La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APPENA ARRESTATI I DUE RAPINATORI DELLA BANCA SAN PAOLO: SIMON VON KRAFEN E LAURENZ DU VALLE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APPENA ARRESTATI I DUE RAPINATORI DELLA BANCA SAN PAOLO: SIMON VON KRAFEN E LAURENZ DU VALLE."— Transcript della presentazione:

1

2

3 APPENA ARRESTATI I DUE RAPINATORI DELLA BANCA SAN PAOLO: SIMON VON KRAFEN E LAURENZ DU VALLE.

4 Loro sono due persone degne di essere nominate André, Richard e Tommy si stavano vantando delle loro conoscenze particolari, e dopo il fantino di varani,Andrè aveva incominciato a contare di Alexander e François due suoi conoscenti che lui reputava imbattibili con la bicicletta. Li vedessi allopera … farebbero il giro della Pianura Padana in 10 giorni Nemmeno se li vedo coi miei occhi ci credo!. Ribatté Tommy: Sono pronto a scommetterci la testa. Il tuo titolo di lord? Accetto!

5

6 Il giorno prestabilito,davanti alla parrocchia Gesù Nazareno, alle due del pomeriggio stazionavano cinque figure: lord Tommy, sir André, i fratelli Flouri e Richard. I termini della scommessa sono: I fratelli Flouri devono fare il giro della Pianura Padana passando per ogni capoluogo in ordine prestabilito, fotografando un monumento per ogni città. Lordine prestabilito è il seguente: Torino, Genova, Venezia, Milano, Aosta e di nuovo Torino; arrivo previsto in questo posto. Il signor Albert vi seguirà con uno scooter per assicurarsi che non bariate. Lord Tommy era sicuro di vincere ma alla vista dei due ciclisti gli venne come un presentimento. Due ore dopo alla casa circondariale Lorusso e Cotugno il nobile stava avendo un colloquio con Simon e Laurenz due rinnegati arrestati due mesi prima per rapina a volto scoperto.

7 Se pagassi la cauzione per voi potrei avere la vostra fedeltà?Dovete far sì che due persone che vi indicherò non tornino a Torino entro un mesepropose lord Tommy; Dipende:vogliamo carta bianca e la possibilità di avere da lei tutto ciò che vi chiederemo …rispose Simon.Per me va bene ma il mio nome deve rimanere al buioconcluse Tommy. Intanto nel centro di Torino François stava in posa davanti alla Mole raggiunta in poche pedalate:Se tutto il viaggio è così noioso,lo finiremo in 5 giornidisse Alexander. Strano che tu sia così ottimista,di solito a quest ora hai già una visione apocalittica con tanto di argomentazioni a tuo favore.Nel frattempo Albert stava parlando al telefono con Emanuelle, giovane giornalista alle prime armi, intenzionata a ricavarne uno scoop da questimpresa fuori dal comune… Va bene, ti aggiorno quando saremo a Genova. Concluse Albert.

8 Erano ormai le sei di sera tutto procedeva a gonfie vele, quando Albert interruppe il silenzio e si avvicino ai fratelli belgi e disse:Sentite,è già sera. Volete continuare con il viaggio sapendo che arriverete a Genova a notte fonda o partirete allalba,freschi e riposati?.

9 Volete continuare con il viaggio, sapendo che arriverete a Genova a notte fonda? Volete continuare con il viaggio o partire allalba freschi e riposati?

10 Fermiamoci per la notte. Viaggiare col buio potrebbe essere pericoloso disse François Inoltre sono troppo stanco per continuare aggiunse Alexander. Si diressero subito verso il Golden Palace un albergo non molto distante dalla Mole ma non poterono portare, ovviamente, le biciclette in camera, così dovettero lasciarle nel parcheggio del residence. La mattina seguente, dopo unabbondante colazione, ebbero una brutta sorpresa; delle biciclette rimanevano solo le camere daria, il resto era scomparso tra i flutti del Po, infatti durante la notte i due malviventi li avevano fatte a pezzi e gettate nei pressi dei Murazzi. La scommessa prevedeva che si usassero QUELLE biciclette: la scommessa è persa sentenziò Albert dopo averne discusso con Richard.

11

12 "Meglio continuare disse François. Ne sei sicuro? domandò preoccupato Alexander. Non mi sembra unidea sicura. assolutamente sì, continuiamo e vedrai che non avremo ragion di cui preoccuparci!. E si avviarono verso la periferia sud della città.

