La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

S.C.Trade produce e commercializza sistemi innovativi per lisolamento acustico in edilizia, con attenzione particolare a materiali eco-compatibili ed al.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "S.C.Trade produce e commercializza sistemi innovativi per lisolamento acustico in edilizia, con attenzione particolare a materiali eco-compatibili ed al."— Transcript della presentazione:

1 S.C.Trade produce e commercializza sistemi innovativi per lisolamento acustico in edilizia, con attenzione particolare a materiali eco-compatibili ed al risparmio di risorse.

2 IERI COME OGGI I PRIMI NELLINNOVAZIONE

3 Isolare acusticamente gli edifici Recuperare materie prime e risparmiare risorse Aggregati FONOBETON e FONOMAS Realizzato con materie plastiche di riciclo al 100% NECESSITA

4 OGNI ANNO IN ITALIA DI TONNELLATE DI IMBALLAGGI IN PLASTICA VENGONO IMMESSE AL CONSUMO. A BREVE O BREVISSIMO TERMINE, ESSE DIVENTANO RIFIUTO. PRIMA NECESSITA: RISPARMIARE RISORSE

5 La plastica è il materiale meno RICICLATO e per cui si ricorre maggiormente alla termovalorizzazione! RICICLO INCENERITORE

6 Provenienza degli aggregati polimerici: Gli aggregati per i sottofondi e per i massetti si ottengono dal cosiddetto SELE MIX. SELE MIX: Residuo della selezione da raccolta differenziata. Il S.M. è composto per circa il 90% da polimeri termoplastici. Raccolta Differenziata Selezione Ecc... HDPE Fine selezione 40% residuo (90% polimeri + altro) PET Selezione Inceneritore - Discarica Azzurro Chiaro - Trasparente Colorato Riciclo (Pile, fibre sintetiche, ecc.) Riciclo AGGREGATI FONOBETON

7 Plastiche di riciclo e pubblica amministrazione D.M. 203/2003 (Legge Lunardi) stabilisce che uffici pubblici, società a prevalente capitale pubblico, società di gestione dei servizi coprano il fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota di prodotti ottenuti in materiale riciclato nella misura del 30%. NON VENIVA SPECIFICATO QUALI MANUFATTI E BENI…

8 CIRCOLARE 4 agosto 2004 Indicazioni per l'operatività nel settore plastico, ai sensi del decreto 8 maggio CATEGORIA ADDITIVI PER EDILIZIA Aggregati per massetti alleggeriti Aggregati per massetti alleggeriti o non con proprietà termoisolanti. Aggregati per massetti (alleggeriti o non) con proprietà fonoisolanti Aggregati per massetti (alleggeriti o non) con proprietà fonoassorbenti

9 Non tutti i materiali riciclati possono essere utilizzati, solamente gli iscritti nel REPERTORIO DI RICICLAGGIO Gli aggregati per FONOBETON e FONOMAS sono iscritti in tale registro. I PRODOTTI S.C.TRADE RIENTRANO QUINDI NELLOBBLIGO SANCITO DAL D.M

10 Il danno da rumore è "danno esistenziale". Sentenza 2444 del 6 dicembre 2001; Corte di Appello di Milano "linquinamento acustico intollerabile comporta, di per sé, un danno esistenziale che, anche se non comporta linsorgere di una malattia, tuttavia causa unalterazione del benessere psico-fisico e del normale ritmo di vita (…) provocando uno stato di malessere psichico diffuso (…). Quindi il risarcimento del danno compete a chiunque subisce un turbamento della psiche che ostacola lesplicazione del complesso delle funzioni naturali afferenti al soggetto nellambiente in cui vive: domestico, di lavoro, ricreativo". EFFETTI EXTRAUDITIVI PSICOSOMATICI RUMORE DIFESE NATURALI DISTURBI CARDIOVASCOLARI DISTURBI GASTROENTERICI DISTURBI RESPIRATORI DISTURBI SISTEMA NERVOSO CENTRALE DISTURBI DEL SONNO ANCHE PER LIVELLI INFERIORI A 70 dB STRESS

