La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Formazione del Presidente di zona Come essere tutto per tutti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Formazione del Presidente di zona Come essere tutto per tutti."— Transcript della presentazione:

1

2 Formazione del Presidente di zona Come essere tutto per tutti

3 Prima di cominciare Stampare una copia del Manuale per Presidente di zonaManuale per Presidente di zona Stampare o aprire il documento relativo allo Statuto e regolamento distrettuale Statuto e regolamento distrettuale Scegliere un momento in cui si hanno minuti a disposizione senza interruzioni Avere a disposizione dei fogli di carta per prendere appunti Cercare di terminare una sezione (le sezioni) prima di fermarsi Visualizzare la presentazione per verificare il funzionamento dei collegamenti

4 Obiettivi del Corso Individuare i compiti inerenti all'incarico Riconoscere i fattori motivanti Motivare gli officer di club Apprezzarne l'impegno Utilizzare metodologie di risoluzione dei problemi

5 Obiettivi del corso (segue) Incoraggiare i club a stabilire degli obiettivi Comunicare informazioni agli officer di club Offrire preparazione assistita Inviare puntualmente i rapporti Utilizzare le risorse del LCI

6 Sezioni del corso Responsabilità legate all'incaricoResponsabilità legate all'incarico Motivazione Communicazione Risoluzione di problemi Definizione degli obiettivi Preparazione assistita Rapporti/risorse Cliccare su qualsiasi titolo di sezione per andare a quella sezione. Per tornare a questa pagina cliccare sul triangolo giallo che troverete su quella pagina.

7 Responsabilità legate all'incarico Cosa vi aspettate che io faccia?

8 Chi sono i Presidenti di zona? Voi siete l'anello di collegamento tra i club di zona e il team distrettuale. Voi offrite motivazione e consulenza ai club, comunicate con loro, li incoraggiate a sostenere i programmi e le attività distrettuali.

9 Voi, i Presidenti di zona,... collaborate con il governatore distrettuale per far sì che i club di zona siano in regola, ricevano visite più di una volta l'anno, realizzino progetti di servizio nella loro comunità e abbiano comunicazioni interne efficaci ed un programma di relazioni pubbliche.

10 Le tre funzioni dei Presidenti di zona Motivare - riconoscere il successo dei club Consigliare - offrire preparazione assistita e linee guida Comunicare - informare i club circa le notizie/attività distrettuali e riferire le attività dei club al governatore distrettuale NOTIZIE

11 Responsabilità dei Presidenti di zona Partecipare alle riunioni in qualità di membro del gabinetto distrettuale Verificare il benessere e la situazione dei club nella propria zona (esaminare i rapporti e visitare i club) Promuovere gli scopi dell'associazione Fornire al governatore distrettuale un elenco aggiornato dei club con i nomi e gli indirizzi degli officer

12 Responsabilità dei Presidenti di zona (segue, pag. 2) Organizzare e svolgere riunioni di zona come Presidente del Comitato Consulente del Governatore Distrettuale nella propria zona Fornire relazioni sul benessere dei club e sulle attività di servizio dei club Riferire al segretario distrettuale su eventuali sospensioni finanziarie dei club o sullo status quo

13 Responsabilità dei Presidenti di zona (segue, pag. 3) Suggerire e implementare metodi atti a fornire assistenza a tutti i club della propria zona Favorire lo scambio di idee su programmi, progetti, attività e metodi per la raccolta di fondi tra i club della zona Assicurare che ogni club rispetti il proprio statuto e regolamento

14 Responsabilità dei Presidenti di zona (segue, pag. 4) Promuovere presso i club i programmi distrettuali, multidistrettuali ed internazionali Lavorare in sintonia con il gabinetto distrettuale Essere a conoscenza di tutte le attività di tutti i club della zona Partecipare a tutte le riunioni programmate del distretto

15 In collaborazione con i Coordinatori distrettuali GMT e GLT potrete Organizzare un nuovo club Svolgere sessioni di orientamento per i nuovi soci Promuovere a la Procedura Club Excellence Effettuare formazione sulla conservazione dei soci esistenti Attuare un piano di invito di nuovi soci Favorire la crescita di leader attuali e futuri Promuovere l'uso di materiali e risorse per lo sviluppo della leadership

16 La struttura del GMT e del GLT

17 Questionario sulle responsabilità Iniziare con la prima domanda o scelta sulla sinistra, e cliccare sulla risposta che si ritiene esatta. Dopo aver cliccato, apparirà la risposta esatta.

18 Partecipare alle riunioni Comunicare informazioni Offrire consulenza o preparazione assistita Coordinare le attrezzature Motivare gli officer di club Domanda a scelta multipla Quali sono le tre principali responsabilità di un Presidente di zona?

