La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P AROLE, PAROLE, PAROLE …: RIFLESSIONI SUL LESSICO DELL I TALIANO CONTEMPORANEO Linguistica Italiana Triennale 2013-2014 (P-Z) Luca Bellone Dipartimento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P AROLE, PAROLE, PAROLE …: RIFLESSIONI SUL LESSICO DELL I TALIANO CONTEMPORANEO Linguistica Italiana Triennale 2013-2014 (P-Z) Luca Bellone Dipartimento."— Transcript della presentazione:

1 P AROLE, PAROLE, PAROLE …: RIFLESSIONI SUL LESSICO DELL I TALIANO CONTEMPORANEO Linguistica Italiana Triennale (P-Z) Luca Bellone Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne

2 R ICEVIMENTO STUDENTI E ALTRE INFORMAZIONI GENERALI Lunedì e martedì, su appuntamento Studio 10, III piano di Palazzo Nuovo Dopo le lezioni Mail: Telefono: Pagina web: Home.asp Home.asp 2 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

3 P ROGRAMMA DEL CORSO : P AROLE, PAROLE, PAROLE …: RIFLESSIONI SUL LESSICO DELL I TALIANO CONTEMPORANEO Il corso si propone di riflettere sulla situazione linguistica dellItalia contemporanea attraverso lausilio di uno strumento di osservazione privilegiato, complesso e scientificamente affidabile: il lessico. Unanalisi che intende dunque fornire, attraverso lo studio qualitativo della variegata stratificazione del nostro vocabolario, unistantanea in movimento rappresentativa dei costumi linguistici degli italiani attraverso il tempo, lo spazio, la società, il costante variare dei rapporti umani e la sempre più incisiva spinta dei mezzi di comunicazione di massa. Un'attenzione particolare verrà in tal senso prestata al rapporto tra l'Italiano e le lingue straniere. 3 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

4 O BIETTIVI DI APPRENDIMENTO L'obiettivo formativo è di stimolare la riflessione sul lessico dell'italiano in funzione di un più ampio studio sulla complessa situazione linguistica dellItalia contemporanea anche, e soprattutto, in rapporto ad altri sistemi linguistici stranieri moderni. Metodi impiegati per favorire l'apprendimento Lezioni frontali mediante sussidio di slide, strumenti multimediali e risorse disponibili online; Materiali didattici. Ambiti di ricerca Linguistica italiana; Linguistica romanza; Storia della lingua italiana; Lessicologia. 4 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

5 A LTRE INFORMAZIONI P ROGRAMMA D ESAME Studenti frequentanti: 1. L. S ERIANNI, G. A NTONELLI, Manuale di linguistica italiana. Storia, attualità, grammatica, Milano, Mondadori, 2011; 2. Appunti delle lezioni; 3. Eventuali dispense e altri materiali didattici. Studenti non frequentanti: 1. L. S ERIANNI, G. A NTONELLI, Manuale di linguistica italiana. Storia, attualità, grammatica, Milano, Mondadori, 2011; 2. Programma sostitutivo. 5 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

6 P ARTE I. I NTRODUZIONE ALL ITALIANO CONTEMPORANEO Linguistica Italiana Triennale (P-Z) Luca Bellone Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne

7 L INGUISTICA I TALIANA : PRINCIPI GENERALI E INDIRIZZI DI STUDIO [1] Che cosa studia, quando è nata Linguistica: scienza del linguaggio e delle lingue Più campi di ricerca: - Fonetica/Fonologia - Morfologia - Sintassi - Semantica - Lessicologia 7 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

8 L INGUISTICA I TALIANA : PRINCIPI GENERALI E INDIRIZZI DI STUDIO [2] A seconda dei fini che si propone: - Linguistica interna / esterna - L. sincronica / diacronica - L. generale / applicata - L. storica - L. comparata / Dialettologia - Sociolinguistica 8 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

9 L INGUISTICA I TALIANA : PRINCIPI GENERALI E INDIRIZZI DI STUDIO [3] Lalfabeto Mondo classico Aristotele: logica, lingua e grammatica Roma: Varrone, Quintiliano Il Medioevo: la grammatica e la questione della lingua La linguistica moderna: G.I. Ascoli ( 1907) Linguistica e grammatica. 9 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

10 1. L ITALIANO E LE LINGUE ROMANZE Gruppo Italo-romanzo: italiano, sardo, ladino (+ friulano), dalmatico; Gruppo Balcano-romanzo: romeno; Gruppo Ibero-romanzo: spagnolo, portoghese, catalano; Gruppo Gallo-romanzo: francese, provenzale, guascone, franco-provenzale. 10 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

11 I L GRUPPO B ALCANO - ROMANZO Romeno Romania politica. Parlato anche: 1. In Istria (istroromeno) 2. in alcune regioni della penisola balcanica (macedoromeno) 3. in alcune località dellAsia Minore e nelle vicinanze di Salonicco (meglenoromeno). Varietà letteraria: dacoromeno (antica Dacia). 11 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

12 I L GRUPPO I BERO - ROMANZO [1] Spagnolo Spagna politica, ad eccezione di: 1. parte nord-orientale (Catalogna, Valencia) 2. 4 province nord-occidentali 3. province basche (area pirenaica) America Latina Texas, California, Arizona Varietà letteraria: castigliano Dialetti: asturiano-leonese, aragonese, andaluso 12 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

13 I L GRUPPO I BERO - ROMANZO [2] Portoghese Portogallo politico 4 province nord-occidentali della Spagna Arcipelaghi delle Azzorre e di Madera Brasile Angola, Mozambico + numerose varietà creole (Asia, Africa) Varietà letteraria: gallego (Lusitania settentrionale) 13 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

14 I L GRUPPO I BERO - ROMANZO [3] Catalano Lingua ponte Catalogna storica (Barcellona) Regioni di Valencia e Alicante Isole Baleari Repubblica di Andorra Rossiglione (Francia) Alghero Varietà letteraria: barcellonese 14 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