11 Il danno da rumore è "danno esistenziale". Sentenza 2444 del 6 dicembre 2001; Corte di Appello di Milano "linquinamento acustico intollerabile comporta, di per sé, un danno esistenziale che, anche se non comporta linsorgere di una malattia, tuttavia causa unalterazione del benessere psico-fisico e del normale ritmo di vita (…) provocando uno stato di malessere psichico diffuso (…). Quindi il risarcimento del danno compete a chiunque subisce un turbamento della psiche che ostacola lesplicazione del complesso delle funzioni naturali afferenti al soggetto nellambiente in cui vive: domestico, di lavoro, ricreativo". EFFETTI EXTRAUDITIVI PSICOSOMATICI RUMORE DIFESE NATURALI DISTURBI CARDIOVASCOLARI DISTURBI GASTROENTERICI DISTURBI RESPIRATORI DISTURBI SISTEMA NERVOSO CENTRALE DISTURBI DEL SONNO ANCHE PER LIVELLI INFERIORI A 70 dB STRESS

12 LEGGE QUADRO 447/95 STABILISCE, ASSIEME AL DECRETO 5/12/97 DETERMINAZIONE DEI REQUISITI ACUSTICI DEGLI EDIFICI I PRINCIPI FONDAMENTALI IN TEMA DI TUTELA DELLAMBIENTE ESTERNO E DELLAMBIENTE ABITATIVO DALINQUINAMENTO ACUSTICO.

13 Isolare acusticamente gli edifici è un obbligo sancito dalla Legge 447/95 e successivi decreti. Classificazione degli Ambienti Abitativi Categoria A: Edifici adibiti a residenza o assimilabili; Categoria B: Edifici adibiti ad uffici o assimilabili; Categoria C: Edifici adibiti ad alberghi, pensioni o attività assimilabili; Categoria D: Edifici adibiti a ospedali, cliniche, case di cura o attività assimilabili; Categoria E: Edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili; Categoria F: Edifici adibiti a ad attività ricreative e di culto o assimilabili; Categoria G: Edifici adibiti a ad attività commerciali o assimilabili; Requisiti acustici passivi degli edifici CategorieLn,w [dB] D58 A,C63 E58 B,F,G55

14 LIMITI IMPOSTI

15 Ln,w è lindice di valutazione del livello di pressione sonora dovuto al calpestio in opera. Significa che è il livello massimo di rumorosità che può essere registrato con un fonometro in una stanza finita.

16

17 DLw: miglioramento della pressione sonora dovuta a calpestio (o isolamento). Maggiore è questo numero e maggiore sarà lisolamento. E il dato solitamente certificato. Solaio nudo 84 dBSolaio finito 60 dB DLw=84-20=24 dB

18 SENTENZE RICONOSCON RISARCIMENTI FINO AL 30% DEL VALORE DELLIMMOBILE SE LEDIFICIO NON RISPETTA I LIMITI DI LEGGE!

19 La propagazione del rumore impattivo (calpestio) nei solai avviene sia attraverso il solaio stesso, che le strutture laterali, andando ad interessare anche ambienti apparentemente lontani.

20 COME SI ISOLA AL CALPESTIO? SI UTILIZZA IL PAVIMENTO GALLEGGIANTE I SOLAIO SONO DIRETTAMENTE SOLLECITATI E QUINDI PARTICOLARMENTE DEBOLI SPESSO LA SOLUZIONE DI PAVIMENTO GALLEGGIANTE RISULTA INADEGUATA, COME FARE?

21 SOTTOFONDO IN CLS ALLEGERITO MASSETTO CEMENTIZIO TAPPETO ISOLANTE La soluzione maggiormente utilizzata per lisolamento del rumore di calpestio è il pavimento galleggiante. Lisolamento del rumore di calpestio non è funzione dei soli materiali con cui viene realizzato ma anche della corretta applicazione degli stessi. Fondi di posa irregolari e particolarmente difficili possono rendere difficoltosa la posa e vanificare lintervento stesso

22 NO SĺSĺ OLTRE ALLA SCELTA DI UN BUON MATERIALE ISOLANTE VANNO OSSERVATI ACCORGIMENTI CHE RIGUARDANO LINTERA STRUTTURA!

