La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LOrganizzazione del Dipartimento Oncologico Luisa Fioretto Dipartimento Oncologico Azienda Sanitaria Firenze Convegno AMES Paziente oncologico: le problematiche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LOrganizzazione del Dipartimento Oncologico Luisa Fioretto Dipartimento Oncologico Azienda Sanitaria Firenze Convegno AMES Paziente oncologico: le problematiche."— Transcript della presentazione:

1 LOrganizzazione del Dipartimento Oncologico Luisa Fioretto Dipartimento Oncologico Azienda Sanitaria Firenze Convegno AMES Paziente oncologico: le problematiche emergenti a domicilio Firenze, 13 dicembre 2008

2 GESTIONE DELLA COMPLESSITÀ DELLE CONOSCENZE Specifiche Competenze per : Branca Specialistica Patologia Ricerca di Base Ricerca Clinica Base Culturale Interdisciplinare Sviluppo di Linguaggi Comuni Integrazione Competenze e Risorse Definizione Livelli di Prestazione Il caso dellOncologia Contesto

3 PSICOLOGO STAFF INFERMIERISTICO PALLIATIVISTA TERAPISTA DEL DOLORE ONCOLOGO MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA DORGANO PAZIENTE RIABILITATORE MEDICO M.G. RADIOTERAPISTA MULTIDISCIPLINARIETA E INTERPROFESSIONALITA RADIOLOGO PATOLOGO BIOLOGO IPERSPECIALIZZAZIONE PER PATOLOGIA O MODALITÀ TERAPEUTICA DATA-MANAGER BIOSTATISTICO OSPEDALE TERRITORIO

4 AUMENTO VERTIGINOSO DELLA PRODUZIONE E DIFFUSIONE DELLE INFORMAZIONI TECNOLOGIA PERVASIVA EVIDENCE BASED MEDICINE PROCEDURE STANDARD RIDUZIONE DELLA PROSSIMITA MEDICO - PAZIENTE AUMENTO DEL POTERE DI CONTROLLO E DI NEGOZIAZIONE DEL PAZIENTE E DEI FAMILIARI ENFASI DELLA SOGGETTIVITA UMANIZZAZIONE E PERSONALIZZAZIONE DELLE CURE VALORIZZAZIONE RAPPORTO MEDICO - PAZIENTE MEGATRENDS VS

5 ORGANIZZAZIONE DELL ASSISTENZA E DELLA RICERCA IN ONCOLOGIA SECONDO MODELLI DIPARTIMENTALI E/O A RETE MALATTIE TUMORALI LUNGO SOPRAVVIVENTI COMPLESSITA STRUTTURE OSPEDALIERE SPESSO SOTTODIMENSIONATE RAZIONALIZZAZIONE RISORSE DISGREGAZIONE STRUTTURA FAMILIARE ESTESA MEGATRENDS DI CONTESTO

6 In considerazione della complessità della patologia oncologica e nel rispetto della centralità del paziente, risulta strategico il suo inserimento in un sistema organizzato, dove ogni livello operativo agisce nellambito di un modello oncologico a rete REALIZZAZIONE DI SPECIFICI PERCORSI ASSISTENZIALI CONTINUITA DI CURA UNIFORMITA DELLASSISTENZA SUL TERRITORIO PRESA IN CARICO DEL PAZIENTE: GLOBALE dimensioni mediche, sociali, psicologiche ESTESA ALL INTERO PERCORSO: Ospedale Domicilio

7 DIPARTIMENTALIZZAZIONE IN ONCOLOGIA È una aggregazione tecnico-funzionale o strutturale di competenze che operano attraverso una reciproca integrazione, finalizzata a realizzare un percorso clinico - assistenziale efficace, privilegiando: CENTRALITA DEL MALATO MULTIDISCIPLINARIETA CON ITER DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI APPROPRIATI UTILIZZO DELLE RISORSE OTTIMIZZATO Un Dipartimento Oncologico rappresenta il livello ospedaliero di coordinamento e di integrazione tra tutte le Strutture coinvolte nel percorso diagnostico-terapeutico del malato oncologico (diagnosi, cura e riabilitazione) il tutto in una logica di continuità tra Ospedale e Territorio

8 L Azienda Sanitaria di Firenze serve un bacino di utenza di circa abitanti, Con 5 Presidi Ospedalieri situati in contesti territoriali differenziati