15 I L GRUPPO G ALLO - ROMANZO [1] Francese Francia politica Vallonia (Belgio) Svizzera francese, Lussemburgo Canada Marocco, Algeria, Haiti Varietà letteraria: franciano Dialetti: pittavino, normanno, piccardo, vallone, lorenese, borgognone, champenois. 15 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

16 I L GRUPPO G ALLO - ROMANZO [2] Provenzale (Occitano) Provenza storica: antica Gallia Piemonte: val Pellice, Chisone, Susa (TO), Vermenagna, Stura, Maira, Gesso (CN) Guardia Piemontese (Cosenza) Varietà letteraria: limosino Guascone Guascogna, Béarn No varietà letteraria 16 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

17 I L GRUPPO G ALLO - ROMANZO [3] Francoprovenzale Francia sud-orientale (Lione, Delfinato, Savoia, Franche-Comté) Svizzera romanza (Ginevra, Neuchâtel, Losanna) Val dAosta Valli di Lanzo Media-bassa Val Susa Varietà letteraria: lionese 17 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

18 I L GRUPPO I TALO - ROMANZO [1] Il Retoromanzo o Ladino Regione alpina centrale ed orientale Antica Rezia 1. Romancio, o l. occidentale (Cantone dei Grigioni) 2. Ladino, o l. centrale (Dolomiti) 3. Friulano, o l. orientale No varietà letteraria 18 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

19 R APPRESENTAZIONE GEOLINGUISTICA DEL R ETOROMANZO 19 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

20 I L GRUPPO I TALO - ROMANZO [2] Dalmatico Lingua scomparsa Scarse conoscenze Costa dalmata Da Fiume allAlbania Isola di Veglia 20 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

21 R APPRESENTAZIONE GEOLINGUISTICA DEL D ALMATICO 21 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

22 R APPRESENTAZIONE GEOLINGUISTICA DEL S ARDO 22 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

23 R APPRESENTAZIONE GEOLINGUISTICA DEL C ORSO 23 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

24 2. I L REPERTORIO LINGUISTICO ITALIANO Non tutti gli italiani parlano (solo) italiano Parlante nativo dellitaliano chi utilizza come lingua della socializzazione primaria: - italiano - dialetto del gruppo italo-romanzo Inoltre: - 6 lingue romanze - 6 lingue o varietà non romanze Repertorio linguistico particolarmente complesso 24 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

25 C OME DEFINIRE TALE REPERTORIO ? Due (dia)sistemi fondamentali: 1. Lingua nazionale 2. Dialetto Diglossia oppure «situazione di bilinguismo endogeno a bassa distanza strutturale» [G. Berruto] Oggi: - maggioranza relativa che sa e usa it. e dialetto; - ampia minoranza che non sa o non usa il dialetto; - piccola minoranza che non sa/non usa litaliano. Eccezioni (apparenti): Toscana (Firenze) e Roma Le situazioni più complesse I migranti interni e i recenti fenomeni migratori 25 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

26 L. S ERIANNI, G. A NTONELLI, LItalia dei dialetti 26 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

27 D IALETTO E LINGUA : PRELIMINARI DI METODO [1] Dialetto: - varietà linguistica non standardizzata; - ristretta alluso orale; - comunità ristretta di parlanti; - secondaria (per prestigio) a un altro sistema linguistico dominante; - esclusa da usi formali/istituzionali (scuola, amministrazione,...). Lingua: - Italiano standard (fiorentino letterario emendato); - ragioni storico-politico-culturali; - processo di ascesa a lingua nazionale dal 1525; - prima: strumento di espressione scritta dei ceti elevati; - poi: veicolo comunicativo di tutte le fasce sociali come varietà delluso quotidiano. 27 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

28 D IALETTO E LINGUA : PRELIMINARI DI METODO [2] Dialetto: termine problematico. No significato univoco. Discussione già a partire da Dante. A seconda dei contesti (linguistico, sociolinguistico, culturale, ecc.): - lingua; - lingua minore; - variante locale di una lingua nazionale; - parlata rustica, di culture subalterne e arretrate; - lingua priva di tradizione scritta (letteraria); - sistema comunicativo di minor prestigio; - minoranza linguistica. 28 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

29 D IALETTO E LINGUA : PRELIMINARI DI METODO [3] In realtà: - dialetti: lingue sorelle dellitaliano (medesima origine); - lingua e dialetto: 2 diasistemi sullo stesso livello; - dialetto non è forma corrotta di una lingua nazionale; - < gr. diálektos lingua; varietà letteraria del gr. antico. Una lingua è un dialetto con un esercito e una marina (M. Weinreich, 1945) Sinonimi: parlata, patois, varietà, vernacolo. Varietà: - insieme delle realizzazioni di un sistema linguistico; - no gerarchie su base di prestigio, storia, uso, estensione geografica, ecc.; - v. veneta, toscana, siciliana, ecc. 29 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

30 F RA DIALETTO E LINGUA [1] Dialetti italiani: varietà italo-romanze indipendenti. Dialetti primari: - rapporto di subordinazione sociolinguistica con litaliano; - medesima origine (latina). Dialetti secondari: - parlate insorte dalla differenziazione geografica di una data lingua; - (es. dialetti dellingl. amer., dialetti dello sp. in Sudamerica); - in Italia: italiani regionali. 30 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

31 F RA DIALETTO E LINGUA [2] Italiani regionali: - Varietà intermedie fra it. standard e dialetto locale - Derivano da: Sovrapposizione di quello a questo; Importazione, nelle diverse regioni, dellitaliano. Esempio: - ma kk ɔ :sa ti vj ɛ :ne i mmente - ma kowsa ti vjein ɛ i mm ɛ nd ɛ - ma čœkk ə t ə ve:n ə ŋ g ɛ ip ə 31 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

32 I L DIALETTO, OGGI Chi parla dialetto, con chi, quando? Sondaggio nazionale ISTAT 2006 Riflessioni sociolinguistiche Differenze regionali Un nuovo atteggiamento verso il dialetto Dialetto e (nuovi) media Le funzioni Il dialetto nellitaliano 32 Luca Bellone - Master in Traduzione per il Cinema, la Televisione e l'Editoria Multimediale