23 IL TAPPETO ISOLANTE

24

25 LA STESSA POSA DEL MASSETTO PUO LESIONARE IL TAPPETO ISOLANTE

26 SĺSĺ FASCIA PERIMETRALE A CONTATTO DELLA PAVIMENTAZIONE

27 SĺSĺ NO Una corretta progettazione dovrà tenere conto della trasmissione globale, prevedendo tagli acustici alla base delle tramezze, curando i battiscopa ed il passaggio degli impianti. SĺSĺ NO FASCIA PERIMETRALE A CONTATTO DELLA PAVIMENTAZIONE

28 SONO INNUMEREVOLI LE INCOGNITE DOVUTE ALLA POSA IN OPERA E LE SUCCESSIVE LAVORAZIONI

29

30 I dati di laboratorio si scostano solitamente di almeno 4-5 dB rispetto a quelli misurati in opera!! VI SONO DIFFERENZE NOTEVOLI ANCHE DA LABORATORIO A LABORATORIO!!!!

31 VI SONO VARIE FORMULE PROPOSTE DALLE NORME TECNICHE PER VALUTARE IL LIVELLO DI PARTENZA DI UN SOLAIO, IN BASE AL PESO DELLO STESSO. Leq = 164 – 35 log (m/m) ESSE SONO NATE PER TIPOLOGIE DI SOLAI OMOGENEI. I SOLAI IN LATERO CEMENTO SONO DISOMOGENEI E CON CARATTERISTICHE DIVERSE DA SOLAIO A SOLAIO. LE STIME TEORICHE CHE UTILIZZANO TALI FORMULE SONO TROPPO OTTIMISTICHE!!!

32 Comportamento al calpestio delle principali tipologie di solai Solai a soletta piena: essendo molto pesanti (cemento armato), offrono alle vibrazioni una modesta rigidezza ed un ottimo smorzamento alle basse frequenze, per cui il rumore di percussione provocata dai passi viene rapidamente smorzata. Solai in laterizio: (in genere con nervature in c.a.) offrono discrete qualità isolanti per quanto si riferisce ai rumori aerei, ma nulle o quasi ai rumori provocati da passi. Solai in legno o in metallo: sono abbastanza sonori. 70 dB dB > 90dB

33 Il problema dei sottofondi: esempio pratico I sottofondi tradizionali, peggiorano lisolamento ottenibile con i tappeti isolanti.

34 Il sottofondo alleggerito FONOMAS viene confezionato in cantiere e pompato direttamente ai piani Grazie allaggregato, riciclato al 100% e conforme alle specifiche della UNI , permette di ridurre il rumore dovuto al calpestio e rispettare il limiti imposti dalla legge.

35 ETEROGENEITA ELASTICA Permette di lavorare su più frequenze dello spettro sonoro. Grazie alla sua composizione e forma FONOMAS può portare a riduzioni della pressione sonora dovuta a calpestio fino a 22,5 dB certificati

36 FONOMAS è una sabbia sintetica per confezionare massetti monolitici che permette, in ununica fase di lavorazione, la realizzazione dellisolamento acustico, termico e del supporto della pavimentazione Tradizionalmente allavanguardia

37 Particolarmente indicato per spessori limitati, grazie allutilizzo di un tappeto accoppiato a tessuto non tessuto, permette di raggiungere L di 33 dB certificati Il sistema FONOMAS

38 Laggregato FONOMAS, riciclato al 100%, viene miscelato con acqua e cemento fino ad ottenere un impasto semisecco LA REALIZZAZIONE DEL FONOMAS

39 Introduzione dellaggregato e del cemento LA REALIZZAZIONE DEL FONOMAS

40 Limpasto viene pompato ai piani e steso LA STESURA DEL FONOMAS Materiale pompato Particolare

41 Ultimata la stesura, con la medesima impastatrice e con la tecnica fresco su fresco, si realizza una cappa in sabbia e cemento. REALIZZAZIONE DELLA CAPPA

42 LA REALIZZAZIONE DEL FONOMAS Clicca qui per far partire il filmato!

43 L SISTEMA FONOMAS 33 dB

44 VANTAGGI RAPIDO ED ECONOMICO: Consente in ununica fase, la realizzazione di isolamento acustico e termico. ISOLA ACUSTICAMENTE E TERMICAMENTE: Permette di rispettare i limiti imposti dalla legge 447/95 e dalle legge 10. OTTIMO SUPPORTO PER RIVESTIMENTI IN LEGNO: Laggregato è impermeabile, riduce lacqua di impasto ed il rilascio di umidità. COMPORTAMENTO FIBRATO: La sabbia sintetica FONOMAS ha una conformazione sabbioso – fibrosa, che riduce al minimo il rischio di cavillature. RISPETTA LAMBIENTE: Laggregato è riciclato al 100% e sostituendo la sabbia permette di ridurre limpatto ambientale legato allestrazione dei materiali lapidei.

