La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEI ANNI DI RENDICONTAZIONE SOCIALE AI CITTADINI: il bilancio dell'esperienza DANIELA ORI Dirigente Comune di Copparo Roma, 12 maggio 2004 Il bilancio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEI ANNI DI RENDICONTAZIONE SOCIALE AI CITTADINI: il bilancio dell'esperienza DANIELA ORI Dirigente Comune di Copparo Roma, 12 maggio 2004 Il bilancio."— Transcript della presentazione:

1 SEI ANNI DI RENDICONTAZIONE SOCIALE AI CITTADINI: il bilancio dell'esperienza DANIELA ORI Dirigente Comune di Copparo Roma, 12 maggio 2004 Il bilancio sociale per rendere conto ai cittadini delle scelte e dei risultati dellamministrazione delle scelte e dei risultati dellamministrazione Sessione parallela della Quarta Giornata degli Innovatori

2 PREMESSA Il Bilancio Sociale esteso a TUTTO lEnte dal 1998 Abitanti n circa Nuclei familiari n Superficie Kmq. 157,07 Frazioni n. 9 Dipendenti n. 151 Spesa corrente Comune di COPPARO Dimensione servizi:

3 ASSOCIAZIONE In data 09/02/2000 il Presidente della Regione Emilia Romagna con proprio decreto, n. 62, ha dichiarato istituita lAssociazione dei Comuni di Copparo, Berra, Jolanda di Savoia, Tresigallo, Formignana, Ro. Sono gestiti in forma associata: 2 SERVIZI SOCIALI 2 SPORTELLO UNICO 2 GRADUATORIA EDUCATRICI ASILI NIDO 2 COORDINATORE PEDAGOGICO E FORMAZIONE PERSONALE ASILI NIDO COMUNALI 2 CARTOGRAFIA TEMATICA E GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO TERRITORIALE 2 GESTIONE CANILI 2 CATASTO

4 BILANCIO SOCIALE, RENDICONTAZIONE, SOSTENIBILITÀ, COMUNICAZIONE/PARTECIPAZIONE n Il nostro Bilancio Sociale ha inizialmente assunto una forte valenza quale strumento di rendicontazione trasparente e di comunicazione interna. n Levoluzione successiva è stata verso la comunicazione esterna e la valutazione partecipata. n La naturale evoluzione del percorso è nella direzione del Bilancio di Sostenibilità del territorio per verificare se la Missione data è realizzata, ma anche sostenibile: Sostenibilità Economica Sostenibilità Sociale Sostenibilità Ambientale

5 BILANCIO SOCIALE/ RENDICONTAZIONE n La rendicontazione non rispecchia la tradizionale suddivisione dellEnte per settori, per servizi erogati o destinazione delle risorse o dei soggetti destinatari, ma verifica la corrispondenza alla Missione con lambizione di rendicontare non solo i singoli servizi erogati dallEnte Locale, ma la complessiva qualità del territorio ( Funzionamento Aziende erogatrici servizi pubblici, Ospedale, Criminalità )

6 PREREQUISITI PER AFFRONTARE IL BILANCIO SOCIALE n Forte leadership politica n Processo riorganizzativo interno già avviato da anni FORMAZIONE n investimento convinto nella FORMAZIONE

7 ORGANIZZAZIONE n Siamo riusciti ad elaborare il Bilancio Sociale grazie anche ad una struttura che ha risposto positivamente alle sollecitazioni, organizzata e modulata già da anni in staff ed orientata al risultato, con forte responsabilizzazione individuale. n La formalizzazione di questo modello avviene nel febbraio del 1997

8 MODULO DI STAFF PROGRAMMAZIONE ECONOMICA, TERRITORIALE E SOCIO CULTURALE INFORMATICA NUOVA TECNOLOGIA GESTIONE GIURIDICA ED ECONOMICA DEL PERSONALE RISORSE UMANE E FORMAZIONE OO. MM. P.E.G. e CONTROLLO DI GESTIONE COMUNICAZIONE ORGANIZZAZIONE MANIFESTAZIONI BILANCIO SOCIALE DIRETTORE GENERALE SINDACOGIUNTA SEGRETARIO GENERALE NUCLEO DI VALUTAZIONE SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE COMITATO DI STAFF DEI DIRIGENTI CON COORDINATORE AREA POSIZIONI ORGANIZZATIVE SEGRETERIA RAGIONERIA AA. PP. URBANISTICA LAVORI PUBBLICI CULTURA SERVIZI SOCIALI

9 PROGRAMMA DI LEGISLATURA E BILANCIO SOCIALE n Il Bilancio Sociale verifica, quindi, non solo se il programma di legislatura è stato rispettato, ma soprattutto, il livello di partecipazione e soddisfazione da parte dei cittadini.

