La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La comunicazione sociale. Cosa si intende La comunicazione sociale è quel tipo di comunicazione non più rivolta a una sola o poche persone, ma alla società

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La comunicazione sociale. Cosa si intende La comunicazione sociale è quel tipo di comunicazione non più rivolta a una sola o poche persone, ma alla società"— Transcript della presentazione:

1 La comunicazione sociale

2 Cosa si intende La comunicazione sociale è quel tipo di comunicazione non più rivolta a una sola o poche persone, ma alla società intera o a una larga parte di essa

3 Le diverse accezioni del concetto Il concetto di comunicazione sociale può essere interpretato come: a) Una comunicazione intesa a migliorare le condizioni di vita di tutta o di una parte della società b) Una comunicazione intesa a raggiungere tutta o una parte della società

4 Linterazione sociale come fonte di autocoscienza Spesso vediamo noi stessi mediante gli occhi degli altri Molto di quanto sappiamo su di noi è in realtà ciò che apprendiamo dagli altri Siamo sempre giudicati Giudichiamo sempre A volte può essere utile, altre fastidioso

5 La comunicazione sociale del sé Limportanza del modo in cui ci presentiamo agli altri: lautopresentazione Ogni nostra azione è finalizzata a dare agli altri una certa impressione di noi, in ultima istanza a controllarli I copioni sociali: se ti sorrido per primo, tu mi sorriderai. Chi padroneggia questi copioni darà una migliore immagine di sé agli altri Esistono copioni sociali praticamente per qualsiasi situazione della vita reale I copioni possono essere negoziati, uno degli attori può cioè provare agli altri le proprie intenzioni dopo limbeccata iniziale e aggiungere informazioni supplementari

6 Gli scopi della comunicazione sociale Originariamente la comunicazione sociale aveva lobiettivo di informare il popolo delle iniziative, per lo più di tipo legale o tributario, intraprese dal potere Con linvenzione della stampa il potere intravide ulteriori possibilità Nasce la comunicazione sociale a scopo manipolatorio, che usa diverse tecniche Con la nascita dei mezzi di comunicazione di massa le tecniche si moltiplicano e si affinano

7 Levoluzione del medium Allinizio la comunicazione sociale era unilaterale, da uno a molti, e non viceversa

8 Le agenzie educative La prima esperienza di comunicazione sociale fatta dal bambino è quella nel contesto scolastico Una esperienza parallela, più mediata, è quella con i mezzi di comunicazione di massa, la televisione in particolare prima, successivamente internet

9 Origini della comunicazione sociale Inizialmente era la trasmissione del mito: spesso cantato con accompagnamento di musiche e danze, aveva la funzione di conservare e potenziare il sapere sociale, educare le giovani generazioni, preservare lidentità collettiva attraverso la narrazione delle origini della comunità, socializzare e contribuire a mantenere lordine sociale, divertire e intrattenere

10 La trasmissione scritta della conoscenza Inizialmente la scrittura era appannaggio di poche persone appartenenti a un ristretto gruppo di privilegiati, ai quali veniva affidato il compito di gestire (con i dovuti interventi) le conoscenze da trasmettere ai posteri (la storia la scrivono i vincitori) La lingua scritta veniva usata per le comunicazioni tra eletti, mentre nei confronti del popolo illetterato la comunicazione sociale avveniva ancora in forma orale Obiettivo di questa forma classista di comunicazione sociale era mantenere le conoscenze più importanti e preservare quindi il dominio sul popolo Le classi dominanti hanno spesso ritardato linserimento a livello popolare di mezzi di comunicazione più rapidi e diffusi, come, appunto, lalfabeto

11 La rottura del monopolio Il passaggio da metodi di scrittura sillabici a metodi alfabetici riduce moltissimo i tempi e i costi dellapprendimento della scrittura Aumenta il numero di chi emette comunicazioni scritte Aumentano le materie e gli argomenti su cui si scrive, si diffondono le scienze e le arti, si creano le prime forme di opinione pubblica Le società alfabetiche sono molto più dinamiche di quelle prealfabetiche, la prima fu la Grecia

12 Nasce la comunicazione pubblica Nelle agorà delle città-Stato greche i migliori oratori parlano di vari argomenti davanti alle assemblee dei cittadini, ma non tutti hanno ancora diritto di parola Nasce la retorica Nasce la comunicazione persuasiva: gli oratori erano spesso pagati dai potenti per parlare in favore o contro determinati enti o argomenti I messaggi avevano lo scopo di influenzare i cittadini su temi come la politica e la guerra

13 Si diffonde la scrittura Le conoscenze hanno finalmente modo di accumularsi Le conoscenze vengono finalmente messe a disposizione della vita civile, non essendo più quindi appannaggio degli ambienti nobiliari, politici, ecclesiastici, borghesi

14 Linvenzione della stampa 1456: Gutemberg stampa la Bibbia Il libro diventa oggetto di possesso da parte di tutti Nasce la Repubblica Universale dei Dotti: si diffonde lidea delluguaglianza tra individui non più in base al censo ma in base alluso della ragione Si costruiscono le basi culturali per la contestazione dei poteri costituiti

15 Il potere si adegua Le comunicazioni orizzontali aumentano quantitativamente e qualitativamente Aumenta il senso critico del popolo I vecchi poteri costituiti sono costretti ad adeguarsi Lopinione pubblica non può più essere ignorata Nascono nuove forme di governo più democratiche

16 La comunicazione sociale diventa sempre più libera I costi della stampa si abbassano progressivamente Nascono giornali, riviste e manifesti Tutti hanno libero accesso alle informazioni I vecchi poteri corrono ai ripari cercando di acquisire il controllo dei mezzi di comunicazione Nasce il concetto di mezzo di comunicazione di massa La comunicazione di massa diventa strumento e specchio dei cambiamenti delle società

17 I canali di comunicazione si moltiplicano Stampa Radio Cinema Televisione Internet Altro…

18 Perché la televisione è quella che ha più presa? Il messaggio coincide con unimmagine Percezione immediata Interpretazione immediata Non necessità di particolari capacità cognitive o culturali per percepire e interpretare il messaggio Importanza della pubblicità nel condizionare i contenuti dei programmi televisivi

19 I nuovi mezzi di comunicazione di massa Internet Mentre i mezzi di comunicazione di massa tradizionali usavano un modello lineare e da uno a molti, internet usa un modello circolare o reticolare e da molti a molti Vantaggi: INTERATTIVITA a) Aumento virtualmente infinito della pluralità delle fonti di informazione b) Conseguente aumento delle capacità critiche individuali c) Possibilità di controinformare Svantaggi: a) overload informativo b) overload sociale c) Confusione tra realtà concreta e realtà virtuale

20 Conseguenze sociali dellavvento di internet Cambiamenti nella cultura generale Cambiamenti nella giurisprudenza

21 La resistenza alle comunicazioni influenzanti Conformismo Anticonformismo

22 Indipendenza Bisogno di sentirsi liberi Bisogno di sentirsi unici

23 Lesperimento di Asch


Scaricare ppt "La comunicazione sociale. Cosa si intende La comunicazione sociale è quel tipo di comunicazione non più rivolta a una sola o poche persone, ma alla società"

Presentazioni simili


Annunci Google