La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tesina d Esame I.C. DAnnunzio a.s. 2010-2011 3D CHIARA I.C. DAnnunzio a.s. 2010-2011 3D CHIARA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tesina d Esame I.C. DAnnunzio a.s. 2010-2011 3D CHIARA I.C. DAnnunzio a.s. 2010-2011 3D CHIARA."— Transcript della presentazione:

1 Tesina d Esame I.C. DAnnunzio a.s D CHIARA I.C. DAnnunzio a.s D CHIARA

2 TEDESCO: MEIN TAGESABLAUF UND MEIN POSTER TEDESCO: MEIN TAGESABLAUF UND MEIN POSTER ARTE: IL ROMANTICISMO FRANCESCO HAYEZ (IL BACIO) ARTE: IL ROMANTICISMO FRANCESCO HAYEZ (IL BACIO) INGLESE: THE SLAVE TRADE INGLESE: THE SLAVE TRADE TECNICA: CONSIDERAZIONI SULLENERGIA TECNICA: CONSIDERAZIONI SULLENERGIA GEOGRAFIA: IL SUDAFRICA GEOGRAFIA: IL SUDAFRICA LETTERATURA: ALESSANDRO MANZONI ED IL ROMANTICISMO LETTERATURA: ALESSANDRO MANZONI ED IL ROMANTICISMO STORIA: IL RISORGIMENTO SCIENZE: L ENERGIA SCIENZE: L ENERGIA MUSICA: I GOSPEL E ARETHA FRANKLIN MUSICA: I GOSPEL E ARETHA FRANKLIN

3 GEOGRAFIA: Sud Africa REPUBBLICA SUDAFRICANA Nome Completo: Repubblica del Sudafrica Superficie: km ² Abitanti: oltre ab. Densità: 38 ab./Km² Capitale: Città del Capo (legislativa)Pretoria (amministrativa) Bloemfontein (giudiziaria) Lingua: Afrikaans, Inglese, Zulu, Xhosa, Swazi, Ndebele, Sesotho, Sesotho del nord, Tsonga,Tswana, Venda Moneta: Rand Sudafricano Forma di Governo :Repubblica Religione :protestante, cattolica, altri cristiani, induista, musulmana.

4 Cartina…. LA BANDIERA DEL SUDAFRICA RAPPRESENTA I MAGGIORI GRUPPI POLITICI: NERO, GIALLO, E VERDE SONO I COLORI DELLAFRICAN NATIONAL CONGRESS ; ROSSO, BLU, BIANCO E VERDE SONO I COLORI AFRIKAANERS ; NERO, VERDE, GIALLO, ROSSO E BIANCO SONO I COLORI DEL PARTITO ZULU.

5 DOVE SI TROVA IL SUDAFRICA ???

6 STORIA … La vera storia del paese comincia nel 1652 con la colonizzazione degli olandesi che, sotto la guida di Jan van Riebeeck, costruirono nella zona del Capo un insediamento per il rifornimento e la sosta delle navi della Compagnia delle Indie. Tra la fine del 700 e linizio dell800 la popolazione bianca crebbe enormemente grazie anche allarrivo degli inglesi, attirati dalle immense fortune che questa terra vergine prometteva ai suoi conquistatori. Nel 1795 il Capo fu annesso dagli inglesi ma, dopo soli 8 anni tornò sotto il controllo degli Afrikaner (i coloni Boeri di origine olandese).

7 La scoperta dei grandi giacimenti di diamanti nel Northern Cape nel 1867 e dei filoni doro nel 1886 cambiò per sempre la storia del Sudafrica. I piccoli insediamenti coloniali diventarono improvvisamente un accattivante luogo di conquista e, man mano che i contadini abbandonavano le campagne per spostarsi verso le zone delle miniere, i flussi migratori dallEuropa si triplicarono portando nuova linfa ma anche nuovi conflitti. Il paese abbandonò la sua impronta rurale per trasformarsi in un paese industriale, la cui ricchezza ruotava intorno ai suoi giacimenti minerari. Johannesburg divenne il cuore economico del paese e i forti flussi migratori ingrandirono i suoi confini a vista docchio.

8 PRIMA … DOPO …

9 TERRITORIO… TERRITORIO…

10 UTILIZZAZIONE DEL SUOLO

11 Città Principali Città Principali JOHANNESBURG: è la capitale industriale e commerciale. CITTA DEL CAPO: importante centro industriale e portuale,è sede del Parlamento. PRETORIA : risiede il governo. BLOEMFONTEIN: fanno capo gli organi di magistratura. JOHANNESBURG: è la capitale industriale e commerciale. CITTA DEL CAPO: importante centro industriale e portuale,è sede del Parlamento. PRETORIA : risiede il governo. BLOEMFONTEIN: fanno capo gli organi di magistratura.