13 Perché agire nellombra? sbottò Laurenz. Agiamo a modo mio; non ce ne pentiremo, fidati disse Simon mentre prendeva un randello ai raggi delle loro bici e quei due non andranno da nessuna parte, ah ah ah ah ah ah ah. Corso Unità dItalia è la via migliore per imboccare la strada per Genova, cè solo da scegliere tra autostrada 6 e la statale 29, è qui che i due fratelli notarono due figure che sembravano aspettarli lungo il ciglio della strada. Alexander, che procedeva per primo ebbe appena il tempo di inchiodare la bicicletta che un pezzo di legno si fracassò sullasfalto. I due fratelli accelerarono schivando i due rinnegati che intanto stavano tentando di bloccare le loro biciclette. Albert colto dallo sgomento diede gas al motorino e si affiancò ai due giovani. Quei due hanno unaria familiare sentenziò Alexander Mi sembra di averli visti da qualche parte tempo fa. Intanto Simon, rosso di rabbia per aver mancato la bicicletta, non sopportava lidea di aver dimenticato di nuovo che i due erano a volto scoperto.Intanto Alexander si stava consultando col fratello per decidere se scegliere lautostrada, più veloce ma vietata alle biciclette o la statale, più lunga ma legale.

14 Scegli lautostrada? Scegli la statale?

15 Allora, cosa scegliete? chiese Albert;abbiamo deciso di prendere lautostrada,non è sicuro ma è più veloce e non abbiamo tempo da perdere. disse François. La strada scorreva velocemente fino alle 18:00 quando sentirono la sirena di una volante della polizia suonare alle loro spalle. Lagente che li portò nella loro centrale di provincia gli disse che una telefonata anonima li aveva avvisati che due ciclisti stavano percorrendo lautostrada. I due fratelli vennero arrestati e portati in prigione perdendo così un sacco di tempo e lopportunità di vincere.

16

17

18 François decise che lidea giusta fosse quella di continuare prendendo la statale e Alexander fu subito daccordo; presero le biciclette e partirono. Alle 11 di quella sera i due fratelli arrivarono a Genova e presero alloggio all Alexander Hotel che lasciarono lindomani per dirigersi verso la Lanterna. Verso le del mattino i due fratelli arrivarono senza intoppi nelle vicinanze del castello e fecero una meravigliosa foto al monumento. E vai la prima è fattadisse François E venuta proprio una bella foto, continuando così finiremo prima del tempo stabilito. Dopo che Alexander ebbe detto ciò i due ripartirono alla volta di Venezia.

19

20 In un paio di giorni dopo i due fratelli e il loro accompagnatore erano a Venezia, durante il viaggio da Genova a qui avevano alloggiato presso un piccolo albergo nel mantovano ed erano arrivati in tempo al celeberrimo carnevale veneziano. La città era gremita di maschere e vestiti carnevaleschi, dalle classiche maschere come Pulcinella, Arlecchino… a quelle di personaggi dei fumetti, come Paperino, dottor Octopus… e soprattutto cerano tantissimi turisti. I due si stavano avviando verso il Ponte dei Sospiri quando i due medici della peste comparvero davanti ai due giovani, uno dei due teneva in mano un randello e con una frase breve ma concisa li fece capire le loro intenzioni: La vostra macchina fotografica, prego oppure volete finire con la testa seriamente malridotta? parlò Simon. E che cosa te lo fa pensare che noi ti consegneremo la macchina fotografica? rispose Alexander. Questa bella sacca contiene una mazza ferrata piuttosto pesante controrispose Laurenz; Ma si può sapere chi siete voi due da minacciare liberamente la gente comune come noi? domandò piuttosto preoccupato François.

21 Nel frattempo Albert era rimasto in una vicina piazza a fare colazione. Non abbiamo tempo da perdere, su, consegnatecela senza fare storie e non vi succederà niente rispose secco Simon; Proviamo a fuggire, cè molta gente qua attorno ed è facile far perdere le tracce sibilò Alexander; Okay, al mio via rispose altrettanto debolmente François e subito dopo lo urlò. Acc… stanno scappando! Inseguiamoli! Ma non mi dire, non cavevo pensato!Smettila di sbraitare e aiutami ad inseguirli! Non possiamo permetterci di perderli unaltra volta di vista!. Sul fondo della strada i due fratelli si trovarono davanti ad un bivio; al centro delle strade cera un negozio di costumi. Pensi sia meglio travestirsi? domandò François. Mi sembra unidea del tutto incoerente alla situazione. Pensiamo a fuggire. Proviamo! È lunica possibilità che abbiamo per seminarli

22 COMPRI UNA MASCHERA E TI MIMETIZZI?!? VAI AVANTI E NON PERDI TEMPO?!?

23 No, non possiamo perdere tempo! Andiamo avanti! sentenziò Alexander. Pochi minuti di fuga dopo i due si ritrovarono davanti una folla terribile che impediva loro di scappare di lì. Siamo bloccati! urlò Alexander. Bravo fratello, siamo fregati! aggiunse François. Nel canale affianco alla strada arrivò un motoscafo da cui scesero i due inseguitori. Dopo pochi minuti di zuffa arrivarono due poliziotti avvisati da Albert che, nellindecisione arrestarono tutti quanti. Alla fine, dopo aver effettuato tutte le ricerche disponibili su di loro, i poliziotti scagionarono i due fratelli ma ormai erano passati 8 giorni dal loro arresto.

