La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel. +39.041.0999311 Introduzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel. +39.041.0999311 Introduzione."— Transcript della presentazione:

1 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Introduzione alla responsabilità sociale dimpresa Valentina Montesarchio

2 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Contenuto della presentazione Cosè la responsabilità sociale dimpresa (CSR) Perché impegnarsi in attività di CSR? Come mettere in pratica la CSR? La CSR nel contesto Internazionale e Italiano Il network veneto per la CSR Indirizzi utili

3 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Cosa significa essere unimpresa socialmente responsabile?

4 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Definizioni Può venire chiamata in forme diverse: – Responsabilità Sociale dImpresa (RSI) – Corporate Social Responsibility (CSR) – Corporate Responsibility – Responsabilità Sociale e Ambientale dImpresa (RSAI) – Sviluppo Sostenibile

5 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Il Libro Verde della Commissione Europea definisce la Corporate Social Responsibility (CSR) come: lintegrazione volontaria da parte delle imprese delle tematiche sociali e ambientali nelle loro operazioni commerciali e nei loro rapporti con le parti interessate. […] Essere socialmente responsabili significa non solo soddisfare gli obblighi giuridici applicabili, ma anche andare al di là, investendo nel capitale umano, nellambiente e nei rapporto con le altre parti interessate

6 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel La CSR per lo Sviluppo Sostenibile La CSR si inserisce tra le politiche per la competitività dellimpresa e del sistema economico, ricollegandosi direttamente con il concetto di sviluppo sostenibile. Sostenibilità è la capacità di una organizzazione (o società) di continuare, in maniera duratura nel tempo, le proprie attività, tenendo in debita considerazione limpatto che queste ultime hanno sul capitale naturale, sociale e umano (ISEA – Institute of Social and Ethical AccountAbility) In altri termini, la CSR è il contributo che le imprese offrono allo sviluppo sostenibile

7 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Una gestione responsabile dimpresa è volta a sviluppare di strategie che mirano ad accrescere il valore economico dellimpresa, nel rispetto dellambiente e degli interessi e bisogni legittimi delle varie categorie di interlocutori (stakeholder) con cui lazienda interagisce.

8 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Gli Stakeholder sono tutti coloro che, a diverso titolo, sono portatori di interessi nei confronti dellimpresa Si possono raggruppare generalmente nelle seguenti categorie : Risorse umane Soci/Azionisti e Comunità finanziaria Clienti Fornitori Partner finanziari Stato, Enti locali, e Pubblica amministrazione Comunità Ambiente

9 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Un comportamento socialmente responsabile in generale: È un comportamento che va al di là delle prescrizioni legali; È un atto volontario; Va a beneficio della sostenibilità economica di lungo periodo; È connesso con il concetto di sviluppo durevole: nella gestione delle loro attività le imprese devono tener conto anche delle ripercussioni economiche, sociali ed ambientali; Non è un elemento "addizionale" allattività dimpresa, bensì è intrinsecamente correlato alla gestione stessa dellimpresa;

10 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Limportanza delle imprese nel territorio –Generano crescita economica e benessere –Creano e mantengono occupazione –Sono parte integrante di un territorio

11 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Le PMI La maggior parte delle PMI si comporta già come azienda socialmente responsabile: –sono inserite nel tessuto delle comunità locali in cui operano –promuovono linnovazione, lo spirito imprenditoriale e la competitività –contribuiscono allo sviluppo sociale ed economico delle comunità –sono più duttili e sono in grado di agire e ridistribuire le risorse più rapidamente in base alle esigenze delle comunità. –posseggono conoscenze e competenze a livello locale. Instaurano legami con gli attori locali con cui operano con cui stabiliscono un rapporto di fiducia. Possono anche trarre beneficio dal successo della comunità.

12 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Perché adottare un comportamento socialmente responsabile?

