La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Visita Pastorale del Card. Arcivescovo Consiglio della Comunità Pastorale alla presenza del Vicario Episcopale S.E. Mons. Luigi Stucchi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Visita Pastorale del Card. Arcivescovo Consiglio della Comunità Pastorale alla presenza del Vicario Episcopale S.E. Mons. Luigi Stucchi."— Transcript della presentazione:

1 Visita Pastorale del Card. Arcivescovo Consiglio della Comunità Pastorale alla presenza del Vicario Episcopale S.E. Mons. Luigi Stucchi

2 Quadro sociale

3 Consistenza numerica Al 31/12/2009 risiedono nella città di Tradate: S. Stefano: SS. Pietro e Paolo: S. Anna: per un totale di abitanti + 11% rispetto al censimento 2001

4 Classi di età

5

6 Età media della popolazione Nati nellanno 2009: 197 (media dei nati 2006/2009: 173 per anno) Morti nellanno 2009: 208 (media dei morti 2006/2009: 185 per anno)

7 Stranieri residenti Al 31/12/2009 risiedono nella città stranieri + 9% rispetto allanno % rispetto al censimento 2001

8 Provenienza degli stranieri Gli stranieri residenti in città provengono da 59 paesi di Africa, Asia, Europa e America Marocco 22% Albania 21% Romania 16% Pakistan 5% Perù 5% per un totale del 69%; il restante 31% si distribuisce tra gli altri 54 paesi

9 Provenienza degli stranieri Gli stranieri residenti in Tradate provengono da paesi con prevalenza di religione Ortodossa 45% Musulmana35% Cattolica10% Varia 10%

10 Nuclei famigliari Alla fine del 2009 vi sono a Tradate famiglie Composizione media: 2,3 persone per famiglia (praticamente costante rispetto agli ultimi anni; - 7 % rispetto al censimento 2001)

11 Nuclei famigliari Le famiglie composte da 1 sola persona sono il 32% del totale Le famiglie composte da 2 persone sono il 29% del totale

12 Stato civile Percentuale Nubili/Celibi40 % Coniugati/e50 % Vedovi/e8 % Divorziati/Liberi di stato 2 %

13 Stato civile

14 Prospettive abitative per le famiglie Situazione storica (al censimento 2001) Abitazioni Esistenti Abitazioni occupate Occupate da residenti 95 % Stanze per residente 1,7 Abitazioni Vuote 5 % Metri quadri per residente 39,2 Occupate in proprietà 68 % Stanze per abitazione 4,3 Occupate in affitto 24 %

15 Prospettive abitative per le famiglie Situazione attuale La situazione non è particolarmente diversa dalle altre città della provincia Nellultimo decennio poco è stato realizzato per ledilizia popolare Notevole è stata la costruzione di villette e condomini al posto di case/fabbriche fatiscenti

16 Prospettive abitative per le famiglie Situazione attuale Ad oggi: È molto sentita la necessità di appartamenti con edilizia popolare Non è abbastanza sfruttata la possibilità di usufruire di tassi favorevoli per i mutui pluriennali a causa delle minori risorse delle famiglie (anche per la crisi occupazionale)

17 Prospettive abitative per le famiglie Dati riguardanti lespansione abitativa nellultimo decennio I provvedimenti delle ultime Amministrazioni (Galli e Candiani) hanno dato la possibilità di edificare mq (= abitanti) Considerazioni: già nel 2004 chi amministrava avrebbe dovuto capire che la situazione stava arrivando al capolinea: le troppe abitazioni non avrebbero trovato compratori poiché i costi continuavano ad aumentare

18 Popolazione di Tradate Alcuni dati riguardanti levoluzione della popolazione di Tradate negli ultimi decenni Nel 1989: abitanti Nel 1999: abitanti Nel 2009: abitanti

19 Popolazione di Tradate Alcune considerazioni Dal 1989 il saldo nati/morti e immigrati/emigrati mantiene in equilibrio il numero degli abitanti intorno alle unità fino al 2003 Dal 2004 si registra un aumento positivo di nuovi entrati

20 Popolazione di Tradate Evoluzione degli incrementi (2004 – 2009)

21 Popolazione di Tradate Evoluzione degli incrementi (2004 – 2009) Dai vari dati in nostro possesso si desume quanta è la mobilità in città: oltre allandamento dei nati e dei morti, è interessante la quantità di persone che esce tutti gli anni da Tradate e quanti ne entrano: in 10 anni si spostano più di 4.000/5.000 persone (in pratica un intero paese)

22 Servizi pubblici a disposizione

23 Scuole, Istituti, Centri di formazione Nella Città di Tradate ci sono 11 istituti scolastici (tutti gli ordini) e i principali indirizzi specialistici (circa 30) Nellanno scolastico 2009/2010 i ragazzi iscritti sono (di cui il 36 % è residente a Tradate) e sono distribuiti in circa 20 sedi

24 Scuole, Istituti, Centri di formazione Il personale scolastico è composto da poco più di 800 unità, di cui circa l80% è composto da docenti. Le Scuole Cattoliche (dalla Scuola dellInfanzia al Liceo Scientifico) sono 6 e sono frequentate da ca. 650 ragazzi di cui il 64 % residente a Tradate

25 Scuole, Istituti, Centri di formazione Vi è anche una ben frequentata Università delle tre età che raccoglie ladesione di circa 600 persone, distribuite su circa 80 corsi con docenti volontari.