33 L A FRAMMENTAZIONE LINGUISTICA DEL DOMINIO ITALOROMANZO Fin dallantichità Complessità paragonabile solo al dominio indiano. Partizione interna tipologicamente ben caratterizzata: - lItalia dialettale di oggi e le regiones di Augusto; - il De vulgari eloquentia. Le teorie: - la teoria preistorica; - la teoria del «sostrato»; - la teoria del «superstrato». 33 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

34 L ATINO, ITALIANO, DIALETTI Prima di Roma Scarse notizie sul popolamento dell'Italia prima dell'espansione romana. Una certezza: lesistenza di popolazioni appartenenti a gruppi etnici e linguistici in parte tra loro imparentati, in parte del tutto diversi. La teoria «classica» e le due grandi fasi: a) prima ondata di migrazioni (IV-II millennio a.C.): i popoli di stirpe «mediterranea» (Liguri, Retici, Piceni, Sicani, Sardi, ecc.); b) seconda ondata (II millennio a.C.): le popolazioni indoeuropee (dall'Europa centro-orientale: Celti, Venetici, Osco-umbri, Greci, Latini, Siculi, ecc.). 34 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

35 L E POPOLAZIONI DELL I TALIA ATTORNO AL 500 A.C. 35 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

36 V ARIETÀ DEL LATINO E ROMANIZZAZIONE Le lingue romanze e i dialetti. Perché tale differenziazione? Le diverse etnie della Romània Il latino: - il fattore tempo; - il fattore spazio; - il fattore stile; - il fattore socioculturale; - la diversità del periodo della romanizzazione; - la diversità nellintensità della romanizzazione. 36 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

37 I MPLICAZIONI ETNICO - GEOGRAFICHE 1. Sostrato: italico, etrusco, ligure, celtico, ecc. 2. Superstrato: germanico e arabo 3. Adstrato: greco 37 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

38 I L S OSTRATO [1] Complesso di condizioni etnico-linguistiche anteriori alla romanizzazione che, attraverso la fase di bilinguismo e per la tenacia delle abitudini, ha reagito sul latino. Sostrato italico o osco-umbro: T FUS/TUFUS > it. tufo, B FALUS > it. bufalo, * S F L RE/S FIL RE > it. zufolare. Sostrato etrusco: suffissi -na, -ena, -enna, - ina (es. Porsenna, Ravenna ). La gorgia toscana. Sostrato ligure: suffisso –asco, –asca ( Cherasco, Grugliasco, Valle Anzasca ; negli etnici bergamasco, comasco, monegasco ). 38 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

39 I L S OSTRATO [2] Sostrato celtico (soprattutto in Francia) Fonetica: - a tonica > è, es.: PATREM > père. Nella morfologia: - il sistema vigesimale (fr. quatre-vingt ). Lessico: - CARRUS (c. a 4 ruote per il trasporto delle merci) > it. e sp. carro, fr. char ; - CEREVISIA > fr. cervoise, sp. cerveza (birra); - CAMISIA > it. camicia, fr. chemise, sp. camisa ; - BRACA > it. braca, fr. braies, sp. braga ; - GUNNA > it. gonna, fr.a. gonne. 39 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

40 I L SUPERSTRATO [1] Insieme degli elementi etnico-linguistici venuti a sovrapporsi, in epoche successive, alle condizioni risultanti dalla romanizzazione. Elementi che non sono riusciti a sopraffare o cancellare il latino adottato dalla popolazione, ma hanno contribuito a modificarlo. Superstrato germanico e arabo. 40 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

41 I L SUPERSTRATO [2] Le invasioni germaniche 425 d.C.: i Visigoti fondano in Gallia un regno con capitale Tolosa. 443 d.C.: i Burgundi si insediano lungo il medio corso del Rodano e intorno al lago di Ginevra. 486 d.C.: i Franchi si stabiliscono nelle regioni a nord della Loira. 517 d.C.: i Franchi sconfiggono i Visigoti, che si ritirano nella Penisola Iberica (fino al 711) d.C.: dominio degli Ostrogoti dItalia in Provenza. 568 d.C.: i Longobardi occupano il nord e il centro Italia. 41 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

42 I L SUPERSTRATO [3] Influenza del superstrato germanico Lessico Guerra: it. guerra < *WERRA; it. spia < got. SPEHA; it. elmo < got. HILMS; it. tregua < germ. TRIUWA. Istituzioni politiche, sociali, giudiziarie: it. bandire < got. BANDVJAN; it. siniscalco, fr. sénéchal < germ. SINISKALK. Caccia: it. bracco < germ. BRAKKO. Edilizia: it. loggia < germ. LAUBJA. 42 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

43 I L SUPERSTRATO [4] Vita domestica: it. tovaglia < germ. THWAHLJA; it. fiasco < franc. FLASKA; it. spiedo < got. SPIUTS; it. brodo < germ. BROD; it. arrostire < germ. RAUSTJAN; it. zuppa, germ. SUPPA. Abbigliamento: it. guanto < franc. WANT; it. scarpa < germ. SKARPA, it. nastro < germ. NASTILO. Parti del corpo: it. fianco < franc. HLANKA; it. schiena < franc. SKINA; it. anca < germ. HANKA; Aggettivi: it. bianco < germ. BLANK; it. bruno < germ. BRUN; it. biondo < germ. BLUND; it. franco < franc. FRANK libero; Antroponimi: BERNHART > Bernardo, REGINHART > Renart ; Nomi comuni: it. bastardo, ribaldo, codardo. 43 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

44 I L SUPERSTRATO [5] La dominazione araba Nella Penisola Iberica: In Sicilia: Gli arabismi circa 4000 nel lessico spagnolo. circa 400 nel lessico siciliano. 44 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

