La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Anatomia e fisiologia dellosso. Definizione della WHO Losteoporosi è una malattia sistemica dello scheletro, che si manifesta con una riduzione della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Anatomia e fisiologia dellosso. Definizione della WHO Losteoporosi è una malattia sistemica dello scheletro, che si manifesta con una riduzione della."— Transcript della presentazione:

1 Anatomia e fisiologia dellosso

2

3 Definizione della WHO Losteoporosi è una malattia sistemica dello scheletro, che si manifesta con una riduzione della massa ossea e un peggioramento della microarchitettura delle ossa, cui conseguono una aumentata fragilità e una tendenza alle fratture. Osteoporosi ossa porose

4 Determinanti della resistenza ossea Densità dellosso + Qualità dellossoResistenza dell osso =

5 Determinanti della resistenza ossea Densità dellosso + Qualità dellossoResistenza dell osso = 1.Velocità di remodeling 2.Dimensioni e forma dell osso 3.Microarchitettura 4.Accumulo di danni 5.Mineralizzazione 6.Qualità della matrice

6 Osteoporosi osteoporosi osso normale

7 La resistenza al carico di un singolo osso, e quindi dellintero scheletro, dipende da più fattori Massa ossea Forma Qualità strutturale La massa ossa rappresenta il fattore prognostico indipendente più importante per il rischio di fratture Infatti la definizione WHO della osteoporosi delle donne post-menopausa si basa sulla densità ossea Resistenza al carico delle ossa

8 Funzioni dello scheletro Lo scheletro rappresenta 10-15% del peso corporeo ed ha varie funzioni: sostiene i tessuti molli fornisce punti di attacco ai muscoli protegge alcuni organi funge da riserva per ioni minerali importanti come calcio, fosfato e magnesio.

9 Tipi di osso osso corticale, che costituisce il rivestimento esterno compatto dellosso, e che rappresenta 85% del peso dello scheletro osso trabecolare o spongioso, formato come da una matrice a nido dape –N.b. losso trabecolare è più reattivo agli stimoli ormonali e farmacologici

10 Struttura anatomica dellosso

11 Osso trabecolare Formato da rete di trabecole Nei corpi vertebrali è solo 20% della massa…. …ma fino all 80% della superficie ossea

12 Composizione dellosso Cellule metabolicamente attive in matrice rigida Matrice organica (osteoide) = 30% massa ossea 90% collagene di tipo I 10% altre proteine (osteocalcina, osteonectina) Minerali = 70% massa ossea per 2/3 calcio fosfato per 1/3 calcio idrossido

13 Proporzione di osso trabecolare e corticale in varie sedi

14 Osso osteoporotico (a dx) con rarefazione delle trabecole

15 A sinistra: travate ossee connesse fra di loro con numerosi nodi (spongiosa normale) In centro: lacune di riassorbimento osteoclastico con rarefazione delle travate ossee (osteopenia). A destra: ulteriore compromissione ossea con interruzioni del reticolato di travate ossee (quadro conclamato di osteoporosi). Decorso delle distruzione architettonica dell osso spongioso

16 Modelling e remodelling Modelling = formazione di nuovo osso Si compie nella infanzia Remodelling = riassorbimento osseo e formazione di nuovo osso È il processo che predomina nelletà adulta

17 Entità del remodelling Ogni anno…. –2-10% dello scheletro degli adulti viene rimodellato –80% del remodelling riguarda losso trabecolare

18

19 Andamento della massa ossea nel corso della vita

20 Picco di massa ossea

21 Tipi di cellule implicate nella formazione e nel riassorbimento osseo Osteoblasti Osteoclasti Osteociti

22 Osteoblasti: cellule della formazione ossea derivano dalle staminali presenti nel midollo osseo Produzione della matrice Produzione di proteine e componenti organiche Secrezione di enzimi Recettori per PTH, Vit D ed altri ormoni Regolano la neoformazione ossea

23 Osteoclasti: cellule del riassorbimento osseo derivano da unità di granulociti-macrofagi formanti colonie Sulla superficie mineralizzata dellosso (legame mediato da integrine) Non hanno recettori Sono attivati dagli osteoblasti Secernono enzimi litici

24 Riassorbimento osseo e omeostasi calcica Il riassorbimento osseo è anche un processo indispensabile per ripristinare il livello di calcemia I fattori che regolano la produzione dellosso (PTH, Vit D, calcitonina etc.) sono quindi anche responsabili dellomeostasi calcica

25 Osso mineralizzato Cellule di rivestimento Retrazione delle cellule Osteoclasti 1. Quiescienza 2. Attivazione 3. Riassorbimento 4.Formazione 5. Mineralizzazione 6. Quiescenza Linea di cementificazione Unità strutturale ossea Rimodellamento osseo Compston 1996 Osteoblasti

26 Gli osteoclasti riassorbono l osso a partire dalla superficie interna (Endostio) L osso spongioso con la sua ampia superficie di attacco viene riassorbito ad una velocità 5 volte superiore rispetto allosso corticale Zone ricche di osso trabecolare: corpi vertebrali collo del femore coste Riassorbimento dellosso

27 ridotta densità ossea alterazione del rapporto fra corticale e trabecolare ridotto numero di nodi nella spongiosa perforazione delle trabecole da parte degli osteoclasti ridotta neoformazione ossea (Insufficiente attività degli osteoblasti) insufficiente mineralizzazione della matrice ossea anomalie nella disposizione del collagene (cross-linking) insufficienti meccanismi di riparazione Una qualità ossea compromessa… ….deriva da

28 equilibrata mineralizzazione insufficiente mineralizzazione osso ipermineralizzato Combinazione ottimale di elasticità e durezza Alta elasticità Alta durezza Mineralizzazione ottimale

29 Picco di massa ossea

30 Fattori che influenzano il raggiungimento del PMO Determinanti genetici Fattori ambientali Apporto di calcio Apporto di vitamina D Altri Sesso Dieta (apporto proteine) Ormoni Stimoli meccanici Farmaci

31 Perdita ossea dopo il raggiungimento del PMO Dopo i anni maschi e femmine entrano in un periodo di consolidamento, ma dai anni in poi iniziano a perdere massa ossa Lattività osteoclastica diventa proporzionalmente superiore Nella femmine dopo la menopausa la perdita di massa ossea ha una brusca accelerazione La perdita è inizialmente maggiore nella zona trabecolare

32 Fattori implicati nella perdita ossea post - PMO Genetici Ormonali Ambientali –Basso apporto di calcio e vitamina D –Basso apporto proteico –Scarsa esposizione al sole –Ridotta attività fisica –Fumo, alcol, caffè Malattie Farmaci

33 Fattori implicati nella perdita ossea post - PMO

34 Ormoni ad azione sul metabolismo osseo Estrogeni Calcitonina PTH Altri –GH –Insulina –corticosteroidi

35 Fattori di rischio per lo sviluppo di osteoporosi Sesso femminile Familiarità Età avanzata Storia di fratture Menopausa precoce Fumo Basso peso corporeo Immobilizzazione Bassa assunzione di calcio Trattamento con steroidi


Scaricare ppt "Anatomia e fisiologia dellosso. Definizione della WHO Losteoporosi è una malattia sistemica dello scheletro, che si manifesta con una riduzione della."

Presentazioni simili


Annunci Google