La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Lezione d Oro sulla Prevenzione Costruire una rete mondiale per la salute per condividere conoscenze e sapienza: raggiungere un milione di persone con.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Lezione d Oro sulla Prevenzione Costruire una rete mondiale per la salute per condividere conoscenze e sapienza: raggiungere un milione di persone con."— Transcript della presentazione:

1 La Lezione d Oro sulla Prevenzione Costruire una rete mondiale per la salute per condividere conoscenze e sapienza: raggiungere un milione di persone con una lezione sulla prevenzione

2 19 Settembre 2003 Giornata di Ippocrate Questa lezione è dedicata a un uomo che è riconosciuto come il padre della medicina. È grazie al suo lavoro che i guaritori diventarono medici e non stregoni. Il giuramento di Ippocrate viene pronunciato nelle cerimonie accademiche di tutte le scuole mediche moderne. Igea: nella mitologia greca la dea della salute Igiene: la scienza della promozione e della conservazione della salute

3 Obiettivi 1.Definire la prevenzione e mettere in evidenza la sua importanza ai fini della salute mondiale. 2. Discutere limportanza di una rete allinterno di Supercourse e cominciare a preparare la globalizzazione della prevenzione basata su Internet 3.Distribuire la Lezione dOro a un milione di docenti, studenti e operatori in tutto il mondo.

4 Definizione di Prevenzione Atti finalizzati a eradicare o a eliminare le malattie e le disabilità o a minimizzare il loro impatto. Il concetto di prevenzione è poi articolato in livelli, che definiscono una prevenzione convenzionalmente chiamata primaria, una secondaria e una terziaria Dizionario di Epidemiologia, IV Edizione a cura di John M. Last

5 Sanità Pubblica e Igiene Realizzazioni del 20 o secolo: Miglioramento delle attività igieniche Miglioramento nel trattamento degli alimenti (refrigerazione) Miglioramento nel trattamento dellacqua e dei reflui Diffusione delle vaccinazioni

6 Aumento della vita attesa Fonte: ONU - Divisione Popolazione, Demographic Indicators, (The 1996 Revision) (U.N., New York, 1996).

7 Prevenzione e Religione Lavarsi le mani Vanno lavate dopo aver toccato cose contaminate o impure; e anche prima di mangiare e dopo mangiato Il Profeta, che la Pace sia su di Lui, disse: Chi dorme e le sue mani non sono nette da grasso, e per questo si fa male, nessun altro deve incolpare che se stesso. Il Profeta, che la Pace sia su di Lui, usava lavarsi le mani prima di mangiare.

8 Esempi storici di attività di prevenzione a livello mondiale *Modello di malattia infettiva acuta

9 Vaccina -zione Introduzione della Streptomicina Koch identifica il bacillo tubercolare Mortalità per Tubercolosi in USA, Tassi/ Fonte: US Bureau of the Census, Historical Statistics of the United States; Colonial Times to 1970 (Washington, D.C: Government Printing Office, 1975), Part 1 pp58,63. (nota: : solo Massachusetts).

10 La Rivoluzione Sanitaria e lascesa della Sanità Pubblica La rivoluzione sanitaria ha prodotto la più grande trasformazione del quadro clinico delle malattie che il mondo abbia mai conosciuto da quando i cacciatori- raccoglitori nomadi si insediarono in villaggi permanenti e fino allo sviluppo delle moderne comunità urbane industriali.

11 Mortalità per Morbillo sotto i 15 anni di età. Inghilterra e Galles, Fonte: Thomas McKeown, The Modern Rise of Population (Academic Press, San Francisco, 1976), pp. 93, 96. morti per milione di bambini Avvio della vaccinazione

12 La Transizione Epidemiologica in Messico Declino delle malattie infettive e aumento di quelle non trasmissibili Diarrea Malaria TB Tifo Cardiopatia coronarica Tumori