19 Organizzare e condurre riunioni di zona Partecipare al congresso distrettuale Visitare i club e redigere rapporti sulle visite Controllare l'efficacia dei club e la loro situazione finanziaria Trasmettere le informazioni relative agli officer di club per l'annuario distrettuale Domanda a scelta multipla Quali risposte rappresentano un considerevole impegno di tempo per il Presidente di zona? Scegliere tre opzioni:

20 Temporeggiare prima di affrontare un problema Fare complimenti ai club per i loro successi Aspettare che gli officer di club lo contattino Comunicare una volta ogni 3 mesi Rispondere ad o a telefonate entro 24 ore Domanda a scelta multipla Quali risposte rappresentano cattivi consigli per un Presidente di zona? Sceglierne tre

21 Rapporto Officer di Club PU 101 Rapporto sullo stato dei Club MMR - Rapporto mensile soci Rapporto sulle attività di club Rapporto sulla cancellazione di club Domanda a scelta multipla Quali rapporti vengono trasmessi a un Presidente di zona?

22 Pausa? Avete bisogno di fare una pausa prima di iniziare la sezione successiva sulla motivazione?

23 Motivazione Perché siete disposti ad accettare la sfida dell'incarico di Presidente?

24 Definizione La motivazione è l'espressione dei fattori che inducono un individuo ad avviare, mantenere e indirizzare un comportamento verso un obiettivo. Tali fattori rappresentano il motivo alla base delle azioni o del comportamento di tale individuo, il perché fa ciò che fa.

25 Livelli dei bisogni umani Lo psicologo Abraham Maslow ha affermato che i bisogni delle persone devono essere soddisfatti in una sequenza basata sulle priorità. Per primi devono essere soddisfatti i bisogni di cibo, acqua e sopravvivenza, quindi, per secondi, quelli di alloggio o protezione. Il terzo livello è rappresentato dai bisogni sociali, seguiti dalla valorizzazione del proprio ego e dall'autorealizzazione.

26 Livelli dei bisogni umani Livello 1: bisogni psicologici - cibo, acqua, elementi necesari alla sopravvivenza fisica Livello 2: bisogni di sicurezza - alloggio, sicurezza, protezione dal pericolo Livello 3: bisogni sociali - appartenenza ad un gruppo, avere rapporti significativi

27 Livelli dei bisogni umani (segue) Livello 4: bisogni di valorizzazione del proprio ego - riconoscimento, raggiungimento di obiettivi Livello 5: bisogni di realizzazione di sé - ottimizzazione del proprio potenziale personale Prima di potersi concentrare su questi livelli superiori è necessario che siano stati soddisfatti i bisogni di livello inferiore

28 Teorie della motivazione Spiegheremo ora le seguenti teorie della motivazione umana: la teoria X e la teoria Y di Douglas McGregor la teoria della motivazione di David McClelland

29 La teoria manageriale X di McGregor Le persone non amano il lavoro e cercheranno di evitarlo Le persone devono essere obbligate a lavorare con la minaccia di una punizione Le persone devono essere controllate Le persone preferiscono ricevere istruzioni

30 La teoria manageriale Y di McGregor Le persone considerano il lavoro come un'attività naturale quanto il gioco o il riposo Le persone imparano ad accettare e a cercare responsabilità Le persone troveranno in se stesse le indicazioni per realizzare il lavoro che si sono impegnate a svolgere Le persone useranno la creatività per risolvere problemi organizzativi

31 La teoria manageriale Y di McGregor I dirigenti intelligenti che adottano uno stile di gestione partecipativa utilizzano la teoria Y e ottengono prestazioni o risultati migliori; questo stile gestionale consente alle persone di sviluppare capacità e sicurezza di sé.

32 La teoria della motivazione di David McClelland Nei suoi 20 anni di studio, McClelland ha individuato tre tipi di bisogni motivazionali: affiliazione, potere o autorità, e successo.

33 La teoria della motivazione di David McClelland La persona motivata dal desiderio di affiliazione ha bisogno di rapporti ed interazioni amichevoli con altri individui. (ama il gioco di squadra) Ha bisogno di essere gradita ed apprezzata. Ama iscriversi ad un club e far parte di un comitato

34 La teoria della motivazione di David McClelland La persona motivata dal successo cerca di raggiungere obiettivi realistici ma impegnativi, e di avere una progressione negli incarichi. Ha bisogno di feedback sui risultati e sui progressi ottenuti e desidera provare la sensazione di aver avuto successo. Motiverà un comitato o un club a raggiungere i risultati desiderati