13 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Benefici con riferimento alle risorse umane e al clima aziendale, le pratiche di CSR contribuiscono a creare un ambiente di lavoro migliore, più sicuro e motivante, in linea con gli obiettivi aziendali dellefficacia e dellefficienza. Di conseguenza, aumentano la capacità dellimpresa di attrarre e mantenere personale qualificato e motivato; nei confronti del mercato finale, limpegno in ambito CSR contribuisce a rafforzare il marchio dazienda, attraverso lo sviluppo di un rapporto stabile e duraturo con i consumatori/clienti, basato sulla fiducia e la fedeltà alla marca; Integrandola allinterno gestione normale dazienda, riduce il rischio dimpresa; Aiuta a consolidare il rapporto con clienti e fornitori e con tutti gli stakeholder e a migliorare la capacità di rispondere alle aspettative degli stessi;

14 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel rafforzando la reputazione dellimpresa, riduce i rischi di iniziative di boicottaggio da parte di organizzazioni terze; in un quadro competitivo internazionale sempre più complesso e dinamico, dove forme di dumping sociale e ambientale creano disequilibri nella competitività delle imprese, la CSR può rappresentare un qualificante elemento di differenziazione, nel rispetto delle regole del mercato e della sensibilità dei consumatori; miglioramento della relazione con le istituzioni finanziarie, nellottica di un più facile accesso alle fonti di finanziamento in virtù della già evidenziata riduzione del profilo di rischio. Permette di usufruire, laddove previsti, di vantaggi fiscali e semplificazioni amministrative;

15 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Motivazioni interne ed esterne per intraprendere azioni di CSR La spinta può provenire da: –obiettivi di ottimizzazione di gestione –senso etico dellimprenditore e/o del Direttivo Altre spinte possono venire da: –Clienti (consumatori) e fornitori –Comunità locali –Rappresentanti della finanza e delle assicurazioni

16 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Come mettere in pratica comportamenti di CSR?

17 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Alcuni consigli pratici Cominciare prima di tutto dalleffettuare un auto-valutazione dellazienda (es. Social Statement) Per iniziare meglio intraprendere poche azioni e di piccola portata Stabilire chiaramente lobiettivo darrivo individuare lo/gli stakeholder chiave per lazienda ed analizzare bisogni, aspettative e stato di soddisfazione degli stessi Trovare forme di dialogo e di feedback con gli stakeholder

18 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Fare attenzione! Essere socialmente responsabili è un processo di cambiamento che coinvolge tutta lazienda Le pratiche di CSR sono varie e molto diverse tra loro Non è necessario migliorare ogni settore contemporaneamente nello stesso momento È importante stabilire una scala di priorità È opportuno scegliere azioni in linea con gli obiettivi aziendali

19 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Qual è il quadro politico europeo e italiano sulla CSR e quando ha iniziato a svilupparsi?

20 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel La CSR in Europa 2001 Libro Verde della Commissione Europea: 2001 Libro Verde della Commissione Europea: offre una delle prime definizioni di CSR 2002 Comunicazione della Commissione Europea: 2002 Comunicazione della Commissione Europea: CSR un contributo allo sviluppo sostenibile 2002 Forum europeo Multi-Stakeholder sulla CSR 2002 Forum europeo Multi-Stakeholder sulla CSR Istituzione del Multi-Stakeholder Forum europeo (CSR EMS Forum) al fine di promuovere la CSR e diffonderne gli strumenti e facilitare lo scambio di Buone Pratiche;

21 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Campagna europea per la diffusione della CSR tra le Piccole e Medie Imprese 2004 Campagna europea per la diffusione della CSR tra le Piccole e Medie Imprese Iniziativa della DG Impresa (Ottobre Giugno 2005) realizzata in collaborazione con EUROCHAMBRES/UEAPME/OGILVY 2006 Seconda Comunicazione della CE sulla CSR (22 marzo 2006): LEuropa come Polo deccellenza sulla CSR Seconda Comunicazione della CE sulla CSR (22 marzo 2006): LEuropa come Polo deccellenza sulla CSR. La Commissione Europea lancia la Alleanza per una responsabilità dimpresa competitiva e sostenibile Le 3 linee dazione: Elevare il livello di conoscenza e sensibilizzazione in materia di CSR; Favorire lintegrazione della CSR e lo sviluppo di coalizioni aperte per la collaborazione; Assicurare un contesto favorevole alla CSR.

