La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PIANI DI STUDIO PROVINCIALI IL NOSTRO COMMENTO Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino UIL Scuola del Trentino Via R. Guardini 40 38100 - Trento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PIANI DI STUDIO PROVINCIALI IL NOSTRO COMMENTO Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino UIL Scuola del Trentino Via R. Guardini 40 38100 - Trento."— Transcript della presentazione:

1 PIANI DI STUDIO PROVINCIALI IL NOSTRO COMMENTO Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino UIL Scuola del Trentino Via R. Guardini Trento Assemblea RSA Trento, 24 marzo 2009

2 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento E la Luce FU! Il 23 febbraio 2009 la bozza dei Piani di studio per il Primo ciclo ha visto la luce.

3 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento lincipit La finalità educativa dello sviluppo armonico della persona si inserisce nella tradizione delle radici culturali dellEuropa, … Sviluppo armonico della Persona: ecco un tema caro alla Pedagogia vaticana Radici europee: a fittone (naturalmente cristiano) o … fascicolate (romano – barbariche)?

4 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento La distanza tra la parte tecnica (delle aree di apprendimento) e la parte generale (dellantropologia pedagogica?) Aree disciplinari precise e puntuali Coerenti tra di loro, sia per obiettivi di apprendimento che per impianto teorico didattico e metodologico teoria della co-costruzione della conoscenza: storico-cultural- costruttivista) Finalità generali del processo formativo Enunciazioni non illustrate scientificamente, ma dogmaticamente poste. Doxa (opinione) o Episteme

5 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Profilo Globale dello studente al termine del Primo Ciclo Costruzione del proprio Progetto di vita o competenze per la vita (life skills) imparare ad imparare o apprendimento permanente il Sistema Formativo Integrato o cittadinanza attiva e solidale identità e percorsi interculturali o laboratorialità elemento unificante delle aree di apprendimento Essenzialità del curricolo e Apprendimento per competenze

6 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Le Aree di apprendimento Gli obiettivi di apprendimento posti condivisibili La dimensione del fare: di casa in ogni disciplina. Proponiamo alcuni suggerimenti di natura didattica * a che la dimensione del Fare diventi Dimensione dellESSERE * La didattica intesa come scienza della trasposizione del Sapere Accademico in sapere da apprendere

7 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Lingua Italiana e Comunitarie sulla buona pratica della lettura, alla ricerca del senso (cosa e perché) del leggere Lettura come ponte comunicativo tra pedagogia (competenze) e letteratura (patrimonio inautentico e inattuale) Conoscenza, cura costruzione della lingua attraverso competenze sociali: la comunicazione e linterazione. Confronto negoziazione incontro con lAltro Produzione del testo e riflessione sulla lingua: la grammatica valenziale, il connubio tra regole antiche e nuovi strumenti comunicativi a disposizione La LINGUA: patrimonio antico, passaggio per il futuro identità mutevole

8 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Matematica, Scienze, Tecnologia Suggeriamo attenzione a ostacoli interni alle discipline, misconcezioni, modelli intuitivi e a quelli parassiti, immagini mentali, modelli interpretativi ed esplicativi tecnica (materiali, strumenti, procedure, …) e tecnologia (riflessione sullutilizzo della tecnica) Rilevare, rappresentare e interpretare dati – lettura del mondo attraverso il metodo scientifico – dimensione operativa – riflessione sul fare – … Lessenza della matematica è la sua libertà Georg Cantor

9 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Storia Geografia Ed. alla cittadinanza Allora: NON strumentale storia locale ma storia del territorio – ricerca storica e ricostruzione basata sulla documentazione, polisemicicità di indirizzi, di piste di indagine; territorio – paesaggio: i fili, la trama della relazione tra naturale e antropico; paesaggio come stratificazione nel presente dei tanti passati di un territorio Conoscenza e cura del proprio territorio. Ricostruzione del passato, metodo storiografico, interdipendenza tra organizzazione sociale, economia, politica, cultura, … Lidentità diventa, così, un Viaggio (e non una stazione ). Siamo un villaggio in sala dattesa

