La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PRESENTA :. 6° GIRO PODISTICO DELLE COLLINE METAURENSI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PRESENTA :. 6° GIRO PODISTICO DELLE COLLINE METAURENSI."— Transcript della presentazione:

1 PRESENTA :

2 6° GIRO PODISTICO DELLE COLLINE METAURENSI

3 AGOSTO 2009 Montemaggiore al Metauro ore 9.30 Serrungarina ore 9.00

4 Cenni ambientali Chi percorre la bassa valle del Metauro è costantemente accompagnato nel suo viaggio da un susseguirsi di piccoli centri abitati posti alla sommità delle dolci colline che dominano la valle: Montemaggiore, S. Giorgio, Piagge, Orciano, Mondavio, Barchi, Sant'Ippolito, Sorbolongo, Reforzate, da un lato, Saltara, Serrungarina, Cartoceto, Montefelcino, Montemontanaro dall'altro. Sono centri nati dal dissolversi dell'organizzazione romana del territorio: in periodi lontani e difficili impararono a vivere di una vita autonoma; il palazzo pubblico, la chiesa del santo patrono, le piazze per le assemblee e i mercati, le torri e i fortilizi costituirono a lungo i punti nodali di una vita scandita dal lavoro dei contadini, dalle molteplici attività degli artigiani, dal periodico incontro con i mercanti venuti da altri luoghi. Questi centri conservano ancora, sotto una veste moderna, un sapore antico, un fascino discreto, un'atmosfera particolare. Chi voglia sperimentare quell'atmosfera non deve far altre che abbandonare la veloce via della valle, risalire la strada delle colline, inoltrarsi nelle piccole vie dei borghi chiusi ancora fra calde mura di cotto rossastro: potrà fare incontri inaspettati: il corteo variegato delle piccole case affacciate sui vicoli, una chiesa col dipinto di un autore famoso, il nome di una stradina evocatore di consuetudini scomparse, una torre pronta a difendere un'antica autonomia. E poi molti musei in cui gli abitanti del luogo hanno voluto raccogliere e conservare le memorie del loro passato. Musei di varia dimensione e natura: chi vorrà visitarli si troverà inavvertitamente a disporre delle tessere variegate utili a ricomporre il complesso mosaico che per secoli ha caratterizzato la vita degli antichi castelli del Metauro.

5 MONTEMAGGIORE al METAURO Montemaggiore al Metauro è situato in una posizione geografica arroccata su un colle alla destra del fiume Metauro. Il castello dal quale si sviluppò poi il borgo è citato sin dal 777 e seguì le vicende storiche di Fano e Mondavio. Nel 1462 fu occupato da Federico da Montefeltro, ma nel 1520 tornava già a Fano, un centro al quale risulta legato a filo doppio nello sviluppo e nell'evoluzione del paese. Il castello fu in parte proprietà dellEremo di Fonte Avellana e in parte dellabbazia di San Patrignano di Fano, ma soprattutto fu uno dei baluardi difensivi del territorio costiero malatestiano contro lentroterra feltresco, fino a quando nel 1462 Federico da Montefeltro lo strappò a Sigismondo Malatesta.

6 Seguì poi tra alterne vicende la storia del ducato di Urbino fino alla devoluzione dello stesso nel Montemaggiore è stato teatro di due battaglie che hanno segnato la storia: la prima è la famosissima battaglia del Metauro svoltasi nel 207 a.C. fra i romani e le truppe cartaginesi giunte in soccorso di Annibale ASPETTI CARATTERISTICI D INTERESSE TURISTICO A Montemaggiore le testimonianze artistiche più rilevanti sono rappresentate dell'ex chiesetta della Madonna del Soccorso dove è posta una "Cena" della scuola del Barocco. Resti di mura medievali esistono ancora attorno al borgo originario. Montemaggiore è una località attiva e laboriosa. A fianco dell'artigianato del legno, lavorano varie aziende del mobile, laboratori di maglieria, aziende per la produzione di manufatti in plastica e impianti idraulici.