45 I L SUPERSTRATO [6] Influenza araba nel lessico Scienza: AL- Ğ ABR riduzione > it. algebra ; AL- MANĀH > it. almanacco ; AL-K Ī MĪYĀ pietra filosofale > it. alchimia ; AL-IKSĪR pietra filosofale > it. elisir. Commercio: AL-MAHZAN deposito, granaio > it. magazzino ; TARÎF avviso > it. tariffa ; TAKWIM ordine, conto > it. taccuino. Industria: ANBAR > it. ambra ; TALK > it. talco ; KĀF Ū R > it. canfora ; AL-AMBIQ > it. alambicco. Amministrazione: KABĀLA imposta > it. gabella ; DĪWĀN registro delle merci in transito > it. dogana. 45 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

46 I L SUPERSTRATO [7] Abbigliamento: BÂBUSCH > it. babbuccia ; (it. ciabatta ?); GUBBA veste di cotone > it. giubba. Esercito: AMĪR comandante > it. ammiraglio. Flora e fauna: ALBARKŪK > it. albicocco ; HAR Š ŪF > it. carciofo ; TAMR HINDI dattero dellIndia > it., sp. tamarindo ; ZAFARĀN > it. zafferano ; SUKKAR > it. zucchero ; ZURAFA > it. g iraffa. 46 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

47 I L SUPERSTRATO [8] Toponomastica Sp. Alcalá < QALA castello, fortezza (it. Calatafimi, Caltagirone < QALAT AL-GĪRĀN castello delle grotte) Sp. Gibraltar > Ğ EBEL TĀRIQ monte di Tariq; it. Mongibello Etna Idronimi composti con guad- < WĀD(I) fiume, valle: sp. Guadalquivir < WĀDI AL KABĪR il fiume grande; Guadalupe < WĀDI + lat. L Ŭ PUS, Guadalmedina < WĀDI + MADĪNA città. 47 Luca Bellone - Master in Traduzione per il Cinema, la Televisione e l'Editoria Multimediale

48 3. L E VARIETÀ DELL ITALIANO CONTEMPORANEO Italiano: gamma assai ampia di diversificazione Le dimensioni della variazione: - mezzo fisico-ambientale: diamesia - strato o gruppo sociale: diastratia - area geografica: diatopia - situazione comunicativa: diafasia 48 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

49 L A VARIAZIONE LINGUISTICA [I] (B ERRUTO 1992) 49 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

50 L A VARIAZIONE LINGUISTICA [II] Mi pregio di informarLa che la nostra venuta non rientra nellambito del fattibile. Trasmettiamo a Lei destinatario linformazione che la venuta di chi sta parlando non avrà luogo. Vogliate prendere atto dellimpossibilità della venuta dei sottoscritti. La informo che non potremo venire. Le dico che non possiamo venire. Sa, non possiamo venire. Ci dico che non possiamo venire. Mica possiam venire, eh. Ou, apri ste orecchie, col cavolo che ci si trasborda. 50 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

51 3.1. L A VARIETÀ DIAMESICA Ragioni della differenziazione: - Diversa natura semiotica del mezzo; - Architettura della lingua. Diversi fattori su diversi livelli danalisi: - Grado di pianificazione del discorso; - Il modo pragmatico di organizzazione del testo; - Linterazione con i partner - La comunicazione non verbale 51 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

52 L E DIFFERENZE TRA SCRITTO E PARLATO Tre ambiti diversi: 1. Fenomeni che non riguardano lo scritto; 2. Fenomeni che non riguardano il parlato; 3. Fenomeni comuni a entrambi i codici che si presentano in forme differenti Punto di partenza e riferimento: la lingua scritta Italiano, lingua letteraria Come e in quali punti il parlato se ne allontana? 52 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

53 T RATTI DEL PARLATO Una distinzione preliminare: - parlato-parlato; - parlato-scritto (sms, chat, mail, ecc.); - scritto-parlato (copioni, testi recitati, ecc.). L«e-taliano» Differenze a livello: 1. Testuale 2. Sintattico 3. Morfologico 4. Fonetico/Articolatorio 5. Lessicale 53 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

54 M AIL – E SEMPI Salve Prof., volevo chiederle, domani per vedere i commenti, li metto tutti su una chiavetta e li vediamo dal suo pc? o devo portare il mio? [Segue firma] Oggetto: >Il sab 11 feb :32 CET, ha scritto:> Prof…... ho trovato un errore nella tesi... cosa faccio? si nota ma spero che Ronco non ci abbia fatto caso Oggi pomeriggio lavoro la chiamo quando esco nel pomeriggio tardi se preferisce. Volevo chiederle se andava bene la risposta che darò domani al professor Ronco Oggetto: >Il sab 11 feb :34 CET, ha scritto: >>>Professore? Oggetto: >Il sab 11 feb :35 CET, ha scritto: >Professore, ascolti... ma lei ha parlato con Ronco? ha qualche notizia 54 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

55 E SEMPIO [2] FINE FERIE THE END mai fatto ferie più deeeeeeeeee MMMMMMMMMer[…]!!! non xchè sono stata in un posto ke pure x le siga devi fare 10 KM e manco D.Y.O. se ricorda ke siste.... non xchè a piovuto fin'a stà' mattina e mò che comincio a lavoro è uscito il sole...non xckè ho avuto l'influenza e mi son fatta fuori 3 blister di tachipirina.... non xkè sono stata a letto tutto il tempo non xchè scopro che chi dice che mi ama, in realtà mi odia e mi sputt[…] con le amike forse x farse consolare non xckè ho dato di matto una notte che parevo un lupo mannaro affamato e impazzito di vendetta..... Cmq cARi TuttI L?aNNo prossimo mi portate con voi.... vorrei mare poi mare poi mare mare mare amraea e se nun sè capito ancora MAREEEEEE... sole spiaggia luna caldo cokteil cokteil cokteil cokteil cokt....ecccc....e sopratutto un contorno di persone che ti capiscono COME FRATELLI,, che ti rispettano e che non ti prendano per il c[…]!!! Questo è il miracolo i dati li avete lo svolgimento l'ho già fafafattto ora in risposta alla domanda che tuuttti angoscia (o forse no ) se D.Y.O. esiste e come mai scende a fare le tag ma non aiuta noi str[…]..... LA RISPOSTA è LA SOLUZIONE: DOVETE FARLO VOI IL MIRACOLO: AD AGOSTO 2013 ADOTTA UNA PSICOSCLEROPATICA NON LI ABBANDONATE IN CITTà!!!!! CON IL SOLITO DISPREZZO X TUTTO IL GENERE UMANO....MER[…] ANDATE AFFANC[…] SPORCI SCHIFOSI MORIREMO TUTTI E NON VEDO L'ORAAAAAAAA SPERANDO IN UN ADDIO me cioè io! 55 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

