La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri."— Transcript della presentazione:

1 1 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA: una piattaforma per imparare Stefano Penge – Giorgio Tartara

2 2 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA Come cresce un Ambiente Digitale per l'Apprendimento Open Source Maurizio Graffio Mazzoneschi Stefano Penge

3 3 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Libertà 0, o libertà fondamentale: la libertà di eseguire il programma per qualunque scopo, senza vincoli sul suo utilizzo. Libertà 1: la libertà di studiare il funzionamento del programma, e di adattarlo alle proprie esigenze. Libertà 2: la libertà di redistribuire copie del programma. Libertà 3: la libertà di migliorare il programma, e di distribuirne i miglioramenti.

4 4 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA vuol dire Ambiente Digitale per l'Apprendimento. E' un software tutto italiano, progettato e realizzato da Lynx, specializzata in software e sistemi per la formazione. E' nuovo e fortemente innovativo: consente un apprendimento pratico, orientato ai bisogni di chi apprende, collaborativo.

5 5 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Una piattaforma pensata per l'apprendimento collaborativo non può che seguire un processo di sviluppo aperto e collaborativo anch'esso. Distribuire ADA in licenza open source significa creare un circolo virtuoso che consenta agli enti di formazione di utilizzarla velocemente, e di sviluppare moduli per ADA che sono frutto dell'esperienza didattica acquisita. La piattaforma stessa si arricchisce di moduli e funzionalità che sono progettati dagli stessi utilizzatori del sistema.

6 6 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Gli strumenti fortemente interattivi dell'elearning portano con sé l'opportunità di costruire collettivamente nuovi saperi durante il processo di apprendimento. La modalità con cui viene sviluppato il software libero costituisce un caso concreto di costruzione collettiva di conoscenza. La scelta di sviluppare ed adottare software Open Source è una opportunità di crescita per l'insieme del mondo della formazione.

7 7 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Non basta che il codice sia aperto: devono essere aperti anche: il contenuto (open content) la struttura (open architecture) l'interfaccia la valutazione

8 8 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Non soltanto lo studente; apprendono anche: i tutor gli autori... la piattaforma (nuovi contenuti, dati sugli utenti) la piattaforma (l'interfaccia personalizzata)

9 9 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Se il software è il frutto della costruzione diffusa di saperi collettivi, non è possibile trarre profitti dalla vendita dei programmi - benché software libero non significhi gratis -. Necessariamente le aziende devono vendere servizi per sostenersi economicamente. Gli enti pubblici dovrebbero incentivare/finanziare la produzione di software libero, poiché questo determina la crescita delle competenze dell'intero settore produttivo legato all ICT.

10 10 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA è stato progettato tenendo conto dell'esperienza didattica di Lynx, e dell'analisi dei sistemi già esistenti. Obiettivi generali: Utenti al centro del processo formativo Accessibile a tutt* Corsi Aperti e contenuti riusabili Separazione tra dati, logica e interfaccia

11 11 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve: Avere una architettura unitaria indipendente dal DB Essere accessibile ed usabile Essere adattabile Essere dinamica Consentire una struttura libera ed ipertestuale del corso Consentire una valutazione approfondita Avere strumenti di comunicazione integrati con l'attività didattica

12 12 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve essere scritta interamente in un solo linguaggio, poggiare su un qualsiasi DataBase SQL, avere un'architettura e uno stile unitari. E' stato scelto PHP perchè multipiattaforma In PHP esistono librerie che consentono la connessione a molti DBMS E' stata sviluppato uno strato di codice astratto per la connessione ad DB (ADA Middle API).

13 13 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve essere accessibile senza limiti di macchina, sistema operativo, velocità di connessione. Inoltre deve consentire la facile personalizzazione della presentazione dei dati. Le pagine HTML sono formate sulla base di templates e css I templates di default sono validati W3C Non sono necessari plug-ins Non ci sono frames, ne layers

14 14 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve essere portabile su piattaforme con DB diversi da quello usato per il primo sviluppo. Questo genere di portabilità ha spesso costi elevati. Per questo motivo: ADA è un'applicazione multistrato, in cui Logica, Interfaccia, e Database sono ben distinti L'interfaccia è affidata ad una serie di modelli HTML, editabili con un qualsiasi editor HTML

