La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Classe quarta. I paesi delleuro Collocazione geografica Dal baratto alla moneta La moneta di Orbetellomoneta di Orbetello durante lo Stato dei Presidi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Classe quarta. I paesi delleuro Collocazione geografica Dal baratto alla moneta La moneta di Orbetellomoneta di Orbetello durante lo Stato dei Presidi."— Transcript della presentazione:

1 Classe quarta

2 I paesi delleuro Collocazione geografica Dal baratto alla moneta La moneta di Orbetellomoneta di Orbetello durante lo Stato dei Presidi Perché Perché lEuro

3 ItaliaGrecia Francia Spagna Portogallo Irlanda Austria Germania Finlandia Belgio Paesi Bassi Lussemburgo

4 Lattuale moneta dellItalia è la lira lira.

5 La lira era usata nel regno dItalia fin dal Divenne moneta ufficiale italiana dal Il suo nome deriva da libbra. La libbra dargento era la moneta usata da Carlo Magno.

6

7 La moneta del Portogallo è lo Scudo Scudo portoghese

8

9 La moneta della Spagna è la Peseta

10

11 La moneta della Francia è il FrancoFranco francese

12

13 La moneta dell Irlanda è la Sterlina irlandese

14

15 La moneta del Belgio è il Franco belga

16

17 La moneta dei Paesi Bassi è il Fiorino olandese

18

19 La moneta del Lussemburgo è il Franco lussemburghese

20

21 La moneta della Germania è il Marco tedesco

22

23 La moneta dell Austria è lo Scellino austriaco

24

25 La moneta della Finlandia è il Marco finlandese

26

27 La moneta della Grecia è la Dracma

28

29 Ci siamo divisi in quattro gruppi e ogni gruppo rappresentava uno stato europeo

30 Ogni gruppo fabbrica prodotti tipici del luogo

31 La merce viene esposta

32 Si cambiano i soldi e si acquista la merce degli altri. E piuttosto difficile. Conclusione...

33 Leuro E più facile e più veloce scambiare merci, perché non si devono fare tanti cambi è più facile confrontare i prezzi nei vari Paesi è più facile viaggiare

34 Il barattobaratto La merce monetamerce moneta La coniazione delle prime moneteprime monete La moneta romana, la prima moneta che valeva in molti paesimoneta romana La moneta di Orbetello, quando era la capitale dello Stato dei Presidimoneta di Orbetello

35 Il baratto è la prima forma di scambio di merci. Luomo usciva dal proprio villaggio spingendosi verso nuove terre. Gli venivano offerti prodotti conosciuti e sconosciuti, che cambiava con oggetti che aveva portato con sé.

36 Si creavano così dei luoghi chiamati mercati, in cui venivano riuniti tutti gli oggetti necessari alla vita quotidiana e le cose nuove che potevano essere utili o piacevoli. Questi primi mercati, poco a poco, hanno dato vita a mercati sempre più grandi e importanti.

37 In seguito luomo inventò la merce moneta (conchiglie, punte di lancia, pezzi di metallo che potevano essere di volta in volta divisi e pesati, pezzetti doro…). Stava nascendo la moneta Sperimentiamo la merce moneta

38 Con la moneta nacque veramente anche il commercio: gli uomini vendevano un prodotto ricevendo in cambio un oggetto che sarebbe servito solamente ad acquistare, nel momento opportuno, unaltra cosa. I primi ad usare le monete furono i Fenici, ma le prime monete furono coniate in Lidia.FeniciLidia Portavano inciso un leone. I Greci usavano monete chiamate Civette (la civetta era luccello sacro ad Atena).Greci

39 Un giorno qualcuno pensò di stampare questi pezzi di metallo con un marchio che ne garantisse con sicurezza la qualità e il valore senza doverli pesare ogni volta. Accadde probabilmente in Lidia, sulle coste dellattuale Turchia: questo procedimento si chiamò coniazione. coniazione In Lidia nel VII sec. A.C. furono coniati gli stateri, realizzati da prima in elettro, una miscela naturale doro e dargento, poi in metallo puro, oro o argento. La coniazione avveniva in questa maniera: un tondello di metallo veniva tagliato, posto fra 2 coni di ferro o di bronzo con lincisione del marchio da imprimere sulle monete e quindi battuto.

40 La moneta è un pezzo di metallo con marchi e scritte che garantiscono il suo valore; è coniato, cioè stampato con il conio, un pezzo di acciaio che porta inciso il disegno da stampare sulla moneta

41 Allinizio le monete erano irregolari dischi doro e dargento che recavano una immagine simbolo della città che le dava in pagamento. Il siclo, che allorigine era un semplice pezzo doro diventò poi una moneta. Sicli con limmagine di un gufo e di un delfino con il murice

42 La civetta I Greci antichi usavano anche la dracma. Le monete greche erano accettate in pagamento in tutto il Mediterraneo: furono le prime ad avere una grande diffusione. Ma la moneta più diffusa fu la moneta romana

43 Gli imperatori romani imprimevano sulle monete la loro immagine. A Roma cera la zecca vicino al tempio di Giunone Moneta. Qui fu coniato il denarius, moneta dargento accettata per oltre duecento anni anche al di fuori dellimpero romano. In un certo senso era lantenato dellEuro, perché valeva in tanti paesi.

44 Una moneta per un piccolo statomoneta

45 Il Quattrino: immagine tratta dalla prima rivista di numismatica prima rivista

46 In Orbetello, durante la dominazione spagnola, cerano monete napoletane, spagnole e romane. Così tante monete mettevano in difficoltà le persone, ma probabilmente non fu questo il motivo per cui fu coniato il quattrino. Cè chi dice che questa moneta sia stata un regale dono del re Ferdinando IV agli orbetellani, per premiarli della loro fedeltà durante le guerre contro i Francesi. Questa tesi è avvalorata dal fatto che il Quattrino era una moneta di scarso valore. Le emissioni furono tre: nel 1783, nel 1791 e nel Le monete, di rame, furono coniate nella Zecca di Napoli ed avevano un valore di 4, 2 ed 1 quattrino.

47 Il primo numero della rivista di numismatica fu stampato ad Orbetello nel mese di gennaio del 1904 a cura dellorbetellano Furio Lenzi.


Scaricare ppt "Classe quarta. I paesi delleuro Collocazione geografica Dal baratto alla moneta La moneta di Orbetellomoneta di Orbetello durante lo Stato dei Presidi."

Presentazioni simili


Annunci Google