La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le progettualità dellAmministrazione Regionale per lo sviluppo della Banda Larga La collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico Elvio Tasso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le progettualità dellAmministrazione Regionale per lo sviluppo della Banda Larga La collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico Elvio Tasso."— Transcript della presentazione:

1 Le progettualità dellAmministrazione Regionale per lo sviluppo della Banda Larga La collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico Elvio Tasso Direzione Sistema Informatico U.C. eGovernment e Società dellInformazione Venezia - Palazzo Balbi - 1 Dicembre 2010

2 Linee guida dintervento sulla Banda Larga Le nuove sfide dellAmministrazione Regionale per favorire lo sviluppo del territorio sono: Intensificare gli investimenti in infrastrutture a banda larga - non limitandosi a superare solo il digital divide - ma favorendo le pre- condizioni per lo sviluppo di reti di nuova generazione in Veneto; Investire nei processi di inclusione (per superare il digital divide culturale) e nello sviluppo dei servizi innovativi per le imprese e per sfruttare le potenzialità offerta della nuove infrastrutture a banda larga; I DOCUMENTI DI POLICY – Accorso di programma con il Ministero dello Sviluppo Economico. – Programma Operativo FESR Competitività Regionale ed Occupazione – Programma FEASR di Sviluppo Rurale – DM 7 maggio 2010 a favore dei Distretti Industriali. 2

3 Diffusione della Banda Larga Contributi agli Enti Locali per la realizzazione di infrastrutture pubbliche e servizi di connettività sul territorio regionale. Cofinanziamento di reti di accesso per lattivazione del servizio da parte di operatori di telecomunicazione in aree a fallimento del mercato (modello scozzese). In Corso Realizzazione di reti pubbliche in fibra ottica (convenzione con Ministero dello Sviluppo Economico 3 Infrastrutture: La Banda Larga

4 4 Un nuovo modello dintervento Piano Nazionale per intensificare gli investimenti in infrastrutture a banda larga. Sviluppo del Piano Nazionale in Veneto tramite accordo RVE – MiSE (Infratel). Punta alla stesura di FO sul territorio al fine di abilitare lerogazione di servizi ADSL nelle aree sprovviste dal servizio. Lo sviluppo di una nuova programmazione operativa Le infrastrutture di backhaul Es. su rete Telecom

5 realizzazione di reti pubbliche in fibra ottica Consolidare il processo di investimento realizzazione di reti pubbliche in fibra ottica con la collaborazione con Il Ministero dello Sviluppo Economico per implementare il Piano Nazionale per la Banda Larga nel Veneto; Realizzare di backhauling che consentiranno di abilitare le reti di accesso di operatori privati allerogazione di servizi ad elevata connettività. Lobiettivo dellintervento regionale,coerentemente al piano nazionale, è di portare almeno al 96 % dei Veneti connettività in banda larga tra i 7 e i 20 Mbit. Per la restante popolazione verrà garantita una connettività non inferiore ai 2 Mbit utilizzando tecnologie wireless. Con una stima prevista di 130 M Gli obiettivi dellintervento regionale Intensificare gli investimenti in infrastrutture a «banda larga» 5

6 Le nuove reti 12 M Fondi MiSE e RVE (CIPE e FAS) 9,5 M Fondi RVE- FESR (POR ) 6,5 M Fondi RVE - FEASR (PSR ) 10 M Fondi per Distretti Produttivi (D.M. 7 maggio 2010) 10 M Fondi per Distretti Produttivi (D.M. 7 maggio 2010) Gli investimenti già allocati Puntiamo a: Circa 290 interventi; 7 Province coinvolte; 38 MEuro di finanziamento; Circa Cittadini interessati Realizzazione infrastruttura tra il 2011/2012 Attivazioni servizi a partire dal II semestre

7 La 1°Fase (Siglata la convenzione operativa con il MiSE – DGR 238 del 9/2/2010) I numeri del progetto: 99 Interventi (84 comuni interessati); 5 Province coinvolte; 11,8 mln di finanziamento; 420 km di reti di trasporto da realizzare. Interventi attivi a partire dalla primavera 2011 Gli interventi regionali – backhaul pubblico 7