56 T ESTUALITÀ E PRAGMATICA Livello massimo di differenziazione Cfr. la trascrizione di un testo parlato: - Frammentarietà sintattica e semantica; - Uso massiccio di particelle discorsive; - Basso (o nullo) livello di progettazione; - Segmenti di discorso brevi (e sconnessi) 56 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

57 E SEMPIO Ehm…, allora…, niente…, vi volevo presentare questa mattina… vi volevamo presentare le principali forme di… cooperazione internazionale… sì, insomma, i bandi per accedere al finanziamento… ai finanziamenti… che-e… più che altro alcune strategie che… boh… possono essere utili da conoscere per linternazionalizzazione del Dipartimento… nel senso… è bene sapere come muoversi in questi campi qua… cè questo progetto, che si chiama […] che si occupa del finanziamento di progr… ehm… progetti di ricerca finalizzati a… nellambito delle scienze umane piuttosto che sociali piuttosto che antropologiche piuttosto che… 57 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

58 Da notare: - il procedere per piccoli blocchi semantici; - sintagmi nominali (cooperazione internazionale, progetti di ricerca finanziati, ecc.); - cambiamenti di micro-progettazione; - pause esitative; - continui aggiustamenti della formulazione (aggiunte, parafrasi, ripetizioni); - ricorrenza di particelle discorsive ( ecco, diciamo, eh, insomma, come dire, ecc.); 58 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

59 L E PARTICELLE DISCORSIVE [I] Funzione di: - articolare e strutturare con mezzi non sintattici il discorso; - gestire linterazione con linterlocutore Segnali di attenuazione ( diciamo, anche con valore di riformulazione o correzione); Demarcativi: - insomma ; - no (anche con valore di fatismo per sollecitare conferma o risposta) - ecco (formula di chiusura, apertura e sottolineatura) 59 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

60 L E PARTICELLE DISCORSIVE [II] Connettivi pragmatici (specificano le relazioni semantiche fra le parti del testo): - cioè (per riformulare o spiegare, ma anche riempitivo generico, desemantizzato), nel senso (che), come dire ; Altri segnali discorsivi (fatismi): - In apertura: allora, bene/beh/be, niente, comunque, tipo ; - In chiusura: capito?, vero?, tipo ; - Contatto: guarda, senti, ascolta, dai, sai, ehi vabbè, o(c)chei, boh, ecc. Particelle modali: veramente, praticamente, ecc. 60 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

61 S INTASSI Tre ambiti di diversificazione: a. Sintassi del periodo b. Ordine dei costituenti frasali c. Coesione sintattica 61 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

62 1. S INTASSI DEL PERIODO Paratassi vs. ipotassi: giustapposizione asindetica e coordinazione Limitata gamma di prop. subordinate Ventaglio minimo di nessi di subordinazione - E, dopo, poi, allora, ma, però (cong. coordinanti) - Perché, siccome (causali) - Quando, mentre (temporali) - Se, come (connettivi subordinanti più frequenti) 62 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

63 2. L ORDINE DEI COSTITUENTI FRASALI Sintassi marcata La funzione: marcare la struttura informativa della frase Dislocazione a dx: le prendo io le sigarette Dislocazione a sx: le sigarette le prendo io Frase scissa: è Gigi che prende le sigarette 63 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

64 3. L A COESIONE SINTATTICA Ricorrenza di strutture sintattiche interrotte: - Frasi incomplete; - Anacoluti - Cambiamenti di microprogettazione; Andamento superficiale, apparentemente disordinato e sconnesso 64 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

65 M ORFOLOGIA [1] Il piuttosto che : «… di questo passo, saranno gli omosessuali piuttosto che i poveri piuttosto che i neri piuttosto che gli zingari ad essere perseguitati». Paradigmi e funzioni morfologiche semplificati nel parlato I verbi - Sottoutilizzazione di alcuni tempi e modi - Concentrazione di valori e impieghi su alcuni tempi dellindicativo - Presente, passato prossimo, imperfetto (trapassato prossimo nei rapporti di anteriorità) - Imperfetto come modo a scapito del condizionale (imperfetto di cortesia) - Diminuzione del congiuntivo nei verba putandi 65 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

66 M ORFOLOGIA [2] I pronomi - Maggiore frequenza di personali (enfasi espressiva) - lui, lei, loro - gli come clitico dativo ( gli ho dato : m. e f., sing. e pl.) - ci egemone su vi - questo/quello rimpiazzano ciò come pronome neutro - che relativo prevalente su (il) quale 66 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

67 L ESSICO Gamma di diversificazione ridotta Frequenti ripetizioni dello stesso lessema Lessemi dal significato generico (parole passe- partout ): cosa, roba, affare, coso, tipo, fare, venire, andare, ecc. Superlativi morfologici in –issimo Diminutivi morfologici in –ino : il caso di attimino. Cfr. varietà diastratiche, diafasiche, diatopiche. 67 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

68 V ARIETÀ DIASTRATICHE 68 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo. Asse della variazione correlato con lo strato (classe) sociale. Fattori determinanti: - grado di istruzione; - modelli culturali e comportamentali di riferimento. La variabile sociolinguistica: insieme di varianti della lingua connesso con fattori sociali. Tra italiano formale-aulico e italiano popolare.

