La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Modena - carlo petracca VALUTARE PER MIGLIORARE C. Petracca.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Modena - carlo petracca VALUTARE PER MIGLIORARE C. Petracca."— Transcript della presentazione:

1 modena - carlo petracca VALUTARE PER MIGLIORARE C. Petracca

2 modena - carlo petracca DOCIMOLOGIA CHE COSA E ? Lo studio della valutazione scolastica ( Etimologia :Dokimazo = valuto, stimo; logos = discorso sistematico) PERCHE ? LA VALUTAZIONE : 1) Può agevolare o danneggiare la crescita della persona umana 2) Può far riuscire o far fallire un alunno 3) Può fare del male ad un soggetto 4) E fattore di qualità dellinsegnante

3 modena - carlo petracca DOCIMOLOGIA Genesi e sviluppo I FASE : Fine 800 – Inizio 900 Scarsa affidabilità delle valutazioni scolastiche II FASE : Dopo il 1920 Studi sistematici sulla valutazione H. LAUGIER e H. PIERON (Francia) R. BUYSE e O. DECROLY (Belgio) III FASE : indagine internazionale IV FASE : 1940 Nascita della psicometria Misura oggettiva del profitto V FASE : Attuale Test oggettivi/soggettivi Prestazioni/cambiamenti di personalità Le funzioni della valutazione

4 modena - carlo petracca DOCIMOLOGIA Campo di indagine 1 – DOCIMOLOGIA DELLE FUNZIONI Perché si valuta ? Per raggiungere quale scopo ? 2 – DOCIMOLOGIA DEGLI OBIETTIVI Cosa si valuta in una prestazione ? 3 – DOCIMOLOGIA DELLE RILEVAZIONI Come si rilevano le informazioni ? Con quali strumenti? 4 – DOCIMOLOGIA DELLE CLASSIFICAZIONI Come si attribuisce il voto ? 5 – DOCIMOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE Come si comunica allalunno ed ai genitori ? 6 - DOCIMOLOGIA DEGLI AMBIENTI FORMATIVI Come si valuta lagire didattico? Come si effettua lautovalutazione ?

5 modena - carlo petracca V A L U T A Z I O N E APPRENDIMENTI INSEGNAMENTI DI ISTITUTO DI SISTEMA

6 modena - carlo petracca VALUTAZIONE A P P R E N D I M E N T I LE FUNZIONI LE FASI L OGGETTO GLI STRUMENTI

7 modena - carlo petracca FATTORI CHE DETERMINANO IL CONCETTO DI VALUTAZIONE STIMMUNG: Temperie culturale di unepoca storica PAIDEIA: Linsieme dei fini che lepoca storica assegna alleducazione FUNZIONE: Gli scopi che vengono assegnati al sistema scolastico LINSEGNAMENTO: Curricoli/Programmi – Azione didattica - Valutazione

8 modena - carlo petracca I F A T T O R I STIMMUNG PAIDEIA FUNZIONE DELLA SCUOLA ST STRUMENTI CONCETTO DI VALUTAZIONE FASI OGGETTO

9 modena - carlo petracca CONCETTO TRADIZIONALE STIMMUNG: - Contesto culturale neoidealistico - Valore assoluto della cultura - Cultura come luogo di realizzazione delluomo - Il sapere è espressione dello spirito assoluto - Innalzamento alluniversalità PAIDEIA: - Viaggio verso luniversale - Cultura animae - Paideia disinteressata - Predomino cultura umanistica FUNZIONE: - Trasmissione della cultura - Funzione selettiva LINSEGNAMENTO: - Programmi omogenei e prescrittivi - Spiegazione + Interrogazione - VALUTAZIONE SOMMATIVA

10 modena - carlo petracca CONCETTO T R A D I Z I O N A L E VALUTAZIONE SOMMATIVA VALUTARE = MISURARE VALUTARE = GIUDICARE VALUTARE = SELEZIONARE