10 COME ABBIAMO AFFRONTATO IL BILANCIO SOCIALE n Importante contributo iniziale dei Consulenti esterni, degli Amministratori e dei Dirigenti per: þFormulare la Missione þIndividuare limpianto degli indicatori þPartecipare questo strumento a tutta la struttura

11 ESTRAPOLAZIONE DELLA MISSIONE n La missione è stata estrapolata partendo dal programma di mandato. n Dalla lettura del programma è emersa, dopo lunghe discussioni con Amministratori, struttura amministrativa, (Dirigenti, Capi Servizio, Coordinatori), la seguente Missione

12 LA MISSIONE u Rendere Copparo attraente ed appetibile attraverso il miglioramento della qualità della vita. u Creare su tutto il territorio un ambiente urbano, culturale e sociale che favorisca lo sviluppo dell'occupazione attraverso la crescita e linsediamento di attività produttive a basso impatto ambientale. u Costruire un Comune aperto, efficiente ed attento ai bisogni dei cittadini di oggi e di domani facendo crescere le professionalità interne. u Garantire la solidarietà verso i più deboli allargando la rete dei servizi sociali anche con il coinvolgimento dei privati e del volontariato.

13 INDICATORI n A partire dalla Missione, che rappresenta appunto il contratto, si è costruito un insieme di indicatori quantitativi e qualitativi (gruppo di lavoro Bilancio Sociale) che misurano leffetto degli interventi realizzati nel territorio da diversi soggetti sulla crescita della comunità.

14 AMBITI DI CONTROLLO Gli indicatori necessari per controllare landamento della gestione sono stati selezionati in base ai seguenti ambiti di controllo: 1) ANALISI DI COERENZA; 2) ANALISI DI EFFICACIA; 3) RIPRODUCIBILITÀ; 4) ANALISI DI EFFICIENZA; 5) ANALISI DI QUALITÀ; 6) AZIONI DI MIGLIORAMENTO

15 INDICATORI n 6 LEFFICIENZA DEL COMUNE u 6.1 Bilancio economico e finanziario del Comune u 6.2 Tempi di rilascio delle concessioni edilizie u 6.3 Comunicazione interna ed esterna u 6.4 Nuove forme di gestione dei servizi u 6.5 Iniziative di innovazione e miglioramento u 6.6 Premi ed attestati n 7 I SERVIZI PUBBLICI A DOMANDA INDIVIDUALE u 7.1 Nidi dInfanzia e Scuole dellInfanzia u 7.2 Mense scolastiche u 7.3 Trasporti scolastici u 7.4 Biblioteca e Fonovideoteca u 7.5 Aula informatica u 7.6 Costi totali dei servizi e delle attività culturali u 7.7 Impianti sportivi u 7.8 Servizi cimiteriali

16 AZIONI DI MIGLIORAMENTO * Azioni di miglioramento l Per riprogettare strategie secondo unottica di servizi alla persona più globale occorrerà nel futuro reperire risorse aggiuntive, non solo dallEnte Pubblico, ma anche da privati (imprese profit e non profit, associazionismo e famiglie) l Approfondire landamento dei flussi migratori e la presenza di cittadini stranieri. Azioni di miglioramento Molto utile è stata lindividuazione per ogni singolo esercizio delle Azioni di miglioramento necessarie per il conseguimento della Missione

17 BILANCIO SOCIALE VERIFICA ATTIVITÀ SVOLTA INDICAZIONI PER LA PROGRAMMAZIONE FUTURA oDal quarto anno di esperienza del Bilancio Sociale si sono individuati elementi sia positivi che negativi utili per la programmazione successiva.

