La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ANALISI DELLIMPRONTA CLIMATICA NELLO SVILUPPO DEI PROGETTI FERROVIARI Francesco Loffredo Venezia, 12 novembre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ANALISI DELLIMPRONTA CLIMATICA NELLO SVILUPPO DEI PROGETTI FERROVIARI Francesco Loffredo Venezia, 12 novembre 2008."— Transcript della presentazione:

1 ANALISI DELLIMPRONTA CLIMATICA NELLO SVILUPPO DEI PROGETTI FERROVIARI Francesco Loffredo Venezia, 12 novembre 2008

2 2 Tema del convegno SICUREZZA DEL LAVORO E SOSTENIBILITA ENERGETICA Breve introduzione Sintesi delle strategie del Gruppo FS Le scelte di Italferr su Sicurezza ed Ambiente Gli obiettivi di una Società di Ingegneria al passo con i tempi Agenda

3 3 Sicurezza e Sostenibilità Energetica Le Ferrovie realizzano per i Clienti opere e servizi nel trasporto ferroviario e contribuiscono a sviluppare per il Paese un grande progetto di mobilità e logistica IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO – LA MISSION

4 4 Sicurezza e Sostenibilità Energetica La qualità della vita ed il successo dei nostri Clienti Lo sviluppo dellImpresa nel rispetto dellambiente e del territorio Linnovazione, riferimento costante per leccellenza La lealtà e la professionalità al centro del nostro operare IL GRUPPO FERROVIE DELLO STATO – I VALORI

5 5 Risanamento ed equilibrio economico e finanziario dellImpresa Spostamento del baricentro del sistema dei trasporti verso la ferrovia in unottica che privilegia anche lambiente: le scelte vincenti sono quelle sostenibili, quelle che producono azioni positive per lambiente Le strategie del Gruppo FS per una modalità sostenibile Stimolare comportamenti energetici responsabili ad assicurare obiettivi operativi incentrati sulla qualità e sulla sicurezza

6 6 Il Gruppo FS è limpresa ferroviaria più sicura dEuropa (fonte UIC) Gli obiettivi economici sono intrinsecamente connessi al rispetto dei valori riferiti alla salute, alla sicurezza ed al rispetto dellambiente Il Valore della Sicurezza e il rispetto dellAmbiente impegna i dirigenti, il personale, la Società ed i Fornitori e guida le decisioni nonché le modalità con cui gestire i processi produttivi Ogni anno, da diversi anni, vengono investiti nel settore della sicurezza circa 1,5 Mrd EUR Obiettivi del Gruppo FS per lambientale e la sicurezza

7 7 Il rispetto dei valori riferiti alla salute, alla sicurezza ed allambiente in una visione culturale non più ristretta alla sola osservanza dei vincoli normativi Azioni: La responsabilità sociale del Gruppo

8 8 Strada Aereo Treno in Europa (g/p*km) Consumo specifico di energia (gep/UT) La responsabilità sociale dimpresa: costi esterni Emissioni di CO 2 Modalità di trasporto ferroviario Sostenibilità ambientale Costi sociali ambientali = fattore competitivo di successo della modalità ferroviaria Analisi comparata

9 9 Gruppo Ferrovie dello Stato Sistemi Urbani

10 10 Italferr SpA Italferr è la società di ingegneria di Ferrovie dello Stato Obiettivi aziendali: Assicurare la realizzazione degli investimenti infrastrutturali e tecnologici di RFI Esportare verso terzi il know-how ingegneristico di Ferrovie dello Stato

11 11 Piani di sviluppo dei trasporti Stima dei costi Progetti preliminari, definitivi ed esecutivi Studi di impatto ambientale Documenti e procedure di gara Project management Pianificazione e controllo costi Direzione Lavori Collaudi, avvio ed assistenza allesercizio Attivazioni In particolare elabora ed effettua Italferr SpA

12 12 Le sedi e gli uffici Italferr SpA

13 13 Italferr è la prima realtà italiana per livello economico degli appalti gestiti e numero di addetti alla sicurezza (circa 200) La Società: supporta lo sviluppo e applica le tecnologie di controllo e sicurezza della rete ferroviaria garantisce la sicurezza in fase di progettazione, assicura il coordinamento della sicurezza durante la costruzione ed il pre- esercizio secondo quanto prescritto nel Titolo IV del D.Lgs 81/08 (ex 494/96) redige i piani di sicurezza e coordinamento, fa formazione, svolge consulenze e dispone di una banca dati Sicurezza: state of the art

14 14 Lunicità di indirizzi applicativi; Laggiornamento tecnico; Lo sviluppo del know-how delle risorse coinvolte; La diffusione della cultura della sicurezza cantieri anche verso le imprese esecutrici; Il monitoraggio dei parametri significativi (infortuni, sanzioni, ecc.) A supporto delle attività di campo, dispone di una Unità Organizzativa centrale che assicura: Sicurezza: state of the art