9 Presidi Ospedalieri UU.OO diagnostica chirurgia oncologia medica radioterapia Territorio MMG Volontariato Accoglienza-ITT CORD GOM Raccomandazioni Cliniche CORAT Unità Cure Palliative DIPARTIMENTO TECNICO DI ONCOLOGIA delibera n.583/2001 Case di Cura Convenzionate ONCOLOGIA NELLAZIENDA SANITARIA DI FIRENZE DIPARTIMENTO ONCOLOGICO OSPEDALIERO delibera n.249 /2007 Società della Salute

10 DIPARTIMENTO ONCOLOGICO OSPEDALIERO Macro Obiettivo Deframmentazione delle Strutture e dei Servizi Intra ed Inter-Professionali Costruzione percorsi diagnostico-terapeutici per intensità di cura e lungo le 3 dimensioni della Qualità Macro Misure Interconnessione Intelligente di : Risorse - Know-that - Know-how Dipartimentalizzazione dellOncologia nellAzienda Sanitaria di Firenze

11 . Analisi realtà aziendale nel suo insieme e per presidio ospedaliero in termini di: distribuzione della casistica oncologica dati di attività risorse professionali e strutturali rilevamento criticità. Individuazione livelli di prestazione sulla base della complessità. Definizione e sviluppo percorsi operativi diagnostico-terapeutici per ciascuna delle patologie oncologiche Contestualizzazione delle Raccomandazioni Cliniche entro la specifica realtà aziendale Pacchetti diagnostici predefiniti Costruzione collegamenti ad hoc, in ambito Area Vasta per alta specialità, patologie e/o trattamenti di nicchia Tappe operative del processo

12 CHI ? Istituzione Gruppi Oncologici Multidisciplinari per patologia ( GOM ) COSA, COME, QUANDO ? Identificazione standard diagnostico-terapeutici (LG interne) DOVE ? Organizzazione di un punto unitario di Accoglienza e Centro Oncologico di Riferimento Dipartimentale (CORD) FACILITIES ? Creazione di un network informatico Cartella dipartimentale medico-infermieristica Costruzione percorsi diagnostico-terapeutici SEQUENZA DI REALIZZAZIONE

13 DIAGNOSTICA Pacchetti diagnostici Corsie preferenziali Programmi di Screening CORAT - Centro Oncologico di Riferimento per lAssistenza Territoriale ACCESSO AMB. ONCOLOGICO AMB. RADIOTERAPIA AMB. CURE PALLIATIVE AMB. MULTIDISCIPLINARE AMB. FOLLOW UP AMB. SPECIALISTI DORGANO ACCOGLIENZA ITT - CORD CHIRURGIA RADIOTERAPIA ONCOLOGIA MED DH DS DegOrd Unità Cure Palliative - Hospice Associazioni Volontariato MMG

14 Dipartimento Oncologico ACCOGLIENZA ITT-CORD Day Hospital CORAT - UCP ACCOGLIENZA ITT-CORD Day Hospital CORAT - UCP ACCOGLIENZA ITT-CORD Day Hospital -Day Service RADIOTERAPIA CORAT – UCP - Hospice ACCOGLIENZA ITT-CORD Day Hospital CORAT – UCP - Hospice ACCOGLIENZA ITT-CORD Day Hospital CORAT – UCP - Hospice Dipartimento Oncologico

15 S.S. Cure Palliative Nord Ovest (N.S.G.D.D.) S.S. Cure Palliative Centro (S.M.N.) Dipartimento Oncologico Strutture e Organismi (Delib. 583/ Delib. 249/2007) Oncologia Medica I.A.C. N. S.G.D.D. Oncologia Medica I.A.C. Serristori Oncologia Medica S.C. S.M.A. Oncologia Medica I.A.C. B.S.L. Radioterapia S.S. S.M.A. Hospice S.Felice Ema Hospice N.S.G.D.D. Hospice Oblate U.F. Cure Palliative B.S.L. COMITATO DIRETTIVO G.O.M. Accoglienza ITT CORD CORAT UCP MMG S.d.S. Ass. Volontariato S.S. Cure Palliative Sud Est (O.S.M.A. SERR.) G.M.Q.Oss.F. G.C.T. Oncologia Medica I.A.C. S.M.N.

