La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FEDERAZIONE TURISMO KENYA La più grande crisi del turismo che il Kenya abbia mai affrontato: che cosa stiamo facendo e la via da seguire Presentato da:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FEDERAZIONE TURISMO KENYA La più grande crisi del turismo che il Kenya abbia mai affrontato: che cosa stiamo facendo e la via da seguire Presentato da:"— Transcript della presentazione:

1 FEDERAZIONE TURISMO KENYA La più grande crisi del turismo che il Kenya abbia mai affrontato: che cosa stiamo facendo e la via da seguire Presentato da: Jake Grieves-Cook

2 La più grande crisi nella storia per il Turismo in Kenya La situazione attuale Che cosa possiamo fare? Che cosa stiamo facendo? Che cosa dobbiamo fare?

3 La più grande crisi nella storia per il Turismo in Kenya Le cause: la violenza post-elettorale - Nairobi, Mombasa, Kisumu, Kericho, Londiani, Eldoret, Nakuru, Naivasha Negativa copertura mediatica: riprese TV: uomo con machete, "polizia brutale, "strage di innocenti", sfollati / rifugiati, storie tragiche sui giornali Avvertenze di viaggio

4 La più grande crisi nella storia per il Turismo in Kenya Gli effetti immediati: Enorme riduzione di arrivi turistici, una volta che il turista parte non ne arriva un altro al suo posto. Perdita di fiducia nella destinazione Costa: sospesi i voli charter, bassa occupazione alberghiera Nairobi: bassa occupazione alberghiera Safari: vuoti alberghi e campi, pochi gli ingressi nei parchi e nelle riserve L'economia: svalutazione dello scellino, ridotto afflusso di valuta straniera, effetti negativi su altri settori Riduzione del personale, perdite di posti di lavoro Perdita di ricavi per GoK, KRA, consigli, KWS

5 La più grande crisi nella storia per il Turismo in Kenya Gli effetti a lungo termine: Crollo del turismo – chiusura delle imprese Disoccupazione, problemi sociali, criminalità, mancanza di sicurezza Ripercussioni negative su tutti i settori economici

6 La più grande crisi nella storia per il Turismo in Kenya Cosa il Kenya ha gia affrontato: Gli scontri a Likoni La bomba allambasciata americana La bomba a Mombasa Paura del Terrorismo e Avvertenze di Viaggio Abbiamo poi recuperato - ora dobbiamo farlo di nuovo ….. Ma questa volta è peggio

7 Altre destinazioni hanno avuto delle profonde crisi turistiche e poi hanno recuperato : Il terremoto in Turchia La violenza elettorale in Giamaica LEgitto Il colpo di Stato alle Fiji Le bombe a Bali La SARS I Paesi colpiti dallo tsunami

8 Che cosa abbiamo imparato - che cosa possiamo fare? I Media hanno un ruolo fondamentale in una crisi L'impatto delle Avvertenze di Viaggio: e necessario che siano aggiornate e riviste in tempo reale. Internet è un potente strumento: dobbiamo usarlo Tour operators e agenzie possono abbandonarci e non promuoverci - dobbiamo cercare il loro sostegno, ma non possiamo darlo per scontato e dobbiamo ottenere messaggi positivi diretti ai clienti Dimostrare apprezzamento nei confronti dei nostri sostenitori. Promuovere testimonianze da parte dei visitatori che sono ora nel paese e di quelli che sono recentemente tornati a casa Il Mercato interno!!!!

9 ULTERIORI INFORMAZIONI David Beirman, esperto internazionale di gestione di situazioni di crisi, dice che la prima cosa necessaria è: "Un messaggio coerente e definito idealmente con un unico portavoce per fornire regolari, accurate informazioni "

10 ULTERIORI INFORMAZIONI Abbiamo inviato un quotidiano aggiornamento sulla situazione della sicurezza del Paese agli uffici esteri del KTB (Kenya Tourist Board), ai media,ai tour operator, alle ambasciate e a tutti gli enti governativi e non (KTB KATO / KAHC / EK).

11 ULTERIORI INFORMAZIONI Siamo in stretto contatto con tutte le ambasciate straniere al fine di modificare le avvertenze di viaggio Lavvertenza di viaggio del Ministero degli esteri inglesi e stato modificata il 6 febbraio 2008 in modo da non sconsigliare piu i viaggi a Mombasa. Kenya Non sono piu sconsigliati i viaggi a Mombasa. Mombasa C'è una visibile presenza della polizia in Mombasa, le tensioni rimangono elevate in aree svantaggiate intorno la città. Precedentemente nel centro della città, ci sono state delle spontanee manifestazioni violente, ma negli ultimi giorni la situazione è rimasta tranquilla. Consigliamo ancora i visitatori ad esercitare cautela. Si dovrebbero evitare tutti gli incontri pubblici e le grandi riunioni pubbliche e chiedere il parere a livello locale, sia ad un tour operator che alle autorità locali.