11 modena - carlo petracca CONCETTO INNOVATIVO STIMMUNG: - Contesto culturale neopositivistico - Valore assoluto luomo - Cultura come strumento di realizzazione delluomo - Dalluniversalità alla materialità - Simbolo mitico Prometeo e non Orfeo PAIDEIA: - - Paideia interessata - Realizzazione delluomo e del cittadino - Predomino cultura scientifica FUNZIONE: - Formazione delluomo e del cittadino - Funzione egalitaria - Espansione scolastica- cultuirale -educativa LINSEGNAMENTO: - Programmazione -VALUTAZIONE= FORMATIVA, ORIENTATIVA,.. REGOLATIVA

12 modena - carlo petracca CONCETTO INNOVATIVO VALUTAZIONE FORMATIVA VALUTAZIONE ORIENTATIVA VALUTAZIONE CONTINUA VALUTAZIONE = VERIFICA VALUTAZIONE=AUTOVALUTAZIONE

13 modena - carlo petracca CRITICHE ALLA FUNZIONE EGALITARIA BOUDON, Effetti perversi e ordine sociale Lequazione: istruzione = mobilità sociale non si è verificata BOWLES e GINTS ( sociologi neomarxisti statunitensi) Sostengono la stessa tesi di Boudon: la stratificazione sociale appare inattaccabile e la disuguaglianza reale corrode il mito della uguaglianza delle opportunità

14 modena - carlo petracca CRITICHE ALLA FUNZIONE EGALITARIA K. RICHMOND Lequazione: istruzione = sviluppo economico non si è verificata >

15 modena - carlo petracca PRIMO INTERROGATIVO E LEQUAZIONE AD ESSERE DUBBIA OPPURE E VENUTA A MANCARE LA QUALITA DELLA SCUOLA? R. GIROD, Politiche delleducazione: lillusorio e il possibile La Svizzera dei tramvai a vapore sapeva trasmettere le conoscenze meglio di oggi Lacquisizione delle competenze è di origine extrascolastica RAPPORTO GARDNER (USA) – UNA NAZIONE A RISCHIO >

16 modena - carlo petracca PRIMO INTERROGATIVO E LEQUAZIONE AD ESSERE DUBBIA OPPURE E VENUTA A MANCARE LA QUALITA DELLA SCUOLA? RAPPORTO LEGRAND (FRANCIA) – 1985 denuncia linadeguatezza del sistema scolastico francese RAPPORTO TEACHING QUALITY (GRAN BRETAGNA) Impegno per Scuole migliori RAPPORTI DEL CENSIS (ITALIA) sistema scolastico orientato alla tutela e non alleccellenza

17 modena - carlo petracca SECONDO INTERROGATIVO PERCHE QUESTA MEDIOCRITA? RISPOSTE: ALLA SCUOLA E STATO CHIESTO DI SVOLGERE UNA SUPPLENZA SOCIALE LA SCUOLA E CADUTA PERCIO IN UN SOVRACCARICO FUNZIONALE CONSEGUENZE: A) IDOLO PEDAGOGICO VACILLA B) CREDO INTERNAZIONALE SULLEDUCAZIONE VIENE MESSO IN DUBBIO C) PENTIMENTO PEDAGOGICO

18 modena - carlo petracca SECONDO INTERROGATIVO PERCHE QUESTA MEDIOCRITA? PROPOSTE: N. POSTMAN, Ecologia dei media, la scuola come contropotere. Funzione della scuola = trasmissione del sapere M. REGUZZONI Sistemi scolastici = laboratorio delle conoscenze N. BOTTANI, La ricreazione è finita La scuola deve tornare alla sua funzione originaria SOCIETA TECNOLOGICA Sapere freddo

19 modena - carlo petracca CONCETTO ATTUALE STIMMUNG: - - Contesto culturale ermeneutico - Valore della diversità - Cultura come negoziazione di significato - Importanza del dialogo - Pensiero etnografico PAIDEIA: - Realizzazione delluomo e del cittadino - Paideia interessata alla valorizzazione della diversità - Integrazione delle due culture FUNZIONE: - Coniugare equità con eccellenza - Coniugare istruzione e formazione - Estensione obbligo istruzione LINSEGNAMENTO: - Programmazione/personalizzazione/standard - VALUTAZIONE = INTERPRETATIVA, RIFLESSIVA, PROATTIVA, AUTENTICA

