La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Comitato Civico ValleOlonaRespira NO allimpianto ELCON: I cittadini incontrano le forze politiche e istituzionali Sala Conferenze Biblioteca Civica Castellanza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Comitato Civico ValleOlonaRespira NO allimpianto ELCON: I cittadini incontrano le forze politiche e istituzionali Sala Conferenze Biblioteca Civica Castellanza."— Transcript della presentazione:

1 Comitato Civico ValleOlonaRespira NO allimpianto ELCON: I cittadini incontrano le forze politiche e istituzionali Sala Conferenze Biblioteca Civica Castellanza 24 novembre 2012

2 Perché siamo qui? 1. Fare il punto della situazione sulla vicenda Elcon [= impianto di trattamento rifiuti liquidi speciali, in buona parte di derivazione chimico-farmaceutica] a che punto è liter procedurale cui è sottoposto il progetto in Regione Lombardia? 2. Ribadire un PRINCIPIO fondamentale: una decisione tanto delicata come quella di realizzare un impianto che condizionerebbe in modo rilevante il futuro di un interno territorio, non può essere presa tramite un semplice atto burocratico. Deve, al contrario, essere ponderata in una attenta analisi che consideri tutti gli aspetti, compresa la pregressa situazione ambientale della zona in cui limpianto andrebbe ad inserirsi e il tipo di sviluppo che si vuole dare a tale zona. Ebbene, una valutazione del genere non può che essere di carattere politico, così come è politica la responsabilità di concedere lassenso o il diniego al progetto per questo abbiamo invitato oggi le forze politiche e istituzionali.

3 Cosè ValleOlonaRespira ValleOlonaRespira è un comitato civico, nato il 23 aprile 2012, con lobiettivo generale della difesa e del recupero ambientale del territorio della Valle Olona e delle aree circostanti. Opposizione al progetto Elcon … …. un progetto incompatibile con il territorio in cui andrebbe ad insediarsi e, in generale, non confacente con il futuro che ci auguriamo per Castellanza e per lintera Valle Olona.

4 Azione del Comitato: 1. Lo studio del progetto e gli incontri istituzionali Il 7 luglio, dopo 60 giorni dalla presentazione dellistanza da parte di Elcon, abbiamo presentato in Regione Lombardia le Osservazioni Tecniche al progetto. Si tratta di un documento, redatto da un gruppo di esperti che hanno lavorato gratuitamente per il Comitato, nei quali si mettono in luce le molte criticità dellimpianto e le motivazioni della nostra assoluta contrarietà. Il 18 luglio siamo stati ascoltati dalla VI Commissione Ambiente e Protezione Civile della Regione Lombardia. Il 19 luglio si è tenuta la prima Conferenza dei Servizi (CdS Istruttoria) alla quale il Comitato ha partecipato in qualità di uditore. Dal 19 maggio in avanti abbiamo avuto ripetuti incontri con istituzioni del territorio (in particolare Sindaci di Castellanza, Olgiate Olona, Marnate, ma anche Presidente Provincia di Varese, Ass. allAmbiente Provincia di Varese). Incontri con tecnici regionali responsabili AIA, VIA e Ufficio Bonifiche. 20 settembre 2012: documento condiviso da 9 sindaci della Valle Olona che dichiarano la loro netta contrarietà allimpianto.

5 Azione del Comitato: 2.Linformazione e la mobilitazione popolare Assemblee pubbliche informative a Castellanza: 14 aprile giugno Manifestazione ciclo – pedonale a Castellanza, 19 maggio Sit-in in Regione Lombardia, 19 luglio Sit-in con corteo a Castellanza, 10 settembre Petizione circa firme raccolta sul territorio (Castellanza e Comuni della Valle Olona). Sito:

6 Una responsabilità politica… …gli interlocutori politici: Sono stati invitati allincontro pubblico di oggi: i nove Sindaci dei comuni della Valle Olona che fanno parte del Tavolo permanente per lo sviluppo sostenibile, firmatari del documento del 20 settembre scorso [dichiarazione di netta contrarietà allimpianto]; i Segretari Provinciali e regionali dei partiti politici rappresentati nel Consiglio Regionale della Lombardia (PDL, Lega Nord, PD, IDV); i Consiglieri Regionali uscenti eletti in Provincia di Varese. Il Presidente e il Vice Presidente (nonché Assessore allAmbiente) della Provincia di Varese.

