La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEMINARIO I.F.T.S. PROGETTISTI E GESTORI DI ATTIVITA FORMATIVE La Rendicontazione Adriana Piredda Vice-Presidente A.T.I.A.S.T.I.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEMINARIO I.F.T.S. PROGETTISTI E GESTORI DI ATTIVITA FORMATIVE La Rendicontazione Adriana Piredda Vice-Presidente A.T.I.A.S.T.I."— Transcript della presentazione:

1 SEMINARIO I.F.T.S. PROGETTISTI E GESTORI DI ATTIVITA FORMATIVE La Rendicontazione Adriana Piredda Vice-Presidente A.T.I.A.S.T.I. Roma, 29 / 03 / 2006

2 Riconoscimento del finanziamento Il finanziamento per essere riconosciuto deve riferirsi a spese effettivamente sostenute, che devono corrispondere a pagamenti effettuati dai beneficiari finali e giustificati da fatture quietanzate o da documenti contabili di valore probatorio equivalente. (art. 32, comma 1, del Regolamento (CE) n. 1260/99) art. 32, comma 1, del Regolamento (CE) n. 1260/99art. 32, comma 1, del Regolamento (CE) n. 1260/99

3 Riconoscimento del finanziamento La regola generale sopra richiamata può essere sviluppata desumendone due principi, che assumono un profilo fondamentale: i finanziamenti sono a titolo di rimborso delle spese, devono cioè corrispondere, trovare giustificazione e prova in costi sostenuti effettivamente; i finanziamenti sono a titolo di rimborso delle spese, devono cioè corrispondere, trovare giustificazione e prova in costi sostenuti effettivamente; il livello di spesa che è rilevante ai fini dei finanziamenti è quello dei costi giustificati da parte dei beneficiari finali (soggetto attuatore). il livello di spesa che è rilevante ai fini dei finanziamenti è quello dei costi giustificati da parte dei beneficiari finali (soggetto attuatore).

4 Riconoscimento del finanziamento I soggetti attuatori, in base alla normativa vigente, sono tenuti a conservare i documenti in originale (almeno 5 anni) ed esibirli in sede di controllo; I soggetti attuatori, in base alla normativa vigente, sono tenuti a conservare i documenti in originale (almeno 5 anni) ed esibirli in sede di controllo; Si ricorda inoltre che gli originali di spesa, ed ovviamente le copie, dovranno recare la seguente dicitura: Documento utilizzato totalmente /parzialmente per giustificare le spese del progetto (indicare il codice progetto) autorizzato dalla Regione Lazio con il concorso finanziario del Fondo Sociale Europeo. del Fondo di rotazione nazionale, anno ; Si ricorda inoltre che gli originali di spesa, ed ovviamente le copie, dovranno recare la seguente dicitura: Documento utilizzato totalmente /parzialmente per giustificare le spese del progetto (indicare il codice progetto) autorizzato dalla Regione Lazio con il concorso finanziario del Fondo Sociale Europeo. del Fondo di rotazione nazionale, anno ;

5 Riconoscimento del finanziamento La documentazione giustificativa dovrà evidenziare la natura, quantità e qualità dei beni e/o dei servizi oggetto della prestazione medesima. In nessun caso potranno essere ammesse spese espresse forfettariamente; La documentazione giustificativa dovrà evidenziare la natura, quantità e qualità dei beni e/o dei servizi oggetto della prestazione medesima. In nessun caso potranno essere ammesse spese espresse forfettariamente; Alla presentazione del rendiconto tutte le spese dovranno risultare pagate ed i documenti dovranno risultare quietanzati con levidenziazione della data di pagamento e con la firma autografa del beneficiario; Alla presentazione del rendiconto tutte le spese dovranno risultare pagate ed i documenti dovranno risultare quietanzati con levidenziazione della data di pagamento e con la firma autografa del beneficiario;

6 Riconoscimento del finanziamento Quando manchi, o sia insufficiente, o carente la documentazione relativa ad una spesa, in via sussidiaria lavvenuto pagamento potrà essere giustificato da apposita documentazione bancaria; Quando manchi, o sia insufficiente, o carente la documentazione relativa ad una spesa, in via sussidiaria lavvenuto pagamento potrà essere giustificato da apposita documentazione bancaria; Nel caso di spese relative a costi rientranti in più categorie, si dovrà ripartire limporto complessivo nelle sue diverse articolazioni; Nel caso di spese relative a costi rientranti in più categorie, si dovrà ripartire limporto complessivo nelle sue diverse articolazioni ;

