La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ciao, sono uno dei 1089 garigaldini, un acquarellista, che ha ritratto da vicino i miei compagni di viaggio nella loro avventura per la realizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ciao, sono uno dei 1089 garigaldini, un acquarellista, che ha ritratto da vicino i miei compagni di viaggio nella loro avventura per la realizzazione."— Transcript della presentazione:

1

2 Ciao, sono uno dei 1089 garigaldini, un acquarellista, che ha ritratto da vicino i miei compagni di viaggio nella loro avventura per la realizzazione dellUnita dItalia. Ho pensato di raccontarla a tutti con queste immagini e con queste parole, perché resti impressa nei loro cuori!

3 Dallo scoglio di Quarto, vicino a Genova, in Liguria alle primissime luci dellalba, fra il 5 e il 6 maggio del 1860 partono appunto i 1089 patrioti, soprattutto bresciani e bergamaschi, operai, farmacisti, commercianti, medici, intellettuali, verso il regno delle due Sicilie per liberarlo dal dominio dei Borboni. Fra di loro anche una donna, Rosalia Crispi, che curerà come una crocerosina i feriti e i moribondi.

4 La CROCE ROSSA è unassociazione internazionale Il suo simbolo è una croce rossa su fondo bianco, il contrario della bandiera svizzera. 20 paesi di religione islamica adottano la mezzaluna rossa.

5 Essi si imbarcano su due piroscafi. Il Lombardo e Il Piemonte della società Il Rubattino, al comando di Giuseppe Garibaldi.

6 Ma dimenticano le casse delle munizioni che recuperano a Piombino, proprio di fronte allisola dElba, in Toscana.

7 Dopo un viaggio avventuroso finalmente sbarcano a marsala in Sicilia dove il piroscafo Piemonte viene colpito dalle forze borboniche. È l11 maggio 1860.

8 Da Marsala a Messina : arrivano in questa città il 27 luglio 1860 dopo aver fatto tappa a Salemi, dove Garibaldi viene nominato DITTATORE in nome di Vittorio Emanuele II

9 Armati di vecchi fucili, spesso privi di munizioni, vestiti con giubbe rattoppate e non solo rosse, certo in contrasto con le eleganti ed impeccabili divise delle truppe mercenarie borboniche, da Reggio Calabria risalgono a Napoli, combattono valorosamente e vincono definitivamente i Borboni. Re Ferdinando si ritira a Gaeta

10 Il 26 ottobre del 1860 Giuseppe Garibaldi incontra a Teano in provincia di Caserta il re di Sardegna Vittorio Emanuele II e gli consegna simbolicamente il Regno delle due Sicilie.

11 Ecco lo storico incontro a Teano pone fine alla spedizione dei Mille e apre le porte allUnità dItalia!

12 La proclamazione del Regno dItalia avverrà il 17 marzo Capitale del nuovo regno sarà Torino.

13 IL mio racconto è finito : ritorno fra le pagine ingiallite del vecchio libro di storia…….vi raccomando….. non ci dimenticate!

14


Scaricare ppt "Ciao, sono uno dei 1089 garigaldini, un acquarellista, che ha ritratto da vicino i miei compagni di viaggio nella loro avventura per la realizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google