20 C. Petracca20 TEORIE DELLAPPRENDIMENTO COMPORTAMENTISTA Sociologia del lavoro Comportamenti osservabili e misurabili COGNITIVISTA N. Chomsky Competence e Performance ECOLOGICA o ETNOGRAFICA Competenza non astratta Competenza contestuale

21 modena - carlo petracca QUALE VALUTAZIONE? La docimologia ha subito un processo di evoluzione che può essere riassunto in tre fasi corrispondenti a tre paradigmi epistemologici di riferimento: Il paradigma della decisione Il paradigma dellinformazione Il paradigma dellinterpretazione

22 modena - carlo petracca Paradigma della decisione Fondare scientificamente ed oggettivamente la decisione degli insegnanti Razionalità scientifica con lo scopo di definire le graduatorie umane (H. Pieron) Attribuzione di valore ad una prestazione Voto = Misura > (Ch. Hadji)

23 modena - carlo petracca Paradigma della decisione Funzione selettiva della scuola Legame con il comportamentismo accettava lidea che lapprendimento è una modificazione di un comportamento; accettava lidea che il comportamento è osservabile e misurabile; accettava lidea che la modificazione coincide con la risposta che un soggetto fornisce ad uno stimolo; ignorava, però non solo lo stimolo, ma anche il processo che avviene tra stimolo e risposta.

24 modena - carlo petracca Paradigma dellinformazione Valutazione non dei prodotti, ma dei processi Valutazione diagnostica, formativa, orientativa, regolativa Necessità di raccogliere informazioni Legge 517/77 = giudizi analitici + giudizio globale Differenza con il paradigma precedente > (Ch Hadji)

25 modena - carlo petracca Legame con funzione egalitaria della scuola Legame con il costruttivismo lapprendimento è il risultato di una costruzione; il soggetto prende parte attiva a tale costruzione; la costruzione avviene attraverso un processo di autoregolazione continua; lapprendimento è frutto di assimilazione e di adattamento Paradigma dellinformazione

26 modena - carlo petracca Paradigma dellinterpretazione Lepoca delle differenze culturali, territoriali, individuali Richiede: Interconnessione e negoziazione: > (E.Morin) Il principio di prospettiva: > (J. Bruner) Pensiero etnografico: Il vero pensiero è quello capace di cogliere e di accogliere il suo contrario Il vero pensiero è quello capace di accogliere le negazioni di sè (J. Guitton)

27 modena - carlo petracca Paradigma dellinterpretazione Nellepoca delle differenze culturali, territoriali, individuali Conoscere, Apprendere e Comprendere Significa: <<- essere in grado di riflettere su quella conoscenza spontanea che costruiamo dentro i nostri mondi idiografici, locali, particolari, irriducibilmente differenti e diversi. - allargare il proprio sapere contestuale attraverso lincontro e lo scontro con altri saperi imparando a decentrare il proprio punto di vista e a comprendere la plausibilità di altri punti di vista. - imparare a costruire nuovi punti di vista negoziati e quindi condivisi >>. ( L. Fabbri-F.Batini)

28 modena - carlo petracca Valutazione INTERPRETATIVA Parlare di valutazione comporta la ricerca di metodologie interpretative che consentano a chi ha compiti formativi di interpretare vite, culture e mondi immediatamente incomprensibili e cognitivamente estranei. Il soggetto in apprendimento diventa un soggetto da ascoltare, ha una storia cognitiva da raccontare, un romanzo di formazione che aiuta a comprendere il senso di quella storia. La conversazione autobiografica della valutazione è una delle strade promettenti; la sua cultura è un testo da interpretare, se linsegnante ha competenze etnografiche o ermeneutiche >>.

