La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

C° 1^Cl TM/MN CONTI Gianluca C°2^Cl TM/MN LANCIANESE Marcello C°2^Cl TM/MN MANSI Paolo GENEALOGIA DELLA METODOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE FORMATIVA E RADICI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "C° 1^Cl TM/MN CONTI Gianluca C°2^Cl TM/MN LANCIANESE Marcello C°2^Cl TM/MN MANSI Paolo GENEALOGIA DELLA METODOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE FORMATIVA E RADICI."— Transcript della presentazione:

1

2 C° 1^Cl TM/MN CONTI Gianluca C°2^Cl TM/MN LANCIANESE Marcello C°2^Cl TM/MN MANSI Paolo GENEALOGIA DELLA METODOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE FORMATIVA E RADICI CLASSICHE DELLA COMUNICAZIONE CORSO DI METODOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE FORMATIVA Prof. Ferdinando DUBLA

3 DIALETTICA DEMOSTENE CICERONE SOCRATESOCRATE. RETORICA ORATORIA MARCO FABIO QUINTILIANO MARCO FABIO QUINTILIANOFILOSOFIA PROCEDURALITA SCIENTIFICA METODOLOGIA PSICOLOGIA PEDAGOGIA COMUNICAZIONEFORMAZIONE CARTESIO SCIENZE DELLA FORMAZIONE METODOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE FORMATIVA SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE

4 FILOSOFIA FILOSOFIA La filosofia non serve a nulla,dirai;ma sappi che proprio perché priva del legame di servitù é il sapere più nobile. (Aristotele) FILOSOFIA DA ORIGINE ALLA COMUNICAZIONE FORMATIVA MADRE DELLA PEDAGOGIA E DELLA PSICOLOGIA la filosofia nasce in Grecia, pur avendo attinto molto dall' Oriente. Le sue due caratteristiche principali sono l' atteggiamento critico con cui essa si propone di esaminare la realtà e il non riguardare né i contenuti né il modo in cui essi sono stati acquisiti

5 PEDAGOGIA SCIENZA CHE NACQUE INTORNO AL E LO SVILUPPO DELLA FILOSOFIA DELLEDUCAZIONE, CONQUISTÒ LA SUA AUTONOMIA DISCIPLINARE DEFINITIVA NELL ETA MODERNA CON KOMENKO SCIENZA CHE NACQUE INTORNO AL E LO SVILUPPO DELLA FILOSOFIA DELLEDUCAZIONE, CONQUISTÒ LA SUA AUTONOMIA DISCIPLINARE DEFINITIVA NELL ETA MODERNA CON KOMENKO EDUCAZIONE ASPETTO GENERALE CHE RIGUARDA LO SVILUPPO DI UN SOGGETTO EDUCAZIONE ASPETTO GENERALE CHE RIGUARDA LO SVILUPPO DI UN SOGGETTO FORMAZIONE EDUCAZIONE SPECIFICA FORMAZIONE EDUCAZIONE SPECIFICA ISTRUZIONE DIDATTICA ISTRUZIONE DIDATTICA SCIENZE DELL EDUCAZIONE

6 TESIANTITESISINTESI LE VERITA NASCONO DA CHI DEVE IMPARARE SOCRATE. METODO MAIEUTICO LE IDEE LE DEVONO PARTORIRE DA SE TESI ANTITESI SINTESI LE VERITA NASCONO DA CHI DEVE IMPARARE SOCRATE

7 MARCO F. QUINTILIANO MARCO F. QUINTILIANO MAESTRO DI RETORICA PAGATO DAL FISCO IMPERIALE CRITICHE MOSSE A QUINTILIANO CONTIGUITA TROPPO STRETTA CON IL POTERE POLITICO METODO DIDATTICO DELLEMULAZIONE LINGUAGGIO LUDICO ACQUISIRE DISINVOLTURA NELLESPRESSIONE PRENDENDO IN ESAME AUTORI DA LEGGERE ED IMITARE.C.).C.) Calahorra, Spagna 35 ca – Roma 95 ca d.C.) EDUCAZIONE COMPLETA RETORICA CULTURA FORMATRICE DELLINDIVIDUO ARISTOTELE - DEMOSTENE ORATORIA CULTURA DEL RELAZIONARE E DELLA PERSUASIONE CICERONE STIMOLARE LA CREATIVITA ED AFFASCINARE PREDILIGERE UN DISCORSO SEMPLICE ED APPROPRIATO