8 Prima fase del piano ComuneProvinciaKm Tratta Teglio VenetoVenezia7 Albaredo d'AdigeVerona2,9 CastagnaroVerona3,1 CastagnaroVerona2,9 CastagnaroVerona2,9 CereaVerona3,7 CereaVerona3,5 OppianoVerona6,2 Ronco all'AdigeVerona6 RoverchiaraVerona7 TerrazzoVerona7,7 TrevenzuoloVerona6,8 AgugliaroVicenza0,01 ArcugnanoVicenza4,9 ArcugnanoVicenza0,5 ArzignanoVicenza1,7 Barbarano VicentinoVicenza3,5 BressanvidoVicenza2,9 Camisano VicentinoVicenza0,5 Camisano VicentinoVicenza5 Camisano VicentinoVicenza1 CastegneroVicenza5 GambellaraVicenza4,1 Grumolo delle AbbadesseVicenza5,8 MaloVicenza5,3 MontevialeVicenza6,15 SalcedoVicenza3,3 San Germano dei BericiVicenza6,7 SchiavonVicenza7,3 SchioVicenza4,7 ComuneProvinciaKm Tratta AgnaPadova3,92 BovolentaPadova3,98 FontanelleTreviso5,1 CeggiaVenezia4,7 ChioggiaVenezia7,4 EracleaVenezia4,7 EracleaVenezia3,2 MiraVenezia3,7 PramaggioreVenezia1,9 San Donà di PiaveVenezia2,7 Torre di MostoVenezia6,8 San Pietro di Morubio Verona2,9 ComuneProvinciaKm Tratta ArrePadova1,015 BruginePadova3,5 Campo San MartinoPadova4,05 CittadellaPadova6,3 GazzoPadova3,3 Lo reggiaPadova2,76 MassanzagoPadova2,62 MonselicePadova2,17 Piombino DesePadova2,3 San Giorgio delle Pertiche Padova2,44 San Giorgio delle Pertiche Padova5,25 San Pietro ViminarioPadova4,53 TomboloPadova3,35 VigenzaPadova4,6 Villanova di Camposampiero Padova4,38 Breda di PiaveTreviso4,45 Cappella MaggioreTreviso8,5 ChiamanoTreviso4,9 CimadolmoTreviso3,17 CodognèTreviso5,5 Colle UmbertoTreviso5,04 CordignanoTreviso2,8 Crocetta del MontelloTreviso2,83 Crocetta del MontelloTreviso1,85 Campolongo MaggioreVenezia5,55 Campolongo MaggioreVenezia3,45 PortogruaroVenezia7,8 San Michele al Tagliamento Venezia8,2 Farra di SoligoTreviso3,8 ComuneProvinciaKm Tratta FontanelleTreviso2,3 FregonaTreviso2,7 GaiarineTreviso18,75 Godega di Sant'UrbanoTreviso4,83 Meduna di LivenzaTreviso3,97 MianeTreviso3,06 Mogliano VenetoTreviso2,3 MorganoTreviso4,2 Moriago della BattagliaTreviso2,65 OderzoTreviso5 PortobuffolèTreviso4,45 PoveglianoTreviso3,91 ResanaTreviso5,62 ResanaTreviso3,52 RoncadeTreviso3,43 SalgaredaTreviso3,6 SalgaredaTreviso3,39 San FiorTreviso3,15 SarmedeTreviso3,05 Sernaglia della BattagliaTreviso4,15 Sernaglia della BattagliaTreviso4,2 TarzoTreviso4 RazzolaTreviso3,5 VedelagoTreviso5,37 VedelagoTreviso5,16 VidorTreviso3 Vittorio VenetoTreviso2,05 Zenson di PiaveTreviso5,2 87 interventi finanziati dal MISE + 12 interventi finanziati da Regione 8

9 Fonte: elaborazione Centro di Competenza regionale sulla Banda Larga Prima fase del piano 9

10 La 2°Fase Fonte di finanziamento: Fonte di finanziamento: fondi FEASR. Liniziativa è contenuta nell'ambito del Piano di Sviluppo Rurale (PSR ) Valore dellintervento Valore dellintervento: 6.5 MEuro Aree candidate: raggiunte Aree candidate: Interventi nella aree che ricadono nelle classi C (densità di popolazione inferiore a 150 abitanti per km2) e D (densità di popolazione inferiore a 54 abitanti per km2) attualmente non raggiunte da servizi di connettività. Sono circa 150 comuni in Veneto (prevalentemente area montana e basso veneto) Pianificazione: Pianificazione: – Nei primi mesi del 2011 la Direzione Sistema Informatico, la Direzione Piani e Programmi Settore Primario e il Ministero dello Sviluppo Economico, lavoreranno per identificare le aree C e D. Le aree candidate sono circa 40. – Successivamente sarà quindi siglata tra Regione e Ministero una specifica Convenzione con lindividuazione puntuale delle aree di intervento 10