35 La teoria della motivazione di David McClelland La persona motivata dal desiderio di potere o di autorità ha bisogno di influenzare ed incidere sugli altri e di essere efficace. Ha un forte bisogno di guidare gli altri e di vedere accettate le proprie idee. Ama godere di prestigio personale. Potrebbe diventare presidente di comitato, officer di club o responsabile della formazione

36 Risorsa per la formazione in motivazione Corso online sulla motivazione dei soci

37 Come motivare i presidenti di club? Arrivate a conoscerli tutti e scoprite cosa li motiva Chiedete loro perché hanno accettato l'incarico di presidente di club Offrite riconoscimento sulla base della motivazione specifica di ciascuna persona (ciò che è importante per lui/per lei)

38 Conoscete i vostri club Parlate con il vostro predecessore o con uno storico del distretto per conoscere la storia, i progetti o le missioni speciali dei vostri club Sappiate quando ciascun club si è costituito, fuso o riorganizzato Chiedete al vostro predecessore se vi siano stati in passato problemi di cui dovete essere a conoscenza

39 Premio Club Excellence Questo premio è un riconoscimento conferito ai club efficienti, puntuali nei pagamenti e nell'invio dei rapporti Offre un riconoscimento ai soci del club che motivano gli altri officer a svolgere con puntualità i propri compiti. La richiesta di Premio Club Excellence deve essere presentata al governatore distrettuale

40 L'arte del riconoscimento Il riconoscimento deve essere specifico per l'individuo, tempestivo ed adeguato al successo ottenuto L'Arte del riconoscimento L'Arte del riconoscimentoLa pubblicazione L'Arte del riconoscimento fornisce ulteriori informazioni sul riconoscimentoL'Arte del riconoscimento

41 Premi informali Dei premi informali vengono conferiti durante l'anno al momento del raggiungimento di un traguardo Il premio deve essere ideato specificamente per una persona, ad esempio un biglietto per una partita se tale individuo è tifoso di uno sport La pubblicazione L'Arte del riconoscimento offre altre idee specifiche

42 Premi formali Il Lions club prevede molti premi formali (distintivi, targhe, certificati) da conferire ai soci Lions, ai club, ai distretti, ai multidistretti e ai non Lions Alcune pubblicazioni sul sito web LCI forniscono informazioni dettagliate su chi contattare e come ottenere ciascun premio.

43 Riepilogo Vi sono molti modi per motivare una persona; tuttavia, la cosa più importante da ricordare è che la motivazione è specifica per ciascun individuo. Ora conoscete molte risorse: utilizzatele nel modo giusto per ciascun Lion.

44 Quesito sulla motivazione Iniziare con la prima domanda o scelta sulla sinistra, e cliccare sulla risposta che si ritiene esatta. Dopo aver cliccato, apparirà la risposta esatta.

45 Abbinare i bisogni umani Livello 3 Livello 1 Livello 5 Livello 4 Livello 2 Sicurezza, alloggio Autorealizzazione Valorizzazione dell'ego Sopravvivenza, cibo, acqua Bisogni sociali Abbinare il livello dei bisogni di Maslow alla relativa descrizione.

46 Abbinare le teorie della motivazione McClelland Teoria X McClelland Teoria Y Il lavoro è naturale e piacevole Desiderio di potere o di autorità, bisogno di influenzare gli altri Raggiungimento di obiettivi personali o sviluppo di sé Le persone devono essere controllate da vicino Affiliazione con altre persone e interazione sociale Abbinare la teoria alla relativa descrizione.

47 Premio 100% socio sostenitore della LCIF Premio Club Excellence Vincitore del Concorso Fotografico Ambientale Vincitore distrettuale di un Poster per la Pace Domanda a scelta multipla Quale dei seguenti premi viene conferito per il successo generale di un club?

48 Certificato Eccellence nei Servizi Ambientali Buono sconto per cena ad un ristorante Biglietti per una partita Articolo nel notiziario distrettuale sul Lion e sul suo contributo Targa di Agente del Cambiamento Domanda a scelta multipla Quali riconoscimenti sono esempi di riconoscimento informale? Sceglierne tre.

49 La motivazione è specifica per ciascun individuo Incentivi come i distintivi motivano sempre tutti Obiettivi di realizzazione personale possono motivare un Lion Relazioni interpersonali e la possibilità di prendede decisioni possono essere un fattore di motivazione La competizione conduce sempre a risultati migliori Domanda a scelta multipla Quali delle seguenti affermazioni sulla motivazione sono corrette?