22 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Le linee dazione Rafforzamento del dialogo sociale; Responsabilità sociale delle imprese; Partenariati pubblico/privato per una cooperazione e condivisione di responsabilità riguardo allattuazione di metodi di produzione e di consumo sostenibili; Impegno per una riflessione con i leader politici al fine di definire le politiche necessarie per lo sviluppo sostenibile e proporre risposte imprenditoriali ambiziose che vadano oltre gli esistenti requisiti giuridici minimi La nuova strategia del Consiglio Europeo sulla responsabilità Sociale e sullo Sviluppo Sostenibile (10 giugno 2006) 2006 La nuova strategia del Consiglio Europeo sulla responsabilità Sociale e sullo Sviluppo Sostenibile (10 giugno 2006)

23 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel La Commissione ha ribadito come molti degli sviluppi più innovativi nellambito della CSR hanno origine tra le PMI. La Commissione riconosce, quindi, lesigenza di dare maggiore riconoscimento a quello che le piccole e le medie imprese fanno nel campo della CSR e di facilitare lo scambio di esperienze sui modi migliori di incoraggiare la diffusione in questi contesti. La CE e le piccole e medie imprese

24 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel : sviluppo del nuovo standard internazionale ISO sulla responsabilità sociale da parte dellInternational Standard Organization : sviluppo del nuovo standard internazionale ISO sulla responsabilità sociale da parte dellInternational Standard Organization Dovrà essere chiara e applicabile ad ogni tipo di organizzazione, incluse quelle governative; Sarà su base volontaria; Non si tratterà di una nuova norma ma di linee guida; Non è prevista alcuna forma di certificazione da parte di enti terzi. in fase di committee draft dal 18 settembre 2008

25 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel La CSR in Italia LItalia a partire dal 2003 ha inserito la responsabilità sociale tra le priorità del proprio programma politico In occasione della Terza Conferenza Europea sulla CSR: il ruolo delle Politiche Pubbliche nella promozione della CSR (Venezia il 14 novembre 2003) il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha presentato il Progetto CSR-SC (Corporate Social Responsibility – Social Commitment).

26 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Nellambito del Progetto CSR-SC il Ministero ha sviluppato un modello di controllo e rendicontazione come quadro di riferimento comune, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese: il Social Statement Gli obiettivi: diffondere la cultura della CSR e lo scambio di esperienze e buone pratiche; supportare le imprese nello sviluppo di strategie e politiche di CSR; diffondere lutilizzo di uno strumento semplice, flessibile e modulare, che organizzazioni e imprese possano adottare su base volontaria per auto- valutare, monitorare e rendicontare le proprie performance in ambito CSR; garantire gli stakeholder che l'impegno sociale comunicato dalle imprese sia effettivo e non ingannevole. Il Progetto CSR-SC del Ministero del Lavoro

27 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Multi-Stakeholder Forum italiano sulla CSR Multi-Stakeholder Forum italiano sulla CSR Piattaforma di dialogo, operativa tra maggio 2004 e dicembre 2005, allargata a 50 Stakeholder a rappresentanza diffusa, equamente suddivisi in sindacati, datori di lavoro, società civile e istituzioni. Assemblea Generale: aveva lobiettivo di valutare e discutere obiettivi strategici, identificare eventuali temi da sviluppare e analizzare i risultati conseguiti. Tavoli Tecnici: Diffondere la cultura della CSR e facilitare lo scambio di esperienze e Buone Pratiche; Promuovere la CSR tra le piccole e medie imprese; Promuovere la trasparenza e la convergenza delle pratiche e degli strumenti di CSR; CSR e sviluppo sostenibile.

28 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel IL PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E UNIONCAMERE IL PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DEL LAVORO E UNIONCAMERE Nel 2003 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha avviato una collaborazione, tuttora attiva, con lUnioncamere per il progetto Corporate Social Responsibility - Social Commitment (CSR-SC). In dettaglio il protocollo di intesa ha previsto la costituzione di Sportelli CSR-SC presso le Camere di commercio italiane per: promuovere azioni di sostegno alla diffusione della cultura della responsabilità sociale nel mondo delle imprese; costituire un servizio di assistenza consulenziale alle imprese sul tema e per supportarle nellattività di auto-valutazione e realizzazione del Social Statement. Attualmente sono attivi in Italia 61 Sportelli CSR-SC