15 15 Sicurezza: indicatori 2008 La Sicurezza dei cantieri If= n° incidenti h. lavorate nel periodo Ig= n° giorni di prognosi h. lavorate nel periodo (If) (Ig)

16 16 Sicurezza: obiettivi 2009 Proseguire laggiornamento tecnico/normativo di tutti i soggetti con responsabilità nella sicurezza ed analizzare i ritorni di esperienza dal campo (circolazione mezzi di cantiere a Firenze e San Felice sul Panaro) Dare applicazione al nuovo Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza di cui alla norma OHSAS18001 Diffondere la cultura della sicurezza e stimolare comportamenti responsabili basati sul rispetto dei valori riferiti alla salute, alla sicurezza ed allambiente (attraverso eventi comunicativi, ispezioni, distribuzione di materiale didattico)

17 17 Lo sviluppo sostenibile è quello che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri (Testo Unico Ambientale D.L.152/06) Le nuove sfide per uno sviluppo sostenibile

18 18 Consapevolezza che i fattori antropici incidono sui cambiamenti climatici Consapevolezza che sia le fonti energetiche che i beni ambientali sono esauribili Evidente crisi energetica mondiale Azioni legislative dei governi di tutto il mondo per ridurre leffetto serra (GHG) Definizione degli obiettivi comunitari al 2020 Usare più razionalmente le risorse Per uno sviluppo sostenibile

19 19 Per uno sviluppo sostenibile Anche Italferr può essere protagonista per una migliore sostenibilità energetica Creando modelli progettuali alternativi in cui si ottimizzino i consumi per non generare, o per contenere, le pressioni sullecosistema

20 20 a)Disporre del coinvolgimento e delle condivisioni dei vertici aziendali b)Definire regole chiare per la gestione dellimpresa c)Definire relazioni tra gli stakeholders ed obiettivi per cui limpresa è amministrata Azioni: Corporate Governance

21 21 SISTEMI Azioni: Le strategie ambientali con approccio integrato ORGANIZZAZIONE E R.U.TECNOLOGIE Misurazione Monitoraggio Definizione Obiettivi Gestione Operativa Motivazione Responsabilizzazione Condivisione della conoscenza Comportamento Contabilità CO 2 /Energia Gestione Operativa Efficienza energetica Migliorare la competitività

22 22 Gli obiettivi ambientali di Italferr per il Progettare opere a sempre maggior efficienza energetica, tendendo allautoefficienza 2.Prevedere il riutilizzo di materiali provenienti da scavi o da impianti di riciclo 3.Favorire, per quanto possibile, limpiego di materiali ecosostenibili 4.Progettare opere privilegiando soluzioni esecutive a più contenuta emissione di gas serra (o CO 2 eq.)

23 23 Per andare avanti: nuovi obiettivi Assicurare un approccio sempre più ecosostenibile attraverso la progettazione e la realizzazione delle opere

24 24 Sul legame tra infrastruttura ferroviaria e territorio si giocherà una partita sempre più determinante Ridurre i consumi energetici Ridurre le emissioni inquinanti Mitigare il rumore Ottimizzare loccupazione del territorio Ottimizzare la gestione dei rifiuti Ottimizzare luso delle acque Implementare i sistemi di gestione ambientale Nuovi impegni di Italferr finalizzati a: Per andare avanti: nuovi obiettivi

25 25 Verranno valutati gli impatti delle scelte del progettista sui cicli dellenergia, dellacqua, dellaria e della materia Valuteremo le dinamiche e i coinvolgimenti che queste scelte determineranno nel tempo sugli abitanti e sullintorno prossimo e lontano degli interventi Per andare avanti: nuovi obiettivi

26 26 Per andare avanti: nuovi obiettivi Principi di base Il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di gas serra sono il motore per lo sviluppo del business Progettare oggi le opportunità di domani

27 27 Gli effetti del lavoro di una società di ingegneria che sviluppa progetti infrastrutturali si misurano a distanza di almeno 5 anni Progettare oggi le opportunità di domani Le scelte di oggi hanno una proiezione nel domani: dobbiamo pensare a come il mercato potrà accettare il nostro prodotto, a come potrebbe evolversi il quadro normativo e/o la sensibilità sui temi energetici ed ambientali

28 28 Nuove azioni Ottimizzare la distribuzione dei flussi di risorse sullintero ciclo di vita dellinfrastruttura e dei suoi componenti (Life Cycle Assessment) Utilizzare materiali e soluzioni tecniche che, a parità di prestazioni rese, hanno un più basso contenuto di energia Per andare avanti: nuovi obiettivi Limitare luso dei materiali a quelli strettamente necessari a raggiungere la funzione per cui sono impiegati