45 FONOBETON e FONOMAS Coniugano LEGGEREZZA ISOLAMENTO ACUSTICO ISOLAMENTO TERMICO RISPETTO DELLAMBIENTE

46 VANTAGGI OTTIMO SUPPORTO PER RIVESTIMENTI IN LEGNO: Il massetto è a rapida essiccazione e utilizza basi rapporti acqua /cemento MINIMO RITIRO: Il massetto non presenta cavillature o crepe RAPIDO ED ECONOMICO: Permette la realizzazione di 500 mq al giorno, può essere realizzato prima degli intonaci ALTE PRESTAZIONI: Le prestazioni meccaniche sono al vertice della categoria. RISPARMIO DI TEMPI: può essere realizzato prima degli intonaci

47 IL MASSETTO FLUIDO PLANOCAL E UN MASSETTO FLUIDO AD ALTA RESISTENZA CHE PERMETTE DI REALIZZARE IN BREVE TEMPO AMPIE METRATURE A BASSI SPESSORI CON RITIRI MINIMI ED ASSENZA DI FESSURAZIONI.

48 LIMPASTO VIENE CONFEZIONATO GENERALMENTE NEGLI IMPIANTI DI BETONAGGIO CHE GIA FORNISCONO LIMPRESA. GIUNTO IN CANTIERE LIMPASTO VIENE ADDIZIONATO CON SPECIALI ADDITTIVI CHE GLI CONFERISCONO LA LAVORABILITA E LE CARATTERISTICHE MECCANICHE NESSUNA DEMISCELAZIONE

49 I livelli 3-4 CM DI SPESSORE

50 IL POMPAGGIO

51 NESSUNA ABRASIONE DEI TAPPETI ISOLANTI LA BASSA VISCOSITA DELLIMPASTO PERMETTE AL MASSETTO PLANOCAL DI SCORRERE ALLINTERNO DEI TUBI COME UN FLUIDO CON CONTINUITA E SENZA I CONTRACCOLI TIPICI DEI SITEMI PNEUMATICI

52 LA STESURA

53

54

55 PUNTI DI FORZA Notevole produzione giornaliera (500 mq) Rapida essiccazione Ottime resistenze meccaniche Puo essere realizzato prima degli intonaci

56 OTTIMO PER IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PANNELLI RADIANTI

57 IL MASSETTO FLUIDO PLANOCAL INFATTI PRESENTA: Limitata resistenza termica Ottima fluidità Basso ritiro Elevate resistenze meccaniche

58 IL RITIRO LIMITATO PRMETTE DI OPERARE CON IL MINIMO NUMERO DI GIUNTI: Il ritiro controllato e le elevate resistenze permettono evitare il formarsi di fessurazioni anche su ampie superfici con giunti radi e nel contempo di resistere ai fenomeni di fatica indotti dalle dilatazioni termiche

59 Avere limitate resistenze termiche permette temperature di esercizio minori Minori problemi fessurazioni in pavimenti a piastrelle o parquet Avvallamenti in pavimenti resilienti Alternarsi di zone più e meno calde

60 La fluidità è essenziale per avvolgere completamente le serpentine ed evitare la formazione di sacche daria isolanti

61 GETTO ULTIMATO

62 Laltissima resistenza del massetto planocal permette di operare anche su spessori di 3 cm. Laddove vi siano problemi di spessori limitati fluoplan permette di realizzare lintervento senza la preoccupazione del formarsi di fessurazioni o cavillature. MASSIMA SICUREZZA DELLINTERVENTO!

63 VANTAGGI DEL SISTEMA PROGETTO SILENZIO UNICO INTERLOCUTORE PER LIMPRESA ALTO ISOLAMENTO TERMOACUSTICO SICUREZZA SEL RISULTATO RISPETTO DEI TEMPI ELEVATE QUALITA MECCANICHE RISPETTO DELLAMBIENTE

64


Scaricare ppt "S.C.Trade produce e commercializza sistemi innovativi per lisolamento acustico in edilizia, con attenzione particolare a materiali eco-compatibili ed al."

Presentazioni simili


Annunci Google