12 Morfologia La Repubblica Sudafricana è occupata da un vastissimo altopiano che digrada verso il deserto del Kalahari e la valle del fiume Limpopo. Morfologia La Repubblica Sudafricana è occupata da un vastissimo altopiano che digrada verso il deserto del Kalahari e la valle del fiume Limpopo. Il fiume più importante è lORANGE (1860 km) a ovest, il fiume segna anche un tratto del confine con la Namibia. Il corso del fiume è però accidentato da rapide e cascate che ne rendono difficile la navigazione. Laltopiano è separato dalla costa degli oceani Indiano e Atlantico da catene montuose che superano anche i 3000 metri di altezza; la principale è quella dei Monti dei Draghi. Il Sudafrica è un paese fortemente multietnico; convivono, spesso con difficoltà, etnie bianche, nere, asiatiche e miste. ALTRE INFORMAZIONI

13 Le religioni più diffuse sono quelle cristiane: protestantesi mo della chiesa riformata sudafricana (circa 35%); cattolicesimo (10%); anglica nesimo (10%); metodismo, il luteranesimo e altre fedi cristiane (nel complesso circa 30%). Dal punto di vista floristico si può dividere il Paese in sei principali zone vegetali: la foresta, la savana, la steppa, la macchia di tipo mediterraneo, la steppa desertica e il deserto. foresta savana steppa macchia di tipo mediterraneosteppa desertica deserto Dal punto di vista floristico si può dividere il Paese in sei principali zone vegetali: la foresta, la savana, la steppa, la macchia di tipo mediterraneo, la steppa desertica e il deserto. foresta savana steppa macchia di tipo mediterraneosteppa desertica deserto

14 Nasce a Milano nel Nel 1806 sposa la ginevrina Enrichetta Blondel. Si stabilisce a Milano dove si dedica agli studi e alla composizione delle sue opere. Vive con molto entusiasmo il clima risorgimentale che si va formando e con i suoi scritti favorisce la diffusione degli ideali patriottici. Nel 1861 è nominato senatore del nuovo regno dItalia dal re Vittorio Emanuele II. Mentre nella vita pubblica Manzoni raccoglie molti riconoscimenti e successi, in quella privata soffre molti dolori. Ha problemi di salute, perde la prima moglie in giovane età, i suoi figli hanno vita difficile. La morte lo coglie a Milano,nel 1873, all età di 88 anni. Nasce a Milano nel Nel 1806 sposa la ginevrina Enrichetta Blondel. Si stabilisce a Milano dove si dedica agli studi e alla composizione delle sue opere. Vive con molto entusiasmo il clima risorgimentale che si va formando e con i suoi scritti favorisce la diffusione degli ideali patriottici. Nel 1861 è nominato senatore del nuovo regno dItalia dal re Vittorio Emanuele II. Mentre nella vita pubblica Manzoni raccoglie molti riconoscimenti e successi, in quella privata soffre molti dolori. Ha problemi di salute, perde la prima moglie in giovane età, i suoi figli hanno vita difficile. La morte lo coglie a Milano,nel 1873, all età di 88 anni. LETTERATURA : ALESSANDRO MANZONI

15 LE OPERE … Manzoni è lautore più rappresentativo del Romanticismo italiano. Nelle sue opere si riconoscono perciò molti dei temi e degli ideali romantici. DEL TRIONFO DELLA LIBERTA Un poemetto scritto a sedici anni per celebrare la Repubblica Cisalpina. INNI SACRI Cinque composizioni poetiche che celebrano la solennità e limportanza della chiesa. ODI Due composizioni poetiche, Marzo 1821 e Il cinque maggio, nelle quali Manzoni riflette sui fatti storici che sta vivendo; in esse ben si esprime la funzione di impegno civile che lo scrittore attribuisce allarte. TRAGEDIE Il conte di Carmagnola e Adelchi; i protagonisti di due tragedie, personaggi storici del passato presentati come eroi che lottano contro i soprusi del potere. Manzoni è lautore più rappresentativo del Romanticismo italiano. Nelle sue opere si riconoscono perciò molti dei temi e degli ideali romantici. DEL TRIONFO DELLA LIBERTA Un poemetto scritto a sedici anni per celebrare la Repubblica Cisalpina. INNI SACRI Cinque composizioni poetiche che celebrano la solennità e limportanza della chiesa. ODI Due composizioni poetiche, Marzo 1821 e Il cinque maggio, nelle quali Manzoni riflette sui fatti storici che sta vivendo; in esse ben si esprime la funzione di impegno civile che lo scrittore attribuisce allarte. TRAGEDIE Il conte di Carmagnola e Adelchi; i protagonisti di due tragedie, personaggi storici del passato presentati come eroi che lottano contro i soprusi del potere.

16 I PROMESSI SPOSI I PROMESSI SPOSI Romanzo storico pubblicato la prima volta nel E stato il primo a definirsi ROMANZO perché scritto in prosa. IL ROMANZO STORICO Con i Promessi Sposi, Alessandro Manzoni lascia il modello più alto e compiuto del romanzo storico italiano. Il romanzo storico è un romanzo che ambienta una vicenda -vera o inventata – in luoghi reali e in un epoca storica precisa di cui si descrivono costumi ed idee. Manzoni nei Promessi Sposi inserisce una vicenda verosimile, in un contesto storico vero.