10 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Musica Arte e Immagine Ci piacerebbe un riferimento specifico ai Codici delle specifiche discipline: ogni disciplina ha un suo alfabeto, una sua grammatica, propri statuti. Conoscere la grammatica dellarte porta a l ascolto competente, lincontro con lAutore – altro da sé. Fruizione consapevole delle molteplici forme comunicative, promozione dellespressione di sé, dello sviluppo armonico del proprio corpo, … LArte (educazione al gusto estetico) : patrimonio di una scuola astro-nave nei cieli della formazione

11 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Corpo – Movimento - Sport Corpo e movimento VOLANO e bilanciere del processo di crescita: tutte le discipline si vestano di MOTORIA. Pensiero e azione motoria nella scuola della competenza: regole condivise (si possono modificare MAI derogare), laltro da me diventa risorsa e sfida. Fruizione consapevole delle molteplici forme comunicative, promozione dellespressione di sé, dello sviluppo armonico del proprio corpo, … Sì al gioco motorio – No allo sport (a scuola) Sì alle regole condivise – No a quelle Globali Sì al confronto – No alla prestazione

12 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento La Religione cattolica (dulcis in fundo) E corretto includere lIRC nei PSP emanati dalla Amministrazione provinciale? … il cambiamento in atto nellesistenza, le domande che lo caratterizzano, … il bisogno di essere compreso e amato, lesigenza di interpretare il senso del proprio sviluppo sessuale e affettivo … Si può distinguere tra religione (cristiana) e confessione (cattolica)? IRC a statuto privilegiato e multiconfessionalità: come è possibile? Identità di ciascuno da ricondurre alla esperienza religiosa: è possibile separarsi?

13 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento A proposito di Religione ribadiamo Scuola LAICA Sì alla Scuola LAICA (della conoscenza) No alle Scuole della FEDE (delle confessioni o dei partiti) Scuola PUBBLICA Sì alla Scuola PUBBLICA (di tutti e per ciascuno) No alle Scuole PRIVATE (di alcuni e per pochi) No alle Scuole Vascello pirata o Arca salvifica Scuola Caravella Sì alla Scuola Caravella gioiello della collettività

14 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Il quadro orario Scuola PrimariaScuola Secondaria di I Grado 858 ore obbligatorie (26h X 33 sett) Italiano 1000h nel quinquennio Matematica 1000h nel quinquennio Religione 66h annuali Lingue Comunitarie, Scienze, Tecnologia, Storia, Geografia, Ed cittadinanza Musica, Arte, Movimento 132 ore opzionali facoltative (4h sett) Mensa e interscuola fino a 10h settimanali fino a 10h settimanali 990 ore obbligatorie (30h X 33 sett) Il quadro orario è indicato con carico annuale: Italiano 198 ore Matem, Scienze, Tecnologia 264 ore Religione 33 ore Lingue Comunitarie 198 ore Storia, Geografia, Ed cittadinanza 132 ore Musica, Arte, Movimento 165 ore Fino a 3h opzionali facoltative Mensa e interscuola fino a 7 ore settimanali fino a 7 ore settimanali

15 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Una declinazione possibile di quadro orario Scuola PrimariaScuola Secondaria di I Grado 858 ore (26h X 33 sett) Italiano e Matematica 1000h cad. 200 ca per anno 6 ore alla sett. Orario settimanale tipo (indicativo e flessibile): Italiano 6 ore Matem, 6 ore Religione 2 ore Lingue Comunitarie 3 ore Scienze, Tecnologia 2 ore Storia, Geografia, ed cittadinanza 3 ore Musica, Arte, Movimento 4 ore Attività opzionali facoltative 4 ore Mensa e interscuola fino a 10 ore 990 ore (30h X 33 sett) Il quadro orario è indicato con carico annuale, declinato a livello settimanale (tenuto conto di spazi di flessibilità) dovrebbe avere questa proposta: Italiano 6 ore Matem, Scienze, Tecnologia 8 ore Religione 1 ora Lingue Comunitarie 6 ore Storia, Geografia, ed cittadinanza 4 ore Musica, Arte, Movimento 5 ore Attività opzionali facoltative fino a 3 ore Mensa e interscuola fino a 7 ore