69 L ITALIANO POPOLARE Varietà sociale per eccellenza Insieme di usi ricorrenti nel parlato e nello scritto di persone non istruite Italiano di chi parla dialetto Numerose devianze dallitaliano normativo 69 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

70 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [1] 70 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

71 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [2] 71 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

72 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [3] 72 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

73 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [4] 73 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

74 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [5] 74 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

75 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [6] 75 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

76 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [7] 76 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

77 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [8] 77 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

78 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [9] 78 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

79 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [10] 79 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

80 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [11] 80 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

81 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [12] 81 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

82 F ENOMENOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE ( SCRITTO ) [13] 82 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

83 U N CASO ECCEZIONALE Vincenzo Rabito, Terra matta ( ) Questa è la bella vita che ho fatto il sotto scritto Rabito Vincenzo, nato in via Corsica a Chiaramonte Qulfe, dallora provincia di Siraqusa, figlio di fu Salvatore e di Qurriere Salvatrice, chilassa 31 marzo 1899, e per sventura domiciliato nella via Tommaso Chiavola. La sua vita fu molta maletratata e molto travagliata e molto desprezata. Il padre morì a 40 anne e mia madre restò vedova a 38 anne, e restò vedova con 7 figlie, 4 maschele e 3 femmine, e senza penzare più alla bella vita che avesse fatto una donna con il marito 83 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

84 P ER UNA TIPOLOGIA DELL ITALIANO POPOLARE Fenomeni da ascrivere a due ordini di meccanismi: 1.Contatto col dialetto retrostante (interferenze, ipercorrettismi, ecc.) 2.Rielaborazione e ristrutturazione delle norme dellit. Esempi cit. da A.A. Sobrero, Introduzione allitaliano contemporaneo, II, Roma-Bari, Laterza, 2007, pp. 59 sgg. 84 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

85 S INTASSI [1] Il periodo ipotetico dellirrealtà: Conguaglio verbale nella protasi e nellapodosi: -se sarebbe stato oggi, sarebbe nato un processo [Imm] -se sapesse leggere, andasse a lavorare via [Imm] Scambi funzionali tra aggettivi e avverbi: -erano i nostri meglio clienti [Piem] -Cfr. La meglio gioventù Estensioni di concordanze a senso: -davanti a me ne morì cinque [Guerra] -sono tutti gente che lasciano [Imm] 85 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

86 S INTASSI [2] Il che polivalente in tutta la sua gamma di impieghi: -vai a dormire che ne hai bisogno; -maledetto il giorno che ti ho incontrato; -fai in modo che sia tutto pronto. Il che indicatore generico di subordinazione: -si sentiva che era piovuto che era poco [Guerra]; -se mi dà una licenza che vado a Bologna [Guerra]. Il che introduttore generico della relativa: -dentro al ricovero che mi aveva portato la signorina [Guerra]. Il che rafforzativo o integrativo: siccome che, mentre che, malgrado che, quando che, ecc. 86 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

87 M ORFOLOGIA [1] Il ci, clitico tuttofare Dativo generalizzato (neutralizza le opposizioni di genere e numero): - Ci dico [ai nipoti] che è brutto emigrare [Piem] - Cera la sentinella, io ci detti uno spintone [Guerra] Le dativo maschile: - Le ho detto [a lui] di non venire [Piem.] Me/te in luogo di io/tu: - Me non poteva tenere il bambino [Piem]. 87 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

88 M ORFOLOGIA [2] I verbi - Ricorrenza di forme analogiche: vadi, venghino, stassi, potiamo possiamo, faciuto fatto, ecc.; - Scambi di ausiliari: hanno cresciuto qua [Imm]. Morfologia nominale Regolarizzazione dellarticolo: - Estensione di il in luogo di lo : il sciopero, il zaino, il stivale - Estensione di i in luogo di gli : coi zii, i scrutini Estensione analogica delle desinenze più regolari dei nomi: i ginocchi, le cimice, luniforma, la moglia, ecc. 88 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

89 G RAFIA - Interferenze dialettali e regionali: Andonio, manciare. - Resa delle doppie (e ipercorrettismo). - Luso casuale (e a volte «reverenziale») delle maiuscole. - Mancata percezione confini delle parole (rianalisi): 1. Univerbazioni: lamico, lamerica, lorgoglio, apposto, ecc. 2. Segmentazioni improprie: con torni, di spetto, in dirizzo, ecc. - Lortografia: h, q, digrammi (cielo) e trigrammi (moglie). - Semplificazione di nessi consonantici: propio proprio. - Punteggiatura e altri segni interpuntivi e paragrafematici. 89 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

90 F ONETICA Fenomeni marcatamente regionali: It. popolare = it. regionale basso Epentesi: pissicologo, aritemetica, ecc. Assimilazioni: arimmetica, ecc. Frequenti errori nellaccentazione ( persuàdere, centrifùga ). 90 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

91 L ESSICO I malapropismi Es.: gradi centimetri [centigradi], raggi ultraviolenti [ultravioletti], calamaro [calamaio], posta proletaria [prioritaria], celebre [celibe], frustati [frustrati], pietre militari [miliari], tri prosciutt, ecc. Assimilazione di ciò che non è familiare al noto. Le storpiature: accidente incidente, discrezionalità discrezione, spensierato pensieroso, ecc. Burocratismi, cultismi, tecnicismi, espressioni stereotipate da scuola, mass-media, ecc. 91 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

92 V ARIETÀ DIATOPICHE Italiano regionale Dialetti 92 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

93 LI TALIANO REGIONALE : UN INTRODUZIONE Storia e caratteristiche della lingua italiana uniche in Europa Alcuni paralleli con la lingua tedesca: 1. Opzione per una varietà prestigiosa 2. Dibattito sulla lingua sorto nel sec. XVI 3. Tardivo raggiungimento dellunità nazionale Ma una grande differenza: - Germania: la lingua della traduzione luterana della Bibbia si diffonde presso tutta la popolazione - Italia: la lingua delle Tre Corone è riservata alla scrittura e alle classi colte 93 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