7 Riconoscimento del finanziamento Relativamente al costo riferito a spese sostenute in relazione allimpegno di formatori e non, interni, il giustificativo, rappresentato dalla busta paga, sarà accompagnato da una dichiarazione sottoscritta dal responsabile del progetto che attesti limpegno orario di ogni singolo dipendente;

8 Regime fiscale LI.V.A. rappresenta un costo riconoscibile ogni volta che è indetraibile, vale a dire ogni volta che il soggetto è nellimpossibilità di recuperarla. In tale caso il costo totale dellintervento è calcolato al lordo di IVA. In particolare, si fa riferimento al DPR 633 del art. 10 punto 20, nel quale vengono indicate le operazioni esenti dallimposta, sotto cui cade lintera materia in argomento.;

9 Regime fiscale Inoltre, la successiva Legge n. 537 del art. 14 comma 10 precisa che i versamenti erogati dagli Enti pubblici per: lesecuzione di corsi di formazione, aggiornamento, riqualificazione e riconversione del personale costituiscono, in ogni caso, corrispettivi di prestazioni esenti dallimposta sul valore aggiunto.;

10 Regime fiscale Tutti i soggetti attuatori di attività autorizzate e finanziate devono, pertanto, essere titolari di una posizione IVA, ancorché applicabile alle sole attività affidate, al fine di poter emettere idoneo documento (fattura con lindicazione dellesenzione) per la contabilizzazione del corrispettivo nellambito della Convenzione regionale ;

11 Regime fiscale In ogni caso, non potranno essere ammesse spese superiori ai limiti percentuali, relativamente a ciascuna categoria di spesa, previsti nel provvedimento di autorizzazione e finanziamento ;

12 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Fermo restando lobbligo assunto da ogni soggetto attuatore di sopperire con proprie anticipazioni di fondi nel periodo intercorrente tra linizio dellattività e il ricevimento dellanticipazione da parte dellAmmini- strazione Regionale, si deve evidenziare lalea connessa alla reale misura della sovvenzione finale che verrà liquidata ai soggetti attuatori;

13 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Nelle attività formative il numero degli allievi ammessi agli esami finali, rispetto al numero iniziale, è determinante per stabilire limporto massimo della sovvenzione finale riconoscibile a favore di ciascun soggetto attuatore. ;

14 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo La costante frequenza o il possibile ritiro degli allievi durante un corso sono elementi imponderabili, che possono essere contenuti con una opportuna selezione iniziale dei candidati, per lindividuazione degli allievi da inserire nel corso.

15 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo In sede di revisione del rendiconto, dividendo limporto della sovvenzione riconoscibile a favore del soggetto attuatore, per il numero delle ore/formazione effettive degli allievi si possono verificare tre ipotesi: 1. Numero allievi inferiore, rispetto a quello previsto 2. Numero allievi non inferiore, rispetto a quello previsto 3. Numero dei partecipanti effettivi inferiore al 75% degli allievi approvati a preventivo

16 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo 1. Numero allievi inferiore, rispetto a quello previsto dalla scheda contabile, sin dallinizio dellattività od accertato al termine del 10% delle ore formazione previste (dopo 120 ore se il corso è di 1200): in tal caso, tutte le voci di spesa dovranno essere riparametrate in rapporto al numero degli allievi effettivamente frequentanti il corso.

17 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo 2. Numero allievi non inferiore, rispetto a quello previsto inizialmento: la riparametrazione non è necessaria in quanto i partecipanti previsti in sede di preventivo e quelli effettivi a fine corso (finali) vengono considerati coincidenti e, pertanto, non sono prese in considerazione le eventuali assenze comunque realizzate dagli allievi.

18 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo 3. Numero dei partecipanti effettivi inferiore al 75% degli allievi approvati a preventivo (se erano 20 inizialmente non possono scendere al di sotto dei 15 alunni): gli stanziamenti delle voci di spesa autorizzati ed esposti nella scheda contabile dovranno essere ridotti proporzionalmente in base alle ore di formazione effettive. Il computo delle ore di formazione effettive verrà effettuato moltiplicando le ore corso per il numero dei partecipanti effettivi ammessi agli esami risultanti dal verbale e sommando a questo prodotto le ore di frequenza degli allievi ritiratisi e/o non ammissibili agli esami a causa di assenze oltre la percentuale massima consentita (30% monte ore complessivo).