50 Pausa? Avete bisogno di fare una pausa prima di iniziare la sezione successiva sulla comunicazione?

51 Comunicazione Intendevate dire ciò che avete appena detto?

52 Comunicazione: un processo con molte variabili Chi parla e chi ascolta Scelta delle parole Comprensione del linguaggio Contesto culturale Gli ulteriori messaggi del corpo Controllare sempre che l'ascoltatore abbia compreso ciò che è stato detto

53 Comunicazione: una dote importante per un Presidente di zona Come comunicare con i club: fornire informazioni comunicare regolarmente offrire assistenza fare complimenti per il successo di un club

54 Fornire informazioni Annuario distrettuale ed eventi o programmi del distretto Congressi ed eventi multidistrettuali Tema internazionale dell'anno Attività di successo di altri club Premi che possono essere interessanti per un dato club

55 Comunicare regolarmente Delle comunicazioni frequenti sono facilitate dall'uso di , telefono o fax; stabilire quale sia il metodo che ciascun presidente di club preferisce I club potrebbero non chiamarvi quando hanno un problema: contattateli voi Si possono inviare promemoria ogni mese

56 Offrire assistenza Suggerite ai club o agli officer come pianificare un'attività di servizio, come svolgere un progetto per la raccolta di fondi, o come potenziare la conservazione dei soci Fornire il nominativo di un socio con esperienza nell'ambito degli Scambi Giovanili Informare i club delle attrezzature che è possibile prendere in prestito

57 Fare complimenti per il successo di un club Chiedere ai club quali attività hanno svolto Informare il club su come inserire tali informazioni nel notiziario distrettuale Un riconoscimento sotto forma di pubblicità o un aumento nel numero dei soci incoraggerà gli officer di club a proseguire nel loro impegno

58 La prima risorsa dei club Voi, i Presidenti di zona, siete la prima risorsa a disposizione dei club della vostra zona. Lasciate aperti i canali di comunicazione.

59 Riepilogo Per gli officer di club, nonché per il benessere dei club del distretto, è molto importante che il Presidente di zona sia informato e abbia un atteggiamento positivo.

60 Questionario sulla comunicazione Iniziare con la prima domanda o scelta sulla sinistra, e cliccare sulla risposta che si ritiene esatta. Dopo aver cliccato, apparirà la risposta esatta.

61 Chi parla e chi ascolta La scelta delle parole Il tono della voce Il luogo geografico Il linguaggio del corpo Domanda a scelta multipla Cosa svolge un ruolo nella comunicazione? Sceglierne quattro

62 Fornire informazioni Offrire assistenza Comunicare telefonicamente Riconoscere il successo dei club Comunicare frequentemente Domanda a scelta multipla Quali sono le priorità della comunicazione per un Presidente di zona?

63 Fa parte del lavoro Si possono offrire mensilmente dei promemoria È un'opportunità per discutere di eventuali problemi Fornire contatti nei club che pensano di realizzare progetti simili Raccogliere informazioni sulle attività dei club Domanda a scelta multipla Per quali motivi è importante comunicare regolarmente?

64 Pausa? Avete bisogno di fare una pausa prima di iniziare la sezione successiva sulla risoluzione dei problemi?

65 Risoluzione di problemi Come si può risolvere questo problema?

66 Definizione Un problema è un ostacolo che rende difficile raggiungere un obiettivo, uno scopo o un traguardo desiderato. Può riferirsi ad una situazione, condizione o questione ancora non risolta.

67 Processo di risoluzione dei problemi La risoluzione dei problemi rappresenta un processo mentale di alto livello, utilizzato quando una persona o un gruppo non sa come procedere da una situazione presente ad una situazione desiderata. Per risolvere i problemi si può seguire un processo a cinque fasi.

68 Fase 1: definire il problema Dichiarare cosa impedisce di raggiungere l'obiettivo È quello il problema o è il sintomo di un problema più grande? È un problema che vale la pena di risolvere? Quali sono le condizioni che la soluzione dovrebbe soddisfare?

69 Fase 2: raccogliere informazioni Parlare con le persone interessate dal problema Chiedere informazioni dettagliate su eventi da loro osservati Riesaminare i risultati di soluzioni o studi precedenti Richiedere le opinioni di officer, comitati o responsabili delle decisioni Avere colloqui con esperti per chiedere consiglio

70 Fase 3: ideare soluzioni alternative Guardare al problema in modo diverso, da un punto di vista differente Scambiarsi idee e ipotizzare molte alternative, inserendole in un elenco perché vengano prese in considerazione Esaminare le alternative per cercare soluzioni nuove o interessanti ed idee che possano essere combinate tra loro Eliminare le idee che susciteranno forte opposizione

71 Fase 4.1: considerare le alternative Considerare le seguenti caratteristiche di ciascuna alternativa: idoneità: etica e pratica fattibilità: accessibile e probabilità di risolvere il problema flessibilità: capacità di rispondere a risultati inaspettati e a nuove possibilità; livello di controllo che si avrà una volta avviata la soluzione