24

25 Entriamo, ormai non abbiamo più nulla da perdere. disse Alexander. Così entrarono e dopo unaccurata ma breve consultazione François si diresse verso il costume di Luigi Bros e Alexander su quello di suo fratello, il celeberrimo Mario Bros. Comperati e indossati i vestiti, si mischiarono tra la folla. I due malviventi, che erano nelle vicinanze, stavano per imbattersi nei due fratelli. Potevano essere riconosciuti? La risposta è no, infatti sia Simon che Laurenz erano passati dritti senza guardarli, potevano considerarsi salvi i nostri due amici, per il momento, anche perché i due nemici avevano appena incontrato due giovani travestiti da ciclisti che somigliavano parecchio ai nostri amici. Così, presi da un istinto malefico di foga mista a gioia, i due randellarono violentemente i due poveri malcapitati. Qualcuno, assistendo alla cruda scena, chiamò lintervento dei poliziotti e, dopo breve tempo, arrivarono e arrestarono i due. Solo dopo che furono ammanettati, capirono che i due ciclisti non erano né François né Alexander. Per loro il carcere e un mese dietro le sbarre li attendevano. Dopo questo contrattempo che aveva fatto perdere loro solamente due ore, poiché i due fratelli furono venuti a conoscenza dellarresto di due pseudomedici; pertanto tutti contenti, 5 minuti dopo fecero la foto al ponte e immediatamente sapprestarono a partire velocemente verso Milano, la capitale della moda.

26

27

28 Il giorno dopo erano a Milano e velocemente, fecero la foto al Duomo e verso sera si stavano dirigendo già verso Aosta, ma la stanchezza improvvisamente stava per sovrastare la loro ragione e il concerto di Jovanotti allo stadio di San Siro certo non aiutava loro a proseguire il loro compito; peraltro furono indecisi se fermarsi o proseguire.

29 TI FERMI AL CONCERTO? PROCEDI SENZA FERMARTI??

30 Dai, fermiamoci sono piuttosto stanco! disse François. Uhm…. Va bene! rispose Alexander e mandò Albert alla ricerca di un albergo. I due ascoltarono il concerto che durò fino alle due di notte. Quando i due amici uscirono una brutta sorpresa infatti ad aspettarli cerano i due malviventi che li presero a bastonate eli mandarono allospedale con una prognosi di venti giorni.

31

32

33 Dai, fermiamoci sono piuttosto stanco! disse François. No, ormai siamo vicini alla fine, non perdiamo tempo!rispose Alexander. E così partirono immediatamente per Aosta tagliando per la statale del S. Bernardo molto faticosa ma più veloce. Nel frattempo i due nemici, che erano stati scagionati da Richard, decisero di prendere lautostrada per Aosta ma per cause fortuite, i due si ritrovarono nellautostrada che porta a Nizza. I due arrivarono ad Aosta nel tardo mattino e fecero immediatamente la foto al monumento; erano ormai certi della vittoria e così di tutta fretta ripartirono alla volta di Torino ma guarda caso ci fu un ultimo intoppo; i lavori della metropolitana. Questo causò loro un forte ritardo ma lagilità e la bravura acquisita nel pedalare fece sì che tagliarono il traguardo alle 23:5959.

34 COPPIA DI RAGAZZI TORINESI FA GIRO DI PIANURA PADANA IN MENO DI 10 GIORNI: ALEXANDRE E FRANCOISE SONO I VINCITORI!

35 5 ANNI DOPO.. François va allisola dei famosi e vince. Alexander a seguito della sua avventura diviene uno scrittore famoso. Lex lord Tommy si ritira, umiliato per la sconfitta, nella proprietà di campagna. I due cattivi pedalando, pedalando, sono arrivati in Francia e qui finiscono per stabilirsi. Sir Richard diventa lord meritato premio per aver vinto la scommessa. Emanuelle fa carriera! Diventa una giornalista famosa, la più seguita del quotidiano La Stampa.

36

37 Realizzato da: Alessandro Fiorito, Francesco Fiorito, Emanuela Rienzi, Andrea Serra, Lorenzo Devalle Con laiuto di Vanessa & Micaela


Scaricare ppt "APPENA ARRESTATI I DUE RAPINATORI DELLA BANCA SAN PAOLO: SIMON VON KRAFEN E LAURENZ DU VALLE."

Presentazioni simili


Annunci Google