16 Macro-progetti e Azioni triennio Inter – Dipartimentali. Riorganizzazione e miglioramento Diagnostica Interventiva. Riorganizzazione e Miglioramento servizi Anatomia Patologica. Deframmentazione Diagnostica Senologica Dipartimentali. Progetto U.F.A. centralizzata e consegna just-in-time nella rete dei DH oncologici aziendali. Progetto Ponte Oncologia Medica e Unità Cure Palliative con stage di interscambio operatori. Avvio processo di adesione alle procedure per laccreditamento alleccellenza della S.C. di Oncologia Medica secondo gli standard assistenziali ed organizzativi del CIPOMO (Collegio Italiano Primari Oncologi Medici Ospedalieri).Progettazione di un processo di miglioramento della Qualità nei servizi di Cure Palliative – Hospice (procedure profili di assistenza)

17 Macro-progetti e Azioni Processo di Miglioramento della Qualità dei Collegamenti tra Medici Medicina Generale e Dipartimento Oncologico la Qualità si nasconde lungo la linea di confine tra le diverse culture specialistiche mediche, il Miglioramento avviene per processi di attraversamento e ri-attraversamento dei confini culturali

18 3.1 Medici di Medicina Generale (MMG) e Società della Salute (SdS) Un medico di Medicina Generale è membro del Gruppo di Coordinamento Tecnico (nominativo su indicazione Presidente Ordine dei Medici di Firenze). In considerazione della numerosità dei MMG, del loro ruolo strategico rispetto ai percorsi dei pazienti oncologici, della loro disomogeneità di approccio frequentemente riscontrata rispetto aliter oncologico, appaiono prioritarie azioni di miglioramento dei collegamenti del Dipartimento oncologico con i Medici di Medicina Generale. … da relazione attività Dipartimento oncologico

19 Tavolo Operativo di Lavoro con i MMG Composizione: - 4 MMG, 1 per ciascuna zona, peraltro identificando gli stessi colleghi che rappresentano i riferimenti per le rispettive 4 SdS (Boscherini, Guarnieri, Guerrini, Nastruzzi) - il MMG che è presente nel GCT (Pattarino) - il responsabile CORAT-Direttore Dip. Cure Primarie (Romeo) - un dirigente oncologia medica responsabile CORD (Maggi) - un dirigente palliativista (Piazza) - un dirigente radioterapia (Rossi) - il referente infermieristico del Dipartimento Oncologico (Wirtz) Funzioni: impianto, sviluppo e monitoraggio dello specifico macroobiettivo Processo di miglioramento della qualità dei collegamenti tra Medici di Medicina Generale e Dipartimento Oncologico. Il tavolo è permanente con periodicità di incontri (almeno 4/anno) 1 riunione 10 settembre 2 17 dicembre

20 Modello di comunicazione Spec. Ospedaliero – Medico di M G e Pediatra di L S per la presa in carico del malato oncologico Dipartimento Oncologico Progetti presentati nel Piano Integrato di Salute (PIS) della Società della Salute di Firenze Follow up del carcinoma mammario: una esperienza pilota con i Medici di Medicina Generale

21 Progetto OLA e Dipartimento Oncologico

22 5.2 Progetti Area psiconcologia Progetto Ospedale Poetico (HPH) - tutti i 5 DH oncologici (collaboraz. Gabinetto Viesseux e Istituto dArte Fi) Progetto di prevenzione e supporto emotivo rivolto a pazienti con carcinoma del colonretto DH oncologici OSMA, NSGDD, SMN (in corso valutazione CESVOT) Progettazione percorso di Medicina Narrativa - tutti i 5 DH Oncologici (collaboraz. LIS, Associazione ASANA) Implementazione Progetto ALBA (collaboraz.Dip. Salute Mentale e Adolescenza, CALCIT Chianti F.no, SdS) Progetto Oncoforum (Quartiere 4, Ordine dei Medici)

23 Gregory Bateson and Assistant Ecology of Mind… Stile di pensiero


Scaricare ppt "LOrganizzazione del Dipartimento Oncologico Luisa Fioretto Dipartimento Oncologico Azienda Sanitaria Firenze Convegno AMES Paziente oncologico: le problematiche."

Presentazioni simili


Annunci Google