17 La Vicenda … La vicenda è ambientata in Lombardia tra il 1628 e il 1630, al tempo della dominazione spagnola, negli anni di una grande epidemia di peste. I due protagonisti principali sono RENZO TRAMAGLINO e LUCIA MONDELLA, due giovani che vivono in un paesino nei pressi del lago di Como e lavorano in una filanda dove dai bozzoli si ricava la seta. Progettano di sposarsi e già ogni cosa e pronta per il loro matrimonio quando il capriccio del potente Don Rodrigo, un signorotto del luogo, manda allaria tutto. Don Abbondio, il curato che deve celebrare il matrimonio, e minacciato dai bravi, gli sgherri di Don Rodrigo, e per paura, si sottrae dal suo impegno. Ma alla fine dopo molte peripezie riusciranno a sposarsi.

18 I PERSONAGGI PRINCIPALI … LINNOMINATO AGNESE DON RODRIGORENZO TRAMAGLINO LUCIA MONDELLA DON ABBONDIO

19 LA PRIMA GUERRA DINDIPENDENZ A In Piemonte ed in Toscana i sovrani concedettero delle riforme istituzionali, concedendo una limitata libertà di stampa e cambiando in senso liberale l'ordinamento giudiziario e di polizia; questi provvedimenti erano stati da tempo auspicati dalle classi popolari e dall'opinione pubblica borghese. Dove non furono fatte queste concessioni, come nel Regno delle Due Sicilie, esplosero le rivolte. A Palermo una rivolta popolare, che si estese anche a Napoli, costrinse il sovrano a concedere la Costituzione. Questo fatto ebbe ripercussioni in tutti gli Stati Italiani. Cause : A Torino le pressioni popolari tendenti ad ottenere la Costituzione, costrinsero Carlo Alberto, a concedere lo Statuto, cosiddetto «Albertino» (4 marzo 1848) e fu subito imitato dal Granduca di Toscana. Di conseguenza …

20 Le conseguenze… Appena si sparse la notizia che a Vienna era scoppiata una sommossa liberale e Metternich era stato costretto alla fuga, la popolazione veneziana insorse, e proclamò la Repubblica dopo aver cacciato gli Austriaci. La notizia si propagò nel Lombardo-Veneto: il 18 marzo Milano insorse ed in 5 giornate le truppe austriache furono sconfitte e costrette a rifugiarsi nel «QUADRILATERO» (formato dalle città di Mantova, Peschiera, Verona e Le gnago) Premuto da queste sollecitazioni e dal timore che nel Regno di Sardegna si potessero verificare fatti analoghi a quelli di Milano e di Venezia, Carlo Alberto dichiarò guerra all'Austria il 23 marzo 1848 (PRIMA GUERRA D'INDIPENDENZA).

21 La Seconda Guerra dIndipendenza Il 20 maggio l'esercito franco-piemontese iniziò l'avanzata, battendo gli Austriaci. Il 4 giugno Vittorio Emanuele e Napoleone ottennero la prima grande vittoria a Magenta ed entrarono a Milano. Sgombrata Milano, gli Austriaci si erano rinchiusi nel «QUADRILATERO» in attesa dei rinforzi, condotti in Italia da Francesco Giuseppe che, assunse il comando delle operazioni ed ordinò di muovere su Milano. Lo scontro fra i due eserciti nemici avvenne il 24 giugno, a Peschiera. Napoleone tentò di tagliare in due le forze austriache, occupando Solferino, ma l'armata di Francesco Giuseppe non fu affatto spezzata ripiegò nel «QUADRILATERO». Sotto la spinta delle vittorie militari, Firenze, Parma, Modena, Bologna e Ferrara insorgevano e si davano dei governi provvisori, dichiarando di volersi unire al Regno di SARDEGNA mediante plebisciti. Finisce così il primo atto della SECONDA GUERRA D'INDIPENDENZA ITALIANA; gli Austriaci non erano stati annientati ed i vincitori, per aprirsi la strada per Venezia, dovevano espugnare le quattro piazzeforti.

22 Il 17 marzo 1861,il parlamento italiano riconobbe Vittorio Emanuele II come re d Italia e proclamò il regno d Italia con capitale Torino ma mancava lItalia nord-orientale (governata dallAustria) e lo stato pontificio (governato dal papa). Mentre cercava una soluzione a questi problemi, Cavour morì. La Prussia propose unalleanza con lItalia per far guerra allAustria e Vittorio Emanuele II accettò, perché la sua posta in gioco era il Veneto. Però lItalia fu sconfitta due volte. Ma la Prussia vinse contro lAustria così lItalia ottenne la cessione del Veneto. LA TERZA GUERRA D INDIPENDENZA ITALIANA

23

24


Scaricare ppt "Tesina d Esame I.C. DAnnunzio a.s. 2010-2011 3D CHIARA I.C. DAnnunzio a.s. 2010-2011 3D CHIARA."

Presentazioni simili


Annunci Google