29 29 Italferr sta sviluppando una metodologia per la misura delle prestazioni energetiche dei progetti infrastrutturali da realizzare Questa metodologia verrà applicata su progetti sperimentali per meglio comprendere come le forze in gioco possono incidere sulle scelte del progettista Limpronta climatica Nuove modalità operative

30 30 Elaborazione INVENTARIO: materiali / attività Valutazione emissioni GHG Analisi tipologici: quantificazione delle emissioni Raccolta dati LCA Miglioramento del progetto Confronto scelte progettuali METODOLOGIA DI CALCOLO DI ITALFERR Limpronta climatica Calcolo emissioni associate al progetto

31 31 Adotterà la norma ISO quale riferimento per lanalisi oggettiva e volontaria dellimpronta climatica dei progetti Svilupperà progetti elaborando anche una analisi dei costi ambientali (Norma Iso 15392/08) Misurerà gli obiettivi raggiunti per definire nuovi piani di miglioramento Comunicherà allesterno ciò che fa: (es. potrebbe sviluppare una sezione ambientale del Bilancio Sociale come ulteriore elemento di apprezzamento da offrire agli Analisti finanziari) Limpronta climatica Italferr:

32 32 Benefici: promuove la coerenza, la trasparenza e la credibilità nel conteggio delle emissioni e allo stesso tempo promuove la loro sorveglianza, le verifiche e la redazione dei rapporti; permette alle imprese di identificare e di gestire i rischi e le responsabilità legate alle emissioni nocive di gas ad effetto serra; facilita la commercializzazione dei permessi e dei crediti di emissione; favorisce la progettazione, lo sviluppo e l'applicazione di iniziative e di programmi volti all'abbattimento degli inquinanti. Limpronta climatica Norme UNI ISO 14064:06 strumento comune per i governi e il mondo industriale di riferimento per quantificare, gestire e ridurre le emissioni di gas ad effetto serra.

33 33 Benefici attesi dallanalisi dellimpronta climatica Maggiore sostenibilità ambientale delle nuove infrastrutture Strumenti aggiuntivi di valutazione delle scelte sul territorio Contenimento dei tempi di approvazione dei progetti Prevedibile saving Maggiore competitività dellAzienda

34 34 Il legame tra consumi energetici, cambiamenti climatici e stili di vita è uno dei nodi chiave per la costruzione di un futuro sostenibile prendiamo tutti confidenza col concetto di energia (fonti, produzione, utilizzi) sviluppiamo metodi e strumenti per la determinazione dellimpronta climatica delle attività che svolgiamo Conclusioni UN INVITOMISURARE PER MIGLIORARE

35 35 Grazie per lattenzione Ing. Francesco Loffredo Direttore Strategie Imprenditoriali e Qualità Venezia, 12 novembre 2008 Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti Palazzo Franchetti

36 2020 Decisioni del Consiglio dei Capi di Stato e di Governo dei paesi UE del 9 marzo 2007 riduzione del 20% delle emissioni di gas serra riduzione del 20% dei consumi energetici incremento al 20% della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili Per uno sviluppo sostenibile obiettivi rispetto ai livelli del 1990

37 Il 23 gennaio 2008 la Commissione Europea ha presentato il nuovo pacchetto di proposte su energia e clima Una delle proposte è relativa alla riduzione unilaterale delle emissioni di gas serra nei settori non rientranti nellattuale sistema di scambio delle quote (come ledilizia, i trasporti, lagricoltura e i rifiuti) In tali settori, lUE si impegna, entro il 2020, a ridurre le emissioni di gas serra del 10% rispetto ai livelli registrati nel Per uno sviluppo sostenibile

38 identifica e stabilisce principi per un costruire sostenibile prendendo in esame lintero ciclo di vita delle opere e i materiali, i prodotti, i servizi e i processi correlati alle stesse. fornisce una piattaforma di norme comuni, dedicate ai molteplici aspetti della sostenibilità favorisce la comunicazione tra i vari soggetti del mondo delle costruzioni. Norma ISO 15392:2008 (maggio 08) La nuova norma tecnica sulla sostenibilità nel settore costruzioni La Norma demanda a strategie locali lanalisi approfondita dei tre aspetti che compongono la sostenibilità (ambientale, economico e sociale): applicare la sostenibilità al settore delle costruzioni significa infatti avere attenzione per le specifiche realtà, che possono differire da regione a regione. Limpronta climatica dei progetti infrastrutturali


Scaricare ppt "ANALISI DELLIMPRONTA CLIMATICA NELLO SVILUPPO DEI PROGETTI FERROVIARI Francesco Loffredo Venezia, 12 novembre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google