18 Elementi positivi: notevole aumento degli addetti nelle unità locali avvenuto tra i Censimenti 1991 e 2001; in particolare laumento degli addetti risulta più consistente a Copparo rispetto al totale della provincia; a Copparo si passa da addetti nel 1991 a nel 2001 e le unità locali calano da nel 1991 a nel 2001; gli investimenti complessivi sviluppati dal 1995 hanno superato i 50 milioni di euro. Laumento del livello degli investimenti non ha comportato un aumento della spesa per il rimborso di prestiti, infatti il costo dellindebitamento nel 2003 risulta di poco superiore a quello che si aveva nel 1995, anche per questo lEnte ha potuto mantenere invariata laliquota I.C.I. dal 1993; estremamente ridotto il contenzioso ICI a fronte di molti avvisi di accertamenti emessi nei vari anni; nel 2003 i lavori del piano investimenti risultano avviati entro lanno per circa l80 % degli interventi; PER IL 2003 SONO STATI SEGNALATI

19 Elementi di debolezza, criticità ed approfondimenti: i tempi di rilascio delle concessioni ed autorizzazioni edilizie sono in aumento: negli ultimi 2 anni il Comune cura parti istruttorie prima in carico ai singoli cittadini e professionisti; deve essere migliorato il rapporto tra Enti coinvolti nel rilascio di pareri ed autorizzazioni; lattuazione della riforma sui canoni di locazione negli alloggi residenziali pubblici ha determinato aumenti medi del 37 % negli alloggi comunali e del 16 % negli alloggi dellACER Ferrara; il contributo regionale di sostegno al canone di affitto per le famiglie è notevolmente ridotto e la quota comunale non ha trovato disponibilità nel bilancio; laumento del bisogno e la logica degli interventi erogati in unottica di prevenzione evidenziano una scarsità di finanziamenti per i Servizi Sociali dedicati alla risoluzione delle problematiche locali. Occorrerà reclutare risorse aggiuntive, non solo dallEnte Pubblico, ma anche da privati (imprese profit e non profit, associazionismo e famiglie) per riprogettare strategie secondo unottica di servizi alla persona più globale;

20 BILANCIO SOCIALE e STRUMENTI di PROGRAMMAZIONE, GESTIONE E VALUTAZIONE/CONTROLLO Programma Pluriennale e Bilancio Annuale Comune di Copparo Controllo di Gestione Comune di Copparo Anno 2003

21 DAL BILANCIO SOCIALE COME COMUNICAZIONE INTERNA E RENDICONTAZIONE ALLA COMUNICAZIONE ESTERNA BILANCIO SOCIALE SITO WEBRIPOSIZIONAMENTO ORGANIZZATIVO RIPROGRAMMAZIONE E MODIFICA R.P.P. CONFERENZE BIMESTRALI CON PRESIDENTI COMITATI DI FRAZIONE E DIFENSORE CIVICO (Verifica andamento lavori) URP - Segnali & Idee SONDAGGIO QUALITÀ PERCEPITA PIANO STRATEGICO

22 DA IMPLEMENTARE BILANCIO SOCIALE RENDICONTAZIONE SERVIZI P. A./SERVIZI DEL TERRITORIO AZIENDE DI SERVIZI BILANCIO SOCIALE/ AGENDA 21 COINVOLGIMENTO AMMINISTRATORI SERVIZI APPALTATI (Gestioni esternalizzate)

23 Lesperienza accumulata ci permette quindi di affermare di aver accertato la grande utilità del Bilancio Sociale, per una verifica nel tempo della corrispondenza delle attività svolte al programma di legislatura ed alla Missione, per una trasparente comunicazione ai cittadini e per una verifica del gradimento rispetto a quanto programmato. Alcune tendenze che emergono dai dati ci confermano nella validità del processo e del contesto della programmazione; si evidenzia parallelamente unesigenza di maggiore partecipazione ai processi con modalità che ci si aspetta possano emergere anche dal Piano Strategico. BILANCIO SOCIALE e PARTECIPAZIONE

24 AZIONI CONCRETE DERIVATE DALLANALISI DEL BILANCIO SOCIALE 1) Implementati i canali di comunicazione ai Cittadini (Segnali & Idee/Folder a tutti i cittadini/ Verifica programma investimenti/Piano Strategico) 2) Nel 2003 è stato realizzato un sondaggio sulla qualità percepita sui servizi ed investimenti 3) Prime ricadute di modifica del Piano investimenti 4) Coinvolgimento nellattività di programmazione da parte di specifici portatori dinteressi (Piano Strategico)

