La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Dr. Luca INGOLD, Specialista ORL FMH, Locarno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Dr. Luca INGOLD, Specialista ORL FMH, Locarno."— Transcript della presentazione:

1 Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Dr. Luca INGOLD, Specialista ORL FMH, Locarno

2 Cosè un impianto cocleare (IC)? lunica tecnologia medica capace di sostituire un organo di senso – ludito un dispositivo elettronico parzialmente impiantabile che ridà sensazioni sonore a persone totalmente o profondamente sorde, se queste non traggono beneficio dalle protesi acustiche convenzionali Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

3 Cosè un impianto cocleare (IC)? Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Un IC trasforma le onde sonore in impulsi elettrici, che stimolano direttamente le fibre del nervo acustico scavalcando le parti danneggiate dellorecchio interno le aree uditive della corteccia cerebrale riconoscono questi segnali come suoni

4 Un impianto cocleare è composto da una parte esternauna parte interna A) il processore vocale B) la bobina C) il ricevitore / stimolatore con il filo porta elettrodi Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 c

5 Differenze tra protesi acustica e impianto cocleare (IC) Protesi acusticaImpianto cocleare Amplifica i segnali sonori e presuppone un orecchio interno almeno in parte funzionante Il suono amplificato passa attraverso lorecchio medio e interno in modo naturale per raggiungere i centri uditivi cerebrali Converte i segnali sonori in impulsi elettrici, inviati agli elettrodi nella coclea sorda Il nervo acustico viene stimolato elettricamente Imparare a sentire con lIC richiede una lunga e specifica riabilitazione uditiva e logopedica Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

6 Come funziona un IC ? Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

7 Come funziona un IC ? Attraverso il microfono del processore vocale (1) le onde sonore vengono elaborate digitalmente e trasmesse alla bobina Dalla bobina i segnali codificati giungono via onde radio allimpianto (2), che li invia agli elettrodi inseriti nella coclea (3) Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

8 Come funziona un IC ? Questi segnali elettrici stimolano le fibre del nervo acustico, che a sua volta invia gli impulsi ai centri uditivi del cervello Il cervello riconosce i segnali ricevuti come impressioni sonore Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

9 Evoluzione storica dellIC Alessandro Volta (1790) scoprì che uno stimolo elettrico nellorecchio produce sensazioni sonore Lundberg (1950) effettuò la prima stimolazione elettrica intraoperatoria del nervo acustico Dal 1961 agli anni 70 sviluppi sperimentali con impianti prototipo mono- e multicanale Primo IC nel bambino a Los Angeles (1980), in Europa a Oslo (1988) In Germania (2006) è stato impiantato il più giovane bimbo di appena 5 mesi bilateralmente Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

10 Presupposti per un IC Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

11 Presupposti per un IC Grave danno cocleare delle cellule ciliate con sordità percettiva profonda o totale Il nervo acustico devessere funzionante La coclea non dovrebbe essere calcificata Giovani e adulti divenuti sordi devono possedere buone competenze linguistiche Non esistoni limiti di età verso lalto per persone in buona salute psicofisica Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

12 Controindicazioni per lIC Mancato sviluppo dellorecchio interno Assenza del nervo acustico Infezioni persistenti dellorecchio medio Adulti nati sordi che non sanno parlare Gravi deficit dello sviluppo psicomotorio Riabilitazione postoperatoria non garantita Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

13 I 5 centri svizzeri per IC Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Basilea Zurigo Lucerna Berna Ginevra

14 Gli accertamenti preliminari Valutazione dello specialista ORL Invio ad uno dei centri per IC: Esami audiologici approfonditi Accertamenti radiologici Scelta del lato da impiantare e del prodotto Informazioni esaustive al paziente e famigliari Assicurare il finanziamento Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Indicazione per lIC

15 Gli accertamenti preliminari Valutazione dello specialista ORL: Esame clinico con otomicroscopia Audiometria tonale e vocale/potenziali uditivi evocati a conferma della sordità profonda Esame vocale in campo libero con le protesi acustiche > assenza di un beneficio Contatto con laudioprotesista Invio ad uno dei centri per IC Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

16 Esami audiologici al centro per IC Persone giovani e adultiNeonati e bambini Audiometria tonale e vocale, esame vocale in campo libero con le protesi acustiche Potenziali uditivi evocati Minimal auditory capability (MAC-Test) Esame vestibolare dellequilibrio Emissioni otoacustiche Potenziali uditivi evocati Audiometria di reazione e comportamentale con e senza le protesi acustiche Valutazione audiopedagogica Esclusione di gravi deficit cognitivi associati Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

17 Esami radiologici al centro per IC Tac e risonanza magnetica cerebrale Situazione anatomica dellorecchio interno Integrità del n. acustico Possibili ostacoli per la posa dellimpianto Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

18 Gli accertamenti preliminari Scelta del lato da impiantare impianto monolaterale impianto bilaterale Scelta del prodotto Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Informazioni esaustive al paziente e ai famigliari Risultati delle indagini Svolgimento dellintervento Attivazione dellIC Riabilitazione e controlli successivi

19 Gli accertamenti preliminari LAI / AVS finanzia Il processore vocale e le batterie Il mappaggio del processore vocale Le terapie riabilitative La Cassa malati finanzia Impianto (parte interna) Operazione Ospedalizzazione Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Assicurare il finanziamento

20 Loperazione Intervento in narcosi di ca. 2 ore : scopi posizionare limpianto dietro lorecchio tra losso e la pelle inserire gli elettrodi nella chiocciola (coclea) prove di funzionamento dellimpianto (NRT*) * Neural Response Telemetry Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

21 Loperazione Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Dopo lintervento il paziente non sentirà per 1 mese > fino allattivazione del processore vocale Le complicanze sono rare: vertigini, disturbi del gusto passeggeri

22 Controllo radiologico postop. Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

23 Attivazione e mappaggio del processore vocale Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Si programmano nel processore vocale i parametri per ogni singolo elettrodo: frequenza e intensità degli impulsi elettrici per un ascolto gradevole ed efficace

24 Mappaggio del processore vocale Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

25 Accessori per lIC Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Telecomando Batteria esterna fissata agli abiti Caricatore per batterie clip

26 Accessori per lIC Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Cavo di allacciamento al processore vocale per lettore MP3, impianto stereo o televisore Collegamento audio per PC, X-box e PlayStation

27 Accessori per lIC Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Bobina telefonica a induzione integrata nel processore vocale

28 La stimolazione elettroacustica Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Combinazione della tecnologia di IC e di amplificazione acustica in un unico sistema Per sordità parziali con udito mantenuto alle basse frequenze Elaborazione parallela delle informazioni acustiche ed elettriche nel processore vocale

29 La stimolazione elettroacustica Il tragitto elettrico (1-4): Segnali altofrequenti inviati dallimpianto agli elettrodi nella coclea Il tragitto acustico (A-D): Segnali bassofrequenti amplificati attraversano lorecchio normalmente Il n. acustico invia gli stimoli elettroacustici al cervello Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

30 Consulenza e informazioni Comunità di interessi IC Svizzera Cliniche per IC: Basilea, Berna, Ginevra, Lucerna e Zurigo Produttori di IC: Cochlear, Med-El, Adv.Bionics ATiDUwww.atidu.ch ASPEDA/SVEHK Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

31 Grazie per lattenzione Assemblea ATiDU 7 maggio 2011


Scaricare ppt "Assemblea ATiDU 7 maggio 2011 Dr. Luca INGOLD, Specialista ORL FMH, Locarno."

Presentazioni simili


Annunci Google