7 Museo Winston Churchill La mattina del 25 agosto1944 il primo ministro inglese Winston Churchill, accompagnato dal generale Alexander (comandante del VIII corpo di armata inglese) saliva al castello di Montemaggiore per osservare lo schieramento delle truppe nella valle del Metauro, pronte all'offensiva contro la Linea Gotica. Quella stessa notte prese il via l'operazione "Olive" che portò allo sfondamento dell'ultimo approntamento difensivo dell'esercito tedesco in Italia. Di tale evento il museo raccoglie fotografie, testimonianze scritte, diari, documenti ufficiali, cimeli e dotazioni militari d'epoca recuperando la memoria di avvenimenti che hanno segnato la storia del secolo scorso. Particolarmente significativa la foto in cui Churchill e Alexander, ripresi di spalle, seduti su una rozza panca, osservano la valle del Metauro aperta davanti a loro con l'ordinata tessitura dei filari di viti che scandiscono i terreni da cui da poco è stato falciato il grano. E' tradizione che in questi stessi luoghi, nel 207 a. C. si sia svolta la battaglia che vide la morte del cartaginese Asdrubale mentre tentava di portare nuove truppe al fratello Annibale (Battaglia del Metauro).

8 SERRUNGARINA A 206 metri sul mare sul crinale sinistro del fiume Metauro, Serrungarina, anticamente chiamata Brisighella, deve il suo nome attuale probabilmente a Ser Ungaro degli Atti, notaio vissuto nel XIV secolo. Sorta ai tempi della guerra tra Goti e Greci nel 534 come rifugio per le popolazioni devastate dai conflitti, nel 1343 Serrungarina passa sotto il dominio dei Malatesta che vi edificano la rocca, una imponente struttura muraria che ancora oggi delimita il caratteristico borgo. Seguirono le sorti di Serrungarina i castelli di Bargni e Pozzuolo, due località interne immerse nel verde. A valle, Tavernelle, antica "statio romana" a cavallo tra il delicato innalzarsi delle colline e l'austero corso del fiume Metauro, è oggi un moderno centro urbano. Il connubio tra antico e moderno è simboleggiato dal nuovo centro parrocchiale sorto in adiacenza al sito archeologico nel quale sono visibili i resti dell'antica via consolare Flaminia (220 a.C.), dell'antica taverna romana e del tempio in onore al dio Attis.

9 La ricchezza culturale e storica del luogo è testimoniata anche dalla "traforata" della sacca, importante opera idraulica del '400. Le quattro località sono tra loro armoniosamente collegate da uno splendido percorso panoramico. Visitando Serrungarina si può ammirare la suggestiva scalinata all'interno della rocca, la cisterna malatestiana e la chiesa di S.Antonio abate con i dipinti del Guerrieri (Visitazione 1620) e del Presunti (Immacolata Conce- zione 1560). Bargni propone, oltre alla Chiesa di S.Appolonia consacrata nel 1543, le ville antiche delle famiglie Federici, Serafini, Oliva. Mete finali Pozzuolo, piccolo borgo forti- ficato con un caratteristico campanile del 1600, e il limi- trofo Monte della Matera, il più alto della zona, intorno al quale si intrecciano molte leggende. Le iniziative più caratteristiche sono quelle del carnevale di Serrungarina, con sfilata di carri e lancio di dolciumi, ed il presepe meccanizzato che nel periodo natalizio ed oltre, attira in questa località tanti visitatori. La produzione di olio e vino di qualità ribadiscono la meritata rinomanza dei prodotti tipici della valle metau- rense. Unica specialità è la coltura della pera "angelica" che fa di Serrungarina l'unica produttrice a livello nazionale di questo gustoso frutto estivo

10 Montemaggiore al Metauro Montemaggiore, prima tappa, percorso inedito per una gara podistica, anche glatleti locali non lhanno mai corso in gara Si parte da piazza Italia, si scende subito verso la pianura per circa due km., proseguiamo verso Fiordipiano sempre in leggera discesa, viene costeggiata la riva destra del fiume Metauro fino al ponte, si passa sotto di esso e si risale verso S.Liberio per strade secondarie, proseguiamo verso Villanova, si riscende verso il fiume strade secondarie per risalire nel paese di Villanova per la strada principale. Siamo vicini allundicesimo km. ancora 500 metri prima di risalire verso larrivo di Montemaggiore; la salita può fare la prima selezione per la classifica finale

11 Planimetria Montemaggiore al Metauro

12 Montemaggiore al Metauro

13 Serrungarina Che dire del percorso della seconda tappa? Molti lha conoscono oppure ne hanno sentito parlare, è una tappa impegnativa che non ti lascia il tempo di pensare alla competizione della domenica successiva Si parte con una leggera salita, si scende dal primo km. al terzo in una discesa bianca fino al convento di S. Francesco, una pausa in piana per scendere sulla via Flaminia fino al quinto km., qui incomincia la salita più impegnativa per quasi un km. Si passa a dei falsi piani fino al bivio che riporta al paese, si prosegue ancora in salite non impegnative con falsi piani per due km. fino al castello di Bargni, da qui si fa ritorno a Serrungarina, non allingresso del paese ma si sale al centro dove avverranno anche le premiazioni e il pasta party