72 Fase 4.2: scegliere la migliore alternativa Scegliere la soluzione migliore (una soluzione perfetta non esiste) Chiedere al proprio esperto un'opinione sulla soluzione prescelta Prendere in considerazione il proprio intuito nella scelta della soluzione Prendere in considerazione una soluzione di compromesso se necessario

73 Fase 5: attuare la decisione Se non si dà attuazione all'alternativa prescelta, il problema non viene risolto. Ideare un piano d'azione in fasi Informare le persone interessate Controllare il progresso (risultati e processo) Trovare compromessi o adattare il piano se necessario

74 Incoraggiare gli officer di club a svolgere un ruolo più centrale Insegnare loro il processo a 5 fasi Far crescere la loro fiducia in se stessi Incoraggiarli a risolvere i problemi indipendentemente da voi Offrire commenti relativamente ai risultati da loro ottenuti

75 Affrontare i problemi prima, non poi I problemi non scompaiono I problemi non affrontati subito si aggravano e coinvolgeranno più persone Ignorare un problema può creare conflitti nei rapporti tra soci Lion

76 Risorse umane nel distretto Altri Presidenti di zona Presidente di Circoscrizione Coordinatori distrettuali GMT e GLT Presidente di Comitato distrettuale addetto allo sviluppo della leadership 2 o vice governatore distrettuale 1 o vice governatore distrettuale Governatore distrettuale

77 Risorse LCI Procedure per la risoluzione di controversie per i clubProcedure per la risoluzione di controversie per i club Procedure per la risoluzione di controversie per i distretti Procedure per la risoluzione di controversie per i multidistretti

78 Riepilogo La capacità di risolvere i problemi è una qualità essenziale per un Presidente di zona. Ricordarsi di risolvere un problema al più presto, utilizzando il processo a cinque fasi. Chiedere assistenza alle risorse del vostro distretto se necessario.

79 Questionario sulla risoluzione dei problemi Iniziare con la prima domanda o scelta sulla sinistra, e cliccare sulla risposta che si ritiene esatta. Dopo aver cliccato, apparirà la risposta esatta.

80 Stabilire l'ordine delle voci Raccogliere informazioni Definire il problema Attuare la decisione Creare alternative Abbinare la posizione della sequenza alla voce presente in quell'ordine. Scegliere le alternative

81 Coordinatore LCIF Procedure per la risoluzione delle controversie dei club Presidenti di zona esperti Presidente di Circoscrizione 2 o vice governatore distrettuale Domanda a scelta multipla Quali delle seguenti risorse sono utili nella risoluzione dei problemi?

82 Pausa? Avete bisogno di fare una pausa prima di iniziare la sezione successiva sulla definizione degli obiettivi?

83 Definizione degli obiettivi Come raggiungerli entro la fine dell'anno?

84 Obiettivi Un obiettivo è un risultato che si vuole raggiungere entro una data prestabilita. È il risultato finale verso il quale si dirigono i vostri sforzi.

85 Vantaggi degli obiettivi La ricerca dimostra che le persone che stabiliscono regolarmente i propri obiettivi hanno un alto livello di realizzazione degli stessi. Decidendo cosa è importante e cosa si vuole raggiungere, si delinea il percorso per raggiungere il successo.

86 Vantaggi degli obiettivi (segue) Quando si raggiungono alcuni degli obiettivi preposti, aumentano la fiducia in se stessi e le proprie capacità. Una volta stabilito cosa si vuole raggiungere, non ci si lascia distrarre da cose irrilevanti.

87 Obiettivi intelligenti Gli obiettivi intelligenti sono espressi in modo tale che chiunque possa comprendere quale sia il risultato finale e quando esso verrà raggiunto. Gli obiettivi sono: specifici misurabili realizzabili realistici definiti nel tempo

88 Esempio di una Dichiarazione di Obiettivo Il club avrà 12 nuove socie iscritte entro il 1 febbraio dell'attuale anno Lions

89 Tipi di obiettivi dei club Raccolta di fondi per bisogni comunitari Sviluppo della leadership Invito di nuovi soci Relazioni pubbliche/articoli su giornali Conservazione di soci Supporto alla LCIF

90 Esempio 1 di obiettivo di club Far iscrivere 10 nuovi soci entro il 30 novembre Cliccare qui per visualizzare il relativo piano d'azione

91 Esempio 2 di obiettivo di club Mantenere il 95% dei soci di un club entro la fine dell'attuale anno Lions Cliccare qui per visualizzare il relativo piano d'azionequi

92 Esempio 3 di obiettivo di club Diventare un Club sostenitore della LCIF al 100% entro la fine di marzo Cliccare qui per visualizzare il relativo piano d'azione

93 Piani d'azione azione chi vi partecipa data di scadenza risultati Cosa inserire in ogni piano d'azione: Cliccare qui per richiamare un documento da utilizzare per i piani d'azione