12 ULTERIORI INFORMAZIONI Valutare la situazione e essere onesti al riguardo. Essere positivi e onesti e comunicare sviluppi positivi. Mantenere regolari comunicazioni con le parti interessate e i media. Individuare le percezioni negative e false. Informare le principali parti interessate e il personale. Il recupero è un lavoro di squadra. I manager regionali del KTB sono in contatto con i loro mercati Albergatori e tour operator sono in contatto con i loro clienti

13 Esempio : KENYA FEDERAZIONE TURISMO QUOTIDIANO AGGIORNAMENTO DELLA SICUREZZA Gennaio 22 mar 2008: Security Update: 6.00 pm Oggi a Nairobi tutto era calmo ed operativo come al solito a parte un incidente di questa mattina, quando una piccola folla si era radunata nel centro della città e ha tentato di tenere una manifestazione a sostegno del Presidente. Questa è stata prontamente dispersa dalle forze di polizia e tutto e rapidamente ritornato alla normalità. Non ci sono state segnalazioni di eventuali lesioni e non sono stati segnalati turisti nelle vicinanze di questa dimostrazione. Non sono stati segnalati problemi oggi nella baraccopoli di Nairobi. Gli aeroporti hanno funzionato normalmente e tutte le strade sono state aperte come di consueto. Mombasa e le zone costiere: tutto calmo e tranquillo come al solito in città e tutte le strade sono aperte come normale. Non sono stati segnalati problemi in uno qualsiasi dei parchi e riserve, con tutti i percorsi turistici aperti per il traffico normale, come in tutti i principali parchi e riserve tra cui il Mara, il Lago di Nakuru, Aberdares, Laikipia, Samburu, Meru, Mt Kenya, Amboseli, Tsavo, Shimba Hills e la comunità di conservazione fauna selvatica. Ancora una volta non vi sono state segnalazioni di eventuali problemi che affliggono i turisti che soggiornano in alberghi di Nairobi, beach resort, in safari, o in trasferimento tra gli aeroporti e gli alberghi. Le scene di dimostrazioni e scontri violenti con la polizia, che spesso sono stati proiettati su reti televisive internazionali nel corso degli ultimi quindici giorni sono stati sporadici e isolati, limitati ad alcune parti del Kenya e non si sono verificati in tutto il paese. Si sono in gran parte svolti in alcune delle baraccopoli di Nairobi e aree del Kenya occidentale vicine a Kisumu-Kericho-Eldoret, che non sono spesso visitate da turisti. Queste aree sono attualmente off-limits per i turisti e sono stati avvisati dai tour operators sullinsorgenza della crisi post-elettorale. Le località turistiche e I parchi sono rimasti intoccati ed i turisti continuano a visitare queste zone senza problemi. L'arrivo di Kofi Annan, è atteso oggi e si spera che egli sarà in grado di assistere come mediatore tra le due parti e l'attuale stallo politico per raggiungere una rapida soluzione. Il British Travel Advisory è stato modificato in modo che il Saturday non copra con lavvertimento viaggio-non-consigliabile contro tutto il Kenya e si applica solo a luoghi specifici, in linea con le nostre raccomandazioni, e sulla stessa linea degli avvisi per gli Stati Uniti e Governo tedesco. Jake Grieves-Cook Portavoce Federazione Turismo Kenya

14 Qualè il nostro messaggio? 1.Le zone colpite dalla violenza e disordini sono molto localizzate, e non frequentate normalmente da turisti: baraccopoli di Nairobi e parti dellangolo occidentale tra Kisumu-Kericho-Eldoret. 2. Le spiaggie di villeggiatura ed i parchi, dove i turisti vanno, non sono stati colpiti da disordini e sono rimasti calmi e tranquilli. 3. Abbiamo avuto più di turisti qui, in queste ultime settimane ed hanno avuto un buon tempo - grandi commenti. Nessun turista e stato danneggiato. 4. Gli aeroporti internazionali sono stati continuamente aperti nella normalitaed autostrade e strade per l'aeroporto sono state tutte aperte e con migliaia di turisti e centinaia di veicoli stradali tra gli aeroporti e gli alberghi. 5. Ora è un grande momento per venire in Kenya perché i parchi e le spiagge sono attualmente molto tranquilli. La calda ospitalità dei kenioti è invariata. 6. Ora la Gran Bretagna e gli Stati Uniti d'America, che sono fra i nostri maggiori mercati, e rappresentano il 30% di tutti i visitatori, hanno tolto il veto totale nelle avvertenze di viaggio cosi da anticipare una ripresa degli arrivi in quanto la situazione diventa più costante e la calma ritorna.

