La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE ATTREZZATURE Attrezzatura. AERATORE MASCHERA PINNE ZAVORRA MUTA GUANTI E CALZARI BOMBOLA EROGATORE GAV PROFONDIMETRO MANOMETRO OROLOGIO BOA SEGNASUB.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE ATTREZZATURE Attrezzatura. AERATORE MASCHERA PINNE ZAVORRA MUTA GUANTI E CALZARI BOMBOLA EROGATORE GAV PROFONDIMETRO MANOMETRO OROLOGIO BOA SEGNASUB."— Transcript della presentazione:

1 LE ATTREZZATURE Attrezzatura

2 AERATORE MASCHERA PINNE ZAVORRA MUTA GUANTI E CALZARI BOMBOLA EROGATORE GAV PROFONDIMETRO MANOMETRO OROLOGIO BOA SEGNASUB BOA DI EMERGENZA COLTELLO BUSSOLA COMPUTER TORCIA SUBACQUEA BORSA ACCESSORI VARI ATTREZZATURA BASE Lattrezzatura è di fondamentale importanza per una perfetta riuscita dellimmersione Bollicine - Pag. 13 Questi i vari componenti:

3 Permette di nuotare respirando comodamente con il viso sottacqua Lunghezza e diametro devono consentire una respirazione agevole La sua manutenzione è molto semplice: basta risciacquarlo in acqua dolce AERATORE Bollicine - Pag. 14

4 MASCHERA Permette di ottenere una visione nitida mediante linterposizione di uno strato daria tra gli occhi e lacqua. Caratteristiche principali: adattabilità al viso ampio campo visivo sagomatura per il naso che ne agevoli la presa per la compensazione Bollicine - Pag. 13

5 UTILIZZO Evitare la presenza di capelli tra il bordo della maschera ed il viso Non stringere eccessivamente il cinghiolo Controllare che sotto il bordo della maschera non vi sia il cappuccio della muta Riporla sempre nellapposito contenitore al termine dellimmersione Prima di ogni utilizzo apporre sul vetro interno del liquido anti-appannante

6 MANUTENZIONE Risciaquare sempre con acqua dolce Asciugare allombra Sul vetro delle maschere nuove sono spesso presenti residui di produzione della gomma o del silicone: è necessario in questo caso asportarli lavando il vetro con dentifricio o con appositi liquidi sgrassanti.

7 PINNE ARA: pinne a cinghioli, lunghezza media, pala rigida e larga Sono necessarie per gli spostamenti sia in superficie che in profondità. Ne esistono di vari tipi diversi per dimensioni, forma e materiale. La scelta dipende dal tipo di attività che si vuole praticare: Apnea: pinne a scarpetta, pala lunga e stretta Bollicine - Pag. 15

8 È corredata da una fibbia di chiusura in plastica o metallo a sgancio rapido. CINTURA DI ZAVORRA È indispensabile per equilibrare la spinta idrostatica ed ottenere un assetto corretto. È costituta da una cintura in tessuto o gomma alla quale vengono fissati pesi mobili in piombo. In commercio ne esistono di vari tipi ed alcuni modelli sono dotati di tasche dove alloggiare i singoli piombi o gli appositi sacchetti di zavorra. Bollicine - Pag. 17

9 MUTA È indispensabile al fine di evitare la dispersione del calore corporeo Difende il subacqueo dal contatto accidentale con animali marini pericolosi Protegge la pelle da urti accidentali sui fondali Ne esistono di tre tipi: UMIDE SEMISTAGNE STAGNE Bollicine - Pag. 64

10 monopezzo due pezzi: giacca e salopette MUTA UMIDA Realizzata in neoprene. Può avere uno spessore da 2-3 mm a 5-7mm I diversi modelli hanno in comune confort e protezione dal freddo. I modelli base di muta umida sono:

11 Si differenzia dalla umida in quanto permette una minima infiltrazione di acqua grazie alla presenza di una cerniera stagna collocata dietro alle spalle e a cuciture non passanti. Lo spessore varia da 5 a 7 mm. Presenta ai polsi, al collo e alle caviglie guarnizioni di neoprene liscio per una migliore tenuta MUTA SEMISTAGNA

12 MUTA STAGNA E indicata per chi intende effettuare immersioni per gran parte dellanno senza subire i disagi dovuti alle basse temperature. È realizzata in diversi materiali: gomma, trilaminato, poliuretano, neoprene espanso. Caratteristiche fondamentali: si distingue dalle altre mute per la totale assenza di acqua al suo interno. Infatti si indossa con normali vestiti o con appositi sottomuta.

13 MANUTENZIONE La muta, di qualsiasi tipo essa sia, deve essere lavata in acqua dolce e fatta asciugare allombra. Una cura particolare va rivolta alle cerniere che devono essere periodicamente controllate e lubrificate.

14 GUANTI E CALZARI Vengono utilizzati per proteggere le mani dal freddo e dalle abrasioni. Sono generalmente fabbricati con neoprene dello spessore di 2/5 mm. Con l'aumento dello spessore vi è una perdita di sensibilità al tatto che deve essere tenuta in considerazione durante l'immersione. Proteggono i piedi dal freddo e dalle abrasioni. Sono fabbricati in neoprene con o senza suola a seconda del tipo di pinne con cui verranno usati. Bollicine - Pag. 67

15 BOMBOLA È il contenitore del gas usato in immersione. Viene caricata con aria compressa o con miscele opportunamente dosate a seconda del tipo di immersione. Per permettere un sicuro riconoscimento del tipo di gas contenuto nella bombola è stato codificato un codice di colori posto sulla parte superiore della stessa. È costruita in acciaio o alluminio, con volume interno che va da 5 a18 litri. Bollicine - Pag. 60

16 Date le elevate pressioni di carica, tutte le bombole sono collaudate e corredate di un certificato di collaudo che ne attesta la conformità alle caratteristiche. A scadenze dipendenti dalle leggi locali, devono essere sottoposte a collaudo. MANUTENZIONE Dopo luso, la bombola deve essere risciacquata con acqua dolce. Almeno una volta lanno è necessario un controllo alle rubinetterie presso centri specializzati.

17 EROGATORE Permette al subacqueo di respirare l'aria compressa della bombola alla pressione ambiente Bollicine - Pag. 62

18 Primo stadio Secondo stadio E' composto essenzialmente da due componenti: 1°stadio: fissato alla rubinetteria della bombola porta la pressione della bombola ad un pressione intermedia 2° stadio: in contatto con la nostra bocca per mezzo di un boccaglio fornisce aria ad una pressione ambiente Primo e secondo stadio sono collegati tramite una frusta a bassa pressione.

19 Il subacqueo in immersione deve avere almeno due erogatori completi detti anche: Erogatore principale Erogatore ausiliario

20 MANUTENZIONE Dopo ogni immersione gli erogatori devono essere accuratamente risciacquati con acqua dolce. Per risciacquare gli erogatori è di fondamentale importanza chiudere i tappi di ingresso dellaria sul 1° stadio. Farli asciugare allombra in luogo sicuro. Almeno una volta lanno è consigliabile la revisione presso un centro autorizzato.

21 GAV Il Giubbotto ad Assetto Variabile o jacket ha tre funzioni principali: sostenere il subacqueo in superficie permettendogli di galleggiare o di nuotare senza affaticarsi; compensare le differenze di assetto positivo o negativo durante l'immersione permettendo al sub di ottenere un assetto neutro; consentire di indossare la bombola in modo confortevole durante l'immersione. Bollicine - Pag. 59

22 Il GAV può essere gonfiato in due modi: tramite una frusta a bassa pressione comandata da un pulsante tramite il tubo corrugato che permette il gonfiaggio a bocca Dispositivi di scarico: - Tubo corrugato - Una o più valvole di scarico rapido - Valvola di sovrapressione che evita lo scoppio del sacco nel caso in cui la pressione interna aumenti eccessivamente

