La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Proposta di classificazione dellAgriturismo Italiano Arezzo, 15 Nov. 2008 Relatore: Buffa Tommaso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Proposta di classificazione dellAgriturismo Italiano Arezzo, 15 Nov. 2008 Relatore: Buffa Tommaso."— Transcript della presentazione:

1 1 Proposta di classificazione dellAgriturismo Italiano Arezzo, 15 Nov Relatore: Buffa Tommaso

2 2 Lofferta agrituristica Offrire allospite un criterio orientativo per una scelta ben ponderata è un buon proposito quanto necessario, anche se molto difficile visto lintrinseca diversità, in Italia, delle situazioni in agriturismo

3 3 Lobiettivo comune Far conoscere lazienda agrituristica ed il territorio circostante, favorendo nelle aziende un minimo di uniformità di strutture e servizi e premiando gli imprenditori più virtuosi, più professionali.

4 4 Un sistema a matrice - lorientamento prevalente, per dar conto della grande diversità di esperienze che caratterizzano ed arricchiscono lagriturismo italiano; - la classe di qualità, per dar conto delle differenze strutturali, gestionali, comunicative e di prodotti nei singoli orientamenti.

5 5 Lorientamento prevalente orientamento eno-gastronomico - orientamento allospitalità - orientamento ambientale - naturalistico - orientamento storico-artistico - culturale

6 6 Le classi di qualità La I a classe o classe di ingresso deve garantire i requisiti di legge - Carattere di prevalenza dellattività agricola - Requisiti personali - giuridici - Requisiti urbanistici - Conduzione dellazienda secondo le buone pratiche agricole - Sistema di autocontrollo igienico – sanitario - Sicurezza nei luoghi di lavoro - ecc

7 7 agriturismo con orientamento eno-gastronomico E sempre in I a classe o classe di ingresso - Localizzazione generica; - Ristorazione significativa con somministrazione di pasti e bevande costituiti prevalentemente da prodotti propri e da prodotti di aziende agricole della zona; - Sala di somministrazione dei pasti con arredi e attrezzature adeguati al numero degli ospiti nel rispetto della legislazione regionale.

8 8 agriturismo con orientamento allospitalità E sempre in I a classe o classe di ingresso - Localizzazione generica; - Ospitalità prevalente con appartamenti dotati di arredi adeguati al numero degli ospiti, di cucina e stoviglie o camere dotate di arredo e biancheria adeguati al numero degli ospiti; - Accoglienza di tipo familiare.

9 9 agriturismo con orientamento ambientale - naturalistico E sempre in I a classe o classe di ingresso - Localizzazione in Aree protette o contigue (Parchi, riserve naturali, zone umide), Rete Natura 2000,ecc; A scelta uno tra - azioni agroambientali - utilizzazione di fonti energetiche alternative - bioedilizia.

10 10 agriturismo con orientamento storico – artistico - culturale E sempre in I a classe o classe di ingresso - Localizzazione in aree di elevato interesse storico, artistico e culturale; - Recupero di strutture/attrezzature di interesse storico e architettonico; - Presenza di testimonianze di storia agraria in azienda o nelle vicinanze; - Informazione puntuale sull organizzazione dellazienda agricola, sugli avvenimenti e manifestazioni culturali ed artistiche.

11 11 I requisiti aggiuntivi e le altre Classi di qualità I Requisiti volontari per ciascuna delle tipologie di agriturismo, il raggiungimento di un certo numero di requisiti volontari consentirà lattribuzione di un livello superiore ( la II a e la III a classe ), evidenziato anche in questo caso da un sistema di segni o simboli Per passare alla classe più alta occorre possedere già tutti i requisiti della classe precedente

12 12 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento eno-gastronomico la II a classe - Somministrazione di pasti e bevande costituita in misura di almeno il 65% (in termini di valore) da prodotti realizzati dallazienda o dalle aziende agricole della zona; - Menù, legati al ciclo stagionale, tipici della cucina locale o innovativi ma con richiami alla cultura eno- gastronomica locale; A scelta altri requisiti come - Vendita diretta di prodotti aziendali.

13 13 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento eno-gastronomico la III a classe - Somministrazione di pasti e bevande costituita in misura di almeno il 75% (in termini di valore) da prodotti realizzati dallazienda o dalle aziende agricole della zona; - Disponibilità di un apposito spazio dedicato alla vendita diretta dei prodotti, e/o alla loro degustazione.

14 14 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento allospitalità la II a classe - Bagno in camera per il pernottamento; - Visite guidate presso gli impianti di coltivazione e trasformazione durante le fasi di lavorazione; - Disponibilità di spazi esterni comuni arredati e finalizzati: almeno due tra spazi dedicati ai ragazzi, aree di riposo e lettura, punti cottura (barbecue), belvedere, attività sportive;

15 15 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento allospitalità la III a classe - Disponibilità di spazi esterni comuni eventualmente arredati e finalizzati: almeno quattro tra piscina, spazi dedicati ai ragazzi, aree di riposo e lettura, belvedere, aree ricreative (maneggi, attività sportive); - Laboratori didattici relativi alla coltivazione e trasformazione dei prodotti;

16 16 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento ambientale - naturalistico la II a classe - informazioni, cartine, mappe per : percorsi, passeggiate a piedi, a cavallo, mountain-bike, altro A scelta, due dei seguenti requisiti: - azioni agroambientali - utilizzazione di fonti energetiche alternative - bioedilizia

17 17 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento ambientale - naturalistico la III a classe - Organizzazione percorsi, passeggiate a piedi, a cavallo, mountain-bike, altro A scelta tre dei seguenti requisiti: - Azioni agroambientali - Utilizzazione di fonti energetiche alternative - Bioedilizia - Attività di supporto e didattiche naturalistiche - ecc

18 18 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento storico – artistico - culturale la II a classe - Calendario degli eventi culturali del territorio, mappa dei siti di interesse (musei ecc) e informazioni (depliant) per raggiungerli; - Partecipazione dellazienda a sagre o feste o altre manifestazioni culturali organizzate da Enti o Associazioni;

19 19 I requisiti aggiuntivi nellagriturismo con orientamento storico – artistico - culturale la III a classe - Spazi attrezzati e relativi servizi per lorganizzazione di eventi culturali in azienda; - Visite guidate allazienda e/o nel territorio circostante con particolare riferimento ai luoghi di interesse storico-artistico-culturale.

20 20 Il livello di eccellenza - carta dei servizi aziendali - impegni concreti e verificabili - sistema di raccolta di testimonianze, suggerimenti e reclami e loro gestione - sito internet interattivo con gli ospiti

21 21 I controlli (tre strade alternative) 1 a Attività svolta direttamente dalla Regione, con personale adeguatamente preparato anche nella metodologia di conduzione degli audit, oltre che in materia agrituristica; 2 a Attività delegata ad Organismi di certificazione accreditati, sulla base di protocolli e specifiche regionali, e con la supervisione della Regione;

22 22 I controlli (tre strade alternative) 3 a Attività integrata - con un ruolo di controllo interno ad opera delle Associazioni agrituristiche mediante personale qualificato; - il controllo degli Organismi di certificazione (che verificano loperato delle Associazioni e, a campione, delle aziende) - sempre con la supervisione della Regione


Scaricare ppt "1 Proposta di classificazione dellAgriturismo Italiano Arezzo, 15 Nov. 2008 Relatore: Buffa Tommaso."

Presentazioni simili


Annunci Google