15 15 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve consentire l'attivazione dinamica di link differenti da uno stesso nodo, in base al profilo dell'utente o alla sua storia. Per garantire che ogni utente possa percorrere in maniera libera il corso. Un corso ADA è composta da unità minime (nodi) Ogni nodo è collegato con link ad altri nodi ed a risorse multimediali esterne I nodi possono essere genitori di altri nodi

16 16 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve permettere la creazione di corsi con struttura reticolare, senza limitazioni nel numero di livelli o di diramazioni possibili a partire da ogni unità. ADA consente: di riutilizzare gli stessi dati in percorsi e reti differenti attraverso la memorizzazione nel DB in tabelle separate di nodi, link e risorse esterne di creare corsi offline attraverso ADA Lesson Generator, strumento pensato per la costruzione di mappe ipertestuali

17 17 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve consentire non solo la correzione automatica di esercizi, ma anche l'uso di strumenti più raffinati didatticamente. ADA consente: La marcatura degli oggetti con indicatori di livelli Di filtrare i contenuti didattici sulla base del livello assegnato dal tutor allo studente Di avere una fotografia del percorso formativo del singolo studente e della classe, mediante la cronologia e il numero degli accessi ai nodi Di avere un indice di interattività dello studente e della classe

18 18 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 ADA deve consentire la comunicazione tra studenti e tutor in modo strutturato ed integrato con le attività didattiche. ADA mette a disposizione: Un modulo unico di comunicazione (messaggi, agenda, chat) con architettura unitaria Una rubrica di indirizzi dinamica, diversa in funzione della classe che si frequenta Un modulo per il forum integrato con i contenuti del corso: da ogni nodo può inziare un tema di discussione del forum

19 19 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 è scritta esclusivamente in PHP è multipiattaforma funziona con i più diffusi database SQL (MySql, MSSQL, Oracle) è stata provata con i principali server web (Apache, IIS) produce HTML corretto secondo le raccomandazioni W3C ADA Lesson Generator produce file XML il codice dell'intero sistema è Object Oriented è documentata in italiano

20 20 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005

21 21 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Portale ufficiale di ADA Altri dati tecnici ?option=com_content&task=view&id=17&Ite mid=41 ?option=com_content&task=view&id=17&Ite mid=41 Progettare un corso on-line t.php t.php La demo della navigazione di un corso t.php t.php Nel campus on-line di altrascuola si può vedere all'opera ADA Per saperne di più sulla formazione a distanza

22 22 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Sperimentazione a Moncalieri da tre anni nei corsi per docenti

23 23 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Corsi già realizzati Ipertesti e didattica (a.s – 2003) Porti sicuri per piccoli naviganti (2002)

24 24 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 La ricerca in Internet per un efficace metodo di studio (a.s – 2004) Come realizzare un sito web della scuola che sia significativo e rispondente alla normativa (a.s – 2005)

25 25 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Corsi di imminente realizzazione Il corso inizia il giorno 8 novembre 2005 chi lo desidera può ancora iscriversi contattandomi personalmente Oppure con una La didattica ipertestuale e multimediale (a.s – 2006)

26 26 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Progetto in rete Corsi per docenti Corsi per il personale del Comune Corsi per gli utenti della Biblioteca Arduino Progetti per limmediato futuro

27 27 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Progetto in rete Inizio previsto: novembre 2005 Durata: tre anni Scuole coinvolte: 1° Circolo 2° Circolo D.D. La Loggia (plessi di Moncalieri) Istituto Comprensivo Moncalieri Moriondo S.M.S. Clotilde – plessi Sede Centrale (Clotilde) Canonica Follereau

28 28 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri /10/2005 Finalità del progetto in rete Collaborazione fra scuole, Ente Locale e Biblioteca per un utilizzo funzionale delle risorse umane e strumentali nel territorio. Obiettivi Collaborazione fra Biblioteca e scuole per realizzare una pagina web comune di collegamento con i rispettivi siti Processo di formazione reciproco Costruzione di una filosofia condivisa di approccio alla comunicazione in rete Utilizzo di una piattaforma di apprendimento a distanza comune


Scaricare ppt "1 Stefano Penge – Giorgio Tartara: ADA una piattaforma per imparare 8° Forum Biblioteca Virtuale: Reti virtuali per una collaborazione reale – Moncalieri."

Presentazioni simili


Annunci Google