25 CONSIDERAZIONI 1 Il Bilancio Sociale è uno strumento di rendicontazione di un territorio in termini di: n Trasparenza n Valutazione n Partecipazione n Comunicazione (ma non un semplice opuscolo informativo)

26 CONSIDERAZIONI 2 La naturale evoluzione del Bilancio Sociale è il Bilancio di Sostenibilità NO alla frammentazione della rendicontazione (bilancio di genere, bilancio ambientale, ecc.) Bilancio di sostenibilità esteso a tutta lattività della Società/territorio e non limitato alle sole attività fornite dalla P. A. Economica Sociale Ambientale

27 CONSIDERAZIONI 3 n La nostra esperienza conferma che anche in questo caso non è necessario mettere in campo altri strumenti n La sommatoria dei singoli Bilanci Sociali e dei P.E.G. riferiti ai cinque anni di legislatura rappresenta la struttura portante del BILANCIO SOCIALE E BILANCIO DI MANDATO BILANCIO DI MANDATO

28 ATTIVITÀ DI COMUNICAZIONE / CONFRONTO Presentazione in Consiglio Comunale Convegni annuali Incontri dei Comitati di frazione Siti Internet: e altriwww.buoniesempi.it Consulenza studenti per tesi di laurea Pubblicazioni Stampa nazionale, locale e Riviste specializzate Loreto ^ Conferenza per il Piano Sociale Compa Milano Convegno Innovazione organizzativa e tecnologia negli Enti Locali Cesenatico - 11/ Seminario Il processo di innovazione di una Pubblica Amministrazione. Lesperienza della Regione Emilia- Romagna. Azioni realizzate e progetti futuri Polla Incontro con la Comunità Montana VALLO DI DIANO Bologna Club delle Città aderenti al Bilancio Sociale

29 ATTIVITÀ DI COMUNICAZIONE / CONFRONTO - segue Montagnana (PD) Convegno Etica ed Economia Parma Convegno Il secondo Bilancio Sociale della Provincia di Parma - La rendicontazione al territorio Roma start-up Laboratorio del programma Cantieri Accountability, rendicontazione e bilancio sociale nelle amministrazioni pubbliche Milano Convegno IIR La RESPONSABILITÀ SOCIALE delle AZIENDE e il BILANCIO di SOSTENIBILITÀ Copparo Convegno del Comune di Copparo Il Bilancio Sociale: uno strumento integrato per la valutazione partecipata Milano Convegno 2^ edizione Fieraforum Risorse Comuni Verso nuovi strumenti di responsabilizzazione e democratizzazione delle pubbliche amministrazioni: il Bilancio Sociale e la Corporate social responsability nelle Pubbliche Amministrazioni Bologna ANCI - Emilia Romagna Seminario sulle esperienze di Bilancio Sociale in alcuni Enti della Regione Emilia Romagna Milano SDA Bocconi - IL BILANCIO SOCIALE DEGLI ENTI LOCALI Strumento di Accountability, Misurazione, Consenso - II Edizione

30 Laboratorio del programma Cantieri Accountability, rendicontazione e bilancio sociale nelle amministrazioni pubbliche I LABORATORI DI CANTIERI PARTECIPAZIONE AL LABORATORIO E STESURA MANUALE Molto utile la metodologia da riproporre per altri progetti dinnovazione (Piano Strategico, …) Interessante e stimolante il confronto con altre esperienze e con lelaborazione scientifica ricostruire insieme il senso e il valore e dare sistematicità al percorso sentire di partecipare, ma anche di contare imparare a partecipare e a condividere un modello organizzativo ripetibile Importante lattenzione alle piccole realtà (che sono la stragrande maggioranza nel panorama italiano)

31 GRAZIE PER LATTENZIONE SEI ANNI DI RENDICONTAZIONE SOCIALE AI CITTADINI: il bilancio dell'esperienza Roma, 12 maggio 2004 DANIELA ORI


Scaricare ppt "SEI ANNI DI RENDICONTAZIONE SOCIALE AI CITTADINI: il bilancio dell'esperienza DANIELA ORI Dirigente Comune di Copparo Roma, 12 maggio 2004 Il bilancio."

Presentazioni simili


Annunci Google