29 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Gli Sportelli CSR camerali Obiettivi degli Sportelli: Promuovere, Diffondere, Informare, formare e monitorare le imprese sulle attività e i temi della CSR. Attività e servizi: DIVULGAZIONE della Responsabilità Sociale delle Imprese attraverso campagne di informazione che tengano conto della peculiarità del territorio. CONSULENZA sulla CSR con riferimento alle caratteristiche specifiche dellimpresa per la: – verifica di pratiche di CSR realizzate dallazienda – definizione dei valori dazienda – formulazione di una strategia di CSR basata sui risultati della verifica – sviluppo di un Piano di CSR – realizzazione e valutazione del piano di CSR

30 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel INFORMAZIONI E ASSISTENZA su comportamenti di CSR in relazione ai diversi portatori di interesse (stakeholder) INFORMAZIONI sulle procedure di adesione al progetto CSR-SC e assistenza per lautovalutazione e per la compilazione del Social Statement e i relativi set di indicatori SERVIZI e CORSI di formazione e orientamento sulle buone pratiche e sugli strumenti più diffusi di CSR ORGANIZZAZIONE di tavoli di confronto con associazioni di categoria INFORMAZIONE su eventi relativi alle attività e alle iniziative che premiano la CSR AGGIORNAMENTO sugli sviluppi e sugli orientamenti della CSR a livello nazionale e internazionale

31 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Il network Veneto per la CSR La regione Veneto è tra le poche in Italia ad avere attivato gli Sportelli Camerali per la CSR in tutte le sue province (altre: Valle dAosta, Molise) Unioncamere del Veneto è attiva nel campo della CSR da diversi anni, svolge attività di coordinamento tra gli Sportelli e fa da interlocutore con le Istituzioni regionali e comunitarie

32 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Nel luglio 2006 la Regione Veneto e Unioncamere del Veneto hanno firmato un Protocollo dIntesa per la CSR –Forum Multistakeholder Veneto per la CSR –Programmazione attività congiunte Newsletter CSR NEWS di Unioncamere del Veneto Obiettivi: –Monitoraggio sulla realtà della CSR –Sintesi delle attività di CSR –Visibilità delle azioni del Sistema camerale sulla CSR –Diffusione della cultura della CSR Per ricevere la newsletter inviare una a con oggetto: richiesta ricezione CSR

33 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Gli Sportelli CSR delle Camere di Commercio del Veneto Sportello CSR Belluno : Referente: Barbara Salati e Roberta Caser tel ; fax sito: Sportello CSR Padova : Referente: ANDREA GALEOTA tel ; fax sito:

34 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Sportello CSR Rovigo: Referenti: Mauro Capostagno tel / 445; fax sito: Sportello CSR Treviso: Referenti: ANTONIO BIASI tel / 88; fax sito: Sportello CSR Venezia: Referenti: Tiziano Stocco tel ; fax sito:

35 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel Sportello CSR Verona: Referente: Veronica Bondavalli tel ; fax sito: =Responsabilit%C3%A0+sociale+delle+imprese+-+Sportello+CSR Sportello CSR Vicenza (presso CPV): Referente: MARISA CACCIAVILLAN tel ; fax sito:

36 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel SITI INTERNAZIONALI Commissione Europea - DG Impresa: sponsible_entrepreneurship/index.htm Commissione Europea - DG Occupazione e Affari Sociali: Eurochambres: Sezione sulla CSR: United Nations research programme on CSR: enDocument&expand=2 enDocument&expand=2 CSR Europe - European business network for corporate social responsibility: Link utili

37 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel International Corporate Sustainability Reporting: UEAPME (European Association of Craft, Small and Medium-sized Enterprises) SITI NAZIONALI Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: Fondazione per la CSR, ICSR (Italian Centre for Social Responsibility): Unioncamere Italiana:

38 Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel GRAZIE DELLATTENZIONE Unioncamere del Veneto Parco Tecnologico VEGA Via delle industrie, 19/d I Venezia Tel


Scaricare ppt "Unioncamere – Eurosportello del Veneto, tel. +39.041.0999311 Introduzione."

Presentazioni simili


Annunci Google