29 modena - carlo petracca Valutazione RIFLESSIVA - METACOGNITIVA Se il pensiero tende ad essere sempre più etnografico e negoziabile, i processi valutativi tendono ad essere sempre più idiografici, si affidano a tecniche narrative, interpretative e soprattutto riflessive. La metariflessione orale costituisce anche una occasione straordinaria per insegnare agli studenti in modo individualizzato a riflettere sui loro lavori e per sviluppare il loro una struttura cognitiva più ricca e critica

30 modena - carlo petracca Valutazione PROATTIVA Non solo assiste lapprendimento, ma lo favorisce durante il processo, lo motiva allorigine. Pedagogia dellerrore Pedagogia dei piccoli passi La gratificazione B. Bettelheim: >

31 modena - carlo petracca UNA REALTA DA GIUDICARE (VALUTAZIONE SOMMATIVA) UNA REALTA DA SPIEGARE (VALUTAZIONE FORMATIVA) MA UNA REALTA DA COMPRENDERE E INTERPRETARE GLI APPRENDIMENTI CONSEGUITI NON SONO SOLO IL PARADIGMA INTEPRETATIVO

32 modena - carlo petracca Valutazione AUTENTICA O ALTERNATIVA Movimento di pensiero che nasce negli Stati Uniti negli anni 90 Si contrappone alle prove tradizionali che hanno i seguenti limiti: a) non accertano quello che può essere definito Apprendimento oltre; b) si concentrano sulla restituzione dellappreso c) accertano principalmente conoscenze e abilità d) non sono in grado di accertare le competenze e) ostacola lautovalutazione.

33 modena - carlo petracca Valutazione AUTENTICA O ALTERNATIVA Ha le seguenti caratteristiche: La valutazione autentica si ha >[1].[1]

34 modena - carlo petracca Valutazione AUTENTICA O ALTERNATIVA Ha le seguenti caratteristiche: La valutazione autentica, inoltre, persegue: >[1][1]

35 modena - carlo petracca Valutazione AUTENTICA >. (M. Comoglio)

36 modena - carlo petracca Valutazione AUTENTICA >.(M. Comoglio)

37 modena - carlo petracca Valutazione AUTENTICA O ALTERNATIVA >.(M. Comoglio)

38 modena - carlo petracca Valutazione AUTENTICA O ALTERNATIVA >.(M. Comoglio)

39 modena - carlo petracca CO CONCETTO ATTUALE VALUTAZIONE INTERPRETATIVA RIFLESSIVA PROATTIVA AUTENTICA VALUTAZIONE FORMATIVA ORIENTATIVA CONTINUA VERIFICA REGOLATIVA AUTOVALUTAZIONE VALUTAZIONE SOMMATIVA MISURARE GIUDICARE PROMUOVERE FORMARE MISURARE

40 Le due dimensioni, però, si intrecciano in continuazione perché lunica valutazione positiva per lo studente di qualsiasi età è quella che contribuisce a conoscere lampiezza e la profondità delle sue competenze e, attraverso questa conoscenza progressiva e sistematica, a fargli scoprire ed apprezzare sempre meglio le capacità potenziali personali, non pienamente mobilitate, ma indispensabili per avvalorare e decidere un proprio futuro progetto esistenziale … Valutativa Orientativa Le funzioni del Portfolio

41 Dopo aver assaggiato e mangiato la minestra, luno e laltro possono decidere di fare o di prendere in seguito la stessa minestra o di cambiare la ricetta se non è piaciuta, o di prendere unaltra minestra. Quando il cuoco assaggia la minestra, questa è valutazione formativa; quando il cliente assaggia la minestra, questa è valutazione sommativa. (Robert Stake, citato in Lorna Earl (2003). Assessment as learning. Thousand Oaks, CA: Corwin Press, p. 24


Scaricare ppt "Modena - carlo petracca VALUTARE PER MIGLIORARE C. Petracca."

Presentazioni simili


Annunci Google