26 Scuole, Istituti, Centri di formazione

27

28 Servizi sanitari e socio-assistenziali Nel territorio di Tradate sono presenti: lAzienda Ospedaliera di Busto Arsizio (presidio di Tradate) la Fondazione Maugeri / Clinica del Lavoro lA.S.L. – Distretto di Tradate la Fondazione Velini – Casa Famiglia la Società Cooperativa Pineta

29 Servizi sanitari e socio-assistenziali Questi servizi hanno la seguente consistenza quantitativa Posti letto: 500 circa Numero dipendenti: circa e servono un bacino di utenza di Tradate e comuni viciniori di circa persone

30 Servizi sanitari e socio-assistenziali Nella variegata presenza dei Servizi che intercettano i bisogni socio-sanitari e assistenziali vanno evidenziate alcune eccellenze anche in campo educativo La Cooperativa di Solidarietà S. Carlo LAssociazione Buzzi-Macchi – LAllodola LARCA Cooperativa Sociale (disabili) LAssociazione LAquilone Il Centro Psico Sociale (c/o il Distretto Ospedaliero) La Cooperativa San Luigi (educatori doratorio)

31 Situazione lavorativa In questi due ultimi anni si sono accentuati, in diversi settori produttivi e per alcune fasce di lavoratori dipendenti e autonomi, alcuni fattori, quali p. es.: - crollo di mercati/commesse, CIG, decentramenti aziendali, - variazioni nella struttura commerciale (apertura di grandi centri commerciali periferici), che richiederebbero una analisi più puntuale per comprenderne meglio l'impatto e l'estensione…

32 … il territorio tradatese ha sempre avuto, per il buon livello professionale della "risorsa lavoro" e l'esperienza, coniugata con la creatività, dei suoi imprenditori e artigiani, una eccellente capacità di adattamento alle situazioni congiunturali sfavorevoli, che ha permesso, nel tempo, di ben superarle. Situazione lavorativa

33 Condizioni economiche Tradate si colloca in buona posizione nella graduatoria dei comuni della Provincia; ciò sembra confermato da alcuni dati: Il PIL pro capite (2008): ca (nella media provinciale) Il Reddito IRPEF (2005): ca (valore medio su circa il 73% dei residenti) Il numero degli sportello bancari per ab. (2008) (circa 10 contro una media provinciale di 6)

34 Struttura produttiva La struttura produttiva di Tradate nel 2008 è così sinteticamente rappresentata: N° imprese e istituzioni pubbliche e non profit (unità locali): N° totale addetti: 7.215

35 Struttura produttiva Suddivisione merceologica delle attività produttive AttivitàN° Unità localiN° addetti Attività produttive Attività commerciali Servizi/terziario Istituzioni

36 Struttura produttiva

37

38 Commenti forniti dal Circolo ACLI di Tradate Il Circolo ACLI ha un osservatorio privilegiato da cui può giudicare delle situazioni di indigenza e di necessità lavorative (attività relative al Fondo Famiglia e Lavoro, consulenze per la dichiarazione dei redditi, cooperative case, sinergie con Caritas, rapporti con i Servizi Sociali dell'Ente Locale, attività varie di Patronato, ecc.).

39 Commenti forniti dal Circolo ACLI di Tradate Vengono confermate le negative conseguenze della crisi finanziaria del 2008: - le categorie più colpite sono quelle dei giovani e delle donne; - il settore produttivo in piena recessione è quello dell'edilizia malgrado il forte taglio di manodopera effettuato, idem per il settore tessile; mentre, d'altra parte alcune richieste di personale sembrerebbero concentrarsi nel campo dell'elettronica e degli impianti dell'energia (saldatori esperti).

40 Commenti forniti dal Circolo ACLI di Tradate Il Centro per l'Impiego territoriale, interpellato da ACLI, dà notizie non confortanti sulla situazione dei giovani diplomati in cerca di lavoro: a fronte di un sostenuto aumento di iscrizioni al Centro le possibilità di effettivo impiego sono molto limitate e riguardano soltanto il settore dell'elettronica.

41 Commenti forniti dal Circolo ACLI di Tradate In particolare, per i corsi di formazione attivi: - i corsi ASA (cura delle persone, badanti) servono alle badanti ma le partecipanti sono italiane, che si stanno adattando a fare un servizio che poco tempo fa non avrebbero certamente fatto, e quelle che hanno famiglia potranno fare solo un servizio giornaliero;

42 Commenti forniti dal Circolo ACLI di Tradate i corsi OSS (operatori socio sanitari) non garantiscono più un "posto", e, spesso, ai frequentanti, vengono offerte sistemazioni dequalificate e sottopagate; i corsi di informatica avviati danno raramente una reale possibilità di occupazione, ma sono utilizzati soprattutto per non lasciare inattivi i giovani.

43 Commenti forniti dal Circolo ACLI di Tradate Le richieste al Fondo Famiglia e Lavoro sono attualmente in calo: pochi sono i "nuovi" richiedenti, mentre numerose sono le richieste di rinnovo dell'aiuto fornito lo scorso anno.

44 Commenti forniti dal Circolo ACLI di Tradate Concludendo, il Circolo ACLI locale segnala che la disoccupazione aumentata ha determinato un allargamento dell'area della povertà delle famiglie con qualche caso al limite della "sopravvivenza". Inoltre, non sempre i Servizi Sociali Comunali possono dare risposte positive, perché risulta arduo far fronte alle innumerevoli e gravose richieste di aiuto.


Scaricare ppt "Visita Pastorale del Card. Arcivescovo Consiglio della Comunità Pastorale alla presenza del Vicario Episcopale S.E. Mons. Luigi Stucchi."

Presentazioni simili


Annunci Google