94 I TALIANO REGIONALE - D EFINIZIONE «Sottoinsieme coerente di italiano fortemente influito, a tutti i livelli, dal dialetto, al punto che i tratti identificanti di questo italiano, quelli che lo differenziano da un (ipotetico) italiano medio, sono proprio, e quasi solo, quelli locali» [Cortelazzo 1992] Le varietà di italiano regionale: 1. Settentrionale 2. Toscana 3. Centrale e romana 4. Meridionale 5. Sarda Varietà diverse dal punto di vista del prestigio. 94 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

95 L E DIFFERENZE - F ONETICA NORD Realizzazione di s sempre sonora: [ka:za], [ko:za]. Riduzione delle consonanti lunghe: [belo], [nono], ecc. Neutralizzazione dellapertura/chiusura di e e o : pésca, bótte. 95 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

96 T OSCANA Anaptissi sillabica dopo consonante finale: barre, busse. Gorgia delle occlusive sorde postvocaliche: [la hasa]. Perdita dellelemento occlusivo nelle affricate [t ʃ ] e [d ʒ ]: [ka:t ʃ o] > [ka: ʃ o]; [a:d ʒ ile] > [a: ʒ ile]. Mantenimento delle aperture e chiusure vocaliche: [p ɛ ska] vs [peska]; [b ɔ tte] vs [botte]. Riduzione del dittongo /w ɔ /: [n ɔ vo], [b ɔ no] > Centro. 96 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

97 R OMA E IL CENTRO Affricamento di [s] preceduto da l e n : [p ɛ ntso], [poltso] Rafforzamento di [b] e [g] intervocaliche:[r ɔ bba], [ad ʒʒ ile] [s] intervocalica sempre sorda: [vi:zo] > [vi:so] = al sud Rotacizzazione di [l] davanti a cons.: [artsare], [ar kilo] Dileguo di [l] negli articoli: [la mojje] > [a mojje] Scempiamento di r intensa: [gwerra] > [gwera] Conserv. di [e] prot. nei monosillabi: [di] > [de], [mi] > [me] 97 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

98 I L S UD Arretramento degli accenti nei dittonghi: [pj ɛ de] > [pi.ede] (Na) Sonorizz. occl. dopo nasale: [kampo] > [kambo] Sonorizz. di [ts] dopo [l]: [altsare] > [aldzare] (Puglia) Vocale atona indistinta finale: [fin ǝ ], [pan ǝ ] > [pen ǝ ] (Puglia) Assimilaz. di [r] + cons.: [barba] > [babba] (Sicilia) Apertura generalizzata [e] e [o]: [s ɔ le], [p ɛ ra] (Sal., Cal., Sic.) 98 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

99 L E DIFFERENZE - M ORFOSINTASSI NORD - Uso pleonastico di pron. e particelle pers.: a me mi piace - Pron. pers. ogg. te, usato in funzione di soggetto [tosc., rom.] - Uso del p. prossimo in luogo del p. remoto [anche in Toscana] - Nomi di pers. preceduti da art.det.: la Lucia, il Carlo - Cè, cera, ecc. con sogg. al pl.: cera tante donne (piem < fr.) - Rafforzamento di solo, soltanto con più (piem.) - Fare che + … (it.reg.piem. faccio che andare a casa, facciamo che ci vediamo… ) 99 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

100 T OSCANA - Sistema dei dimostrativi a tre unità (Toscana): uso colto fuori Toscana, spesso usato di sproposito - Alternanza tra p. prossimo e p. remoto - Uso del si impersonale con pr. sogg. IV pers.: noi si va - Particolari flessioni verbali: dicano dicono, dichino dicano (solo fior.) - Valore vezzeggiativo-affettivo del suffisso - accio, - azzo : Woytilaccio [R. Benigni], bonazza, ecc. 100 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

101 R OMA E IL CENTRO - Stare + a + infinito: lo stanno a menà [valore di simultaneità]; - Che enfatico interrogativo: Che, vieni al cinema? [neorealismo] - Indicativo per il congiuntivo nei v. putandi : penso che può bastare - Accentazione rizotonica mediante sincope nelle IV pers. del pres. ind.: famo, dimo [tratto popolare] - Ci attualizzante generico, esteso oggi in tutta Italia - Collocazione dellagg.poss. dopo il nome: il libro mio (> sud) - Uso di mia, tua, sua con sost. m. pl.: sono fatti mia! - Uso pleonastico di da dopo il v. dovere : devi da crede (Roma) 101 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

102 I L SUD - Accusativo preposizionale: ho visto a Davide - Uso frequente di di in luogo di da : mi viene di piangere - Uso di a in luogo di da, in : vado a Vincenzo, vado a mensa - Scambio di modo tra protasi e apodosi nel periodo ipotetico: se direi, farei ; se direi, facessi ; se dicessi, facessi - Uso del passato remoto in luogo del passato prossimo - Uso transitivo di verbi intransitivi: scendere, salire, uscire, tornare, ecc. - Collocazione del verbo al fondo della frase: Salvatore bello è - Futuro epistemico espresso da dovere + infinito: a luglio mi devo laureare - Uso di esserci per fare in costrutti «meteorologici»: cè caldo, ecc. 102 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

103 L E DIFFERENZE – L ESSICO G EOSINONIMI Parole di uso regionale (= regionalismi) che, nelle varie parti del territorio italiano, designano uno stesso oggetto. Come i sinonimi: significato uguale e forma diversa (rispetto ai corrispondenti termini dellitaliano standard). A differenza dei sinonimi: diffusione areale limitata. 103 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

104 G EOSINONIMI - E SEMPI Il caffè espresso Panettiere / prestinaio / fornaio / fornaro Alloggio / appartamento / quartiere / quarto Anguria / cocomero / melone (dacqua) Lavello / acquaio / lavabo / lavapiatti lavandino Sberla / schiaffo / ceffone / sganassone Attaccapanni / gruccia / croce / appendino, stampella 104 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

