La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Antonio ALFANO Staff Direzione Strategica, Responsabile Servizio Programmazione, Controllo di Gestione, Qualità, Progetti Speciali A.O.Santa Maria degli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Antonio ALFANO Staff Direzione Strategica, Responsabile Servizio Programmazione, Controllo di Gestione, Qualità, Progetti Speciali A.O.Santa Maria degli."— Transcript della presentazione:

1 Antonio ALFANO Staff Direzione Strategica, Responsabile Servizio Programmazione, Controllo di Gestione, Qualità, Progetti Speciali A.O.Santa Maria degli Angeli Pordenone Programmazione sanitaria, Promozione della salute e Qualità Strategie di comunicazione organizzativa Metodologia, Progetti, HPH aziendali La in rete - 1.a Conferenza Regionale - HPH Friuli Venezia Giulia

2 Sanità Pubblica sviluppare una cultura di programmazione e di organizzazione flessibile miglioramento della Qualità iniziative comunicative attività istituzionali del sistema sanitario

3 nuovo orientamento strategico dei servizi il ruolo dellOspedale sempre meno centralizzato e sempre più inserito nella Rete dei servizi presenti sul territorio tendenza a privilegiare un modello di attività in rete

4 L'obiettivo strategico di garantire il più possibile una gestione innovatrice qualità ed attenzione alle performances In termini di efficacia ed efficienza con la massima qualità ed attenzione alle performances in un contesto di risorse limitate

5 Integrazione Territorio assistenza socio -sanitaria Ospedale attività di diagnosi e cura Comunicazione e Promozione della Salute

6 Gli obiettivi clinico – gestionali privilegiano gli aspetti: della integrazione della qualità dei servizi delluso razionale delle risorse Attenzione agli aspetti della comunicazione

7 COMUNICARE Mettere in comune idee esperienze informazioni COMUNICAZIONE p rocesso di scambio di messaggi tra due o più persone, prevedendo una risposta di ritorno

8 -Livello di soddisfazione del cittadino -Organizzazione interdisciplinare degli interventi, integrati e multi professionali - Valutazione attenta del processo organizzativo - Attenzione al risultato

9 Comunicazione Esterna Migliorare limmagine dellorganizzazione, corretto rapporto con i media Comunicazione bi – direzionale Tutti gli operatori con particolare attenzione al rapporto medico - paziente Comunicazione Interna Tutti gli operatori con particolare attenzione al rapporto medico - paziente AUTONOMIA DECISIONALE DEL CITTADINO Articolazione strategia comunicativa: target di riferimento

10 STRATEGIA ORGANIZZATIVA Organizzazione interdisciplinare degli interventi Integrazione tra Strutture e Professionalità differenti Valutazione dei processi tesi ai risultati

11 COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA ma a che serve…?? Stabilire e diffondere gli obiettivi dellorganizzazione Messa a punto piani necessari per il loro raggiungimento Selezionare, motivare e valutare il personale Organizzazione efficace ed efficiente di Risorse umane, Finanziarie e Materiali Guidare, dirigere, motivare creando un clima favorevole Monitorare e valutare le prestazioni

12 strategie di comunicazione organizzativa e qualità progetti aziendali HPH - Health Promoting Hospitals empowerment

13 obiettivi strategici trasversali collegati ad obiettivi generali Con obiettivi strategici trasversali collegati ad obiettivi generali ottica dell'integrazione e del miglioramento nellottica dell'integrazione e del miglioramento della qualità delle cure e dei percorsi assistenziali Lintegrazione tra Ospedale e Territorio tra Azienda per i Servizi Sanitari e Azienda Ospedaliera È stato realizzato un Protocollo operativo di integrazione tra i servizi territoriali e quelli ospedalieri

14 lOSPEDALE si caratterizza come nodo fondamentale di un sistema di assistenza complesso ed integrato orientato ai bisogni del cittadino

15 Ospedale tecnologiaassistenza Alto livello di tecnologia ed assistenza territorio specializzato e «plurifunzionale» aperto al territorio Il Territorio il dialogo deve facilitare al massimo il dialogo mediante lo scambio di competenze e di informazioni gli attori del sistema tra tutti gli attori del sistema ed in particolare con Medici di Medicina Generale i Medici di Medicina Generale

16 continuità di cure programmate per ammissioni/dimissioni protette migliorare la qualità dellassistenza a livello «micro- organizzativo» consolidare le conoscenze professionali per un soddisfacimento dei bisogni adottando idonei percorsi assistenziali tempestività delle prestazioni specialistiche mediante corsie preferenziali a favore degli assistiti dei servizi distrettuali di rete e di quelli di media urgenza proposti dal MMG

17 Il programma ha definito procedure per dimissione protetta ricovero mediante contatto precoce accesso alle visite specialistiche per utenti in carico ai servizi territoriali accesso degli specialisti al domicilio degli utenti in carico ai servizi territoriali

18 travaglio / parto fisiologico dolore donna/neonato problematiche immigrati Lospedale che comunica evento parto Progetto HPH Dipartimento Materno - infantile approccio al parto e post parto nella gravidanza fisiologica comunicazione e gestione delle problematiche sanitarie materno- infantili nelle famiglie immigrate gestione del dolore da parto nella donna e da procedure nel neonato

19 travaglio / parto fisiologico dolore donna /neonato problematiche immigrati Lospedale che comunica evento parto Progetto HPH Dipartimento Materno - infantile la donna ha il diritto di essere seguita durante il parto nel modo meno medicalizzato possibile levitabilità del dolore non è un optional né per l adulto né per il bambino/neonato, non in grado di razionalizzare quanto avverte il 20 % circa dell utenza in ostetricia e in pediatria comprende famiglie immigrate. il trend è progressivamente in aumento

20 Patologia cardio-vascolare Prevenzione secondaria dei fattori di rischio (in particolare aterosclerosi) Rischio globale Comunicazione ed educazione sanitaria rivolta al paziente PROMOZIONE della SALUTE Dieta alimentare corretta Sindrome metabolica


Scaricare ppt "Antonio ALFANO Staff Direzione Strategica, Responsabile Servizio Programmazione, Controllo di Gestione, Qualità, Progetti Speciali A.O.Santa Maria degli."

Presentazioni simili


Annunci Google