94 Piano d'azione 1 I soci invitano potenziali nuovi soci a collaborare al progetto di servizio di settembre Ad ottobre, il comitato soci organizza un evento sociale informativo aperto a tutti ed invita potenziali nuovi soci affinché vengano a conoscere i soci del club A novembre, soci sponsor invitano i potenziali nuovi soci ad iscriversi indietro

95 Piano d'azione 2 A luglio, il comitato soci discute del coinvolgimento del club con tutti i soci A novembre, il comitato soci svolge un sondaggio tra i soci per valutarne il livello di soddisfazione A maggio, il club organizza un evento per pianificare le attività e i progetti del club per l'anno successivo indietro

96 Piano d'azione 3 Il Coordinatore distrettuale della LCIF è invitato a presentare un programma informativo nel corso della riunione di club di ottobre Un altro club propone una presentazione con diapositive su un progetto di esami preventivi della vista/occhiali da vista nel corso di una riunione di club a novembre Gli officer di club chiedono a ciascun socio USD20 in supporto della LCIF alla riunione di gennaio indietro

97 Riepilogo Obiettivo: dichiarazione specifica e misurabile di un risultato desiderato entro una data prestabilita Piano d'azione: informazioni dettagliate su come e chi raggiungerà determinati risultati entro una data prestabilita Desiderio: un obiettivo senza un piano d'azione

98 Riepilogo Ora avete esaminato possibili obiettivi di club Quali obiettivi vi siete preposti in quanto Presidenti di zona? Annotate alcune dichiarazioni di obiettivi per voi stessi Assicuratevi che siano specifiche, misurabili, realizzabili, realistiche e definite nel tempo

99 Riepilogo Per ricevere ulteriore formazione sulla definizione degli obiettivi, partecipare al corso online Corso di impostazione degli obiettivi sul sito web LCI.Corso di impostazione degli obiettivi

100 Impostazione degli obiettivi: questionario sulla pianificazione delle azioni Iniziare con la prima domanda o scelta sulla sinistra, e cliccare sulla risposta che si ritiene esatta. Dopo aver cliccato, apparirà la risposta esatta.

101 Un desiderio che qualcosa cambi Un risultato desiderato, misurabile, specifico e chiaramente definito, da raggiungere entro una data prestabilita Un piano dettagliato di come, chi e quando si raggiungeranno risultati specifici Un periodo di tempo previsto per un'azione Un bilancio preventivo delle spese e risorse necessarie per un piano Domanda a scelta multipla Cos'è un obiettivo?

102 Un desiderio che qualcosa cambi Un risultato desiderato, misurabile, specifico e chiaramente definito, da raggiungere entro una data prestabilita Un piano dettagliato di come, chi e quando si raggiungeranno risultati specifici Un periodo di tempo previsto per un'azione Un bilancio preventivo delle spese e risorse necessarie per un piano Domanda a scelta multipla Cos'è un piano d'azione?

103 L'espressione di un cambiamento desiderato senza avere un piano dettagliato Un risultato desiderato, misurabile, specifico e chiaramente definito, da raggiungere entro una data prestabilita Un piano dettagliato di come, chi e quando si raggiungeranno risultati specifici Un periodo di tempo previsto per un'azione Un bilancio preventivo delle spese e risorse necessarie per un piano Domanda a scelta multipla Cos'è un desiderio?

104 Azioni o metodi che si intendono utilizzare Chi eseguirà ogni azione Il costo di ciascuna azione I risultati che dimostrano che l'obiettivo è stato raggiunto Quando ogni azione sarà stata completata Domanda a scelta multipla Cosa contiene un piano d'azione?

105 Pausa? Avete bisogno di fare una pausa prima di iniziare la sezione successiva sulla preparazione assistita?

106 Preparazione assistita Il vostro comportamento incide su tutta la squadra

107 Definizione La preparazione assistita è il processo che si usa per incoraggiare e spingere gli individui ad impegnarsi al massimo per raggiungere obiettivi specifici.

108 I vantaggi della preparazione assistita Ai miei presidenti di club è utile sapere che io posso aiutarli a colmare le loro eventuali lacune nel settore dei programmi di invito di nuovi soci e di conservazione di quelli esistenti, e dell'attuazione di tali programmi. Ciò può significare riconoscere e incoraggiare le prestazioni positive affinché tali pratiche proseguano, oppure offrire supporto e guida quando le prestazioni non sono del tutto soddisfacenti ed esiste la possibilità di migliorarle.