15 Qual è il nostro messaggio? 2. Locale e per i Politici Crollo del turismo - perdita di posti di lavoro, la perdita di reddito per GoK, KRA, forex Impatto sulleconomia globale Inviti per la pace, evitare la violenza Fine della crisi politica - dialogo? Condivisione del potere?

16 WEBSITE Utilizzando Magical Kenya e KATO website - diffondere questo sforzo, ad esempio, Serena Blogs / commenti positivi dei clienti Garantire aggiornato il website e pubblicizzare il fatto che esso e disponibile.

17 Cosa possono fare i turisti per noi Fare in modo che i visitatori possano fornire testimonianze e relazioni sulla loro vacanza. Ospitare persone che hanno influenza nei nostri mercati.

18 MEDIA Trattare i media come dei potenziali alleati piuttosto che nemici. Approfittare dei contatti media per diffondere il nostro messaggio Organizzare viaggi per i rappresentanti dei media per la diffusione del messaggio Una crisi presenta un'opportunità per "rinfrescare la nostra immagine" e ri-marchiare i nostri businesses turistici e la nostra destinazione.

19 Recupero di marketing: Fase 1 Primo Messaggio: Siamo pronti per il business. I turisti sono qui, sono benvenuti e voluti, e stanno passando una buona vacanza. Incentivi per il viaggio. Dare valore aggiunto invece che sconti. Tutti i soggetti interessati devono lavorare insieme per diffondere il messaggio

20 Recupero Marketing Fase 2 Impostare il lavoro: Le nostre spiaggie, i villaggi turistici, gli alberghi di Nairobi, i parchi e le riserve, i safari, gli aeroporti e i voli sono operativi. Spiegare ciò che i clienti / visitatori POSSONO fare. Delineare le eventuali restrizioni e limitazioni. Vantaggi per la visita in questo momento - esclusiva esperienza della savana, spiagge non affollate, offerte speciali, calorosa accoglienza, il sostegno dei kenioti.

21 Recupero di marketing Fase 3 Ripristinare la fiducia del mercato Organizzare viaggi per agenti di viaggio ed esperti. Scegliere gli opinion leaders. Cercare di coinvolgere i testimoni oculari fra gli opinion leaders e il mercato. Garantire piena informazione alle parti interessate al settore viaggi. Dimostrare flessibilità per viaggiatori che annullano o rinviano a causa di preoccupazioni. Garantire piena informazione ai vostri rappresentanti ed agenti delle fonti di mercato.

22 Recupero di marketing Fase 4 Incentivi che attirano turisti Fornire vacanze ad alto valore aggiunto quali: escursioni in omaggio, costo ridotto per ingresso alle attrazioni, upgrades gratuiti. Un ringraziamento dono / riconoscimento per la vacanza. Uno speciale benvenuto. Unospitalità toccante.

23 Recupero Marketing Fase 5 Pubblicizzare i fatti positivi. Arrivi di Ospiti Speciali, ad es. celebrità. Notizie positive sullarrivo di turisti Notizie di eventuali eventi speciali Testimonianze che possano essere utili per creare mercato Dichiarazioni da parte dei turisti che esaltino la loro vacanza Immagini di turisti che si godono la loro visita/soggiorno.

24 Conclusioni: Sintesi della via da seguire Tenere continuamente aggiornate le informazioni Mantenere i contatti con le ambasciate e le rappresentanze ufficiali straniere: KTB / MDRs KTF / grandi tour operators, per arrivare a modificare le avvertenze di viaggio KTB Stampa di settore

25 Come si fa a sopravvivere? Che cosa abbiamo bisogno dal GoK / donatori? Cercare finanziamenti per una maggiore campagna pubblicitaria nei mercati chiave??? Discussione delle opzioni… Riduzione delle spese generali? Riduzione del costo del personale? PAYE? IVA? Le tasse di atterraggio? Visto?

26 Quale e il nostro lavoro Abbiamo bisogno di riconoscere le sfide e di lavorare insieme per realizzare il recupero. Tutti i settori dellindustria del turismo devono coordinare gli sforzi con l'obiettivo di riportare il turismo in Kenya. 2 fasi - durante la crisi, e poi, una volta ripristinata la pace. Sarà necessaria una intensiva campagna pubblicitaria nei principali mercati. GoK deve fornire fondi adeguati.


Scaricare ppt "FEDERAZIONE TURISMO KENYA La più grande crisi del turismo che il Kenya abbia mai affrontato: che cosa stiamo facendo e la via da seguire Presentato da:"

Presentazioni simili


Annunci Google