105 I L MARINARE LA SCUOLA 105 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

106 L A « GOMMA DA MASTICARE » 3 Tipologie ricorrenti: 1. It. reg. sett. cicca (< lomb.) 2. It. centr. gomma (> nord) 3. It. sett., centr., merid. ciungai, cingum, cingomma, gingomma, ecc. (< ingl. chewing gum ) Esiti di diffusione areale circoscritta: - Piem. cicless (ma cfr. ance il bol. la cicle ) - Fior. cincibiascia - Luc. caramella a molla («di uso raro») - Sic. mastica, masticante, masticozza, tiramastica, ecc. 106 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

107 G EOSINONIMI – C RITERI DI CLASSIFICAZIONE E TIPOLOGIE [1] Vari parametri per la classificazione dei geosinonimi. Criterio del raffronto con il toscano (Sobrero 1988: 733): (a) geosinonimi toscani forti, con buona capacità espansiva nel resto dItalia (ad es. ciotola vs. it.sett. scodella vs. it.merid. tazza ); (b) geosinonimi non toscani forti, concorrenziali rispetto ai tipi toscani corrispondenti (ad es. insipido, scipito, insulso vs. tosc. sciocco privo di sale); (c) geosinonimi che coesistono alla pari, ognuno in un proprio àmbito geografico (ad es. il tosc. babbo e il sett. papà ); (d) geosinonimi deboli, assorbiti dal tosc. (ad es., il ven. santolo, il merid. compare, il sardo nonno, rispetto a padrino ). 107 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

108 G EOSINONIMI – C RITERI DI CLASSIFICAZIONE E TIPOLOGIE [2] Criterio del rango o della forza espansiva (De Felice 1977): (a) geosinonimi di rango nazionale, che, adeguati nella forma al sistema linguistico italiano, hanno unarea di diffusione panitaliana: ad es. asino e somaro ; (b) geosinonimi di rango regionale, che, anchessi adattati ai paradigmi fonomorfologici dellitaliano, non raggiungono una diffusione nazionale: - parole sovraregionali: stracco stanco, abbuffarsi mangiare smodatamente, faticare lavorare; - parole propriamente regionali: bagnetto salsa, brocco scarso, incapace, caciara frastuono, caruso ragazzo, conca testa, ecc.; c) geosinonimi di rango dialettale, con estensione duso e di notorietà locali: piola osteria, ramazza scopa, babbiare scherzare, ecc. 108 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

109 I L FATTORE PRESTIGIO NELLA DIFFUSIONE DEI GEOSINONIMI Prestigio culturale o economico: formaggio, panetteria, ecc. Il prestigio nascosto (ingl. covert prestige ) e il medium giornalistico-televisivo-cinematografico: inciucio, monnezza, pennica, bella, scialla, tardona, patacca, una cifra, ecc. I geosinonimi «alimentari». I geosinonimi locali: gondola, catasto, pizza, panettone, grissini, ecc. 109 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

110 V ARIETÀ DIAFASICHE Due categorie di sottocodici: 1. Registri - Dipendenti dallinterazione e dal ruolo reciproco assunto da parlante e ricevente 2. Lingue speciali - Dipendenti dallargomento del discorso e dallambito di riferimento 110 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

111 I REGISTRI [1] Fattori determinanti della variazione: - grado di formalità o informalità della situazione comunicativa grado di attenzione e di controllo nellattuazione della produzione linguistica Tra italiano trascurato e italiano aulico 111 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

112 I REGISTRI [2] I registri bassi Alcuni tratti dei registri bassi = italiano parlato- parlato: - Minima esplicitazione sintattica - Gamma di variazione lessicale ridotta - Realizzazione fonetica parlata rapida e trascurata - Il gergo Incrocio fra variazione diafasica, diastratica e regionale 112 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

113 I REGISTRI [3] I registri elevati [a] Alto grado di formalità Sovrapposizione con litaliano scritto-scritto: - Alta esplicitazione dellarticolazione sintattica - Ampia gamma di connettivi coordinanti e subordinanti - Strutture periodali complesse e ampie - Ampia gamma di variazione lessicale - Minore velocità di articolazione nel parlato 113 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

114 I REGISTRI [4] I registri elevati [b] Impiego ricorrente di parole complesse (derivati, composti) Uso di forestierismi (soprattutto cultismi) Lessemi e varianti morfologiche arcaizzanti ( ove, onde, giacché, rammentare, palesare, debbo, vè ) I segni grafici: - accento circonflesso ( principî ) - accento per differenziare gli omografi ( àncora, àmbito, ecc.) 114 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

115 T ENDENZE DI RISTANDARDIZZAZIONE Litaliano «standard» nel III millennio. Fase evolutiva senza precedenti. La convergenza tra scritto e parlato (cfr. ad es. la stampa quotidiana). Le varietà regionali (e popolari). I «nuovi media» e l«e-taliano». Tra semplificazione e rinnovamento. Nuova architettura (o ristrutturazione) dellitaliano contemporaneo. 115 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

116 LI TALIANO NEO - STANDARD [1] Italiano delluso medio parlato (e scritto) delle classi colte. Le tendenze (sintomi) prendono forma. Accettazione di alcuni fenomeni prima non ammessi dalla grammatica. Varietà più mobile, meno elitaria e aulica. I 35 tratti fonologici morfologici e sintattici di F. Sabatini (1985). 116 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.

117 LI TALIANO NEO - STANDARD [2] La sintassi marcata. Il «che polivalente». La semplificazione verbale. I pronomi personali. I pronomi clitici Il sistema dei pronomi dimostrativi. Il lessico. 117 Luca Bellone – Parole, parole, parole…: riflessioni sul lessico dellItaliano contemporaneo.


Scaricare ppt "P AROLE, PAROLE, PAROLE …: RIFLESSIONI SUL LESSICO DELL I TALIANO CONTEMPORANEO Linguistica Italiana Triennale 2013-2014 (P-Z) Luca Bellone Dipartimento."

Presentazioni simili


Annunci Google