19 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Ore formazione effettive = ore corso* x n° partecipanti effettivi + ore frequenza allievi ritirati e/o non ammessi alle prove finali 1200 x = (contro se il corso avesse mantenuto i 20 allievi iniziali) * numero massimo di quelle previste a preventivo(1200)

20 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Il coefficiente di riproporzionamento sarà calcolato dividendo le ore di formazione effettive per le ore di formazione previste a preventivo. Coefficiente di parametrazione = ore formazione effettive = 0,725 ore corso x n° allievi 1200 x 20 Excel

21 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo La sovvenzione finale riparametrata sarà data dal prodotto del coefficiente di parametrazione ed il costo totale approvato (totale scheda finanziaria). Le voci di spesa, soggette alla riduzione sulla base delle ore di formazione effettive come sopra conteggiate, sono in primis quelle relative alla Categoria B, fatta eccezione per il premio INAIL e quelle della Categoria C, direttamente collegate al numero degli allievi partecipanti (materiale didattico, indumenti, formazione e collegamenti telematici a distanza).

22 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Nel caso in cui tale riduzione non sia sufficiente, la differenza dovrà essere recuperata sugli importi autorizzati per altre voci di spesa delle Categorie A, C e D.

23 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Il criterio sopra indicato viene utilizzato anche per le attività formative che terminano senza esami, ma con un colloquio-prova, nei quali si possono considerare come formati gli allievi che abbiano frequentato l80% delle ore corso, o comunque non meno del 70% in caso di parere favorevole del Collegio dei formatori.

24 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Ai fini dellapplicazione di quanto sopra esposto, i soggetti attuatori predisporranno dei riepiloghi mensili (Allegato n. B.6) per il rilevamento delleAllegato n. B.6 frequenze orarie giornaliere degli allievi, sulla base delle presenze risultanti dal registro di classe (Allegato n. B.1).Allegato n. B.1

25 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo I soggetti attuatori di attività formative che hanno assunto, in fase di presentazione dei progetti corsuali, lobbligo occupazionale, nei confronti di una parte degli allievi, che avranno conseguito la qualificazione professionale finale (fruendo per tale motivo dellattribuzione di un apposito punteggio, ai fini dellammissione dei progetti al finanziamento), dovranno documentare lavvenuto rispetto dellimpegno assunto nei termini previsti in sede di presentazione del rendiconto.

26 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Accertato il raggiungimento degli obiettivi formativi, per i soggetti attuatori che non hanno assolto detto obbligo occupazionale, o lo assolvono per un numero di allievi inferiore a quello previsto, verrà riconosciuto in ogni caso la quota parte del finanziamento, ammesso in sede di revisione del rendiconto, proporzionale al numero di allievi per i quali non vi era obbligo di occupazione;

27 Riparametrazione della sovvenzione autorizzata a preventivo Il finanziamento residuo, viene riconosciuto al 100% per ogni allievo effettivamente occupato, mentre viene ridotto del 50% per ogni allievo non occupato, rispetto alla previsione di progetto.

28 Variazione degli stanziamenti delle voci di spesa autorizzati Non sono ammessi storni di somme tra le macro categorie di articolazione del finanziamento, ad eccezione di storni contenuti nel limite massimo del 20% del valore della macro categoria di minor importo. Tali variazioni possono essere effettuate una sola volta, ad evitare che il ricorso troppo frequente a tale variazioni incida, di fatto, sui contenuti dellazione finanziata.

29 Variazione degli stanziamenti delle voci di spesa autorizzati Le variazioni devono essere comunicate alla Regione e devono essere accompagnate da un prospetto analitico contenente tutti gli elementi necessari a definire la nuova scheda finanziaria. Nellambito della stessa macro categoria di costo sono ammesse le compensazioni di spesa


Scaricare ppt "SEMINARIO I.F.T.S. PROGETTISTI E GESTORI DI ATTIVITA FORMATIVE La Rendicontazione Adriana Piredda Vice-Presidente A.T.I.A.S.T.I."

Presentazioni simili


Annunci Google