8 METODOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE FORMATIVA METODO METODO PROCEDURALITA SCIENTIFICA PROCEDURALITA SCIENTIFICA COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE SCAMBI E RELAZIONI SCAMBI E RELAZIONI FORMAZIONE FORMAZIONE TRASMISSIONE DI SAPERE – SAPER FARE – SAPER ESSERE TRASMISSIONE DI SAPERE – SAPER FARE – SAPER ESSERE VALORE AGGIUNTO VALORE AGGIUNTO

9 ARTE DI BEN PARLARE CON LOBIETTIVO DI CONVINCERE ELOQUENZA ELOQUENZA CAPACITA FORMALE DEL DISCORSO CAPACITA FORMALE DEL DISCORSO SOFOS = SAPIENTE I SOFISTI ERANO PAGATI PER SOSTENERE UNA TESI ALDILA DEI CONTENUTI ORATORIA RETORICA PARLARE CON ENFASI RIDUCENDO I CONTENUTI METAFORE PARLARE CON ENFASI RIDUCENDO I CONTENUTI METAFORE

10 Cogito, ergo sum " Cogito, ergo sum " ("Penso, dunque sono") regola dell'evidenza regola dell'analisi regola della sintesi regola dell'enumerazione completa Descartes, René (La Haye, Turenna Stoccolma 1650)Descartes, René

11 Marco Tullio Cicerone Marco Tullio Cicerone (Arpino 106 a.C. 43 a.C.) AVVOCATO ORATORE AVVOCATO ORATORE ARMA DELLA RETORICA PER PERSUADERE ARMA DELLA RETORICA PER PERSUADERE

12 PSICOLOGIA Scienza che nacque intorno al 1800, studia il comportamento e i processi mentali dell'uomo e dell'animale Psicologia evolutiva, quella che studia lo sviluppo psichico degli individui o dei gruppi Psicologia evolutiva, quella che studia lo sviluppo psichico degli individui o dei gruppi Psicologia del profondo, quella che studia i processi inconsci. Psicologia del profondo, quella che studia i processi inconsci. Nell età contemporanea conquista la sua autonomia con Sigmund Freud

13 DEMOSTENE (Atene 384 – Caluria 322) LEFFICACIA DELLA PERSUASIONE NON SI MISURA CON LEFFICACIA DELLA COMUNICAZIONE MA DIPENDE ANCHE DALLA BONTA DELLARGOMENTO OSSIADALLA BONTA DEI CONTENUTI.

14 SOCIOLOGIA E QUELLA DISCIPLINA CHE STUDIA LA SOCIETA CON METODI SCIENTIFICI ;NASCE ALLA FINE DELLOTTOCENTO CON IL POSITIVISMO LA SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE E UNA BRANCA DELLA SOCIOLOGIA CHE ATTUALMENTE HA ASSUNTO UNA IMPORTANTE RILEVANZA PER QUANTO RIGUARDA GLI STUDI SOCIALI ELEMENTI DI SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE TECNOLOGIE TEORIA DELLAGENDA SETTING TEORIA DELLAGENDA SETTING TEORIA DELLAGENDA SETTING TEORIA DELLAGENDA SETTING RAPPORTO DI COMUNICAZIONE RAPPORTO DI COMUNICAZIONE MASS-MEDIA DEMOCRAZIA MASS-MEDIA DEMOCRAZIA RAPPORTO DI COMUNICAZIONE RAPPORTO DI COMUNICAZIONE MASS-MEDIA DEMOCRAZIA MASS-MEDIA DEMOCRAZIA UTOPIA DELLA COMUNICAZIONE P. BRETON P. BRETON ORGANIZZARE LORIENTAMENTO DELLOPINIONE PUBBLICA ELVAMENTO DELLE COSCIENZE COLLETTIVE ELVAMENTO DELLE COSCIENZE COLLETTIVE CON UN CORRETTO USO DEI MASS-MEDIA CON UN CORRETTO USO DEI MASS-MEDIA

