La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Isp. Mario Maviglia - USR Lombardia Borgo San Giacomo, 10 giugno 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Isp. Mario Maviglia - USR Lombardia Borgo San Giacomo, 10 giugno 2008."— Transcript della presentazione:

1 Isp. Mario Maviglia - USR Lombardia Borgo San Giacomo, 10 giugno 2008

2 Costruire un Curricolo di scuola2 … per iniziare: … Mike Bongiorno non si vergogna di essere ignorante e non prova il desiderio di istruirsi. Entra a contatto con le più vertiginose zone dello scibile e ne esce vergine e intatto, confortando le altrui naturali tendenze allapatia e alla pigrizia mentale. Pone gran cura nel non impressionare lo spettatore, non solo mostrandosi alloscuro dei fatti, ma altresì decisamente intenzionato a non apprendere nulla… U. Eco, Diario minimo, Bompiani, 1963 Nota a margine: attenzione al Mike Bongiorno che è dentro ognuno di noi…

3 Costruire un Curricolo di scuola3 Dalla lettura dei documenti: alcuni elementi di interesse DEFINIZIONE DI UN QUADRO DI RIFERIMENTO COMUNE INDIVIDUAZIONE DI CRITERI METODOLOGICI CONDIVISI DECLINAZIONE DEGLI OBIETTIVI NELLE VARIE ANNUALITA CHIAREZZA ESPOSIVITA

4 Costruire un Curricolo di scuola4 RAPPORTO TRA INDICAZIONI E CURRICOLO DI SCUOLA TRE LIVELLI DI RELAZIONE dalla CORNICE al QUADRO dalle COMPETENZE agli OBIETTIVI dal GENERALE al SITUATO Individuazione di vincoli / autonomie / risorse Traduzione didattica delle competenze Rapporto con il contesto

5 Costruire un Curricolo di scuola5 LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO Adozione delle scelte metodologiche Organizzazione spazio-temporale e strumentale delle attività Sviluppo di percorsi multidisciplinari e trasversali Elaborazione di criteri per la verifica e la valutazione Selezione delle esperienze Declinazione degli obiettivi formativi per ogni anno scolastico Scelta dei contenuti PROTOCOLLI CONDIVISI

6 Costruire un Curricolo di scuola6 Competenze Indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro e di studio e nello sviluppo professionale e/o personale Lavorare per competenze: alcune definizioni

7 Costruire un Curricolo di scuola7 GLI ELEMENTI DELLA COMPETENZA P. Bresciani, 2006

8 Costruire un Curricolo di scuola8 COMPETENZA ORCHESTRAZIONE DI UN INSIEME DI SCHEMI Pellerey, 2001

9 Costruire un Curricolo di scuola9 SCHEMA = MODELLO DAZIONE Un sistema di disposizioni durature e trasportabili che, integrando tutte le esperienze passate, funziona in ciascun momento come una matrice di percezioni, di apprezzamenti e di azioni, e rende possibile il portare a termine compiti infinitamente differenziati Bourdieu, 1972

10 Costruire un Curricolo di scuola10 La natura complessa della competenza: 5 componenti (Wittorski, 1998) Prestazioni osservabili e valutabili Quadro di riferimento e forma delle stesse competenze Riconoscimento da parte del contesto o dellorganizzazione di appartenenza Immagine di sé, investimento emozionale, motivazione Rappresentazioni, schemi e teorie attribuzioni di senso a situazioni e contesti

11 Costruire un Curricolo di scuola11 Differenze nelle modalità di apprendere (Gardner, 1991) Dimostra una competenza profonda, flessibile, situata del dominio di sua competenza, che gli permette di affrontare felicemente problemi mal definiti; dimostra di ragionare su modelli Manipola prevalentemente sistemi simbolici, dimostra di ragionare seguendo regole, procedure, algoritmi definiti dallesterno (insegnante), dà risposte corrette a compiti ben definiti, ritualizzati e convenzionali (risposte che non sempre garantiscono la vera comprensione del compito), elabora definizioni formali e rigide Persona che agisce, pensa e apprende quotidianamente dalle situazioni problematiche che si trova ad affrontare; apprende spontaneamente e in modo fluido; è creatore di proprie teorie (ingenue), dimostra una comprensione Intuitiva (a volta incompleta e protoscientifica)

12 Costruire un Curricolo di scuola12 Chi è lesperto Lesperto dimostra di disporre di un repertorio ricco e flessibile di modalità e strategie di risoluzione del problema, costruite nel corso di precedenti esperienze, repertorio che permette alle sue pratiche di essere caratterizzate da un alto grado di flessibilità cognitiva (non viene applicata sempre la stessa procedura, o algoritmo, per risolvere problemi simili – come fanno i principianti –, ma una strategia ritenuta ottimale nel particolare contesto di soluzione) Varisco, 2004

