La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE ISTITUZIONI DELLA GLOBALIZZAZIONE: O.M.C. (W.T.O.)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE ISTITUZIONI DELLA GLOBALIZZAZIONE: O.M.C. (W.T.O.)"— Transcript della presentazione:

1 LE ISTITUZIONI DELLA GLOBALIZZAZIONE: O.M.C. (W.T.O.)

2 IL COMMERCIO INTERNAZIONALE: IL GATT Il General Agreement on Tariffs and Trade (Accordo Generale sulle Tariffe ed il Commercio, meglio conosciuto come GATT) è un accordo internazionale, firmato il 30 ottobre30 ottobre (entrato in vigore dal 1948) a Ginevra da 23 paesi,Ginevra23 paesi per stabilire le basi per un sistema multilaterale di relazionirelazioni commercialicommerciali con lo scopo di favorire la liberalizzazione del commercio mondiale.

3 GATT: GENERALE AGREEMENT ON TARIFFS AND TRADE principio della "nazione più favorita" (most favored nation) le condizioni applicate al paese più favorito (vale a dire quello cui vengono applicate il minor numero di restrizioni) sono applicate incondizionatamente a tutte le nazioni partecipanti. L'articolo 1 dell'accordo riguardante il Trattamento generale della nazione più favorita sancisce infatti: Tutti i vantaggi, favori, privilegi o immunità, concessi da una Parte contraente a un prodotto originario da ogni altro Paese, o a esso destinato, saranno estesi, immediatamente e senza condizioni, a tutti i prodotti congeneri, originari del territorio di ogni altra Parte contraente, o a esso destinati. [...]

4 Storia 1948: fallimento della International Trade Organization (I.T.O.) Opposizione USA di ratificare la Carta de lAvana Creazione provvisoria del G.A.T.T. (23 paesi) – 1948 – 1994 Il GATT è cresciuto, nel corso degli anni, attraverso otto diverse sessioni di negoziati (indicate col termine di "round") per la riduzione delle tariffe doganali nonchétariffe con l'aggiunta di accordi plurilaterali tra i paesi partecipanti.

5 ROUND NEGOZIALI : Negoziato SedeArgomentiAnniPaesi Geneva RoundGinevra Entrata in vigore del GATT, riduzione delle tariffe Annecy RoundAnnecy Riduzione delle tariffe Torquay RoundTorquay Riduzione delle tariffe Fourth RoundGinevra Riduzione delle tariffe, definizione delle future strategie del GATT verso i Paesi in via di sviluppo (partecipanti all'accordo)Paesi in via di sviluppo Dillon RoundGinevra Riduzione delle tariffe '61'6126 Kennedy RoundGinevra Riduzione delle tariffe (per la prima volta si tratta di una riduzione generalizzata delle tariffe e non, come in precedenza di riduzioni per specifici prodotti) e misure anti-dumping (le misure adottate furono respinte dal Congresso degli Stati Uniti d'America)anti-dumpingCongressoStati Uniti d'America '67'6762 Tokyo Round Tokyo Ginevra Riduzione delle barriere non tariffarie al commercio, riduzione delle tariffe sui beni manifatturieri, miglioramento ed estensione del sistema GATT manifatturieri '79'79102 Uruguay Round Punta del Este Ginevra Marrakech Creazione del WTO, riduzione delle tariffe, dei sussidi e delle sovvenzioni all'esportazione e delle altre distorsioni di ostacolo all'esportazione in un libero mercato, servizi, accordi per il rafforzamento della proprietà intellettuale, regolazione delle dispute internazionali, settori agricolo e tessileWTOriduzione delle tariffesussidisovvenzioniesportazioneproprietà intellettuale agricolotessile '94'94123

6 URUGAY ROUND Lultimo e più importante di tali negoziati, lUruguay Round terminando con la firma degli accordi di Marrakech, il 15 aprile 1994, con la creazione del WTO e la ratifica di tre accordi principali:Marrakech15 aprile 1994 GATT (General Trade on tariffs and Trade): Accordo generale sulle tariffe doganali ed il commercio dei prodotti GATS (General Agreement on Trade in Service): Accordo generale sul commercio dei servizi TRIPS (Trade-Related Aspects of Intellectual Property Rights): Aspetti commerciali dei diritti di proprietà intellettuale (brevetti, marchi, copyright ed invenzioni industriali).brevetti marchicopyrightinvenzioni industriali

7 WORLD TRADE ORGANIZATION: WTO Unica organizzazione internazionale che supervisiona le regole commerciali fra i paesi Tra le più giovani organizzazioni internazionali, viene fondata nel 1995 per succedere al General Agreement on Tariffs and Trade (GATT) creato alla fine della II Guerra Mondiale 159 paesi membri (marzo 2013)

8 Funzioni Aiutare la libera, trasparente e prevedibile espansione del commercio mondiale Amministrazione degli accordi commerciali Forum per le negoziazioni commerciali Risoluzione dispute commerciali Monitoraggio delle politiche commerciali nazionali Assistenza ai PVS in materia di politica commerciale (assistenza tecnica, training) Cooperazione con altre istituzioni internazionali