16 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Attuazione progressiva Gradualità I PSP saranno attuati con Gradualità sola classe Prima Dal 2009/10 i PSP troveranno applicazione nella sola classe Prima della SP classi Prima e Seconda Prima Dal 2010/11 i PSP troveranno applicazione nelle classi Prima e Seconda della SP e nella Prima della SSIG classi Prima, Seconda, Terza e Quinta Prima e Seconda Dal 2011/12 i PSP troveranno applicazione nelle classi Prima, Seconda, Terza e Quinta della SP e nelle Prima e Seconda della SSIG tutto il Primo Ciclo Dal 2012/13 i PSP estesi a tutto il Primo Ciclo

17 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Misure di accompagnamento Predisposizione di Linee Guida Predisposizione di Linee Guida Piano straordinario di Formazione dei docenti Piano straordinario di Formazione dei docenti Guida ai Piani di Studio: diffusione ai genitori Guida ai Piani di Studio: diffusione ai genitori Progetti pilota su modelli di applicazione dei PSP Progetti pilota su modelli di applicazione dei PSP

18 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Due righe a commento Evidente la discrasia tra parte generale e parte disciplinare: Competenze e aree di apprendimento coerenti, permeate da un clima interculturale; sostenute dalla teoria pedagogica della cocostruzione della conoscenza. Discussione, interazione, negoziazione, antidogmaticità, queste le parole dordine. Competenze e aree di apprendimento coerenti, permeate da un clima interculturale; sostenute dalla teoria pedagogica della cocostruzione della conoscenza. Discussione, interazione, negoziazione, antidogmaticità, queste le parole dordine. Finalità generali e commenti distribuiti nelle varie sezioni (radici storiche, identità, concezione ontologica della persona) costellati da affermazioni di principio strumentali e capziose. Finalità generali e commenti distribuiti nelle varie sezioni (radici storiche, identità, concezione ontologica della persona) costellati da affermazioni di principio strumentali e capziose.

19 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Due righe a commento Piani di Studio Provinciali Il nostro commento La scuola della competenza e della laboratorialità necessita di risorse finanziarie e umane : compresenze, contitolarità, collegialità. Agli insegnanti il compito di una coerente ed adeguata organizzazione didattica … alla Amministrazione Provinciale il compito di una coerente azione politica E la delibera provinciale sul tempo scuola? Leggermente in controtendenza!

20 Piani di Studio Provinciali Il nostro commento Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 La nostra denuncia denuncia la situazione nebulosa La UIL Scuola del Trentino denuncia la situazione nebulosa creata attorno ai PSP. Nellassordante silenzio su piste di lavoro per la Scuola Secondaria di II Grado, viene avanzata una bozza per il Primo Ciclo. A sei mesi dallattuazione mancano: lapprovazione definitiva dei PSP; le linee guida, necessarie a che emerga un comune modello di scuola condiviso da tutte le istituzioni scolastiche (fatta salva lautonomia dei singoli Istituti); la necessaria compensazione (rafforzamento) degli organici a fronte del modello di scuola della laboratorialità intitolata alla competenza.

21 Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino marzo 2009 Le nostre richieste Piani di Studio Provinciali Il nostro commento La UIL Scuola del Trentino chiede 1.Una maggior coerenza tra prassi e teoria 1.Una maggior coerenza tra prassi e teoria (Delibera sul tempo scuola e PSP); un piano di formazione per gli insegnanti riconoscimento economico 2. un piano di formazione per gli insegnanti e il relativo riconoscimento economico; il rafforzamento degli organici la riorganizzazione e un potenziamento del Fondo di Istituto 3. il rafforzamento degli organici e nel contempo la riorganizzazione e un potenziamento del Fondo di Istituto La UIL Scuola del Trentino consiglia un ripensamento su tempi e modalità di attuazione dei P.S.P.

22 PIANI DI STUDIO PROVINCIALI IL NOSTRO COMMENTO Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino UIL Scuola del Trentino Via R. Guardini Trento Assemblea RSA Trento, 24 marzo 2009


Scaricare ppt "PIANI DI STUDIO PROVINCIALI IL NOSTRO COMMENTO Segreteria Provinciale UIL SCUOLA del Trentino UIL Scuola del Trentino Via R. Guardini 40 38100 - Trento."

Presentazioni simili


Annunci Google