13 Costruire un Curricolo di scuola13 La rilevazione delle competenze La competenze si acquisiscono in ogni contesto esperienziale (non solo a scuola) Occorre valorizzare le competenze comunque acquisite (centrate sulla persona) Mettere in luce le competenze effettivamente acquisite (magari segnalando i loro livelli) più che la loro mancanza Pellerey, 2006

14 Costruire un Curricolo di scuola14 Un esempio di livelli di competenza in italiano allinizio della scuola secondaria di 1° grado - PARLARE (Pellerey, 2004) Si esprime con una pronuncia chiara; stabilisce con chi parla il contatto con gli occhi; usa frasi brevi e complete senza interrompersi. Lespressione è grammaticalmente corretta. Sa esprimersi con ricche informazioni così da essere compreso da colui che lo ascolta e con una certa carica emotiva, richiamando interesse. Ha una pronuncia chiara, stabilisce con chi parla il contatto con gli occhi. Lespressione è relativamente ricca di particolari o di sfumature. Si fa facilmente comprendere e non ha difficoltà a immedesimarsi in colui che ascolta Si esprime con una pronuncia chiara e con un vocabolario molto semplice e ridotto. Costruisce frasi brevi, qualche volta incomplete, che includono errori con una certa frequenza. Sa esprimersi con informazioni sufficienti, così da essere compreso da colui che lo ascolta. Deve essere aiutato a completare la frase.

15 Costruire un Curricolo di scuola15 LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO Adozione delle scelte metodologiche Organizzazione spazio-temporale e strumentale delle attività Sviluppo di percorsi multidisciplinari e trasversali Elaborazione di criteri per la verifica e la valutazione Selezione delle esperienze Declinazione degli obiettivi formativi per ogni anno scolastico Scelta dei contenuti PROTOCOLLI CONDIVISI

16 Costruire un Curricolo di scuola16 Protocollo condiviso Insieme di regole, procedure, algoritmi, sistemi codificati di relazioni che consentono ad un gruppo docente di affrontare in forme condivise i diversi problemi progettuali, organizzativi e relazionali di una scuola I PROTOCOLLI CONDIVISI AIUTANO A COSTRUIRE UNIDENTITA DI SCUOLA

17 Costruire un Curricolo di scuola17 … intermezzo: … Poi insegnando imparavo tante cose. Per esempio ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è lavarizia Scuola di Barbiana, Lettera a una professoressa, LEF, Firenze, 1967

18 Costruire un curricolo di scuola LE IDEE DI FONDO Condivisione dellidea di scuola / apprendimento / bambino (POF) Quale idea di scuola/apprendimento/bambino emerge da: progettazioni didattiche scale di reazione o indagini di contesto schede di valutazione CONDIVIDERE A LIVELLO DI ISTITUTO UNIDEA DI SCUOLA, DI BAMBINO, DI APPRENDIMENTO

19 Costruire un curricolo di scuola LE IMPOSTAZIONI METODOLOGICHE Valorizzare lesperienza e le conoscenze degli alunni Attuare interventi adeguati nei riguardi delle diversità. (Quanto la scuola è inclusiva? Cfr. Questionario autovalutazione I CARE) Favorire lesplorazione e la scoperta Incoraggiare lapprendimento collaborativo Promuovere la consapevolezza del proprio modo di apprendere Realizzare percorsi in forma di laboratorio PER OGNUNO DI QUESTI PUNTI ELABORARE PROTOCOLLI CONDIVISI

20 Costruire un Curricolo di scuola20 Un esempio di costruzione di protocollo riguardante la valorizzazione dellesperienza QUALI ESPERIENZE PROPORRE STRUTTURAZIONE DELLESPERIENZA RICOSTRUZIONE DELLESPERIENZA

21 Costruire un Curricolo di scuola21 Da dove nasce lesperienza? Chi la propone E dentro la disciplina o è interdisciplinare? Valorizzazione dellesperienza 1.

22 Costruire un Curricolo di scuola22 FASE RICOGNITIVA: cosa sanno già gli alunni FASE ELABORATIVA: su cosa puntare lattenzione FASE ORGANIZZATIVA: definizione degli spazi/tempi/materiali FASE REALIZZATIVA: messa in atto dellesperienza FASE RIELABORATIVA: raccolta e sistematizzazione dei dati FASE RICOSTRUTTIVA / VALUTATIVA: come si sintetizza e si valuta lesperienza Valorizzazione dellesperienza 2.

23 Costruire un Curricolo di scuola23 Che cosa hai fatto? Perché lhai fatto? Come ti sei sentito durante lesperienza? Cosa ha / non ha funzionato? Cosa hai imparato? Valorizzazione dellesperienza 3.