23 Alcuni modelli sono dotati di tasche, fibbie, moschettoni ed hanno la possibilità di avere la zavorra incorporata.

24 MANUTENZIONE Dopo ogni immersione il jacket deve essere risciacquato con acqua dolce e fatto asciugare allombra insieme agli altri componenti del gruppo ARA (Bombola + Gav + erogatori)

25 PROFONDIMETRO Portato al polso o disposto in consolle insieme al manometro, permette di conoscere in ogni momento l'esatta profondità di immersione Tutti i profondimetri sono dotati di una lancetta di massima profondità che permette al sub di conoscere la massima profondità raggiunta nellimmersione. Bollicine - Pag. 67

26 MANOMETRO Collegato all'uscita di alta pressione del primo stadio dell'erogatore per mezzo di una frusta (tubo flessibile), permette di verificare in qualsiasi momento la pressione (e quindi la quantità) di aria a disposizione nella bombola. Bollicine - Pag. 64

27 OROLOGIO Permette di quantificare il tempo di immersione, fondamentale, insieme alla massima profondità raggiunta, per calcolare le eventuali tappe di decompressione. L'orologio utilizzato nelle immersioni deve essere di buona qualità e dotato di una ghiera numerata esterna che possa essere agevolmente spostata in una sola direzione (in senso antiorario) per indicare linizio dellimmersione. Utilizzato durante la risalita con il profondimetro permette di mantenere la corretta velocità di risalita. Bollicine - Pag. 67

28 BOA SEGNASUB Segnala la presenza di subacquei in Immersione ed è obbligatoria quale segnale di riconoscimento. La bandiera utilizzata in Italia è di forma rettangolare e di colore rosso con una striscia bianca diagonale. Va assicurata alla cintura di zavorra con un moschettone e corredata di sagola di 50 metri di lunghezza. Bollicine - Pag. 69

29 COLTELLO È utile per liberarsi da situazioni critiche quali, ad esempio, il rimanere impigliati in una rete o in una sagola. La sua manutenzione deve essere molto accurata: deve sempre essere risciacquato in acqua dolce e la lama deve essere lubrificata con grasso al silicone Bollicine - Pag. 68

30 COMPUTER Può integrare in un solo strumento tutti i dispositivi precedentemente menzionati (manometro, profondimetro, orologio, tabelle di decompressione) e libera il subacqueo dallonere di effettuare i calcoli necessari alla condotta di una immersione sicura. Bollicine - Pag. 68

31 TORCIA SUBACQUEA Ristabilisce lequilibrio cromatico che viene meno fin dai primi metri dacqua ed è utile per illuminare anfratti e grotte. Bollicine - Pag. 69

32 BORSA Caratteristiche necessarie: capienza robustezza impermeabilità La sua preparazione deve essere eseguita in maniera scrupolosa e razionale Bollicine - Pag. 59

33 ACCESSORI VARI Lavagna subacquea È utile per comunicare con i compagni d'immersione, riportare le letture della bussola ed i riferimenti naturali di maggior interesse

34 Fischietto È solitamente assicurato al tubo corrugato del Gav È utile in caso di necessità per richiamare lattenzione in superficie

35 Sagolini e moschettoni È sempre utile averne alcuni nellattrezzatura in quanto può capitare di dover assicurare oggetti vari al GAV

36 Cassetta degli attrezzi È utile avere sempre a portata di mano una cassetta rigida di plastica ove riporre pezzi di ricambio, come o-ring, chiavi a brugola e quantaltro potrebbe servire per far fronte a piccoli imprevisti.


Scaricare ppt "LE ATTREZZATURE Attrezzatura. AERATORE MASCHERA PINNE ZAVORRA MUTA GUANTI E CALZARI BOMBOLA EROGATORE GAV PROFONDIMETRO MANOMETRO OROLOGIO BOA SEGNASUB."

Presentazioni simili


Annunci Google