9 Principi del sistema multilaterale internazionale Prescrivono regole di trasparenza nella politica commerciale (notifiche e reviews) Non discriminazione (principio della nazione più favorita e del trattamento nazionale) Abbassamento barriere mediante negoziazione Prevedibilità (impegni bound = non arbitrarietà) Competizione (scoraggiamento di pratiche sleali come sussidi allexport o dumping) Benefici per i paesi meno sviluppati (tempi di aggiustamento, flessibilità, privilegi speciali)

10 Accordi WTO Coprono merci(GATT), servizi(GATS) e proprietà intellettuale (TRIPS) Stabiliscono i principi della liberalizzazione e le relative eccezioni Comprendono i singoli impegni dei paesi partecipanti ad abbassare le tariffe doganali e le altre barriere commerciali e ad aprire i mercati dei servizi Fissano procedure per la risoluzione delle controversie Prevedono trattamenti speciali per i PVS

11 Accordo merci: GATT Prodotti industriali Agricoltura Regolamenti sanitari per i prodotti agricoli (Sanitary and Phitosanitary Measures) Tessili e abbigliamento Standard prodotti (Technical Barriers to Trade) Investimenti collegati al commercio (Trade Related Investment Measures) Misure antidumping Norme di valutazione doganale Ispezioni pre-imbarco Regole di origine Licenze di importazione Sussidi e contro-misure Clausole di salvaguardia

12 Accordo Servizi: GATS – Principi generali Onnicomprensività Principio della nazione più favorita – lista eccezioni temporanee Trattamento nazionale solo nei settori in cui sono stati assunti impegni Trasparenza della regolazione Obiettività e ragionevolezza della regolazione Non restrizione ai pagamenti internazionali Impegni individuali bound (lista) Progressiva liberalizzazione

13 Diritti di proprietà intellettuale (Accordo TRIPS) Copyright Marchi commerciali Indicazioni di origine geografica Disegni industriali Brevetti Mappe di circuiti integrati Informazioni confidenziali (segreti commerciali)

14 Accordi plurilaterali Commercio di aeromobili civili Approvvigionamenti governativi Prodotti caseari Carne bovina

15 Altre misure commerciali Azioni anti-dumping Sussidi e contromisure (countervailing duties) Clausole di salvaguardia

16 Oltre gli accordi Gruppi regionali Commercio e ambiente Commercio e investimenti Politica della concorrenza Commercio elettronico Commercio e mercato del lavoro

17 Differenze fra GATT e WTO Il GATT era un accordo provvisorio su specifiche materie, mai ratificato dai parlamenti e non conteneva indicazioni per la creazione di una organizzazione La WTO e i suoi accordi sono permanenti, organizzazione internazionale, ratifica parlamentare Si è membri della WTO, si era parti contraenti nel GATT GATT=commercio di merci; WTO anche servizi e diritti di proprietà intellettuale Le risoluzioni di controversie nella WTO sono più veloci ed automatiche di quella in vigore nel GATT; le relative decisioni non possono essere bloccate

18 WTO: lorganizzazione La WTO è gestita dai governi i quali sono anche tenuti ad attuare le regole con le procedure che essi stessi hanno negoziato (non esiste un Consiglio di Amministrazione come nel FMI e nella BM) Di norma le decisioni vengono adottate allunanimità

19 PRIMO LIVELLO: CONFERENZA DEI MINISTRI Una Conferenza dei Ministri (composta da rappresentanti di tutti gli stati membri del WTO) che si riunisce almeno una volta ogni due anni abilitata a prendere decisioni in relazione a tutti gli aspetti contemplati negli accordi commerciali multilaterali sottoscritti.

20 SECONDO LIVELLO: CONSIGLIO GENERALE un Consiglio Generale, composto anch'esso dai rappresentanti di tutti gli stati membri, il quale - negli intervalli tra una riunione e l'altra della Conferenza dei ministri – esercita le funzioni proprie di quest'ultima; il Consiglio Generale si riunisce, inoltre, ogniqualvolta necessario per esercitare le funzioni dell'organo di conciliazione previsto nell'intesa sulla risoluzione delle controversie nonché quelle Organo per il monitoraggio delle politiche commerciali E praticamente lo stesso organo (il Consiglio Generale, formato da tutti gli stati membri) che si riunisce sotto 3 vesti diverse

21 Decisioni Regola generale unanimità Alternativa: votazione a maggioranza (un paese= un voto) Interpretazione accordi (3/4) Concessione di esenzioni agli obblighi degli accordi multilaterali (3/4) Emendamento accordi (unanimità o 2/3 a seconda della natura, le qual caso sono efficaci solo per coloro che li accettano) Ammissione di nuovi membri (2/3)

22 Risoluzione controversie Equità Velocità Efficacia Mutua accettazione

23 TERZO LIVELLO Dipendono dal Consiglio Generale: Consiglio per le merci Consiglio per i servizi Consiglio per i TRIPS Comitati Commercio e ambiente Commercio e sviluppo Accordi commerciali regionali

24 Direttore Generale: Supachai Panitchpakdi (Tailandia) Ginevra Supporto amministrativo e tecnico per gli organi della WTO nelle negoziazioni e nellattuazione degli accordi commerciali Supporto tecnico ai PVS Analisi economiche e statistiche Assistenza nella risoluzione di dispute commerciali Negoziazioni di accesso di nuovi membri SEGRETARIATO


Scaricare ppt "LE ISTITUZIONI DELLA GLOBALIZZAZIONE: O.M.C. (W.T.O.)"

Presentazioni simili


Annunci Google