La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Forza. Forza In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisiologia si identifica come la capacità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Forza. Forza In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisiologia si identifica come la capacità"— Transcript della presentazione:

1 Forza

2 Forza In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisiologia si identifica come la capacità che ha un muscolo di esprimere tensione (misurabile) In fisiologia si identifica come la capacità che ha un muscolo di esprimere tensione (misurabile) In chinesiologia si identifica come la capacità di opporsi ad una resistenza, vincendola, pareggiandola o perdendo da essa. In chinesiologia si identifica come la capacità di opporsi ad una resistenza, vincendola, pareggiandola o perdendo da essa.

3 R.O.M. Range Range Of Of Movement Movement Il ROM sta ad indicare la tensione che il muscolo esprime relativa allangolo articolare in cui larticolazione si trova Ogni muscolo esprime una tensione diversa in relazione alla lunghezza in cui si trova. Ci sono angoli più o meno vantaggiosi.

4 Grafico dellandamento della forza Il picco di forza (in questo caso nellarticolazione del ginocchio) del quadricipite si trova a circa 90° La somma dellarea del grafico mi da il lavoro

5 Espressioni delle tensioni muscolari Statica o isometrica Statica o isometrica Concentrica Concentrica Eccentrica Eccentrica

6 Statica o isometrica Si ha quando il muscolo esprime tensione senza variare la sua lunghezza Può essere massimale o submassimale Il particolare svantaggio dellallenamento di questo tipo di forza sta nel fatto che ladattabilità della tensione stessa avviene solo in quel determinato angolo in cui la si allena (±5°).

7 Allenamento statico Senza sovraccarichi Senza sovraccarichi Con sovraccarichi Con sovraccarichi Isometria massimale (es. spingere contro una sbarra fissa) Isometria massimale (es. spingere contro una sbarra fissa) Isometria totale (si resiste staticamente fino allaffaticamento Isometria totale (si resiste staticamente fino allaffaticamento Statico-dinamico Statico-dinamico

8 Concentrica E una tensione muscolare attiva, in quanto comporta la variazione della lunghezza del muscolo. Si ha quando il muscolo vince (ovvero si contrae) contro una data resistenza. In base alla velocità, lintensità ed il carico di allenamento muscolare, si hanno adattamenti su parametri diversi dei valori di forza.

9 Allenamento concentrico Super-serie (per agonisti o antagonisti) Super-serie (per agonisti o antagonisti) Serie brucianti (10 ripetizioni di un esercizio e subito dopo 5-6 dellesercizio parziale) Serie brucianti (10 ripetizioni di un esercizio e subito dopo 5-6 dellesercizio parziale) Serie forzate (10 ripetizioni + altre 5-6 con lausilio di un compagno) Serie forzate (10 ripetizioni + altre 5-6 con lausilio di un compagno) Super pompaggio (2-3 ripetizioni massimali x serie e pausa di recupero di 15 tra le serie) Super pompaggio (2-3 ripetizioni massimali x serie e pausa di recupero di 15 tra le serie) Serie con trucco (inizio del movimento facilitato da altri movimenti) Serie con trucco (inizio del movimento facilitato da altri movimenti) Bulk method (5-6 ripetizioni per serie) Bulk method (5-6 ripetizioni per serie) Progressione raddoppiata (a carico costante si abbassa il numero delle ripetizioni ad ogni serie) Progressione raddoppiata (a carico costante si abbassa il numero delle ripetizioni ad ogni serie)

10 Allenamento concentrico Metodo del contrasto (o anche metodo bulgaro) (si alterna luso dei pesi leggeri a quelli più pesanti con una diversa velocità) Metodo del contrasto (o anche metodo bulgaro) (si alterna luso dei pesi leggeri a quelli più pesanti con una diversa velocità) Metodo carico decrescente (si diminuisce il carico più ripetizioni, oppure con meno carico con le stesso numero di ripetizioni) Metodo carico decrescente (si diminuisce il carico più ripetizioni, oppure con meno carico con le stesso numero di ripetizioni) Metodo piramidale (si aumenta il carico e si diminuisce il numero delle ripetizioni, poi si diminuisce il numero delle ripetizioni e si aumenta il carico) Metodo piramidale (si aumenta il carico e si diminuisce il numero delle ripetizioni, poi si diminuisce il numero delle ripetizioni e si aumenta il carico) Metodo pre-affaticamento (si affatica il muscolo prima dellesercizio globale) Metodo pre-affaticamento (si affatica il muscolo prima dellesercizio globale) Metodo post-affaticamento (si affatica il muscolo prima con lesercizio globale) Metodo post-affaticamento (si affatica il muscolo prima con lesercizio globale)

11 Eccentrica E una tensione muscolare dinamica passiva, ed anche in questo caso si ha una variazione della lunghezza del muscolo interessato. Si ha quando il muscolo perde (ovvero si allunga) contro una resistenza data.

12 Allenamento eccentrico Metodo (120% del massimale viene eseguito in eccentrica, mentre l80% in forma concentrica) Metodo (120% del massimale viene eseguito in eccentrica, mentre l80% in forma concentrica) Metodo statico-eccentrico (si tiene fermo il peso all80% del massimale fino allaffaticamento, poi ci si abbassa lentamente fermandosi durante il movimento con pause di 3-6 ) Metodo statico-eccentrico (si tiene fermo il peso all80% del massimale fino allaffaticamento, poi ci si abbassa lentamente fermandosi durante il movimento con pause di 3-6 )

13 Pliometria La pliometria è un tipo di allenamento della forza ideata da Verchoshansky negli anni 60, inizialmente utilizzata soprattutto nellatletica. Viene definita come allenamento dellelasticità, oppure allenamento della reattività. Essa prevede un movimento muscolare dapprima di allungamento, e successivamente di contrazione molto veloce.

14 Allenamento della pliometria E un tipo di allenamento più efficace per lesplosività dei calciatori, ma allo stesso tempo uno dei più rischiosi da somministrare. Se non viene somministrato in maniera adeguata, si rischiano lesioni di tipo muscolare, tendinee, articolare-legamentoso. Se non individuato il carico corretto, porta ad un allenamento della forza esplosiva, più che di quella esplosivo-elastica

15 Allenamento pliometrico Allenamento pliometrico leggero: tutte le andature propriocettive (skip, calciata ecc.) Allenamento pliometrico leggero: tutte le andature propriocettive (skip, calciata ecc.) Allenamento pliometrico medio: prevede un carico maggiore (es. lasciarsi cadere da un plinto ed eseguire un balzo, non appena si tocca terra) Allenamento pliometrico medio: prevede un carico maggiore (es. lasciarsi cadere da un plinto ed eseguire un balzo, non appena si tocca terra) Allenamento pliometrico pesante: prevede lutilizzo anche di sovraccarichi Allenamento pliometrico pesante: prevede lutilizzo anche di sovraccarichi

16 Perché allenare la forza nel calcio Il calcio è uno sport ricco di situazioni, che prevedono luso della forza in ogni sua espressione. Basti pensare solo a quanti scatti, arresti, salti, contrasti di gioco, tiri e quantaltro un giocatore esegue durante la partita stessa; sono tutte espressioni di forza di diverso tipo (concentrica, esplosiva, eccentrica, esplosivo- elastica)


Scaricare ppt "Forza. Forza In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisica viene identificata con la formula: m·a In fisiologia si identifica come la capacità"

Presentazioni simili


Annunci Google