109 Caratteristiche di un'efficace preparazione assistita Un ambiente sicuro e confortevole Fare leva sui punti di forza per ottenere miglioramenti e soddisfazione individuale Comunicazione per accrescere comprensione e rispetto Verifiche successive finalizzate al raggiungimento di obiettivi concordati

110 Preparazione assistita: un processo a 5 fasi 1.Individuare il comportamento 2.Descriverne le implicazioni 3.Confermare o correggere 4.Concordare un piano 5.Effettuare valutazioni successive

111 1. Individuare il comportamento Concentrarsi su comportamenti o azioni, non sulla persona Prendere in considerazione sia i comportamenti positivi, sia quelli che offrono opportunità di miglioramento Essere specifici

112 2. Descriverne le implicazioni Spiegare cosa succede quando la persona si comporta in tale modo Spiegare su chi e su cosa si ha un impatto diretto Spiegare come ciò può incidere sulle prestazioni generali

113 3. Confermare o correggere Concentrarsi sulle prestazioni Confermare specifiche prestazioni positive, per motivare la persona Fornire esempi di prestazioni desiderate quando è necessario correggere

114 4. Concordare un piano Convenire su quale sia la causa del problema o il motivo del successo Parlare insieme della soluzione Creare insieme un piano d'azione per cambiare Conseguire un impegno e offrire incoraggiamento

115 5. Effettuare valutazioni successive Prendere nota dei risultati della sessione Avere contatti regolari per essere aggiornati sul piano concordato Ideare un nuovo piano se necessario

116 La preparazione assistita è La preparazione assistita può significare riconoscere e incoraggiare le prestazioni positive affinché tali pratiche proseguano, oppure offrire supporto e guida quando le prestazioni non sono del tutto soddisfacenti ed esiste la possibilità di migliorarle.

117 La preparazione assistita non è Dire alla gente cosa fare Punire qualcuno per un lavoro fatto male Effettuata senza l'input della persona che viene aiutata Effettuata una volta e quindi dimenticata

118 Conclusione La preparazione assistita va a vantaggio di tutti gli interessati: la persona che la riceve, il club e il distretto, la comunità coinvolta, l'associazione e la persona che la offre.

119 Questionario sulla preparazione assistita Iniziare con la prima domanda o scelta sulla sinistra, e cliccare sulla risposta che si ritiene esatta. Dopo aver cliccato, apparirà la risposta esatta.

120 Dire alla gente cosa fare Offrire supporto e guida per migliorare le prestazioni Punire una persona per un lavoro fatto male Confermare prestazioni positive affinché proseguano Incoraggiare e spingere gli individui ad impegnarsi al massimo Domanda a scelta multipla Cos'è la preparazione assistita?

121 La persona che la riceve Il club e il distretto Lions Le istituzioni pubbliche locali La comunità coinvolta La persona che la offre Domanda a scelta multipla A vantaggio di chi va la preparazione assistita?

122 Quando il presidente di un comitato non svolge le proprie mansioni Quando il torneo di bowling ha un punteggio basso Quando le riunioni di club non sono bene organizzate Quando l'evento di raccolta di fondi del club non ha un grosso ricavato Quando il segretario di un club non è puntuale nell'invio degli MMR Domanda a scelta multipla Quando usereste il processo della preparazione assistita?

123 Stabilire l'ordine delle voci Descriverne le implicazioni Individuare il comportamento Valutazioni Confermare o correggere Abbinare la sequenza delle fasi della preparazione assistita alla voce che descrive tale fase. Concordare un piano

124 Pausa? Avete bisogno di fare una pausa prima di iniziare la sezione successiva sui rapporti e sulle risorse?

125 Rapporti e risorse Li avete quando dovete presentarli o usarli?

126 I rapporti da presentare I rapporti sulle visite ai club forniscono al governatore distrettuale informazioni preziose Esame e sommario della situazione dei club (rapporto sulle visite ai club) Rapporto sulle riunioni del Comitato Consulente del Governatore Distrettuale nella propria zona

127 I rapporti che il presidente di zona riceve o può visualizzare Una copia del rapporto mensile MMR sui soci comprendente la variazione del numero di soci Una copia del notiziario dei club Il rapporto sulle attività di club

128 Rapporti sui club ricevuti dal Governatore distrettuale Valutazione mensile dello stato dei club Riepilogo mensile degli estratti conto dei club: sommario di fatture non saldate e dell'ultimo MMR trasmesso al LCI Cancellazioni di club

129 Libro mastro dei club Si può richiedere per risolvere controversie su fatture o pagamenti Un elenco dei crediti e dei debiti relativi all'estratto conto del club Contattare

130 Altro Possono esservi altri rapporti collegati ad una campagna soci o ad una campagna di raccolta fondi Vi si potrebbe chiedere di nominare dei Lions per i premi distrettuali