13

14 RISULTATI DEL PROGRAMMA VACCINALE Esempio dei successi dei programmi di prevenzione a Cuba RISULTATI DEL PROGRAMMA VACCINALE POLIO ELIMINATA DAL 1962 DIFTERITEELIMINATA DAL 1969 TETANO NEONATALE ELIMINATO DAL 1972 ROSOLIA NEL FETOELIMINATA DAL 1989 MENINGITE da Parotite epidemica ELIMINATA DAL 1989 MORBILLOELIMINATO DAL 1993 PERTOSSE TRASMISSIONE INTERROTTA DAL 1994 ROSOLIA TRASMISSIONE INTERROTTA DAL 1995 PAROTITE EPIDEMICA TRASMISSIONE INTERROTTA DAL 1995 MORBOSITÀ: MENINGOCOCCIE RIDUZIONE DEL 93% FEBBRE TIFOIDERIDUZIONE DEL 75% EPATITE B RIDUZIONE DEL 52%

15 Introduzione Il cancro del collo dellutero è il 2° tumore per diffusione fra le donne a livello mondiale La mortalità per il tumore del collo dellutero è più alta nei Paesi in via di sviluppo per la mancanza di programmi di screening efficaci

16 Il costo del controllo della malaria Governo: investe $ allanno e protegge persone in zone malariche a 0,03 $ a testa. Controlli ematici sulla popolazione (sorveglianza): 25% Sorveglianza del vettore (conoscenza strategica): 12% Gestione del caso (malattia, controllo della trasmissione): 60% Comunità: 4,18 $ di costo per ogni malato: si fa carico dell83% del costo (1/3 per farmaci, il resto per 10 giorni di mancato guadagno). Governo: copre il 17% del costo per gli ammalati e produce sistemi di trattamento e standard di gestione dei casi

17 Effetto delIAIDS sui tassi di mortalità infantile (<5 a.) in alcuni Paesi africani (proiezione al 2010) Fonte: US Bureau of the Census per 1000 nati vivi con AIDS BotswanaKenyaMalawiTanzaniaZambiaZimbabwe senza AIDS

18 NZ Francia Spagna URSS Cina Singapore HK USA Aus.lia Canada FIN Italia Scozia Mortalità per cardiopatia coronarica in diversi Stati. Uomini, anni, 1970 e Tassi/ Giappone

19 I Geni caricano il cannone, gli Stili di vita premono il grilletto Dr. Elliot Joslin Gli Stili di Vita

20 C-LDL medio al controllo (mg/dL) Relazione tra Cardiopatia Coronarica e LDL-colesterolo in recenti studi sulle statine Pazienti con episodi di CC (%) Prevenzione II Prevenzione I

21 Relazione tra Cardiopatia Coronarica e LDL-colesterolo in recenti studi sulle statine C-LDL medio al controllo (mg/dL) Pazienti con episodi di CC (%) Prevenzione II Prevenzione I

22

23 Prevenzione e Internet: Lepidemia di Internet Utenti di Internet (milioni) Anni

24 Metodi: il modello Supercourse Docente a Alessandria Docente in Tanzania Docente al Cairo Docente a Parigi Docente a Pittsburgh Docente a Mosca

25 Sistemi a banda larga o stretta, gratuiti, progettati per raggiungere grandi masse di popolazione sana per prevenire le malattie Sistemi a larga banda, a pagamento, progettati per raggiungere un piccolo numero di persone bisognose di cure, per assisterle

26

27 Conclusioni Laumento nellaspettativa di vita conseguito nel secolo scorso è stato ottenuto attraverso il miglioramento delle condizioni igieniche e la prevenzione. Perché abbia successo, nel futuro come nel passato, la prevenzione deve porre le sue radici nel lavoro in rete perché i professionisti della salute di tutto il mondo condividano le loro conoscenze. La condivisione delle informazioni attraverso Internet è la chiave della prevenzione ed è una parola doro

28 Qual è il futuro della prevenzione? Globalizzazione della Prevenzione Collegamento in rete della gente nella prevenzione Condivisione di dati, conoscenze e sapienza Per favore, inoltra questa Lezione dOro a docenti, studenti e operatori sanitari di tutto il Paese.

29 Valutazione della Presentazione Il Vostro giudizio è fondamentale per il successivo sviluppo del Supercourse e di questa presentazione. Vi preghiamo di completare il modulo di valutazione qui sotto (v. nota) e di copiarlo in un messaggio da spedire a Grazie.


Scaricare ppt "La Lezione d Oro sulla Prevenzione Costruire una rete mondiale per la salute per condividere conoscenze e sapienza: raggiungere un milione di persone con."

Presentazioni simili


Annunci Google