24 Costruire un Curricolo di scuola24 Un esempio di costruzione di protocollo riguardante lapprendimento cooperativo FORME DI INTERAZIONE E PARTECIPAZIONE ORGANIZZAZIONE DELLA CLASSE STRUTTURAZIONE DEL COMPITO

25 Costruire un Curricolo di scuola25 Condivisione di regole per gestire il lavoro cooperativo Contratto didattico (ruolo del docente e degli allievi) Stili comunicativi privilegiati Apprendimento cooperativo 1.

26 Costruire un Curricolo di scuola26 Lavoro a coppie: quando? Lavoro a gruppi: quando? Prodotto del singolo / prodotto del gruppo Apprendimento cooperativo 2.

27 Costruire un Curricolo di scuola27 Quali compiti proporre Gestione dei tempi Prodotti attesi / processi attivati Apprendimento collaborativo 3.

28 Costruire un Curricolo di scuola28 Un esempio di costruzione di protocollo riguardante la lintegrazione delle diversità STRATEGIE INTEGRANTI E RELAZIONI DAIUTO MODALITA DI INDIVIDUALIZZAZIONE DEI SAPERI PROCEDURE DIDATTICHE PROGETTUALITA COLLEGIALE RAPPORTI CON IL TERRITORIO

29 Costruire un Curricolo di scuola29 Procedure di accoglienza Attività di conoscenza rivolte agli allievi Aiuto nelle attività quotidiane Integrazione delle diversità 1.

30 Costruire un Curricolo di scuola30 Mediatori utilizzati Tempi e spazi per lapprendimento Lavoro individuale / lavoro di gruppo Integrazione delle diversità 2.

31 Costruire un Curricolo di scuola31 Distribuzione delle attività nella giornata Uso delle tecnologie Semplificazione / differenziazione dei percorsi Integrazione delle diversità 3.

32 Costruire un Curricolo di scuola32 Suddivisione dei compiti nel gruppo docente Gestione delle attività di sostegno Gestione del P.E.I. Integrazione delle diversità 4.

33 Costruire un Curricolo di scuola33 Procedure di coinvolgimento delle famiglie Interazione con servizi del territorio Accordi in rete con altre scuole Integrazione delle diversità 5.

34 I TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Condivisione dellidea di competenza Elaborazione di profili duscita di ogni ciclo Comparazione tra profili di uscita di scuola e traguardi di sviluppo delle competenze Come sviluppare longitudinalmente gli obiettivi di apprendimento (es. Italiano) nel passaggio da un settore scolastico allaltro e da una classe allaltra Costruire un curricolo di scuola

35 Costruire un Curricolo di scuola35 Leggere testi (narrativi, descrittivi, informativi) cogliendo largomento centrale, le informazioni essenziali, le intenzioni comunicative di chi scrive Declinazione longitudinale nelle diverse classi 1^3^2^ Un esempio di declinazione degli obiettivi di apprendimento ITALIANO: LEGGERE (al termine del terzo anno di scuola primaria)

36 Costruire un Curricolo di scuola36 Leggere testi narrativi e descrittivi, sia realistici sia fantastici, distinguendo linvenzione letteraria dalla realtà Declinazione longitudinale nelle diverse classi 4^5^ Un esempio di declinazione degli obiettivi di apprendimento ITALIANO: LEGGERE (al termine della classe quinta di scuola primaria)

37 Costruire un Curricolo di scuola37 Non è importante il modello progettualeprescelto che venga condiviso è importante è importante La condivisione avviene elaborando schemi, procedure e comportamenti ritenuti fondamentali e comuni (protocolli condivisi). QUALE MODELLO PROGETTUALE ADOTTARE?

38 Costruire un Curricolo di scuola38 LINEE DI LAVORO: UN ESEMPIO DI PROTOCOLLO DI PROGETTAZIONE SAPERI NATURALI Che cosa sai? MAPPING APPLICAZIONE Devi sapere che Quel che devi fare U. Margiotta,Riforma del curricolo e formazione dei talenti, Armando, 1997

39 Costruire un Curricolo di scuola39 TRANSFER Prova anche tu RICOSTRUZIONE GENERALIZZAZIONE Che cosa hai fatto e perchè Inventa una regola U. Margiotta,Riforma del curricolo e formazione dei talenti, Armando, 1997 LINEE DI LAVORO: UN ESEMPIO DI PROTOCOLLO DI PROGETTAZIONE

40 Costruire un Curricolo di scuola40 … per finire: … un uomo ha il diritto di sapere a cosa serve il suo lavoro … Dal film La classe operaia va in paradiso, regia di Elio Petri, 1971


Scaricare ppt "Isp. Mario Maviglia - USR Lombardia Borgo San Giacomo, 10 giugno 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google