131 Risorse di zona LCI Pubblicazioni LCI sul sito web Manuale per Officer di club (LA-15) Manuale per Presidente di zona (DA-100) Statuto e Regolamento standard di club (LA-2)

132 Risorse LCI per il Lionismo Storia del LCI Melvin Jones Helen Keller Donne socie, 1987 I Lions Clubs del the 21 o secolo (libro)I Lions Clubs del the 21 secolo

133 Risorse LCI Serie di orientamento soci (ME 13a-f) Guida per il Presidente addetto al mantenimento (PRC 7) Guida per il Comitato addetto alla campagna presidenziale per il mantenimento dei soci (PRC 1) Questionario sulla valutazione del vostro club (ME 15B e ME 15) Centro Risorse per la Leadership Lions (sito web LCI)

134 Risorse LCI per i soci Sono un Lion (ME 37)Sono un Lion I Lions fanno la differenza (ME 40)I Lions fanno la differenza Manual del Comitato Soci di Club (ME 44)Manual del Comitato Soci di Club Suggerimenti per la Cerimonia dell'Investitura (ME 22)Suggerimenti per la Cerimonia dellInvestitura Modulo d'iscrizione per i soci (ME 6b)Modulo d'iscrizione per i soci

135 Risorse soci LCI (continua) Comitato Soci di Tre Persone (ME 29) La Sponsorizzazione è una Responsabilità Importante (ME21)La Sponsorizzazione è una Responsabilità Importante Series Orientamento Soci (ME 13a-e)Series Orientamento Soci Rapport Registro Soci Risorse per lo sviluppo dei soci e della leadership (LCI website)

136 Risorse sull'Organizzazione LCI Statuto e regolamento distrettuale (LA-4)Statuto e regolamento distrettuale Statuto e regolamento internazionale (LA-1)Statuto e regolamento internazionale Il Manuale delle Norme del Consiglio di Amministrazione InternazionaleIl Manuale delle Norme del Consiglio di Amministrazione Internazionale

137 Questionario sulle risorse e i rapporti Iniziare con la prima domanda o scelta sulla sinistra, e cliccare sulla risposta che si ritiene esatta. Dopo aver cliccato, apparirà la risposta esatta.

138 Manuale per Officer di Club La vostra valutazione Premio Excellence di Club Manuale per Presidente di zona Statuto e Regolamento standard di club Domanda a scelta multipla Quali risorse si utilizzano per l'orientamento degli officer di club? Sceglierne quattro.

139 Sono un Lion Comitato Soci di tre persone MMR - Rapporto mensile soci I Lions fanno la differenza Sponsorizzazione ME 21 Domanda a scelta multipla Quali risorse si utilizzano per discutere dell'invito di nuovi soci? Sceglierne quattro.

140 Quali sono le valutazioni del vostro club? MMR - Rapporto mensile soci Campagna di conservazione dei soci del presidente Procedura per Club Excellence Sponsorizzazione ME 21 Domanda a scelta multipla Quali risorse si utilizzano per discutere della conservazione dei soci? Sceglierne quattro.

141 Rapporto Officer di Club PU 101 Riepilogo del Rapporto sugli estratti conto dei club MMR - Rapporto mensile soci Rapporto sulle attività di club Rapporto sulla cancellazione di club Domanda a scelta multipla Quali copie dei rapporti dei club vengono richieste dal Presidente di zona? Sceglierne tre.

142 Rapporto Officer di Club PU 101 Valutazione dello stato dei club MMR - Rapporto mensile soci Rapporto sulle attività di club Rapporto sulla cancellazione di club Domanda a scelta multipla Quali rapporti sono trasmessi al Governatore distrettuale? Sceglierne tre.

143 Rapporto Officer di Club PU 101 Valutazione dello stato dei club Libro mastro storico MMR - Rapporto mensile soci Rapporto sulla cancellazione di club Domanda a scelta multipla Quali rapporti si usano in caso di problemi o controversie sulle fatture? Sceglierne tre.

144 Riepilogo Ormai dovreste aver completato tutte e cinque le sezioni di questo corso Cliccare qui per tornare indietroCliccare qui per tornare indietro e controllare la diapositiva nr. 5 se pensate di aver saltato una sezione

145 Conclusione Voi, come Presidenti di zona, avete molte responsabilità e siete membri fondamentali del gabinetto distrettuale. Voi trasmettete importanti informazioni sui punti di forza e di debolezza dei club della vostra zona. Le vostre capacità di comunicazione, di fornire assistenza nella preparazione e motivazione possono incidere sul futuro del vostro distretto. Grazie per aver aver accettato questa sfida.

146 Formazione del Presidente di zona Come essere tutto per tutti


Scaricare ppt "Formazione del Presidente di zona Come essere tutto per tutti."

Presentazioni simili


Annunci Google