7 La procedura cui è sottoposto il progetto La procedura cui è sottoposto il progetto Elcon è di carattere regionale. 2 maggio: progetto depositato in Regione. 7 maggio: avviso ufficiale mezzo stampa della deposizione inizia liter ufficiale, che prevede lavvio di due procedure contemporanee: V.I.A. e A.I.A. 19 luglio: 1° Conferenza dei Servizi (CdS di carattere istruttorio) cui hanno preso parte proponente (Elcon Italy), tecnici regionali A.I.A. e V.I.A., Provincia di Varese, Comuni di Castellanza e Olgiate Olona (per legge), Comuni di Legnano e Busto Arsizio (hanno chiesto di partecipare), ARPA, Prealpi Servizi (società che gestisce il depuratore di Olgiate Olona), AATO di Varese. In questa sede enti preposti hanno presentato osservazioni al progetto e si è stabilito che sarebbe state possibile presentare ulteriori osservazioni e/o richieste di integrazioni entro il 31 agosto. 10 settembre: sopralluogo al Polo Chimico cui hanno partecipato il proponente (Elcon Italy), tecnici regionali, rappresentanti dei Comuni di Castellanza, Olgiate Olona, Busto Arsizio, Legnano e Marnate.

8 A che punto siamo oggi... Dopo la prima conferenza dei servizi e il sopralluogo, lautorità regionale competente in materia di V.I.A. ha lincarico di assemblare tutte le osservazioni al progetto e le richieste di integrazione alla documentazione presentata, [avanzate da enti preposti e da Comitati e Associazioni di cittadini] si era detto che questo passaggio sarebbe avvenuto entro il 30 settembre, ma così non è stato. Ad oggi sappiamo che i tecnici regionali stanno ancora lavorando allassemblaggio di tutte le numerose osservazioni e richieste di integrazioni. Verosimilmente il 4 dicembre prossimo il lavoro sarà completato e, se supererà il vaglio di una commissione tecnica interna, il pacchetto di richieste e osservazioni sarà inviato ad Elcon. Il pacchetto sarà anche inviato in copia ai componenti della Conferenza dei Servizi.

9 Cosa succederà nel prossimo futuro… Elcon avrà 45 giorni per rispondere [+ eventuale deroga su richiesta del proponente, di max 45 giorni]. Quando Elcon presenterà le richieste alle integrazioni e le risposte alle osservazioni, i tecnici regionali predisporranno la ri-pubblicazione del progetto. Ripartirà quindi ufficialmente liter procedurale che dovrà portare entro 60 giorni alla deposizione di eventuali ulteriori osservazioni e richieste di integrazioni e, entro 90 giorni, alla convocazioni di una seconda Conferenza dei Servizi.

10 Quale futuro per la Valle Olona? Tutela della salute e dellambiente nella Valle Olona Rigetto del Progetto Elcon Applicazione del principio del miglioramento ambientale

11

12

13

14 Linquinamento atmosferico è una seria minaccia per la salute e in particolare per i soggetti vulnerabili come i bambini e le persone che soffrono di malattie respiratorie. Informando i cittadini sullinquinamento atmosferico determinato dai trasporti, dalle case e da altre fonti presenti nellambiente dove vivono [e, in generale, linformazione riguardo allo stato ambientale del territorio] danno la possibilità ai cittadini di agire e sollecitare le autorità a migliorare la situazione. Jacqueline McGlade, direttrice esecutiva dellAgenzia europea per lambiente


Scaricare ppt "Comitato Civico ValleOlonaRespira NO allimpianto ELCON: I cittadini incontrano le forze politiche e istituzionali Sala Conferenze Biblioteca Civica Castellanza."

Presentazioni simili


Annunci Google