11 La 3°Fase Fonte di Finanziamento: Fonte di Finanziamento: Fondi FESR. Liniziativa è contenuta nell'ambito del Programma Operativo FESR Competitività Regionale ed Occupazione Valore dellintervento Valore dellintervento: 9.5 MEuro Aree Candidate: Aree Candidate: Non ci sono vincoli di destinazione Pianificazione: Pianificazione: Lavvio della Terza Fase è subordinato allapprovazione da parte della Commissione Europea di uno specifico Regime di Aiuti di Stato (notificato dal Ministero dello Sviluppo Economico,)che prevede interventi non solo per la realizzazione di reti in fibra ottica ma anche per ladeguamento delle centrali di accesso degli operatori di telecomunicazione (intervento necessario per poter estendere il servizio nelle aree residuali dove non è sufficiente il finanziamento delle sole infrastrutture di rete). Le Aree candidate sono circa 65. Lidentificazione delle aree avverrà nei primi mesi del

12 I Distretti Industriali Fonte di finanziamento: Fonte di finanziamento: D.M. 7 maggio 2010 Valore dellintervento Valore dellintervento: (cofinanziamento RVE – MiSE al 50%) Aree candidate: raggiunti Aree candidate: Distretti industriali attualmente non raggiunti da servizi di connettività. Pianificazione: Pianificazione: – Nei corso del primo semestre 2011 la Direzione Sistema Informatico, e la Direzione Industria e Artigianato lavoreranno per identificare – Successivamente sarà quindi siglata tra Regione e Ministero una specifica Convenzione con lindividuazione puntuale delle aree di intervento. – Le aree candidate sono circa

13 Diffusione di servizi innovativi Finanziamenti regionali nellambito (nellambito del POR az ) destinati ai Comuni veneti per lapertura di punti di accesso pubblici. I punti di accesso pubblici sono spazi destinati ad attività di accesso, assistenza e acculturazione allutilizzo della Rete e dei servizi della Società dellInformazione.. Sono stati destinati complessivamente 2 mln. Azioni a sostegno: Progetto Accesso Assistenza Acculturazione – 13

14 Domande presentateComposizione % rispetto alla Provincia 21VERONA21,4 28VICENZA23,1 18BELLUNO26,1 21TREVISO22,1 16VENEZIA36,4 29PADOVA27,9 28ROVIGO56,0 161 Totale Veneto 27,7 14

15 Sostegno regionale (nellambito del POR az ) alla diffusione di una nuova generazione di servizi informatici per le piccole e piccolissime imprese in modalità pay per use. I finanziamenti regionali permetteranno lo sviluppo di nuove piattaforme di erogazione di servizi informatici a servizio (software as a service). Sono stati destinati complessivamente 2,6 mln Servizi per le PMI grid computing banda larga Software As A Service cloud computing utility computing Azioni a sostegno per le Imprese 15

16 16 Il Centro di Competenza sulla banda larga nasce (DGR n.1660/07) con lobiettivo di consolidare un gruppo di professionalità tecniche e amministrative si occupa di coordinare un sistema di azioni volte ad alimentare e consolidare la conoscenza in ambito regionale sul fenomeno del digital divide fornisce il supporto tecnico-economico-amministrativo nella governance delle iniziative regionali svolge unattività di informazione delle iniziative regionali presidiando le attività di promozione e informazione sul tema della Banda Larga nel Veneto si avvale della collaborazione di importanti Centri di Ricerca internazionali e nazionali quali VIU Venice International University-Centro TeDis e CIPI-Centro di ricerca sullIngegneria delle Piattaforme Informatiche.

17 17 Il portale regionale sulla banda larga


Scaricare ppt "Le progettualità dellAmministrazione Regionale per lo sviluppo della Banda Larga La collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico Elvio Tasso."

Presentazioni simili


Annunci Google