14 Planimetria Serrungarina

15 Serrungarina

16 REGOLAMENTO PARTECIPAZIONE La partecipazione alle gare competitive è riservata a coloro che siano in possesso di tessera F.I.D.A.L. o enti di promozione riconosciuti dal C.O.N.I. nel rispetto delle convenzioni stipulate con la F.I.D.A.L. stessa, purché tale tessera sia valida per lanno in corso con le normative sanitarie (D.m. 18/02/1982) da far pervenire allorganizzazione e che abbiano compiuto il 18° anno di età entro il 22/08/2009. E consentita la partecipazione ad atleti stranieri solo se tesserati per società marchigiane. La manifestazione si svolgerà con qualsiasi condizione atmosferica. Saranno garantiti segnaletica, controlli dei percorsi da personale addetto, dal gruppo protezione civile di Serrungarina servizio municipale, controlli G.G.G. F.I.D.A.L., cronometristi assistenza medica con servizio ambulanza. Ricchi ristori per tutti. Quanto non contemplato vige regolamento FIDAL

17 PREMIAZIONI ASSOLUTI (esclusi da categorie) MASCHILE FEMMINILE 1° 250,00 R.S. 1° 200,00 R.S. 2° 200,00 R.S. 2° 150,00 R.S. 3° 150,00 R.S. 3° 100,00 R.S. 4° 100,00 R.S. 5° 80,00 R.S.

18 PREMIAZIONI CATEGORIE MASCHILE FEMMINILE Primi 10 classificati Prime 5 classificate Primi 20 classificati Prime 10 classificate Primi 20 classificati Prime 10 classificate Primi 10 classificati Prime 5 classificate Primi 10 classificati Prime 5 classificate

19 PREMIAZIONI SOCIETA Verranno premiate tutte le società o gruppi con un minimo di 10 atleti competitivi classificati. Alle prime 5 società con almeno 20 atleti competitivi classificati verranno riconosciuti i seguenti rimborso spese: 1° 250,00 R.S. 2° 200,00 R.S. 3° 150,00 R.S. 4° 100,00 R.S. 5° 80,00 R.S.

20 QUOTE D ISCRIZIONE 15,00 gara competitiva (fino alle ore 24 del giorno 19/08/2009) 25,00 gara competitiva (dal 20/08/2009 alle ore del 21/08/2009) 4,00 passeggiata giornaliera ludico motoria. Non verranno accettate iscrizioni competitive dopo i termini sopra indicati. Glatleti che completeranno le 2 tappe, riceveranno liscrizione gratuita alla Collemar-athon 2010 se confermata entro

21 SCHEDA DI ISCRIZIONE COGNOME NOME. VIA CAP CITTA PROV. NATO/A A PROV. IL / / TELEFONO -- SOCIETA APPARTENENZA CODICE SOCIETA ENTE DI PROMOZIONE TESSERA N° Con la presente dichiaro fin d'ora d'accettare il regolamento della manifestazione ed autorizzo il G.P.LUCREZIA al trattamento dei miei dati personali secondo la legge vigente. Concedo inoltre l'assenso (anche agli enti a agli sponsor della manifestazione) all'utilizzo di dati, video, fotografie, nastri e qualsiasi materiale relativo alla mia partecipazione all'evento per qualsiasi legittimo utilizzo senza remunerazione. DATA / / FIRMA.

22 iscrizioni Fax Tavoli cortesia durante manifestazioni podistiche Saldo iscrizione presso il tavolo cortesia oppure al ritiro del pettorale

23 FOTO ANNI PRECEDENTI

24 Quel giorno, non so proprio perché decisi di andare a correre un po', perciò corsi fino alla fine della strada, una volta li pensai di correre fino la fine della città, pensai di correre attraverso la contea di Greenbow, poi mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui tanto vale correre attraverso il bellissimo stato dell'Alabama, così feci. Corsi fino all'oceano e, una volta lì mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui tanto vale girarmi e continuare a correre, quando arrivai a un altro oceano, mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui, tanto vale girare di nuovo e continuare a correre; quando ero stanco dormivo, quando avevo fame mangiavo, quando dovevo fare... insomma, la facevo! Forrest Gump Il pensiero del podista

25 Si ringraziano

26 ARRIVEDERCI al agosto 2009


Scaricare ppt "PRESENTA :. 6° GIRO PODISTICO DELLE COLLINE METAURENSI."

Presentazioni simili


Annunci Google