15 FONTI RICEVENTIFONTI RICEVENTI POCHI - POCHI inizio diffusione carta stampata POCHI - MOLTI diffusione dei mass-media MOLTI - MOLTI internet – reti telematiche HOMO COMMUNICANS lhomo communicans e un essere senza interiorita e senza corpo,che vive in una societa senza segreti, un essere interamente rivolto al sociale,che esiste soltanto attraverso linformazione e lo scambio in una societa resa trasparente grazie alle nuove macchine per la comunicazione. (P.Breton - UTOPIA DELLA COMUNICAZIONE ED 1995 C.E. UTET) ANOMIA ASSENZA DI VALORI A partire dalla constatazione che la nostra societaminacciata dal disordine entropico (…) le società umane in fin dei conti possono essere comprese soltanto in termini di comunicazione (P.Breton ) ENTROPIA RIEQUILIBRIO GLOBALE

16 AGENDA SETTING METTERE ALLORDINE DEL GIORNO AGENDA SETTING METTERE ALLORDINE DEL GIORNO INFLUENZA DIRETTA DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE SULLA PUBBLICA OPINIONE (PARZIALMENTE DIRETTA IN QUANTO IL MESSAGGIO VIENE FILTRATO DAL LIVELLO DI COSCIENZA DELLE PERSONE. I MEZZI DI COMUNICAZIONE DEVONO ESSERE RITENUTI PEDAGOGICI PERCHE HANNO IL FINE DI EDUCARE. DELLA AGENDA SETTING ATTUALMENTE SONO RIMASTI I RAFFORZATORI (KLAPPLER), OSSIA DEI RINFORZI DELLE NOSTRE OPINIONI Autori :B.C.Cohen – 1963 – the Press and Foreign Policy,Princetown,P.UniversityPress. E.Shaw Mass Communication TheorY, in Gazette, n°25, 1979

17 LE PROSPETTIVE DI SUCCESSO DUNA POLITICA DEMOCRATICA DELLA COMUNICAZIONE SONO INEVITABILMENTE LIMITATE DALLA DISTRIBUZIONE DEL POTERE EFFETTIVO AMPLIFICATO DALLUSO IMPROPRIO DEI MASS-MEDIA, CHE DETERMINA IL CORSO E IL FUNZIONAMENTO DELLE PRINCIPALI ISTITUZIONI SOCIALI. UN TALE TRAGUARDO PUO DUNQUE ESSERE PRESO IN CONSIDERAZIONE SOLO COME PARTE INTEGRANTE DUN PROCESSO DI PIU GENERALE DEMOCRATIZZAZIONE DEL SISTEMA SOCIALE NECESSARY ILLUSION THOUGHT CONTROL IN DEMOCRATIC SOCIETIES (NOAM CHOMSKY 1989 pag. 231)

18 CONCLUSIONI DELUDE LA PRIMAVERA DOPO LA LUNGA NOTTE DELLINVERNO (F.DUBLA) DELUDE LA PRIMAVERA DOPO LA LUNGA NOTTE DELLINVERNO (F.DUBLA) Le fonti da cui provengono i materiali utilizzati per la realizzazione di questa presentazione sono le seg.:siti it: Cdrom :corso multimediale metodologia della comunicazione formativa(F. DUBLA) Dispensa :metodologia della comunicazione formativa scuole sott.. MM Taranto(F. DUBLA)


Scaricare ppt "C° 1^Cl TM/MN CONTI Gianluca C°2^Cl TM/MN LANCIANESE Marcello C°2^Cl TM/MN MANSI Paolo GENEALOGIA DELLA METODOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE FORMATIVA E RADICI."

Presentazioni simili


Annunci Google