocciola e cellule acustiche ed endolinfa Onda provoca vibrazione del timpano;viene amplificata dalla catena degli ossicini e trasmessa alla membrana ovale:comprime perilinfa,endolinfa,produce oscillazione finestra rotonda e membrana basilare della coclea:impulso al nervo e con questo invio al cervello che percepisce larrivo del suono

23 cervello Nervo acustico Canale acustico Padiglione auricolare timpano Martello incudine staffa Finestra ovale con membrana Finestra rotonda con membrana Labirinto osseo con perilinfa Labirinto membranoso con chiocciola e cellule acustiche ed endolinfa Membrana tectoria forata Membrana basilare con cellule acustiche cigliate Nervo cocleare

24 Londa sonora provoca la oscillazione del timpano:la oscillazione viene amplificata dalla catena dei tre ossicini e tramessa alla membrana della finestra ovale:la oscillazione della membrana provoca la oscillazione della perilinfa che riempie le cavita del labirinto osseo e viene trasmessa alla membrana della finestra rotonda:ma la oscillazione della perilinfa produce anche una pressione sulla endolinfa contenuta nel labirinto membranoso agendo sulla membrana vestibolare:viene tramessa alla membrana basilare che entra in oscillazione,trasferendo la pressione alla perilinfa della rampa timpanica:le cellule acustiche cicliate che sono sulla basilare interagiscono(contatto) con la membrana tectoria:nasce un impulso elettrico che viene inviato al cervello mediante il nervo cocleare Labirinto osseo con perilinfa: incomprimibile oscillazione membrana ovale trasmessa a membrana rotonda Oscillazione da ossicini


Scaricare ppt "ECO percezione suono orecchio umano Opportuno schermo completo-cliccare se serve."

Presentazioni simili


Annunci Google