La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Come funziona una Banca del Tempo? O Primi passi da fare per aprire uno sportelloTempo O Formazione O Quotidianità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Come funziona una Banca del Tempo? O Primi passi da fare per aprire uno sportelloTempo O Formazione O Quotidianità"— Transcript della presentazione:

1 Come funziona una Banca del Tempo? O Primi passi da fare per aprire uno sportelloTempo O Formazione O Quotidianità

2

3 Fasi per lapertura di una banca del tempo O Prima fase : individuazione del gruppo promotore, valutazione di fattibilità del progetto O Seconda fase : progettazione e formazione degli operatori O Terza fase : promozione delliniziativa O Quarta fase : inaugurazione dello sportello O Quinta fase : apertura dello sportello

4 Prima Fase O Formazione di un gruppo motivato che individueràil coordinatore O Scelta della natura giuridica dellassociazione, del nome, del logo, del coordinatore

5 Formazione La formazione come processo di costruzione dellidentità del modello di sviluppo delle banche del tempo Unorganizzazione non può nascere, svilupparsi, crescere senza la consapevolezza di se

6 Fase della discussione Gruppo promotore Ultime precisazione sullo statuto dellAssociazione Nazionale

7 Seconda fase: progettazione Serve ad individuare i bisogni e a progettare le iniziative: ricerca di una sede anche provvisoria e di un eventuale sponsor O Progettazione: La mappa sociale del territorio è lambito in cui lavora la bdt. O Presentazione agli amministratori del progetto O Sinergia con le amministrazioni O Il coordinatore in questa fase programmerà gli incontri. I primi iscritti allo sportello saranno proprio gli operatori e il coordinatore che avranno subito un credito nella banca O Sin dai primi vagiti la banca del tempo si fonda sullo scambio di tempo

8 Terza fase: promozione delliniziativa E indispensabile una capillare attività di informazione dei cittadini in merito alle finalità e al funzionamento della banca del tempo O La banca del tempo deve attingere la sua forza dalla capacità di sviluppare la rete di relazioni. O La sua presenza è un arricchimento e unopportunità per i cittadini

9 Quarta fase: inaugurazione dello sportello La festa dinaugurazione dello sportello deve essere organizzata con cura, assicurandosi anche lintervento attivo di rappresentanti delle istituzioni O Linaugurazione deve rappresentare un evento significativo per il territorio.

10 Ci siamo giugno 2007 Alì Terme(ME) Nasce lAssociazione Nazionale Banche del Tempo

11 Quinta fase: apertura dello sportello Strumenti operativi O telefono, fax, segreteria telefonica (con inciso il messaggio che comunica gli orari di apertura), computer. O materiale cartaceo :schede di iscrizione, assegni, tessere per correntisti e per coordinatori ed operatori con foto, regolamento del coordinamento e di sportello, schede per i monitoraggi, schede personali del correntista, schede per la registrazione degli scambi, software, diario di bordo O La fase di avvio dellattività è particolarmente delicata, perché si tratta di sperimentare la coesione del gruppo, la comunicazione, lorganizzazione.

12 Funzionamento dello sportello: operazioni giornaliere O Leggere il diario di bordo e la posta elettronica O.Ascoltare la segreteria telefonica, richiamare le persone che hanno lasciato un messaggio, annotare le comunicazioni nel diario di bordo. O Fare una lista delle attività O Attivare gli scambi O Aggiornare gli scambi In questa fase è importante un colloquio continuo tra gli operatori e che gestiscono lo sportello..

13 Colloquio Il colloquio tra loperatore della Banca del Tempo e il cittadino che chiede informazioni, deve essere allimpronta di un rapporto amichevole e non burocratico. Il primo approccio è caratterizzato dallaccoglienza della persona in un luogo che contribuisca a facilitare la comunicazione e lo scambio di informazione

14 Iscrizione dei correntisti-soci O Loperatore farà liscrizione, dopo il colloquio e laccettazione da parte del correntista del regolamento, compilando la scheda con i dati personali e registrando il dare e lavere O Si consegneranno: la tessera di iscrizione con il numero del c/c, il libretto degli assegni, il regolamento firmato e/o lo statuto, il foglio della privacy da firmare, eventuale elenco delle attività. Non bisogna avere fretta di iscrivere la persona ma ladesione sarà una scelta consapevole del socio- correntista

15 Il primo incontro Il primo scambio tra persone che non si conoscono avviene in sede Alla fine di ogni scambio viene consegnato lassegno –tempo come «pagamento» della prestazione

16 Registrazione degli scambi effettuati O La registrazione degli scambi avverrà scrivendo sul c.c. dei correntisti il credito o il debito O. Il controllo delle presenze viene effettuato ad ogni incontro registrando sulla scheda di scambio di gruppo, il giorno, le ore effettuate, le presenze dei correntisti e i loro assegni. Inviare regolarmente ogni tre-quattro mesi il saldo

17

18 Registrazione degli scambi effettuati O La registrazione degli scambi avverrà scrivendo sul c.c. dei correntisti il credito o il debito O. Il controllo delle presenze viene effettuato ad ogni incontro registrando sulla scheda di scambio di gruppo, il giorno, le ore effettuate, le presenze dei correntisti e i loro assegni.

19

20

21 Suggerimenti Teniamoci in contatto O È buona prassi e per le relazioni e per sollecitare la cittadinanza attiva tenere sempre i contatti telefonici con i nostri correntisti. Chi fa il colloquio diventa un punto di riferimento, O Ricordiamoci che il nostro non è un ruolo burocratico ma un impegno nel sociale e quello che facciamo avrà rilevanza nel territorio. O La cittadinanza attiva che vogliamo sollecitare è un modo di pensare e agire, non è semplice! O Buon lavoro


Scaricare ppt "Come funziona una Banca del Tempo? O Primi passi da fare per aprire uno sportelloTempo O Formazione O Quotidianità"

Presentazioni simili


Annunci Google